Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Roberto Bettini
#1
Roberto Bettini

[Immagine: 1200876000.jpg]

Sono ormai parecchi anni che in sella alla moto seguo quasi tutto il calendario professionistico internazionale di ciclismo. Da una domenica di settembre del 1974, giorno in cui un certo Giuseppe Saronni,in forza alla Buscatese batte due atleti della Waya e vince al Parco di Monza una gara dilettanti di terza, mi sono appassionato e per certi versi innamorato di questo magnifico sport.
Ho conosciuto Paola, mia moglie, anche lei pedalava con le migliori, e poi sono arrivati Luca e Thomas.
Dopo un decennio al seguito di tutte le gare dilettantistiche nel 1985 il passo definitivo tra i prof con i mondiale del Montello. Da allora 22 anni di Mondiali, Giri d'Italia, Parigi-Roubaix e Giri di Lombardia. Ho seguito le gare in America, Sudamerica, Asia, Oceania, Africa e tutto quello che si può vedere in Europa. Ho seguito le Olimpiadi di Atlanta e Sydney e i tentativi di record dell'ora in Messico, Bolivia, Cile, Colombia e America.
Dopo parecchi anni in Olympia inizio la collaborazione con la Gazzetta dello Sport e dal 2001 Edito e sono il direttore della rivista Sprint Cycling Magazine.
Ho la fortuna di avere tantissimi amici e stretti collaboratori, Gianfranco Soncini e Antonio Pisoni su tutti.
Da quest'anno anche Luca, finito gli studi come fotografo, mi segue in molte manifestazioni e con grande orgoglio mi accorgo di avere al mio fianco un vero aiuto, lui con le nuove tecnologie si trova a suo agio.
Dal 1994 pubblico il Libro Cycling, annuario di mie immagini su tutte le classiche dell'anno, grazie al grandissimo aiuto dei miei piloti che in moto mi portano dovunque: Fabio Saccani, Gianni Zucchetti e al Nord Koen Hadens, con loro condivido chilometri e scatti di tutti i tipi.
Adesso che vi siete stancati di leggere, guardate un po' delle mie foto!!!
Roberto

www.bettiniphoto.net
 
Rispondi
#2
BETTINI. Spavento per "Click", è in ospedale ma sta meglio
Roberto Bettini ci ha fatto prendere un grande spavento. Sabato, dopo il Trofeo Laigueglia, il nostro mitico fotografo - conosciuto nell'ambiente come "Click" - ha accusato qualche problema fisico, faticava per esempio a far le scale, quindi quando è rientrato a casa si è fatto accompagnare all'ospedale di Magenta per un controllo.
Qui gli è stata diagnosticata un'embolia polmonare e sono subito scattate le cure del caso: dopo il grande spavento, la situazione per fortuna èà migliorata. Roberto attualmente è ricoverato presso il reparto di cardiologia, sta completando gli accertamnenti che serviranno a stabilire le cause del problema e nel fine settimana dovrebbe rientrare a casa.
Forza "Click", tutti noi di tuttoBICI ti facciamo i nostri migliori auguri e ti aspettiamo al via delle prossime corse!

«Grazie a tutti per l'affetto che mi date - ci ha scritto stamane Roberto dall’ospedale - il peggio e' passato e pare che tutto sia partito da una puntura di un animale tipo tafano presa sulla gamba in Argentina. Il suo veleno si e' annidato in una vena e piano piano ha fatto il suo corso. Era da qualche giorno, dal Giro del Mediterraneo che non ero in forma e dopo il Laigueglia ero proprio a terra. Adesso qui all'ospedale di Magenta sono coccolato da infermiere e dottori super professionali e guarda caso amanti di ciclismo, quindi - anche se forse non e' il posto giusto - mi sento a casa. Un abbraccio a tutti e a molto presto. Roberto»
Tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#3
Roberto Bettini e la sfortuna che non passa
Il nostro fotografo Roberto Bettini continua a collezionare sfortuna in questo 2012: dopo essere stato punto da un tafano in Argentina, quando seguiva il Tour de San Luis, con due conseguenti ricoveri a causa di difficoltà respiratorie, ieri sera, mentre scendeva da Rocca di Cambio, è stato attaccato da... un cinghiale.
«Un animale di almeno settanta chili di peso - spiega Roberto - che ha colpito la fiancata destra del nostro furgone di servizio e poi è stato investito da una vettura che proveniva in senso opposto. Un momento di paura, penso lo possiate capire tutti... Speriamo in bene per oggi, visto che andiamo nella terra delle bufale...».

Pier Augusto Stagi per tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#4
Disavventure: Roberto Bettini e l'aereo maledetto
«Siamo tornati.....per qualche minuto pensavamo di non farcela. Vuoto d'aria di tremila metri sopra il Triangolo delle Bermuda.
Il volo Havana/Malpensa ha fatto tremare tutti i passeggeri. Mentre servivano la cena l'aereo ha perso quota improvvisamente facevdo volare tutti i piatti e le Hostess sul soffitto. Una trentina di persone ferite dai bicchieri rotti e i carrelli che volavano.......paura!!!!»
Questo il messaggio postato su facebook dal nostro fotografo Roberto Bettini, che era su quell'aereo.

Questa è la cronaca pubblicata dal sito del Secolo XIX

Una trentina di passeggeri di un volo proveniente da L’Havana è rimasta contusa a causa di un vuoto d’aria di circa tremila metri. I passeggeri del volo della compagnia Neos sono arrivati a destinazione all’aeroporto di Malpensa e sono stati portati al pronto soccorso dello scalo.

Gli operatori del 118 di Milano hanno avuto notizia inizialmente di 18 passeggeri con difficoltà alla deambulazione, dieci apparentemente illesi, cinque passeggeri con contusioni e escoriazioni. Per quattro, terminati gli accertamenti, è stato necessario il ricovero in ospedale. In tutto hanno avuto bisogno di cure oltre 30 persone.

Prima dell’arrivo dell’aereo da Cuba - ricostruisce il 118 - previsto intorno alle 14, sono state avvertite anche le Direzioni ospedaliere territoriali di Varese e Milano. Alle 14.12, dodici passeggeri che non erano in grado di camminare sono stati trasportati con seggiole nell’area di raccolta del Terminal 1 di Malpensa altri 25 passeggeri hanno raggiunto la stessa area di raccolta a bordo di pulmini aeroportuali. Un’ora dopo due sono stati portati all’ospedale di Saronno , uno a Varese, un altro in quello di Castellanza.

«C’è stata una forte turbolenza durante il servizio, qualche oggetto è volato e ci sono stati alcuni leggeri contusi»: Davide Martini, responsabile qualità della compagnia aerea Neos, ha spiegato così quanto è successo oggi sul volo dall’Havana a Malpensa. La turbolenza si è verificata alcune ore fa, mentre l’aereo era sull’Atlantico.

Il personale (uno di loro è rimasto contuso) stava servendo un pasto quando si sono sentite le forti turbolenze. Fra i passeggeri dell’aereo, ha spiegato Martini, c’erano due medici che hanno prestato le prime cure e il comandante ha dunque deciso di proseguire per Malpensa dato che non c’era alcun pericolo per l’incolumità di chi era a bordo.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#5
«Emozioni e scatti» firmati da Roberto Bettini
Stavolta gioca in casa, Roberto Bettini: al termine di un'altra stagione che lo ha visto in giro per il mondo con la sua macchina fotografica, il nostro fotografo ci regala «Emozioni e scatti, 30 anni di ciclismo», una mostra che si potrà visitare dal 25 novembre al 9 dicembre a Cuggiono, alle porte di Milano, nella splendida cornice di Villa Annoni.
Roberto ha scavato nei suoi archivi estraendo immagine storiche e altri scatti inediti, cercando per questa mostra non tanto il personaggio quanto l'emozione. La mostra, voluta dal Comune di Cuggiono, sarà inaugurata domenica 25novembre alle ore 10.45 alla presenza delle autorità e di tanti amici del ciclismo e proporrà poi alcuni momenti culturali molto interessanti: sabato 1° dicembre si svolgerà una mostra di collezionismo ciclistico; domenica 2 sarà aperto il "Villaggio della bicicletta" mentre alle 15 il giornalista de La Gazzetta dello Sport Marco Pastonesi si racconterà in "Tre storie a pedali"; domenica 9 dicembre, infine, appuntamento con i laboratori per bambini sul tema "Il Natale e lo sport".

Per saperne di più cercate su Facebook BettinimostraCuggiono

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#6
Domani apertura straordinaria per la mostra di Bettini
Apertura straordinaria, domani, venerd’ 7 dicembre, per la mostra «Emozioni e scatti, 30 anni di ciclismo», esposizione che continuerà fino al 9 dicembre a Cuggiono, alle porte di Milano, nella splendida cornice di Villa Annoni.

In mostra gli scatti più belli di Roberto Bettini: il nostro prezioso fotografo ha scavato nei suoi archivi estraendo immagine storiche e altri scatti inediti, cercando per questa mostra non tanto il personaggio quanto l'emozione. La mostra, voluta dal Comune di Cuggiono, propone anche per domenica 9 dicembre, un appuntamento con i laboratori per bambini sul tema "Il Natale e lo sport".

Per saperne di più cercate su Facebook BettinimostraCuggiono

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#7
Bettini, il numero 1 dei numeri 1
Se il fotografo si fa fotografare...

[Immagine: showimg.php?cod=68287&resize=10&tp=n]

Non poteva che finire sulle spalle di Roberto Bettini, il numero 1 destinati ai fotografi. E sul lungomare di Giovinazzo, il nostro mitico "click" si è trasformato da fotografo in soggetto di un servizio fotografico. Ve lo presentiamno in versione "so er mejo" e, qui sotto, "beato tra gli amici Angelo e Cristiano".
Buon Giro, caro "click" e non distrarti: in redazione aspettano i tuoi capolavori!

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 2 Ospite(i)