Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Pista | Coppa del Mondo 2015/2016
#1


dal 30 ottobre 2015 al 17 gennaio 2016
Coppa del Mondo Ciclismo su Pista
UCI Track Cycling World Cup
large



Le Prove
  • 30/10/15 - 01/11/15 - Cali (COL) - sito web
  • 05/12/15 - 06/12/15 - Cambridge (NZL) - sito web
  • 16/01/15 - 17/01/15 - Hong-Kong (CHN) - sito web



 
Rispondi
#2
CDM PISTA: Domani [oggi] le qualificazioni a tempo dei quartetti

Cominciano le azzurre dalle ore 17 (ora italiana) – La composizione definitiva delle squadre sarà comunicata dai rispettivi tecnici poco prima della partenza - Elia Viviani, dopo l’allenamento a Cali, deciderà con il CT Villa se correre anche il quartetto ed il madison in coppia con Bertazzo


Cali (COL) (29/10) - Le qualificazioni a tempo dell’inseguimento a squadre donne e uomini apriranno domani dalle ore 17 (ora italiana) la prima prova di Coppa del Mondo Pista UCI al velodromo Alcides Nieto Patiño di Cali, in Colombia.

La composizione definitiva dei due quartetti azzurri sarà decisa dai rispettivi tecnici poco prima della partenza. In particolare, Elia Viviani, arrivato da poche ore a Cali, deciderà dopo gli allenamenti del pomeriggio in accordo con il CT Villa, se correre nel quartetto con Liam Bertazzo, Francesco Lamon e Michele Scartezzini o lasciare il posto a Davide Plebani per puntare tutto sull’omnium. Anche per il madison il tecnico sceglierà l’azzurro da affiancare a Liam Bertazzo tra Scartezzini, Lamon e lo stesso Viviani.

La manifestazione, che si concluderà domenica 1 novembre, prevede 14 finali. Ai fini del punteggio per la qualificazione ai Mondiali di Londra e a Rio 2016, oltre ai piazzamenti nell’inseguimento a squadre donne e uomini e di Viviani nell’omnium, sono molto importanti in chiave azzurra quelli di Simona Frapporti nell’omnium femminile e di Francesco Ceci nel keirin.

Di seguito riportiamo gli azzurri convocati su indicazione dei Commissari Tecnici Edoardo Salvoldi (donne) e Marco Villa (uomini) con al fianco le rispettive specialità


NAZIONALE DONNE
Beatrice Bartelloni (Alé Cipollini Galassia) Inseguimento a squadre
Maria Giulia Confalonieri (G.S. Fiamme Oro) Inseguimento a squadre
Annalisa Cucinotta (Forestale-Cicli Olympia Vittoria) Scratch
Simona Frapporti (G.S. Fiamme Azzurre) Omnium; Inseguimento a squadre
Tatiana Guderzo (G.S. Fiamme Azzurre) Inseguimento a squadre
Silvia Valsecchi (Bepink Laclassica) Inseguimento a squadre

Il CT Edoardo Salvoldi sceglierà le quattro titolari del quartetto poco prima del via della gara.

NAZIONALE UOMINI
Liam Bertazzo (Yellow Fluo) Ins. ind. e a squadre; Madison
Francesco Ceci (G.S. Fiamme Azzurre) Keirin
Francesco Lamon (Team Colpack) Ins. a squadre; Madison (?)
Davide Plebani (Unieuro Wilier Trevigiani) Ins. a squadre
Michele Scartezzini (Mg.Kvis Vega Norda) Ins. ind. e a squadre, Madison (?)
Elia Vivani (Team Sky) Omnium; Ins. a squadre (?); Madison (?)

IL CT Marco Villa sceglierà i titolari del quartetto poco prima del via della gara e alla vigilia del Madison ufficializzerà il secondo uomo che correrà al fianco di Liam Bertazzo tra Michele Scartezzini, Francesco Lamon ed Elia Viviani.


LE GARE IN PROGRAMMA (ora italiana)
Sono 14 le finali in programma – La differenza di fuso orario comporta per chi segue dall’Italia lo scavallamento dei risultati di alcune gare all’alba del giorno seguente.

---VENERDÌ 30 OTTOBRE---

Ore 17.00-23.10
Qualificazioni inseguimento a squadre donne e uomini – Qualificazioni velocità a squadre uomini e donne

Ore 00.20-4.23
Semifinali Inseguimento a squadre donne e uomini
Finale Corsa a punti uomini
Finale Velocità a squadre uomini
Finale Velocità a squadre donne
Finale Inseguimento a squadre donne
Finale Inseguimento a squadre uomini


---SABATO 31 OTTOBRE---

Ore 15.00-22.50
Qualificazioni velocità donne (200 mt, 1/16, 1/8, 1/4 di finale)
Omnium donne e uomini 1^ e 2^ prova (scratch e inseguimento)
Keirin uomini 1° round e recuperi
Qualificazioni inseguimento uomini

Ore 00.00-2.21
Velocità donne 5°-8° posto; Semifinali
Omnium donne e uomini 3^ prova (eliminazione)
Keirin uomini 2° round
Finale Scratch donne
Finale Inseguimento uomini
Finale Keirin uomini 1-6/7-12
Finale Velocità donne

---DOMENICA 1 NOVEMBRE---

Ore 15.00-21.00
Qualificazioni velocità uomini (200 mt, 1/16, 1/8, 1/4 di finale)
Omnium donne e uomini (4^ e 5^ prova 500mt/km da fermo e giro lanciato)
Keirin donne 1° round e recuperi

Ore 22.00-23.24
Semifinali Velocità uomini – Finali 5°-8° posto
Keirin donne 2° round
Finale Omnium donne (6^ prova corsa a punti e Cl. Finale, ore 22.07)
Finale Omnium uomini (6^ prova corsa a punti e Cl. Finale, ore 23.24)

Ore 00.34-01.37
Finali Velocità uomini
Finali Keirin donne (1-6/7-12)
Finale Madison uomini

federciclismo.it
 
Rispondi
#3
Quartetti molto rimaneggiati per le altre nazionali in campo maschile, solo la Gran Bretagna porta la squadra migliore. L'Australia addirittura schiera 4 corridori che verosimilmente a Rio non ci andranno neanche. Comunque ci importa poco visto che siamo lontanissimi dalla qualificazione (siamo sedicesimi e vanno 9 nazionali, di cui massimo 6 europee e di europee davanti ne abbiamo 9).
Invece le ragazze dovrebbero qualificarsi abbastanza facilmente ma non possono dormire. Ora sono settime in totale, ma la Germania è a due passi e anche la Russia è vicina. Se queste ci prendono cambia poco, il problema sono la Bielorussia e sopratutto la Polonia, che agli Europei ci ha fatto il culo e ci siamo salvati perché potevano anche arrivare terze senza caduta. Quindi bisogna tenere dietro tutti per non avere problemi, ma sopratutto Polonia e Bielorussia.
Per quanto riguarda l'Omnium, bisogna sempre stare vigili e il povero Viviani dovrà stare attento fino alla fine per non rischiare la beffa. Se vincesse potrebbe metterci una bella pezza e delegare a Consonni la partecipazione alle ultime due prove di Coppa.
Invece la Frapporti per adesso è fuori, ma non è così lontana dalla qualificazione, deve superarne una tra Polonia, Danimarca e Germania, mentre le altre sono più lontane. In mezzo c'è anche la Nuova Zelanda, che ovviamente va messa dietro ma non basta
 
Rispondi
#4
Nelle qualificazioni le ragazze si sono difese molto bene con un ottimo quinto posto, ora c'è il torneo per i piazzamenti e in quello dal quinto all'ottavo ci sono anche Polonia e Germania, due avversarie dirette (e la terza è l'Australia, pietosa in qualificazione). La notizia buona è che la Bielorussia ha fatto un disastro ed è arrivata ultima.

Tra i maschi, i tempi migliori li hanno fatti segnare Russia e Svizzera, con la Gran Bretagna che addirittura ha rischiato di uscire dalle prime quattro posizioni, che avrebbe significato essere fuori dalla lotta per la vittoria. Per le Olimpiadi, le squadre che sono davanti nel ranking sono finite davanti a quelle che dovrebbero rimontare, quindi le posizioni rimarranno ben salde, con GBR, Germania, Svizzera, Russia, Danimarca e Olanda che dovrebbero essere (90%) le 6 europee, con una minuscola possibilità per la Francia. Italia oggi tredicesima con un 4'06'' bruttino
 
Rispondi
#5
CDM PISTA: Il quartetto maschile in linea con le attese
Viviani, Bertazzo, Lamon e Scartezzini si piazzano ottavi tra gli europei e tredicesimi in assoluto – Miglior tempo della Russia davanti a Svizzera, Australia e Gran Bretagna


Cali (Col) (30/10) - Per il quartetto azzurro maschile la qualificazione tra i primi otto dell’inseguimento a squadre nella Coppa del Mondo in corso a Cali era una missione impossibile. Il settimo posto agli europei di Grenchen in assenza di Australia, Nuova Zelanda e Cina escludeva in partenza questa possibilità. A Elia Viviani, Liam Bertazzo, Francesco Lamon e Michele Scartezzini si chiedeva di confermare lo standard nell’ambito continentale.

Le prestazioni cronometriche su piste e latitudini così diverse non sono confrontabili. Fanno testo i tempi segnati in altre occasioni sulla stessa pista. Così il 4’06”316 di Cali, che vale il 13° posto assoluto e l’8° tra le nazioni europee, va considerato in linea con le aspettative e riscatta anche i 4'12"497 e il 17° posto del gennaio scorso a Cali dovuti anche alla foratura patita da Scartezzini.

La vera sorpresa delle qualificazioni si chiama Russia, unico quartetto sceso sotto i quattro minuti (3’59”924), seguito dalla Svizzera (4’00”339), dall’Australia (4’01”301) e Gran Bretagna (4’01”507).

Queste nazioni si giocheranno domani il passaggio nella finale oro-argento.

Questa la composizione delle semifinali:

1^ Nuova Zelanda-Danimarca
2^ Germania- Cina
3^ Svizzera-Australia
4^ Russia-Gran Bretagna

Le vincitrici della 3^ e 4^ semifinale disputeranno la finale oro-argento.
La finale per il 3° e 4° posto sarà disputata dalle nazioni che avranno fatto registrare i due migliori tempi tra le altre sei semifinaliste
La finale 5°-6° posto dalle nazioni con gli altri due migliori tempi tra le sei semifinaliste

INSEGUIMENTO A SQUADRE UOMINI

QUALIFICAZIONI
1. RUSSIA (Serov Alexander, Shilov Sergey, Sokolov Dmitry, Sveshnikov Kirill) 3’59”924; 2. SVIZZERA (Beer Olivier, Kueng Stefan, Pasche Frank, Schir Thery) 4’00”339; 3. AUSTRALIA (Fitter Daniel, Law Jackson, Porter Alexander, Scotson Callum) 4’01”301; 4. GRAN BRETAGNA (Burke Steven, Doull Owain, Tennant Andrew, Wiggins Bradley) 4’01”507; 5. GERMANIA (Bommel Henning, Schomber Nils, Thiele Kersten, Weinstein Domenic) 4’02”217; 6. NUOVA ZELANDA (Gate Aaron, Kergozou Nicholas, Karwowski Cameron, Mudgway Luke) 4’02”394; 7. DANIMARCA (Pedersen Casper, Larsen Niklas, Madsen Frederik, Von Folsach Casper) 4’03”790; 8. CINA (Fan Yang, Qin Chen Lu, Shen Ping An, Yuan Zhong) 4’04”262; 9. OLANDA (Veldt Tim, Beukeboom Dion, Eefting Roy, Van Schip Jan-Willem) 4’04”470; 10. FRANCIA (Boudat Thomas, Coquard Bryan, Ermenault Corentin, Morice Julien) 4’04”771; 11. COLOMBIA (Arango Carvajal Juan Esteban, Parra Jordan, Restrepo Jhonatan, Sanchez Brayan) 4’05”463; 12. CANADA (Veal Ed, Caves Aidan, Jamieson Adam, Mackinnon Sean) 4’05”535; 13. ITALIA (Viviani Elia, Bertazzo Liam, Lamon Francesco, Scartezzini Michele) 4’06”316; 14. BIELORUSSIA (Ramanau Raman, Akhramenka Yauheni, Karaliok Yauheni, Shemetau Mikhail) 4’06”361; 15. BELGIO (De Ketele Kenny, Van Hoecke Gijs, De Pauw Moreno, Dufrasne Jonathan) 4’07”514; 16. SPAGNA (Teruel Rovira Eloy, Garcia De Mateos Rubio Vicente, Mora Vedri Sebastian, Torres Barcelo Albert) 4’07”663; 17. IRLANDA (English Felix, Downey Mark, Potts Marc, Ryan Fintan) 4’13”038; 18. UCRAINA (Gladysh Roman, Hryniv Vitaliy, Kreminskyi Vladyslav, Vasilyev Maksym)




CDM PISTA: Le azzurre volano in semifinale con il quinto tempo
Ottima prestazione di Simona Frapporti, Beatrice Bartelloni, Tatiana Guderzo, Silvia Valsecchi precedute solo dalla Gran Bretagna tra le nazioni europee


Cali (COL) (30/10) – Con il quinto tempo il quartetto azzurro dell’inseguimento a squadre femminile vola tra le otto semifinaliste nella prima prova di Coppa del Mondo su Pista in corso a Cali, in Colombia. Il primo obiettivo ai fini dek punteggio per le qualificazioni ai mondiali di Londra e a Rio 2016 è stato centrato in pieno. Simona Frapporti, Beatrice Bartelloni, Tatiana Guderzo, Silvia Valsecchi con il crono di 4’33”503 collocano l’Italia al secondo posto tra le nazioni europee dietro la Gran Bretagna, secondo tempo in 4’21”736. Le azzurre hanno preceduto la Germania (sesta in 4’33”606) e la Polonia (settima in 4’34”914), le altre due nazioni europee semifinaliste.

La migliore prestazione è stata ottenuta dal Canada (4’21”359), mentre l’Australia si è qualificata per un soffio con l’ottavo tempo (4’35”229). Le altre semifinaliste sono gli Stati Uniti (terzo tempo 4’23”923) e Cina (quarta in 4’31”552).

In base al regolamento questa la composizione delle semifinali:

1^ Germania-Polonia
2^ Italia-Australia
3^ Gran Bretagna-Stati Uniti
4^ Canada-Cina.

Le vincitrici della 3^ e 4^ semifinale disputeranno la finale oro-argento. La finale per il 3° e 4° posto sarà disputata dalle nazioni che avranno fatto registrare i due migliori tempi tra le restanti sei semifinaliste. La finale 5°-6° posto tra le nazioni con gli altri due migliori tempi tra le sei semifinaliste. La finale 7°-8° posto tra le nazioni con i due peggiori tempi tra le sei semifinaliste.

Per le azzurre ora l’obiettivo è tenere ancora dietro nel piazzamento finale la Germania e la Polonia per consolidare la posizione nel ranking continentale.

INSEGUIMENTO A SQUADRE DONNE

QUALIFICAZIONI
1. CANADA (Glaesser Jasmin, Beveridge Allison, Lay Kirsti, Roorda Stephanie) 4’21”359; 2. GRAN BRETAGNA (Trott Laura, Barker Elinor, Horne Ciara, Rowsell Joanna) 4’21”736; 3. STATI UNITI (Hammer Sarah, Catlin Kelly, Valente Jennifer, Winder Ruth) 4’23”923; 4. CINA (Huang Dong Yan, Ma Menglu, Wang Hong, Zhao Baofang) 4’31”552; 5. ITALIA (Frapporti Simona, Bartelloni Beatrice, Guderzo Tatiana, Valsecchi Silvia) 4’33”503; 6. GERMANIA (Becker Charlotte, Kroger Mieke, Pohl Stephanie, Stock Gudrun) 4’33”606; 7. POLONIA (Jasinska Edyta, Kaczkowska Justyna, Rutkowska Natalia, Wojtyra Malgorzata) 4’34”914; 8. AUSTRALIA (Wundersitz Elissa, King Isabella, Manly Alexandra, Mckinnirey Danielle) 4’35”229; 9. RUSSIA (Balabolina Tamara, Badykova Gulnaz, Goncharova Alexandra, Savitskaya Maria) 4’35”253; 10. IRLANDA (Boylan Lydia, Knight Josie, Ryan Caroline, Spath Melanie) 4’35”698; 11. HONG KONG (Leung Bo Yee, Meng Zhao Juan, Pang Yao, Yang Qianyu) 4’37”019; 12. COLOMBIA (Salcedo Zambrano Jannie Milena, Colmenares Yeny Lorena, Paniagua Valentina, Parra Jessica) 4’38”445; 13. SPAGNA (Olaberria Dorronsoro Leire, Bonnin Palou Maria Del Mar, Rodriguez Sanchez Gloria, Usabiaga Balerdi Irene) 4’39”183; 14. GIAPPONE (Tsukagoshi Sakura, Kajihara Yumi, Suzuki Nao, Uwano Minami) 4’39”226; 15. BIELORUSSIA (Piatrouskaya Katsiaryna, Pivovarova Polina, Savenka Ina, Shmayankova Marina) 4’39”932; 16. NUOVA ZELANDA (Edmondston Holly, Keith Alysha, Steel Elizabeth, Sutton Philippa) 4’43”265




CDM PISTA: Liam Bertazzo quinto nella corsa a punti
Le azzurre settime nell’inseguimento (terza piazza in ambito europeo) - Oggi le prime due prove dell’omnium per Viviani e Frapporti


Cali (COL) (31/10) – Liam Bertazzo ha concluso al quinto posto la finale della corsa a punti nella prima prova di Coppa del Mondo 2015-2016 in corso a Cali, in Colombia. Ha vinto King Lok Cheung, cinese di Hong Kong, con 58 punti davanti allo spagnolo Eloy Teruel Rovira (p. 55) e al colombiano Edwin Alcibiades Avila Vanegas (p. 52). Giù dal podio l’ucraino Roman Gladysh, quarto con 43 punti e l’azzurro con 34. I primi tre classificati si sono valsi dei 40 punti acquisiti con due giri di vantaggio. Fino a metà gara Bertazzo era in piena corsa per il podio, portandosi anche in testa alla classifica parziale grazie al giro di vantaggio preso insieme ad altri. Poi non è riuscito a parare il contrattacco lanciato dal cinese insieme allo spagnolo e al colombiano, che ha fruttato il vantaggio decisivo.

In precedenza si sono svolte le semifinali e finali dell’inseguimento a squadre donne e uomini. Per la finale oro-argento si sono qualificate Stati Uniti e Canada, vincitrici della 3^ e 4^ semifinale con i tempi di 4’21”508 e 4’21”940. La vittoria è andata alle canadesi, argento alle statunitensi. Per la finale del bronzo il cronometro ha dato ragione alla Gran Bretagna (4’23”661) e Cina (4’26”970), le britanniche si sono poi aggiudicate il terzo gradino del podio.

Le azzurre Frapporti, Bartelloni, Guderzo e Valsecchi hanno perso il confronto diretto con le australiane nella 3^ semifinale in 4’35”941 contro 4’34”111. Hanno pagato una partenza troppo lenta, forse impressionate dalle avversarie, poi hanno finito in rimonta, ma troppo tardi per recuperare il gap. Avessero ripetuto il tempo delle qualifiche avrebbero affrontato le polacche, che hanno battuto la Germania in 4’33”218 contro 4’38”054, nella finale per il 5° e 6° posto al posto delle australiane. Nella finale per il 7°-8° posto le azzurre hanno battuto nettamente le tedesche, in ottica europea equivale al terzo posto, piazzamento comunque positivo e prezioso ai fini del punteggio UCI.

La finale oro-argento dell’inseguimento a squadre maschile ha visto la sfida tra la Svizzera e la Russia. I rossocrociati Olivier Beer, Stefan Kueng, Frank Pasche, Thery Schir in semifinale hanno avuto la meglio sugli australiani in 3’58”998 contro 3’59”402, mentre i russi Alexander Serov, Sergey Shilov, Dmitry Sokolov, Kirill Sveshnikov) con 3’59”315 hanno fatto fuori la Gran Bretagna (Steven Burke, Owain Doull, Andrew Tennant, Bradley Wiggins) crollata nell’ultimo giro. Il tempo di 4’00”629 ha escluso i britannici anche dalla finale per il bronzo, conquistata da Australia e Danimarca, vincitrice della semifinale con la Nuova Zelanda in 3’59”890 contro 4’02”235.

L’oro premia la Russia, argento alla Svizzera, bronzo all’Australia.

Il programma prevedeva anche le finali della velocità a squadre uomini e donne. La Germania conferma la supremazia in ambito maschile con Joachim Eilers, Max Niederlag, Rene Enders. Argento ai polacchi Mateusz Lipa, Rafal Sarnecki, Grzegorz Drejgier, bronzo agli olandesi Hugo Haak, Jeffrey Hoogland, Nils Van 'T Hoenderdaal, quarti gli australiani.

Anche la Cina si conferma al vertice della velocità a squadre femminile. Tianshi Zhong e Jinjie Gong hanno battuto le australiane Stephanie Morton e Anna Meares del Team Jayco-Ais, mentre il bronzo è andato alla Rusvelo (Anastasiia Voinova e Daria Shmeleva) che ha battuto la Germania (Kristina Vogel e Miriam Welte).

Si prosegue oggi dalle ore 15.00 alle 22.50 (ora italiana) con le qualificazioni velocità donne (200 mt, 1/16, 1/8, 1/4 di finale), l’omnium donne e uomini 1^ e 2^ prova (scratch e inseguimento) con Simona Frapporti ed Elia Viviani, il 1° round e recuperi del keirin uomini, con Francesco Ceci, e le qualificazioni dell’inseguimento uomini con Michele Scartezzini.


CORSA A PUNTI UOMINI

1. King Lok Cheung (Hkg) p. 58; 2. Eloy Teruel Rovira (Spa) p. 55; 3. Edwin Alcibiades Avila Vanegas (Col) p. 52; 4. Roman Gladysh (Ucr) p. 43; 5. Liam Bertazzo (Ita) p. 34; 6. Gijs Van Hoecke (Bel) p. 29; 7. Felix English (Irl) p. 28; 8. Jan-Willem Van Schip (Ola) p. 13; 9. Nikita Panassenko (Kaz) p. 3; 10. Aidan Caves (Can) p. 0; 11. Raman Ramanau (Blr) – 52; DNF: Chao Hua Xue (Cina); Adrian Teklinski (Pol)


INSEGUIMENTO A SQUADRE DONNE

SEMIFINALI
1^ sem: 1. POLONIA (Jasinska Edyta, Kaczkowska Justyna, Rutkowska Natalia, Wojtyra Malgorzata) 4’33”218; 2. GERMANIA (Becker Charlotte, Kroger Mieke, Pohl Stephanie, Stock Gudrun) 4’38”054

2^ sem: 1. AUSTRALIA (Wundersitz Elissa, King Isabella, Manly Alexandra, Mckinnirey Danielle) 4’34”111; 2. ITALIA (Frapporti Simona, Bartelloni Beatrice, Guderzo Tatiana, Valsecchi Silvia) 4’35”941

3^ sem: 1. STATI UNITI (Hammer Sarah, Catlin Kelly, Valente Jennifer, Winder Ruth) 4’21”508; 2. GRAN BRETAGNA (Trott Laura, Barker Elinor, Horne Ciara, Rowsell Joanna) 4’23”661

4^ sem: 1. CANADA (Glaesser Jasmin, Beveridge Allison, Lay Kirsti, Roorda Stephanie) 4’21”940; 2. CINA (Huang Dong Yan, Ma Menglu, Wang Hong, Zhao Baofang) 4’26”970

FINALI
Finale 7°-8° posto: 7. Italia 4’34”867; 8. Germania 4’37”776

Finale 5°-6° posto: 5. Polonia 4’34”245; 6. Australia 4’37”385

Finale 4°-3° posto: 3. Gran Bretagna 4’26”662; 4. Cina 4’26”831

Finale 1°-2° posto: 1. Canada 4’20”139; 2. Stati Uniti 4’25”826


INSEGUIMENTO A SQUADRE UOMINI

SEMIFINALI
1^ sem: 1. DANIMARCA (Pedersen Casper, Larsen Niklas, Madsen Frederik, Von Folsach Casper) 3’59”890; 2. NUOVA ZELANDA (Gate Aaron, Kergozou Nicholas, Karwowski Cameron, Mudgway Luke) 4’02”235

2^ sem: 1. GERMANIA (Bommel Henning, Schomber Nils, Thiele Kersten, Weinstein Domenic) 4’00”598; 2. CINA (Fan Yang, Qin Chen Lu, Shen Ping An, Yuan Zhong) 4’08”136

3^ sem: 1. SVIZZERA (Beer Olivier, Kueng Stefan, Pasche Frank, Schir Thery) 3’58”998; 2. AUSTRALIA (Fitter Daniel, Law Jackson, Porter Alexander, Scotson Callum) 3’59”402

4^ sem: 1. RUSSIA (Serov Alexander, Shilov Sergey, Sokolov Dmitry, Sveshnikov Kirill) 3’59”315; 2. GRAN BRETAGNA (Burke Steven, Doull Owain, Tennant Andrew, Wiggins Bradley) 4’00”629

COMPOSIZIONE FINALI (in programma oggi)

Finale 7°-8° posto: Nuova Zelanda-Cina
Finale 6°-5° posto: Germania- Gran Bretagna
Finale 4°-3° posto: Australia-Danimarca
Finale 1°-2° posto: Svizzera-Russia


VELOCITÀ A SQUADRE UOMINI

FINALE 1°-2° posto: 1. GERMANIA (Joachim Eilers, Max Niederlag, Rene Enders) 43”095, media 62.652; 2. POLONIA (Mateusz Lipa, Rafal Sarnecki, Grzegorz Drejgier) 43”748

FINALE 3°-4° posto: 3. OLANDA (Hugo Haak, Jeffrey Hoogland, Nils Van 'T Hoenderdaal) 43”106; 4. AUSTRALIA (Matthew Glaetzer, Jacob Schmid, Nathan Hart) 43”694


VELOCITÀ A SQUADRE DONNE

FINALE 1°-2° posto: 1. CINA (Tianshi Zhong, Jinjie Gong) 32”311, media 55.708; 2. TEAM JAYCO-AIS (Stephanie Morton, Anna Meares) 32”588;

FINALE 3°-4 posto: 3. RUSVELO (Anastasiia Voinova, Daria Shmeleva) 32”605; 4. GERMANIA (Kristina Vogel, Miriam Welte) 32”906


federciclismo.it
 
Rispondi
#6
Non so cos'è successo al quartetto britannico ma sono stati pietosi, eppure sono Burke-Tennant-Doull-Wiggins.
Oggi per ora Viviani quarto nello Scratch dell'Omnium, in corso l'inseguimento. Frapporti undicesima nelle prime due prove, male perché deve recuperare posizioni nel ranking
 
Rispondi
#7
Viviani secondo nell’omnium dopo tre prove
Parte bene anche Simona Frapporti – Quinto posto di Cucinotta nello scratch vinto dalla cubana Sierra Canadilla, Ceci 19° nel keirin, Scartezzini 11° nell’inseguimento


Cali (COL) (1/11) – Al termine delle prime tre prove Elia Viviani è secondo nell’omnium olimpico a sei punti dal russo Manakov e con otto di vantaggio sul neozelandese Gate. Conosceremo a tarda notte il vincitore della gara più attesa in chiave azzurra di questa prima prova di Coppa del Mondo.

Viviani ha cominciato subito bene con il quarto posto nello scratch (all’Europeo di Grenchen, poi vinto, fu nono), si è classificato sesto nell’inseguimento e ha concluso con il secondo posto nella eliminazione preceduto dal solito francese Boudat. La classifica parziale vede in testa il russo Manakov (terzo in tutte e tre le prove) con 108 punti, seguito dall’azzurro con 102 punti e dal neozelandese Gate con 94 punti. Sfida ancora apertissima nelle ultime tre prove da disputare (km da fermo, giro lanciato e corsa a punti).

Buona partenza anche di Simona Frapporti nell’omnium femminile. Nell’Europeo di Grenchen l’azzurra al giro di boa era tredicesima, poi agguantò il sesto posto con un formidabile recupero nella corsa a punti finale. A Cali, dopo tre prove, è undicesima (nona tra le europee) e ha buone chances di migliorare il suo piazzamento guadagnando punti preziosi per la qualificazione al mondiale e a Rio2016.

Nella finale diretta dello scratch donne quinto posto di Annalisa Cucinotta, con il rammarico di aver perso la fuga buona delle quattro atlete che poi si sono contese il podio. Ha vinto la cubana Arlenis Sierra Canadilla davanti alla belga Lotte Kopecky e alla statunitense Jennifer Valente, quarta l’irlandese Boylan. Annalisa ha vinto la volata delle inseguitrici davanti alla britannica Archibald.

La cinese Tianshi Zhong è la regina della velocità. Ha battuto nella finale oro-argento Shuang Guo mentre il bronzo è andato alla cinese di Hong Kong Wai Sze Lee che ha lasciato giù dal podio la tedesca kristina Vogel, unica europea tra le quattro finaliste.

La Germania si è rifatta con il trionfo di Joachim Eilers nel keirin davanti all’australiano Matthew Glaetzer e al neozelandese Edward Dawkins. Francesco Ceci ha sfiorato la qualificazione diretta al secondo round, ma non è stato altrettanto brillante nel recupero. Al termine si è classificato 19° non lontano dalla top ten tra gli europei.

Altra vittoria tedesca nell’inseguimento con Domenic Weinstein, che in 4’20”069 ha battuto nella finale oro-argento il britannnico Andrew Tennant (4’22”095). Bronzo al russo Dmitry Sokolov (4’22”141). Undicesimo posto per Michele Scartezzini con il tempo di 4’32”374.

La Coppa del Mondo di Cali si concluderà con le finali dell’omnium uomini e donne, del keirin donne, della velocità individuale e del madison uomini (al via gli azzurri Liam Bertazzo e Francesco Lamon).


SCRATCH DONNE

1. Arlenis Sierra Canadilla (Cub); 2. Lotte Kopecky (Bel); 3. Jennifer Valente (Usa); 4. Lydia Boylan (Irl); 5. Annalisa Cucinotta (Ita) a 1 giro; 6. Katie Archibald (Gbr); 7. Allison Beveridge (Can); 8. Ina Savenka (Blr); 9. Natalia Rutkowska (Pol); 10. Yareli Salazar (Mex); 11. Irene Usabiaga Balerdi (Spa); 12. Minami Uwano (Giap); 13. Tetyana Klimchenko (Ucr); 14. Valentina Paniagua (Col); 15. Perry Lauren (Aus); 16. Alexandra Goncharova (Rus); 17. Lisa Klein (Ger); 18. Yao Pang (Hkg); 19. Alysha Keith (Nzl)


VELOCITÀ DONNE

FINALE 1-2: 1. Tianshi Zhong (Cina); 2. Shuang Guo (Msp)

FINALE 3-4: 3. Wai Sze Lee (Hkg); 4. Kristina Vogel (Ger)


KEIRIN UOMINI

1° round (passano il turno): Pervis Francois (Fra), Puerta Zapata Fabian Hernando (Col); 2 Awang Azizulhasni (Ysd), Eilers Joachim (Ger), Dawkins Edward (Nzl), Baranoski Matthew (Usa),

Recuperi (passano il turno): Wakimoto Yuta (Jpc), Wachter Tobias (Ttb), Im Chaebin (Cor), Van Velthooven Simon (Hps), Glaetzer Matthew (Aus), Levy Maximilian (Erd)

2° round (passano il turno): Dawkins Edward (Nzl), Eilers Joachim (Ger), Pervis Francois (Fra), Glaetzer Matthew (Aus), Baranoski Matthew (Usa), Wakimoto Yuta (Jpc),

FINALE 1-6: 1. Joachim Eilers (Ger): 2. Matthew Glaetzer (Aus); 3. Edward Dawkins (Nzl); 4. Francois Pervis (Fra); 5. Matthew Baranoski (Usa); 6. Yuta Wakimoto (Jpc)

FINALE 7-12: 7. Fabian Hernando Puerta Zapata (Col); 8. Simon Van Velthooven (Hps); 9. Azizulhasni Awang (Ysd); 10. Chaebin Im (Cor); 11. Tobias Wachter (Ttb); 12. Maximilian Levy (Erd)

19° Francesco Ceci (Ita)


INSEGUIMENTO UOMINI

QUALIFICAZIONI
Andrew Tennant (Gbr) 4’19”992; 2. Domenic Weinstein (Ger) 4’20”641; 3. Dion Beukeboom (Ola) 4’22”963; Dmitry 4. Sokolov (Rus) 4’24”420; 5. Sean Mackinnon (Can) 4’26”814; 6. Corentin Ermenault (Fra) 4’27”446; 7. Frank Pasche (Svi) 4’28”459; 8. Jonathan Dufrasne (Bel) 4’29”461; 9. Callum Scotson (Aus) 4’30”264; 10. Martyn Irvine (Irl) 4’31”484; 11. Michele Scartezzini (Ita) 4’32”374; 12. Mikhail Shemetau (Blr) 4’33”092; 13. Nicholas Kergozou (Nzl) 4’34”933; 14. Daniel Hartvig (Dan) 4’36”495; 15. Eduardo Estrada (Col) 4’37”354; 16. Victor Moreno (Ven) 4’37”393; 17. King Lok Cheung (Hkg) 4’38”106; 18. Illart Zuazubiskar Gallastegi (Spa) 4’38”533; 19. Vladyslav Kreminskyi (Ucr) 4’39”054; 20. Chao Hua Xue (Cina) 5’00”116

FINALE 1-2: 1. Domenic Weinstein (Ger) 4’20”069; 2. Andrew Tennant (Gbr) 4’22”095

FINALE 3-4: 3. Dmitry Sokolov (Rus) 4’22”141; 4. Dion Beukeboom (Ola) 4’23”725


OMNIUM DONNE
1^ prova (scratch): 1. Kopecky Lotte (Bel); 2. Trott Laura (Gbr) a 1 giro; 3. Berthon Laurie (Fra); 4. Wild Kirsten (Ola); 5. Hammer Sarah (Usa); 6. Olaberria Dorronsoro Leire (Spa); 7. Luo Xiao Ling (Cina); 8. Salcedo Zambrano Jannie Milena (Col); 9. Diao Xiao Juan (Hkg); 10. Knauer Anna (Ger); 11. Frapporti Simona (Ita).

2^ prova (inseguimento): 1. Sharakova Tatsiana (Blr) 3’33”984; 2. Hammer Sarah (Usa) 3’36”311; 3. Trott Laura (Gbr) 3’36”371; 4. Wild Kirsten (Ola) 3’36”377; 5. Glaesser Jasmin (Can) 3’36”383; 6. Dideriksen Amalie (Dan) 3’37”024; 7. Mejias Garcia Marlies (Cub) 3’38”577: 8. Balabolina Tamara (Blr) 3’39”269; 9. Trebaite Ausine (Ltu) 3’40”645; 10. Luo Xiao ling (Cina) 3’31”052; 11. Frapporti Simona (Ita9 3’41”071

3^ prova (eliminazione): 1. Trott Laura (Gbr); 2. Sharakova Tatsiana (Blr); 3. Wild Kirsten (Ola), 4. Hochmann Lucie (Cze); 5. Hsiao Mei Yu (Tpe); 6. Knauer Anna (Ger); 7. Kopecky Lotte (Bel); 8. Berton Laurie (Fra); 9. Dideriksen Amalie (Dan); 10. Olaberria Dorronsoro Leire (Spa); 12. Frapporti Simona (Ita)

CLASSIFICA DOPO 3 PROVE: 1. Trott Laura (Gbr) p. 114; 2. Wild Kirsten (Ola) p. 104; 3. Sharakova Tatsiana (Blr) p. 90; 4. Hammer Sarah (Usa) p. 78; 5. Berton Laurie (Fra) p. 74; 6. Kopecky Lotte (Bel); 72; 7. Olaberria Dorronsoro Leire (Spa) p. 70; 8. Luo Xiao ling (Cina) p. 70; 9. Knauer Anna (Ger) p. 68; 10. Hochmann Lucie (Cze) p. 58; 11. Frapporti Simona (Ita) p. 58.


OMNIUM UOMINI

1^ prova (scratch): 1. Prado Ignacio (Mex); 2. Arango Carvajal Juan Esteban (Col) a 1 giro; 3. Manakov Viktor (Rus); 4. Viviani Elia (Ita); 5. Dubben Jonathan (Gbr); 6. Veldt Tim (Ola); 7. Gate Aaron (Nzl); 8. Boudat Thomas Fra); 9. Veal Ed (Can); 10. Monyeiro Gideoni (Bra)

2^ prova (inseguimento): 1. Park Sang-Hoon (Cor) 4’23”318; 2. Kluge Roger (Ger) 4’24”106; 3. Manakov Viktor (Rus) 4’24”401; 4. Gate Aaron (Nzl) 4’25”884; 5. Dibben Jonathan (Gbr) 4’26”719; 6. Viviani Elia (Ita) 4’27”691; 7. Tsishkou Raman (Blr) 4’29”184; 8. Prado Ignacio (Mex) 4’30”379; 9. Arango Carvajal Juan Esteban (Col) 4’30”379; 10. Veldt Tim (Ola) 4’30”552

3^ prova (eliminazione): 1. Boudat Thomas (Fra); 2. Viviani Elia (Ita); 3. Manakov Viktor (Rus); 4. Kluge Roger (Ger); 5. Gate Aaron (Nzl); 6. Tsishkou Raman (Blr); 7. Park Sang-Hoon (Cor); 8. Arango Carvajal Juan Esteban (Col); 9. Teklinski Adrian (Pol); 10. Prado Ignacio (Mex)

CLASSIFICA DOPO 3 PROVE: 1. Manakov Viktor (Rus) p. 108; 2. Viviani Elia (Ita) 102; 3. Gate Aaron (Nzl) 94; 4. Kluge Roger (Ger) 90; 5. Park Sang-Hoon (Cor) 88; 6. Prado Ignacio (Mex) 88; 7. Arango Carvajal Juan Esteban (Col) 88; 8. Dibben Jonathan (Gbr) 82; 9. Boudat Thomas (Fra) 80; 10. Tsishkou Raman (Blr) 70

federciclismo.it
 
Rispondi
#8
Stasera diretta streaming dalle ore 22:00

http://www.ilnuovociclismo.com/forum/pag...mo-channel
 
Rispondi
#9
Alla fine ha vinto Manakov, questa corsa a punti finale mi spaventa molto in ottica Rio, tra l'altro immagino che lì correranno in 9. Comunque Viviani terzo anche qua, praticamente non esce mai dalle prime tre posizioni, sarebbe un delitto farlo proprio alle Olimpiadi. La Francia continua a schierare Boudat ma immagino che a Rio ci sarà Coquard, però mi sembra strano che non corra mai, tra l'altro la qualificazione della Francia è a forte rischio, ora è nona, ma ha vicinissimi Stati Uniti, Bielorussia e sopratutto Gran Bretagna. Anche la Russia di Manakov provvisoriamente fuori, ma immagino che quando aggiorneranno il ranking risalirà di molto. Invece sono provvisoriamente dentro, ma comunque a rischio, Danimarca (Hansen), Belgio (De Ketele) e Svizzera (che secondo me è condannata a fare spazio a una tra Francia, Russia e GBR, le altre due si possono difendere, ma qua hanno perso tanti punti)
 
Rispondi
#10
Ho toppato di brutto, per l'Omnium si qualificano 18 atleti, quindi tutti dentro senza problemi (e allora davvero non capisco cosa sia andato a fare Viviani in Colombia a novembre)
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)