Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres 2018
#11
Vi linko un mio articolo appena uscito sulla storia di Fiandre & Roubaix

 
Rispondi


[+] A 7 utenti piace il post di Luciano Pagliarini
#12
(30-03-2018, 04:35 PM)Luciano Pagliarini Ha scritto: Vi linko un mio articolo appena uscito sulla storia di Fiandre & Roubaix

LUKE!! Confessa, la Forza usato tu hai...   Mmm 
Magnifico articolo, epicamente a caccia delle leggende che racconta, in cui si avverte la passione per quanto si narra! 
Mi ha riconciliato con questa giornata, grazie! 
Da spazio di lettura più ampio, sulle pagine di Cicloweb sta un po' stretto... 
Bravo
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di OldGibi
#13
Uno passato in sordina visto che non lo leggo da nessuna parte è Kwiatkowski... io mi aspetto la sua zampata
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di Tommeke23
#14
Così come la prima Monumento, anche la seconda si preannuncia molto incerta alla vigilia. Ho sentito dire da Trentin che ci sono 10 atleti allo stesso livello, io addirittura azzarderei aumentare questo numero a una dozzina. Poi magari alla fine ci sarà uno che schianterà nettamente la concorrenza ma al momento attuale non saprei individuarlo...
I favoriti sono Sagan, Van Avermaet e Gilbert, ma direi che lo sono più per palmares e pedigree che per altri reali motivi: stanno benino (di più il vallone degli altri due mi sa), ma mi immagino ci sarà una marcatura spietata tra di loro e degli altri verso di loro, quindi paradossalmente una loro vittoria può essere più difficile di altri.

In questo ambito di incertezza saranno importantissimi i giochi di squadra e in questo senso la Quick Step spadroneggia in un deserto di squadre deboli. Finora non hanno sbagliato un colpo, farlo al Fiandre è un pelino più difficile, anche perchè gli avversari lo sanno che non devono concedere troppo spazio a un Terpstra o a uno Stybar. Tutto starà nel vedere se hanno le armi per impedirlo...

Penso che un Fiandre così equilibrato possa decidersi (o comunque promuovere l'azione decisiva) prima degli ultimi 20km con Kwaremont e Paterberg. Magari non sul Muur perchè quello capita una volta nella vita e quest'anno staranno tutti più attenti lì. Potrebbero essere decisivi persino tratti in asfalto apparentemente innocui, alla fine i Fiandre 2015 e 2016 si sono evoluti in situazioni simili.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Hiko
#15
Sono d'accordo; quest'anno il Fiandre è molto incerto perchè, secondo me, a differenza della passata edizione ci sono molti più pretendenti alla vittoria finale: mentre al Fiandre del 2017 i favoriti assoluti erano fondamentalmente due e cioè Sagan e GVA, che poi non arrivarono alla vittoria sia perchè Gilbert si esibì in un'azione magistrale che è passata alla storia, ma anche perchè, ad onor del vero, e senza togliere assolutamente nulla al Vallone, la caduta di Sagan condizionò inevitabilmente il risultato finale.
Quest'anno sia il Fiammingo che lo Slovacco non sembrerebbero, al momento, in grandissima forma (è vero, Sagan ha vinto la Gand, ma non mi è parso brillantissimo sui muri..ma è una mia impressione);è ovvio che partiranno con i favori del pronostico, ma, secondo me molti altri se la giocano alla pari con loro: innanzitutto la Quick Step in blocco (che sia Gilbert oppure Terpstra o Stybar ed anche Lampaert non fa alcuna differenza..è uno squadrone che potrebbe fare il colpaccio con qualsiasi di loro); poi c'è Benoot che, nonostante sia giovanissimo, è già alla sua quarta partecipazione al Fiandre ed all'esordio, nel 2015, ottenne un ottimo 5° posto, e, tra l'altro, sta andando veramente forte; altri nomi "buoni" sono Kwiatkowski, Vanmarcke, Stuyven, Naesen e Kristof; tra questi penso che possa spiccare il campione Nazionale Belga, anche se la caduta dell'altro giorno potrebbe ancora farsi sentire.
Tra gli Italiani sicuramente Trentin e Moscon; per me più il primo che il secondo, sia per la maggiore esperienza, sia perchè Gianni non è sembrato al top nelle ultime gare... e poi c'è Nibali che, nonostante sia all'esordio assoluto al Fiandre, e, nonostante nelle ultime interviste ha sempre detto che affronterà con rispetto i muri, ha anche lasciato intendere che ha una buona condizione e che, se ce ne sarà l'occasione, proverà a fare qualcosa; non ricordo nessun corridore che abbia vinto il Fiandre all'esordio, almeno negli ultimi 30 anni (di sicuro qualcuno c'è riuscito agli albori di questa corsa), ma io un pò ci spero! :-) :-)
 
Rispondi
#16
Onestamente se Nibali arriva nei primi 15 é già una grande prova
 
Rispondi
#17
Vittoria al Fiandre al debutto mi viene in mente un precedente italiano, il mitico Dino Zandegù :D

Aggiungo solo un nome a quelli che giustamente hai fatto tu Ross, cioè Wout Van Aert. Alla Dwars è andato male ma mi hanno risposto che è caduto e ha forato, però alla Gand è quello che mi sembrava avere nettamente un altro passo sul Kemmelberg.
Dovete sapere che non ho un particolare "gusto" per il giovane o per l'esotico, anzi ho forti pregiudizi per chi arriva da un'altra disciplina (ciclistica e non) e di guardare la carta d'identità me ne frega poco. Quindi se lo dico io con questi preconcetti vuol dire che è forte.

L'incognita è sempre la distanza: alle Strade Bianche è arrivato morto perchè la bagarre è esplosa presto come potrebbe avvenire a una Ronde, però lì sono sempre solo 180km. Comunque la Gand Wevelgem che citavo prima è lunga quasi come un Fiandre e lui ha avuto anche la freschezza per sprintare nel finale
 
Rispondi
#18
ecco, mi piacerebbe discutere di questo: vedo che gli utenti hanno fatto il pronostico per domani tenendo in grande considerazione l'Harelbeke : non trovate che la distanza sia un dettaglio non da poco? (vedi Kittel alla Sanremo)
 
Rispondi
#19
Hai ragione Hiko, Van Aert andrebbe inserito tra i favoriti.. io sinceramente non l'ho fatto perchè anche lui è al debutto, è molto giovane e, quindi, mi sembrava un pò prematuro..però è vero che sta andando forte e che potrebbe far molto bene!

Avevo proprio dimenticato il mitico Dino..grazie per la precisazione :-) ! Beh.. magari Nibali deve fare un pò come fece Zandegù con Merckx: attaccarsi alla ruota di Sagan o di GVA e cercare di non perderla, per poi provare a sorprenderli (naturalmente sto fantasticando.. e razionalmente penso anche che arrivare tra i primi quindici, come dice Italbici, sarebbe, per lui, già una gran cosa)..

Sui pronostici, più che l'harelbeke, io ho preso in considerazione corridori adatti al percorso e che, in questo momento, sembrano in forma..almeno io.

Ma come sarà il tempo in Belgio? C'è la probabilità che possa piovere sulla corsa?
 
Rispondi
#20
Le ultime previsioni indicano che domani non dovrebbe piovere.
Le strade comunque saranno bagnate dalla pioggia odierna.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)