Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Rohan Dennis
#21
Ho letto una sua intervista. In pratica ha detto che questo Giro era un test per vedere se vale davvero la pena concentrarsi sui GT, con tutto cio' che ne consegue sulla modifica del fisico. Non ha voluto portare se stesso al limite per non rischiare di perdere troppo a crono. Ora sta pensando di concentrarsi sulla perdita di peso e sul correggere i restanti fattori che gli precludono di competere con i migliori: concentrazione, posizionamento, imparare a stare in gruppo. Sembra convinto, ma sarebbe una strada ardua, soprattutto perche' potrebbe perdere moltissimo a crono.
 
Rispondi
#22
Come Wiggins o Dumoulin.
 
Rispondi
#23
non penso che una rivoluzione che in caso inizierebbe ora possa dargli tante soddisfazioni, ma forse mi sbaglierò. credo che al max possa fare qualche podio alla vuelta, ma come diceva Duilio sarebbe opportuno cambiare squadra. magari l'Astana.
 
Rispondi
#24
Beh buttalo via te un podio alla Vuelta.
 
Rispondi
#25
sisi ma infatti condivido se decide di puntare a quello, anche perchè non ha molte alternative.
anzi, aggiungo che migliorando in salita potrebbe anche vincere qualche gara a tappe da una settimana. soprattutto la Tirreno visto che gli piace così tanto
 
Rispondi
#26
Nel secondo giorno di riposo dicevo che secondo me la discriminante non era tanto la posizione in classifica finale del Giro piuttosto se avesse avuto o no una giornata di crisi. L'ha avuta: non tanto a Bardonecchia dove il 18° posto (a 14' da Froome) non era un risultato da buttare, quanto piuttosto il giorno dopo dove è arrivato a 45' nel gruppetto dei velocisti è una spia piuttosto allarmante. Va detto che è stato un Giro particolarmente duro, però Rohan mi sembra troppo lontano per poter sperare in deciso cambio di marcia.

Fossi in lui farei di tutto per poter raggiungere il vertice della specialità per cui è portato, la cronometro, perchè ci è vicino. Poi se c'è la possibilità di migliorare nelle corse a tappe ben venga, ma cercherei di non snaturare il suo fisico.
 
Rispondi
#27
In salita un po' come Thomas mi da l'impressione che pedali quadrato.

Il Giro di quest'anno può essere attendibile fino ad un certo punto, sono saltati nomi ben più blasonati in ottica generale, un GT soft può favorirlo.
 
Rispondi
#28
Qualcuno ha lette qualche sua dichiarazione pre-Vuelta se curerà anche la classifica? Dopo averci provato al Giro (con risultati tutto sommato discreti), forse sarebbe il caso di provarci anche qua con percorso più soft e avversari più stanchi.
Chiaro che dovendo supportare Porte sarebbe più difficile curare anche una sua classifica.

Intanto con la vittoria di oggi nel prologo della Vuelta raggiunge il successo di tappa in tutti e tre i GT e con domani vestirà per la settima volta la maglia di leader tra Giro/Tour/Vuelta. Penso che in pochi tra quelli che non hanno mai vinto GT abbiano fatto meglio.
 
Rispondi
#29
Considerando la gran gamba dimostrata nelle salite in Svizzera, le non ottime ma comunque buone prestazioni a crono dopo vari giorni impegnativi, la penuria di avversari di livello e le strane gerarchie in casa Bahrain può ambire ad un buon risultato al Tour?
Secondo me la top 10 potrebbe riuscire a conquistarla se sarà supportato dalla squadra (quindi con Nibali per i fatti suoi e gli altri tutti per Rohan).
La difficoltà più grossa sarà sopportare molte giornate dure di fila senza avere un crollo verticale nel finale (come successe al Giro lo scorso anno).
 
Rispondi
#30
se Nibali non fa classifica non vedo perché non provare. Comunque non era lontanissimo da Bernal (anche se secondo me il colombiano avrebbe potuto dare molto di più, specie nell'ultima tappa).
 
Rispondi
#31
Sarei veramente sorpreso facesse un Tour da top 10, però in un ciclismo in cui gente normale si riscopre campione attorno ai 30 anni perchè no ? Certo che i soli 27 km di crono individuale non depongono a suo favore.
 
Rispondi
#32
Comunque con Merida proprio non si trovava.

Anche se i test sono stati pochi e attendibili fino a un certo punto...ma 4 crono, 1 vittoria al fotofinish su Bodnar e tre volte fuori dai 5.

Notevole l'evoluzione da specialista delle crono brevi a cronoman da lunghe distanze. Un altro corridore, ormai, rispetto a quello che a Rio partì a cannone per, poi, scoppiare a metà percorso.

Gli tornerà utile, peraltro, anche per i grandi giri nei quali, imho, farà bene a testarsi dopo l'Olimpiade.

Come cronoman gli resta da vincere l'oro olimpico, poi non ha più nulla da chiedere alla specialità.
 
Rispondi
#33
Oltre che con la bici aveva altri problemi tecnici..in bahrein non era l unico a lamentarsi
spero che torni in ccc
 
Rispondi
#34
Rescisso il contratto a Dennis da parte della Bahrain.

Non so che parte ha ragione, ma comunque secondo me Rohan non ci esce benissimo dalla vicenda a livello di professionalità.
 
Rispondi
#35
http://teambahrainmerida.com/team-bahrai...an-dennis/

Anche da un punto di vista dei tempi, avrebbero potuto comunicarlo in un altro momento. Di sicuro non durante gli ultimi km del mondiale.
 
Rispondi
#36
Oggi ha corso col marchio BMC sulla bici.
 
Rispondi
#37
A quanto pare il corridore sapeva già da qualche giorno della rescissione, per questo poteva correre con altri marchi.
 
Rispondi
#38
Mah…..io direi che c’è tanto del pessimo mondo del ciclismo nella sua storia …… L’unica costante, per chi di ciclismo ne capisce a 360 gradi, è la lingua!
Intanto afferma questo (che è come scoprire l’acqua calda):
https://www.gazzetta.it/Ciclismo/07-01-2...7696.shtml
 
E la risposta, o meglio l’insieme più amaro che rende il pedale professionistico, oggi, la disciplina nettamente meno credibile in assoluto (per fortuna ci sono i veri talenti che i veri intenditori ancora riconoscono), ci viene proprio dalla scelta di questo soggetto qua: passare al Team Ineos. Una contraddizione che altri non è che il più becero segno di continuità.
 
Guardiamo il ciclocross e il ciclismo delle classiche di un giorno, che il resto per trovarlo degno del “che fu”, s’è costretti a cercarlo con le dita nude in mezzo alle feci di un esercito, al grido di “come on it's an order!”
 
Saluti!
 
Rispondi
#39
Ieri Dennis ha postato sui social la sua "fuga" dalla quarantena forzata, criticando senza mezzi termini i provvedimenti.

Ognuno risponde delle sue responsabilità.. per uscire di casa poteva anche farlo (dalle immagini sembra andato in un luogo abbastanza sperduto) però postarlo e inneggiare il gesto per un personaggio pubblico è un comportamento grave.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)