Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Pista | Coppa del Mondo 2012/2013
#1
Coppa del Mondo su Pista 2012

 
Rispondi
#2
Coppa del Mondo su Pista 2012-'13: E dopo i Giochi occhio ai Cali
Parte in Colombia il nuovo quadriennio olimpico

I Campionati Italiani sono stati solo l'appetizer della nuova stagione del Ciclismo su Pista. Da Giovedì 11 Ottobre ripartirà infatti la Coppa del Mondo che si concluderà Sabato 13. Si ripartirà dal Velodromo Alcides Nieto Patiño di Cali, in Colombia, struttura che ospiterà anche i Campionati del Mondo del 2014.
La Coppa del Mondo di quest'anno avrà solamente 3 tappe, e 2 di queste saranno in America Latina: oltre a Cali ci sarà infatti, dal 17 al 19 Gennaio, la tappa di Aguascalientes, in Messico. L'evento più importante sarà però quello atteso dal 16 al 18 Novembre: il mondo del Ciclismo su Pista si sposterà nel nuovissimo (nonché costosissimo) Velodromo Chris Hoy di Glasgow, che verrà testato ufficialmente per poi ospitare i Giochi del Commonwealth del 2014.

Che Coppa del Mondo sarà? La prima edizione dopo i Giochi Olimpici cambia sempre tutte le carte in tavola: al termine dei Giochi si chiudono tanti cicli, e se nel 2008 salutammo gente come Joan Llaneras, quest'anno la pista ha visto appendere al chiodo le biciclette di Chris Hoy e Victoria Pendleton. Si perdono molti riferimenti e bisogna guardare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016 sapendo che avremo un parterre completamente rinnovato.

Dove guardare quindi per capire chi potranno essere i protagonisti di questa prima tappa dell'inverno 2012-2013? Ai Mondiali juniores che si sono tenuti in Agosto ad Invercargill, Nuova Zelanda. L'Italia non c'era (per i ragazzi non c'erano soldi, dicono coloro che hanno portato i cicloamatori ai Mondiali Master di Manchester), ma non c'erano nemmeno la Francia e la Germania, quindi è difficile prendere quei risultati come valori assoluti. Però qualcosa ci hanno detto. La prima è che nel 2016 le nazioni centro-sudamericane non faranno semplicemente da contorno alle nazioni storiche: già quest'anno a Londra Juan Esteban Arango era uno dei favoriti, ma tra 4 anni i colombiani saranno quasi certamente una delle nazioni più forti. Le punte della squadra sono Fernando Gaviria e Jordan Parra, Campioni del Mondo Juniores del Madison, ma che hanno fatto grandissima impressione in tutte le prove endurance dall'Inseguimento a Squadre allo Scratch dove Parra ha conquistato un altro argento.

Le altre nazioni a cui guardare fanno tutte parte del continente asiatico: si erano affacciate alla pista per Pechino, sono state una una certezza a Londra, ma saranno una vera e propria potenza a Rio de Janeiro. La Cina, la Malesia, Hong Kong (che sarà al via con il Bronzo di Londra nel Keirin Wai Sze Lee e il Campione del Mondo nello Scratch del 2011 Ho Ting Kwok) e persino Taipei e il Kazakistan, che porterà il giovanissimo Robert Gaineyev, ragazzo che ha fatto benissimo ai Mondiali Juniores. In tutta questa novità anche i paesi europei si rinnovano, la Gran Bretagna punterà su una forte nazionale femminile formata da Elinor Barker, Hayley Jones, Amy Roberts, Rebecca James e Jessica Varnish: quest'ultima è l'unica delle 5 ad aver provato l'esperienza Olimpica di Londra anche se è non finita come sperava (insieme alla Pendleton furono squalificate nella Velocità a Squadre). Anche la Germania della velocità si presenterà completamente rinnovata con i propri velocisti Marc Schröder, Philipp Thiele, Tobias Wachter ed Eric Engler.

L'Italia ha deciso, per Cali, di puntare tutto sul nuovo ciclo di preparazione di 4 anni per le Olimpiadi di Rio e così vedremo esordire in Coppa del Mondo le giovanissime Beatrice Bartelloni e Maria Giulia Confalonieri fresche di titolo italiano (con record) dell'Inseguimento a Squadre. Se si pensa che il più vecchio (si fa per dire) sarà Francesco Ceci, classe 1989, possiamo farci un'idea dell'età media degli azzurri.

Il programma di Cali ricalca, come ormai già da due anni, il programma olimpico (Inseguimento a Squadre, Omnium, Velocità, Velocità a Squadre e Keirin) a cui in questa tappa verranno aggiunti Km e Corsa a Punti per gli uomini (grande favorito sarà il belga Kenny De Ketele) e Scratch per le donne. Tutte queste novità non rendono facile stabilire i favoriti e, con i valori in campo tutti imprevedibili, non sarà scontato qualche risultato imprevedibile: l'unico fatto sicuro è che scopriremo già dei nuovi talenti che tra quattro anni saranno i grandi favoriti e magari futuri Campioni Olimpici.

Laura Grazioli - cicloweb.it
 
Rispondi
#3
Pista, volano le azzurrine in Coppa del Mondo!
Grandi risultati per la pista azzurra nella prima giornata della prima prova di Coppa del Mondo a Cali.
Maria Giulia Confalonieri, Beatrice Bartelloni e Giulia Donato hanno vinto il torneo dell’inseguimento a squadre superando in finale le atlete del Welsh Cycling Track Team mentre per il terzo posto la Colombia ha battuto la Bielorussia.
Elena Cecchini si è piazzata terza nello scratch vinto dalla australiana King con la ceca Machacova al secopndo posto. In questa prova da segnalare l’ottavo posto di Laura Basso, portacolori del Cycling Team Friuli.
Francesco Ceci ha colto il quinto posto nel km con il nuovo record italiano; nell'omnium maschile Paolo Simion è quarto al termine della prima giornata (è stato 6° nella corsa a punti, 2° nell'eliminazione e 9° nel giro lanciato): al comando della classifica c'è il cileno Mansilla. Sfortunato il quartetto dell’inseguimento che stava pedalando bene quando proprio Simion, nelle qualificazioni, è caduto nel corso del terzo giro.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#4
Seconda vittoria italiana in Coppa del Mondo su pista: Paolo Simion si aggiudica l'Omnium
Proseguono le buone notizie per i colori azzurri nella seconda giornata di gare di Coppa del Mondo su pista a Cali: Paolo Simion si è infatti aggiudicato l'Omnium, grazie soprattutto all'ottima condotta nelle ultime due prove.

Il giovane veneto infatti, già campione europeo di specialità tra gli juniores, era in piena corsa per un posto sul podio già nella giornata inaugurale, dove dopo un avvio in sordina (nono nel Giro Lanciato e sesto nella Corsa a Punti), aveva saputo conquistare un ottimo secondo posto nella prova dell'Eliminazione. La seconda giornata era stata invece inaugurata dall'ottavo posto nell'inseguimento che aveva fatto arretrare Simion in quinta posizione ma comunque ancora in lizza per il podio e, grazie ad un'altra ottima seconda piazza nello Scratch, l'azzurro (20 anni compiuti da pochissimi giorni) è balzato in vetta alla graduatoria, complice anche la pessima prestazione del cileno Mansilla che fin lì era al comando.

Nell'ultima e decisiva prova del Chilometro, Simion non ha subito la pressione del momento ed ha fatto segnare un buon 1'04"165 che alla fine si è rivelato il terzo tempo assoluto. Per il veneto ciò ha naturalmente rappresentato la matematica certezza del successo, arrivato senza successi parziali in alcuna delle sei prove ma grazie ad una condotta di gara abbastanza costante.

Simion ha così chiuso con 30 punti all'attivo, seguito dallo spagnolo Muntaner a quota 34 e dallo svizzero Perizzolo che ha chiuso con 35 punti. Appena giù dal podio l'olandese Veldt (vincitore di Giro Lanciato e Chilometro) con 36 e il cileno Mansilla, calato nel finale, a quota 37.

cicloweb.it
 
Rispondi
#5
Podio anche per Elena Cecchini alla Coppa del Mondo su pista: è 3a nello scratch. 5° Francesco Ceci nel km
Oltre alla splendida vittoria dell'Inseguimento a Squadre femminile, la prima tappa di Coppa del Mondo ha visto arrivare anche altri ottimi piazzamenti per i colori italiani: Elena Cecchini s'è piazzata infatti al terzo posto nello scratch nell'unica tappa di Coppa del Mondo in cui si disputa questa prova. La vittoria è andata all'australiana Isabella King, seconda la ceca Machacova. Nel Chilometro maschile è arrivato invece il quinto posto di Francesco Ceci con l'ottimo tempo di 1'02"094; la prova del Chilometro è stata vinta dal padrone di casa colombiano Fabian Puerta.

cicloweb.it
 
Rispondi
#6
Glasgow: la Coppa del Mondo su pista riparte venerdì
Inizierà venerdì il secondo round di Coppa del Mondo su pista che si correrà, in Scozia, a Glasgow nella nuovissima Emirates Arena - "Sir Chris Hoy Velodrome": un impianto futuristico che richiamerà al via il meglio della pista internazionale ed in particolare i più forti esponenti della nazionale britannica.

Archiviate le Olimpiadi di Londra, la corsa della pista mondiale è ripartita da Calì dove i Colombiani l'hanno fatta da padroni e dove, l'italiano Paolo Simion, si è aggiudicato la classifica dell'omnium maschile. A Glasgow cambieranno decisamente i protagonisti: non ci sarà Simion e non ci saranno i colombiani, mentre saranno presenti ben sei campioni olimpici britannici del calibro di Edward Clancy (inseguimento a squadre), Philip Hindes, (velocità a squadre) Jason Kenny (inseguimento individuale e velocità a squadre) e il terzetto femminile laureatosi campione nell'inseguimento a squadre con Dani King, Joanna Roswell e Laura Trott. A questi si aggiungeranno il danese Lasse Norman Hansen, campione olimpico nell'omnium, e la tedesca Kristina Vogel, campionessa olimpica nella velocità a squadre.

In tutto saranno 207 gli atleti che si daranno battaglia sul tondino scozzese in rappresentanza di 37 nazioni diverse. Se per parlare di Rio 2016 è ancora presto, con i punti buoni per la qualificazione olimpica che inizieranno ad essere assegnati solo dall'inverno 2014, a Glasgow si celebrerà, senza dubbio, il successo delle Olimpiadi londinesi con i campioni olimpici in carica che saranno chiamati a difendere il proprio primato nei confronti dei nuovi talenti emergenti della pista mondiale.

ciclismoweb.net
 
Rispondi
#7
Pista, solo tre azzurri per la Coppa del Mondo a Glasgow
Sono tre gli azzurri scelti dai cittì della pista per la seconda prova di Coppa del Mondo, dal 16 al 18 novembre a Glasgow in Gran Bretagna. La nazionale italiana sarà composta da una donna, Laura Basso (Friuli Cycling Team), e dagli elite maschi Manuel Cazzaro (Team Sudtirol) e Francesco Ceci (Team Ceci Dreambike). Gli azzurri saranno diretti da Marco Villa con la collaborazione di Franco Ferronato (meccanico) e Paolo Denti.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#8
1^ Giornata - 2^ Prova Coppa del Mondo - Glasgow (Gbr)

Inseguimento a squadre maschile:
1° Danimarca (Casper Folsach, Lasse Hansen, Matthias Møller Nielsen, Rasmus Christian Quaade)
2° Germania (Maximilian Beyer, Nenning Bommel, Theo Reinhardt, Kersten Thiele)
3° Belgio (Kenny De Ketele, Jasper De Buyst, Moreno De Pauw, Kersten Thiele)
4° Spagna (Asier Billelabeitia, Sebastian Mora Vedri, David Muntaner, Illar Zuazubiskar)
5° Svizzera (Olivier Beer, Tristan Marguet, Frank Pasche, Thery Schir)
6° Ucraina (Volodymyr Kogut, Oleksandr Lobov, Vitaliy Popkov, Maksym Vasilyev)
7° Lokosphinx (Maksim Kozyrev, Sergey Shilov, Dmitriy Sokolov, Vadim Zhuravlev)
8° Rep. Ceca (Ondrej Rybin, Roman Furst, Jan Kaduch, Ondrej Vendolsky)
9° Francia (Vivien Brisse, Thomas Boudat, Morgan Kneisky, Romain Le Roux)
10° Kazakistan (Alexey Lyalko, Dmitriy Lukyanov, Dias Omirzakov, Ivan Tsissaruk)

Velocità a squadre femminile:
1^ Gran Bretagna (Jessica Varnish - Rebecca James)
2^ Spagna (Tania Calvo Barbero - Helena Casas Roige)
3^ Francia (Sandie Clair - Olivia Montauban)
4^ Russia (Daria Shmeleva - Anastasiya Voynova)
5^ Petroholding Leningrad (Elena Brezhniva - Ekaterina Gnidenko)
6^ Cina (Xumei Li - Jingjing Shi)
7^ Olanda (Shanne Braspennicx - Yvonne Hijgenaar)
8^ Giappone (Kanako Kase - Kayono Maeda)
9^ Venezuela (Jennifer Cesar - Marynes Prada)
10^ Navarra-Telco M Conor (Alnara El Busto Arteaga - Mar Manrique Villegas)

Inseguimento a squadre femminile:
1^ Gran Bretagna (Laura Trott, Elinor Barker, Danielle King)
2^ Australia (Ashlee Ankudinoff, Amy Cure, Melissa Hoskins)
3^ Bielorussia (Tatsiana Sharakova, Alena Dylko, Aksana Papko)
4^ Lithuania (Ausrine Trebaite, Valda Pikauskaite, Vilija Sereikaite)
5^ Polonia (Katarzyna Pawlowska, Eugenia Bujak, Malgorzata Wojtyra)
6^ Belgio (Els Belmans, Sarah Inghelbrecht, Lotte Kopecky)

Velocità a squadre maschile:
1° Germania (Enders-Foerstemann-Boetticher)
2° Gran Bretagna (Hindes-Kenny-Clancy)
3° Francia (Palma-Sireau-Lafargue)
4° Polonia (Drejgier-Sarnecki-Maksel)
5° Russia (Kubeev-Kucherov-Shurshin)
6° Olanda (Buchli-Haak-Van Grieken)
7° Petroholding Leningrad (Okunev-Savitskiy-Tkachev)
8° Rep. Ceca (Babek-Kelemen-Ptacnik)
9° Giappone (Inake-Kawabata-Sakamoto)
10° Grecia (Kalogeropoulos-Kourtelis-Tserentzoulias)

500metri:
1^ Olga Panarina (Bielorussia)
2^ Kristina Vogel (Germania)
3^ Tania CalvoBarbero (Spagna)
4^ Anastasiya Voynova (Russia)
5^ Wai Sze Lee (Hong Kong)
6^ Jessica Varnish (Gran Bretagna)
7^ Sandie Clair (Francia)
8^ Elena Brezhniva (Petroholding Leningrad)
9^ Yvonne Hijgenaar (Olanda)
10^ Kayono Maeda (Giappone)

(ciclismoweb.net)
 
Rispondi
#9
2^ Giornata - 2^ Prova Coppa del Mondo - Glasgow (Gbr)

Inseguimento individuale maschile:
1° Lasse Norman Hansen (Danimarca) 4'20"875
2° Martyn Irvine (Irlana) 4'22"745
3° David Muntaner (Spagna) 4'31"987
4° Dylan Kennet (Nuova Zelanda) 4'31"987
5° Andrew Tennant (Gran Bretagna)
6° Sergey Shilov (Lokosphinx)

Keirin maschile:
1° Stefan Boetticher (Germania)
2° Peter Lewis (Jayco)
3° Takashi Sakamoto (Giappone)
4° Jason Kenny (Gran Bretagna)
5° Quentin Lafargue (Francia)

Velocità donne:
1^ Kristina Vogel (Germania)
2^ Jessica Varnish (Gran Bretagna)
3^ Rebecca James (Gran Bretagna)
4^ Wai Lee (Hong Kong)

(ciclismoweb.net)
 
Rispondi
#10
3^ Giornata - 2^ Prova Coppa del Mondo - Glasgow (Gbr)

Velocità maschile:
1° Stefan Bietticher (Germania)
2° Robert Foerstemann (Germania)
3° Denis Dmitriev (Rusvelo)
4° Juan Peralta (Spagna)
5° Kevin Sireau (Francia)
6° Pavel Klemen (Rep. Ceca)

Omnium maschile:
1° Luca Liss (Germania) 30 p.
2° Glenn O'Shea (Australia) 31 p.
3° Unai Elorriaga (Spagna) 35 p.
4° Olivier Beer (Svizzera) 39 p.
5° Jonathan Dibben (Gran Bretagna) 40 p.

Keirin femminile:
1^ Kristina Vogel (Germania)
2^ Ekaterina Gnidenko (Petroholding Leningrad)
3^ Wai Lee (Hong Kong)
4^ Olga Panarina (Bielorussia)
5^ Rebecca James (Gran Bretagna)
6^ Sandie Clair (Francia)

Omnium femminile:
1^ Laura Trott (Gran Bretagna) 24 p.
2^ Ashlee Ankudinoff (Australia) 24 p.
3^ Tamara Balabolina (Russia) 26 p.
4^ Katarzyna Pawlowska (Polonia) 27 p.
5^Ausrine Trebaite (Lituania) 30 p.

(ciclismoweb.net)
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)