Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Raccontate delle vostre disavventure sulla bici!
#1
Raccontate tutte le vostre avventure con la bici, di quando avete scavalcato le peggiori condizioni climatiche, di quando mancavano 100km, eravate distrutti e non vi siete arresi; di quando gareggiando con un conoscente l'avete scavalcato all'ultimo km; di quando avete toccato velocità esorbitanti in discesa; di quando avete preso paura, etc. :D

Comincio io banalmente:
A metà novembre decisi di andare a fare una salita verso le 17 e partii senza guanti, arrivato in cima era tutto nebbioso (non si vedeva 20m davanti!!) e tornando ha pure cominciato a piovere e le temperature erano sotto lo 0. Mi sono dovuto fare tutta la discesa con le mani che gelavano e non sapevo più cosa fare Confuso e dopo 45' di sofferenza sono arrivato a casa e quasi stavo male per lo Shock termico, le mie mani hanno sofferto le pene dell'inferno per oltre 15 minuti nell'acqua calda e ho scoperto solo dopo che era sbagliato cambiare temperatura così in fretta dato che i vasi tornano a dilatarsi troppo velocemente ed era meglio cambiare gradualmente :D
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Andy Schleck
#2
Quando avevo 15 anni una volta rischiai di finire sotto una mietitrebbia, praticamente ero in discesa, e tagliavo le curve, ad un certo punto uscendo da una di esse mi ritrovai davanti questo macchinario enorme che occupava tutta la carreggiata, in un attimo mi buttai tutto a destra, e rannicchiato sulla sella sorpassai in un tratto d'asfalto strettissimo il mezzo agricolo, tra l'altro non c'erano protezioni ai lati della strada quindi sarei potuto anche cadere in un burrone...

Quest'estate insieme a degli amici siamo andati a correre in bici sul Montello, e ci siam fermati in un posto dove ci son tutti giochi strani per più o meno un'oretta, quando siamo ripartiti è venuto su un acquazzone talmente forte che in discesa nemmeno riuscivo a tenere gli occhi aperti e siam tornati a casa lavati dalla testa ai piedi...

Un paio d'anni fa invece ho forato mentre correvo dentro i boschi ed il cell non prendeva, così mi son dovuto fare un paio di km a piedi con la bici in spalla prima di trovare un punto in cui riuscissi a chiamare a casa dato che non avevo dietro la ruota di scorta...
 
Rispondi
#3
Vabbè, l'acquazzone è un classico, vedo Asd
(ma è il bello è che a me mi preso a memmeno un paio di km da casa, e quando arrivai trovai mi ma' in giardino che prendeva il sole Facepalm )

Io aggiungo
- discussione verbale e prolungata con un automobilista (aveva cercato di schiacciarmi in una rotonda) che manca po' finiva a manate sul serio;
- bimbino spuntato da dietro una siepe all'improvviso (e arrotato, ovviamente), con il su babbo che voleva pure avere du soldi di resto;
- bullone della sella rotto in discesa (foto), con conseguenti 10-12 km di ritorno a casa fatti tutti sui pedali. Facepalm
Queste le più eclatanti, e quelle che son riuscito a recuperare più velocemente nella mi memoria. Di sicuro ce ne sarebbero altre ancora... Facepalm
 
Rispondi
#4
Più di un mese fa io ero sulla sinistra di una strada a due corsie, lo stradone pieno di fabbriche, negozi e... lucciole, avevo appena svoltato non mi tocca un camion? Se mi agganciava ero morto, se ci finivo sotto pure, per miracolo sono rimasto in piedi
 
Rispondi
#5
Io con gli automobilisti di discussioni verbali (verbali... si fa per dire) ne ho praticamente a ogni sorpasso, a ogni incrocio, a ogni semaforo, a ogni...
 
Rispondi
#6
per ora non grosse disavventure, l'unica forse è stata alla mia seconda gara, partenza alle 9 e alle 8:58 inizia a diluviare, si parte lo stesso e per oltre 10 km in salita ce li facciamo tutti sotto l'acqua anche se a velocità controllata perchè non si sapeva se le condizioni rimanevano così o peggiorava, appena in cima finisce di piovere, ma bisognava fare una discesa di più di 30 km per arrivare da quota 1400 al mare, e inzuppati d'acqua eravamo tutti molto infreddoliti, fortuna che quando siamo arrivati a mare erano le 11 ed era fine giugno e ci siamo scaldati subito lì senza avere altri problemi di freddo, poi qualche altra disavventura con qualche cane ceh ogni tanto ci insegue nei boschi, però ormai con il mio amico quando andiamo in quella zona ci portiamo legato al telaio della bici un bel bastone di ferro e non si avvicinano più.
 
Rispondi
#7
Uh, dei cani io ho paura, il mio amico mi dice sempre di non aver paura, o al limite tirare fuori la borraccia, ma io, almeno prima che c'è la facevo, tiravo giù un dente e via... Asd
 
Rispondi
#8
(20-04-2013, 09:24 PM)Andy Schleck Ha scritto: Io con gli automobilisti di discussioni verbali (verbali... si fa per dire) ne ho praticamente a ogni sorpasso, a ogni incrocio, a ogni semaforo, a ogni...

Sì, anch'io mi lamento spesso ovviamente Asd, però quella è stata l'unica volta in cui con 'sto tizio s'è viaggiato fianco a fianco (a 30 all'ora, forse, perchè era la mi prima uscita stagionale e non è che avessi 'sto gran colpo di pedale Asd ) per un bel po' di metri (tra le altre cose mi accusava di non aver il giubbino fluorescente... all'1 del pomeriggio Facepalm ), e se non fossi stato parecchio tranquillo mi sa che non sarebbe finita tanto bene...
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di SarriTheBest
#9
Peggio ancora degli automobilisti sono i camionisti, che dall'alto dei loro tir pensano di essere i padroni della strada, li odio sia quando vado via in bici che quando vado via in macchina e me li ritrovo davanti che vanno a 40 all'ora...
 
Rispondi
#10
Una volta mi si è fatto buio, non si vedeva più una mazza e faceva mica tanto caldo, piede a terra e ho chiamato casa!

Crisi di fame mai, ma spesso sono rimasto senza mangiare per la mia fissazione sul peso, ho fatto diverse volte la cerca trai miei compagni!
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)