Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Spagna, il tribunale riassegna a Heras la Vuelta 2005
#11
A Heras toglierei anche le vittorie ottenute tra i dilettanti, altro che riassegnare la Vuelta 2005
 
Rispondi
#12
Tutto questa storia è assurda, poi ci si stupisce se il ciclismo perde tifosi. Una Vuelta decisa a tavolino dopo quasi dieci anni da un tribunale regionale e certificata dagli organizzatori della corsa, senza - probabilmente - neanche passare dall'UCI.

Qui il doping non c'entra, questa è solo disorganizzazione e ognuno che cura i propri interessi.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Hiko
#13
APPLAUSI!

[Immagine: applausi.jpg]
 
Rispondi
#14
Heras chiede 1 milione di euro di danni alla Federciclo spagnola
Per i fatti della Vuelta 2005

La notizia arriva via radio, in esclusiva nel corso della trasmissione Primer Toque di Ondacero: Roberto Heras ha chiesto un risarcimento di un milione di euro alla Federazione Ciclistica Spagnola e al Consiglio Superiore dello Sport.
Al corridore spagnolo fu tolta la vittoria nella Vuelta 2005 e fu comminata una squalifica di due anni per doping - che di fatto concluse la sua carriera agonistica - ma nel 2011 il Tribunal Superior de Justicia de Castilla y León ha annullato la decisione per un vizio di forma e un altro tribunale quest’anno gli ha riassegnato la vittoria. Inevitabile, quindi, arriva la causa per risarcimento danni.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#15
Se vuole io sono disposto a dargli un milione di schiaffi
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Paruzzo
#16
724mila euro di risarcimento dallo Stato per Roberto Heras: lo stabilisce la Audiencia Nacional spagnola
Una sentenza che farà discutere: la Audiencia Nacional, tribunale che ha giurisdizione su tutto il territorio spagnolo, ha stabilito oggi che lo Stato dovrà risarcire Roberto Heras con la cifra di 724mila euro. L'ex corridore aveva intentato una causa alla pubblica amministrazione tre anni fa, sostenendo di essere stato danneggiato dalla condanna per doping (positività all'EPO) patita nel 2005: in seguito alla squalifica per due anni, infatti, Heras non tornò più a gareggiare, non avendo trovato un nuovo ingaggio al termine dello stop.

In favore del quattro volte vincitore della Vuelta, un pronunciamento del Tribunale Supremo spagnolo del 2012, nel quale si asseriva l'illegalità della squalifica del 2005, a causa di irregolarità nel trattamento delle analisi sui campioni dichiarati positivi. A causa di tale pronunciamento, la vittoria alla Vuelta 2005, che in un primo momento gli era stata tolta, venne riassegnata a Heras. Oggi questa sentenza. Lo Stato spagnolo potrà comunque presentare appello al Tribunale Supremo.

cicloweb.it
 
Rispondi
#17
Heras attualmente corre gli ultra trail insieme al fratello, che è discretamente forte.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)