Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Ronde van Vlaanderen 2020
#61
(18-10-2020, 06:12 PM)Luciano Pagliarini Ha scritto: Alaphilippe che tira fuori 'sto Fiandre qua....poi magari più avanti soffriva perché aveva speso più degli altri e perché i muri che mancavano erano meno adatti a lui del Koppenberg, però intanto ha dimostrato di potersela giocare.

Concordo
L'unico punto dove aveva chance di staccarli era il patersberg
Pendente al punto giusto
Poi doveva sperare che si facevano la guerra tra loro..
 
Rispondi
#62
Ciao a tutti, primo messaggio per commentare questa corsa fantastica. Alcuni spunti:
- Alaphilippe ha superato le aspettative ma continua ad essere un corridore troppo distratto e credo possa prendersela solo con se stesso per la caduta. Peccato, speriamo ci riprovi visto che corre sempre all'attacco
- Wout ha atteso troppo nel lanciare la volata ed è uscito subito dalla scia, ha recuperato ma non è bastato. Insomma, VdP è stato bravo e niente da dire. Abbiamo atteso da così tanto due corridori come loro che sembra incredibile averli insieme a duellare, non riesco nemmeno a scegliere per chi tifare. Dai che ora c'è la Roubaix per la rivincit...ah no 
- Sto già godendo per lo spettacolo che daranno questi tre corridori (e tanti altri) nei prossimi anni, il ciclismo sembra davvero in un momento di crescita nella qualità delle gare, degli atleti e nello spettacolo, soprattutto grazie ai giovani e alle corse di un giorno. Servirebbe tanto lavoro nell'aspetto mediatico ma magari se ne riparla
- Chi guarda solo i GT non sa cosa si perde, ma bisogna spingere di più l'importanza delle classiche. Non ne posso più di vedere corridori fare la fine di Kwiatowski. Non so, rimettiamo la coppa del mondo, facciamo una classifica a squadre sulle classiche con grandi premi, ma non è possibile che tanti non abbiano visto questo Fiandre o la Gand e poi si lamentino che in tante tappe dei GT non succeda niente
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di Locomotiva
#63
(18-10-2020, 08:31 PM)Locomotiva Ha scritto: Ciao a tutti, primo messaggio per commentare questa corsa fantastica. Alcuni spunti:
- Alaphilippe ha superato le aspettative ma continua ad essere un corridore troppo distratto e credo possa prendersela solo con se stesso per la caduta. Peccato, speriamo ci riprovi visto che corre sempre all'attacco
- Wout ha atteso troppo nel lanciare la volata ed è uscito subito dalla scia, ha recuperato ma non è bastato. Insomma, VdP è stato bravo e niente da dire. Abbiamo atteso da così tanto due corridori come loro che sembra incredibile averli insieme a duellare, non riesco nemmeno a scegliere per chi tifare. Dai che ora c'è la Roubaix per la rivincit...ah no 
- Sto già godendo per lo spettacolo che daranno questi tre corridori (e tanti altri) nei prossimi anni, il ciclismo sembra davvero in un momento di crescita nella qualità delle gare, degli atleti e nello spettacolo, soprattutto grazie ai giovani e alle corse di un giorno. Servirebbe tanto lavoro nell'aspetto mediatico ma magari se ne riparla
- Chi guarda solo i GT non sa cosa si perde, ma bisogna spingere di più l'importanza delle classiche. Non ne posso più di vedere corridori fare la fine di Kwiatowski. Non so, rimettiamo la coppa del mondo, facciamo una classifica a squadre sulle classiche con grandi premi, ma non è possibile che tanti non abbiano visto questo Fiandre o la Gand e poi si lamentino che in tante tappe dei GT non succeda niente


Benvenuto nel Forum! 
Se vuoi puoi presentarti nel topic apposito, "Presentazione nuovi utenti" in "Bacheca", la prima voce in alto: 
http://www.ilnuovociclismo.com/forum/Thr...#pid315984

Nella volata ho avuto l'impressione che Van Aert stesse partendo e che MvdP abbia risposto scattando un decimo di secondo dopo. Wout non ha potuto prendere abbastanza scia perché stava già scattando. Non l'ho rivista ma mi è sembrato che Van Aert fosse passato avanti (di pochissimo) prima che Mathieu riuscisse a spingere ancora e a mettere la ruota avanti. 
Grandissima volata, in ogni caso.
 
Rispondi
#64
Penso che da buon genoano (e di conseguenza sfigato) potrei cominciare a tifare realmente WVA dopo oggi.
 
Rispondi
#65
E' giusto raccontare qua, in breve, la fantasmagorica giornata del Paglia.

Ma partiamo dall'antefatto: due settimane fa mi chiamano per chiedermi di moderare un dibattito con Giancarlo Brocci, fondatore dell'Eroica, in occasione della presentazione del suo libro "Bartali, l'ultimo Eroico" al Festival Motumundi di Cavriglia, in Toscana. E' un Festival sull'ambiente situato in un comune che usa solo energia rinnovabile. C'entravamo poco, ma in qualche modo ci hanno messi dentro.

La data dell'incontro coincideva col Fiandre e col Piancavallo, ma non volevo rinunciare e, grazie anche al mio direttore che m'ha concesso il giorno libero, oggi mi sono presentato qua. Incontro alle 15.30, un orario un po' disgraziato, ma tant'è.

Ho guardato il Fiandre fino alla caduta di Alaphilippe, poi Bino e Jack m'hanno fatto la cronaca su Whatsapp, ma quando mancavano 1,7 chilometri all'arrivo ho spento il telefono perché cominciava l'incontro.

Ovviamente il dibattito è stato un successo. Brocci inizialmente era un po' sulla difensiva, data la mia giovane età, ma quando ha visto quante cazzo ne sa il Paglia (embé) il dialogo ha preso il volo. Siamo stati quasi due ore a discutere del ciclismo dei tempi di Bartali, abbracciando vent'anni di storia di questo sport, anzi trenta, ma anche di storia dell'Italia e dell'Europa. A fine incontro m'ha detto che non ha mai trovato uno così preparato.

Io, ovviamente, per due ore il cell non l'ho guardato. Apro Whatsapp, vedo tutte le chat a tema ciclismo intasate, in quella del Podcast noto un messaggio sospetto di Albi, quasi mi prende male. Poi apro FC ed è l'apoteosi. MATHIEU VAN DER POEL HA VINTO IL GIRO DELLE FIANDRE 2020. Sono troppo un signore e decido di non levarmi sassolini dalle scarpe. Poi guardo i risultati del Giro, vedo Kelderman secondo di tappa e a una manciata di secondi dalla maglia rosa e volo ancora più in alto.

Riesco a guardare la volata del Fiandre, non la tappa del Giro perché devo andare a teatro a vedere gli altri interventi e, poi, a cena. Nel frattempo mi si scarica il cell e per ore sto senza internet.

Nel mentre, giusto per non farci mancare nulla, arriva pure il nuovo DPCM: palestre aperte e ristoranti con coprifuoco alle 24.00. Bellissime notizie.

Alle 23.00 arrivo finalmente in albergo, prima mi sparo il Fiandre, poi il Giro. Per concludere il tutto in bellezza, all'una di notte, bagno in vasca con l'idromassaggio.

Giornata trionfale, peraltro era anche il mio onomastico  Cool
 
Rispondi


[+] A 3 utenti piace il post di Luciano Pagliarini
#66
Info non richiesta: La prestazione penosa di Kung si spiega con un forte "squaraus", che l'ha anche costretto al bagno 3 o 4 volte prima della corsa
 
Rispondi
#67
E' passata un po sotto traccia la prestazione di Madouas, quando in testa c'era il terzetto a 6" c'era un quartetto con Asgreen, Lampaert, Bettiol e appunto il francese. Se fossero rientrati i primi due posti non sarebbero cambiati probabilmente, ma il francese si sarebbe giocato un piazzamento tra il quarto ed il settimo posto. Top 15 al Giro, top 15 al Fiandre e sulle Ardenne, peccato che non eccelle in nulla (ma sono pochi quelli che lo fanno), ma non male comunque.  
Tra gli esordienti bene pure Teuns undicesimo, Bardet invece 25esimo.

Riguardo Pedersen nei giorni scorsi dissi che tolto il duo era uno dei principali favoriti. Ovviamente non intendevo che sarebbe stato il più forte sui muri, ma gli "bastava" scollinare con i migliori visto che non vedevo nessuno in grado di fare la differenza, visto poi lo spunto veloce e la forza sul passo. Invece si è staccato da oltre 25 corridori.

Corsa che si dimostra indigesta a Trentin, invece non so cosa sia successo a Kragh Andersen che si è ritirato.
 
Rispondi
#68
Madouas è andato molto forte anche alla Parigi-Tours.

Bel corridore, dovrebbe migliorare lo spunto veloce, però.

Pedersen, di base, resta un discontinuo. E quando non piove ha una marcia in meno. Comunque anch'io mi aspettavo di più.

Soren Kragh si era fatto male alla Parigi-Tours.
 
Rispondi
#69
Una curiosità, 111esimo, ovvero ultimo, Terpstra. Da quando è alla Direct Energie mi pare non abbia più combinato granchè, temo che oramai il declino sia inesorabile
 
Rispondi
#70
Scemata leggermente la sbornia (perché non passerà per un po') qualche considerazione:

- corsa perfetta di MvdP, sempre al posto giusto. Una novità.

- WvA sull'attacco di Alan non lo era, ma c'è un motivo: dopo il passaggio a livello ha un problema meccanico e dalla quarta posizione del gruppetto scivola più indietro.

- entrambi sicurissimi del loro sprint, tanto da non provare il minimo attacco.
Scena vista coi miei occhi pochissime volte, così come due corridori relativamente così freschi in cima al Paterberg.

- il tempo di reazione di MvdP al lancio dello sprint di WvA è irreale, pur essendo nella posizione peggiore non ha perso il vantaggio che ha sui primi metri della volata.

- Alan tra Brabante con Paterberg vallone e ieri, ai miei occhi, ha guadagnato tantissimi punti.
Molti di più rispetto alla vittoria del mondiale.

- Peccato non aver visto all'opera Hirschi e Cosnefroy Triste
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di Albi
#71
Intanto alaphilippe è uscito dall’ospedale con un braccio ingessato
 
Rispondi
#72
Alla fine vedendo la caduta a Julian gli è andata anche bene solo con due dita rotte , pensavo molto peggio dalle immagini.
Peccato perché mi era sembrato per la prima volta quest'anno ... quello del 2019 di inizio stagione.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)