Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Strade Bianche Eroica Pro 2015
#1
Categoria 1.HC 
Presentazione della Strade Bianche Eroica Pro 2015: percorso con altimetrie e planimetrie, i dettagli degli ultimi chilometri; le squadre ed i corridori partecipanti; risultati con ordine d'arrivo e classifiche; video televisivo/youtube e fotografie; commenti, pronostici e scommesse.


sabato 7 marzo 2015
Strade Bianche Eroica Pro
UCI 1.HC - 9a edizione



Percorso
Presentazione

Percorso molto mosso e ondulato, sia sul piano planimetrico che altimetrico, privo di lunghe salite, ma costellato di strappi più o meno ripidi. Caratteristica peculiare è la presenza di circa 50 km di strade sterrate divise in 10 segmenti con fondo ben tenuto, ben battuto, privo di incursioni erbose e con scarso brecciolino sulla superficie.

Partenza da San Gimignano, primi 33 km ondulati su asfalto (si sfiora lo splendido abitato medievale di Monteriggioni) per raggiungere il primo segmento sterrato (2,2 km, difficoltà 2 stelle). Ancora 13 km in asfalto per affrontare il secondo segmento, forse il più facile della corsa (2,1 km, diff. 1 stella), perfettamente rettilineo sempre in leggerissima discesa. Solo 5 km separano a questo punto dal terzo segmento (5,9 km, diff. 4 stelle) che rappresenta la prima vera difficoltà della corsa, con un breve tratto in leggera discesa e un lungo tratto in salita a volte con pendenze attorno al 10%. Si raggiunge quindi Radi, dove si incontra il quarto segmento (4,4 km, diff. 2 stelle) e subito dopo il quinto (5,5 km, diff. 1 stella) all'interno del bosco, altimetricamente meno impegnativo.

Superato Buonconvento di affronta la salita di Montalcino, unica asperità di giornata (4 km – 5%). Scesa da Montalcino la corsa si immette nella ss.2 Cassia (rifornimento fisso km 105-108) per portarsi a San Quirico d’Orcia e quindi sfiorare Pienza per raggiungere il sesto segmento. Questo tratto di 36 km è il più lungo tratto asfaltato della corsa. Il sesto segmento (9,5 km, diff. 3 stelle) inizia in salita con un fondo piuttosto ruvido per portarsi a Lucignano d’Asso, fino a ritrovare l’asfalto in direzione Asciano. A Ponte del Garbo (Asciano) al km 147 inizia il settimo segmento sterrato di 11,5 km (quello più impegnativo della corsa, 5 stelle), prevalentemente in salita e caratterizzato da notevoli saliscendi tra i quali vanno citati quelli in prossimità di Monte Sante Marie che raggiungono bruscamente sia in salita che in discesa pendenze molto elevate (su brevi distanze).

Dopo Castelnuovo Berardenga si incontra un brevissimo sterrato di 300 m in piano prima di affrontare, dopo Monteaperti, l’ottavo settore di soli 800 m, ma con uno strappo sterrato con pendenze a doppia cifra prima di ritrovare l’asfalto a Vico d’Arbia e superare sempre su asfalto Pieve a Bozzone. Si affronta quindi il penultimo settore (di 2,4 km, 4 stelle) sulla strada in salita di Colle Pinzuto (pendenze fino al 15%). Al km 183,8 si incontra l’ultimo tratto sterrato (di 1,1 km, 3 stelle) con una sequenza di discesa secca seguita dal una ripida risalita (max 18%) che si conclude alle Tolfe. Al termine restano poco più di 12 km all’arrivo a Siena nel Campo.

Impegnativi anche gli ultimi chilometri, con pendenze fino al 16%. Si snodano per la prima parte all’esterno dell’abitato di Siena su strade larghe e lunghi rettifili collegati tra loro da ampie curve, prima in discesa e poi in leggera salita fino ai 2 km dall’arrivo, dove viene imboccata la via Esterna di Fontebranda con pendenze fino al 9%. A 900 m dall’arrivo si supera la Porta di Fontebranda e inizia la pavimentazione lastricata. La pendenza supera il 10% fino a raggiungere attorno ai 500 m dall’arrivo, in via Santa Caterina, punte del 16%. Segue una svolta decisa a destra nella via delle Terme e l’immissione in via Banchi di Sotto. Dai 300 m la strada è sempre in leggera discesa. Ai 150 m svolta a destra in via Rinaldini. Ai 70 m si entra nel Campo, ultimi 30 in discesa al 7%, traguardo pianeggiante.



Partecipanti
AG2R LA MONDIALE
  1 NOCENTINI Rinaldo
  2 BETANCUR Carlos
  3 DUPONT Hubert
  4 GAUDIN Damien
  5 LATOUR Pierre-Roger
  6 MONDORY Lloyd
  7 MONTAGUTI Matteo
  8 RIBLON Christophe

ANDRONI GIOCATTOLI
11 GATTO Oscar
12 APPOLLONIO Davide
13 BANDIERA Marco
14 DALL'ANTONIA Tiziano
15 NARDIN Alberto
16 PELLIZOTTI Franco
17 TVETCOV Serghei
18 ZILIOLI Gianfranco

ASTANA PRO TEAM
21 NIBALI Vincenzo
22 BOOM Lars
23 CATALDO Dario
24 GRIVKO Andriy
25 GRUZDEV Dmitriy
26 LUTSENKO Alexey
27 ROSA Diego
28 TLEUBAYEV Ruslan

BARDIANI CSF
31 COLBRELLI Sonny
32 BARBIN Enrico
33 BATTAGLIN Enrico
34 BONGIORNO Francesco Manuel
35 PIECHELE Andrea
36 PIRAZZI! Stefano
37 RUFFONI Nicola
38 ZARDINI Edoardo

BMC RACING TEAM
41 VAN AVERMAET Greg
42 BOOKWALTER Brent
43 CARUSO Damiano
44 DE MARCHI Alessandro
45 OSS Daniel
46 QUINZIATO Manuel
47 SANCHEZ Samuel
48 STETINA Peter

ETIXX - QUICK STEP
51 TERPSTRA Niki
52 BRAMBILLA Gianluca
53 SABATINI Fabio
54 SERRY Pieter
55 STYBAR Zdenek
56 URAN Rigoberto
57 VERMOTE Julien
58 VERONA Carlos

LAMPRE - MERIDA
61 POZZATO Filippo
62 CONTI Valerio
63 KOSHEVOY Ilia
64 MORI Manuele
65 NIEMIEC Przemyslaw
66 PIBERNIK Luka
67 RICHEZE Maximiliano
68 SERPA PEREZ Jose

MOVISTAR TEAM
71 VALVERDE Alejandro
72 AMADOR Andrey
73 LASTRAS Pablo
74 SANZE Enrique
75 SOLER Marc
76 SÜTTERLIN Jasha
77 VENTOSO Francisco
78 VISCONTI Giovanni

ITALIA
81 FONTANA Marco Aurelio
82 BRAIDOT Luca
83 CANOLA Marco
84 PETTINÀ Nicholas
85 LIZDE Seid
86 VELASCO Simone
87
88

NIPPO - VINI FANTINI
91 CUNEGO Damiano
92 BERLATO Giacomo
93 BISOLTI Alessandro
94 COLLI Daniele
95 FILOSI Iuri
96 GROSU Eduard Michael
97 ISHIBASHI Manabu
98 NIBALI Antonio
ORICA GREENEDGE
101 GERRANS Simon
102 CHAVES Johan
103 DURBRIDGE Luke
104 HAYMAN Mathew
105 HEPBURN Michael
106 NIELSEN Magnus Cort
107 TUFT Svein
108 YATES Adam

RUSVELO
111 ARSLANOV Ildar
112 BALYKIN Ivan
113 IGNATENKO Petr
114 KUSTADINCHEV Roman
115 MAIKIN Roman
116 NYCH Artem
117 OVECHKIN Artem
118 SOLOMENNIKOV Andrei

SOUTHEAST PRO CYCLING
121 BELLETTI Manuel
122 FAVILLI Elia
123 FINETTO Mauro
124 FONZI Giuseppe
125 GAVAZZI Francesco
126 MONSALVE Jonathan
127 PONZI Simone
128 ZHUPA Eugert

TEAM CANNONDALE - GARMIN
131 MOSER Moreno
132 BETTIOL Alberto
133 HAAS Nathan
134 HESJEDAL Ryder
135 KOREN Kristjan
136 MARANGONI Alan
137 SKJERPING Kristoffer
138 ZEPUNTKE Ruben

TEAM KATUSHA
141 CARUSO Giampaolo
142
143 KOCHETKOV Pavel
144 KOZONCHUK Dmitry
145 PORSEV Aleksandr
146 TSATEVICH Aleksei
147 VICIOSO Angel
148 VORGANOV Eduard

TEAM LOTTO NL - JUMBO
151 VANMARCKE Sep
152 DE WEERT Kevin
153 FLENS Rick
154
155 MARTENS Paul
156
157
158 WAGNER Robert

TEAM NOVO NORDISK
161 HENTTALA Joonas
162 LEFRANCOIS Nicolas
163 LOZANO David
164 MEGIAS LEAL Javier
165 PERON Andrea
166 PLANET Charles
167 VERSCHOOR Martijn
168 WILLIAMS Christopher

TEAM SKY
171 VIVIANI Elia
172 FENN Andrew
173
174
175 KNEES Christian
176 PUCCIO Salvatore
177 STANNARD Ian
178 ZANDIO Xabier

TINKOFF SAXO
181 SAGAN Peter
182 BENNATI Daniele
183 BOARO Manuele
184 BODNAR Maciej
185 JUUL JENSEN Christopher
186 KREUZIGER Roman
187 SAGAN Juraj
188 TOSATTO Matteo

TREK FACTORY RACING
191 CANCELLARA Fabian
192 ARREDONDO Julian
193 FELLINE Fabio
194 IRIZAR Markel
195 POPOVYCH Yaroslav
196 ROULSTON Hayden
197 STUYVEN Jasper
198 WATSON Calvin



Link

Articoli correlati: -





 
Rispondi
#2
Sono 18 le squadre invitate alla nona edizione delle Strade Bianche - in programma sabato 7 marzo e organizzata dalla Gazzetta dello Sport - RCS Sport,- con partenza da San Gimignano e arrivo nello splendido scenario di piazza del Campo a Siena. Dove lo scorso anno ha colto il primo successo stagionale Michal Kwiatkowski diventato poi campione mondiale a Ponferrada.

Ecco le formazioni che prenderanno il via (12 UCI WorldTeam e 6 UCI Professional Continental Team) con 8 corridori ciascuna: Ag2r La Mondiale (Fra); Astana (Kaz); Bmc Racing Team (Usa); Etixx-Quick Step (Bel); Lampre-Merida (Ita); Movistar Team (Spa); Orica GreenEdge (Aus); Cannondale-Garmin (Usa); Katusha (Rus); Lotto NL-Jumbo (Ola); Sky (Gbr); Tinkoff-Saxo (Rus); Androni Giocattori (Ita); Bardiani CSF (Ita); Nippo-Vini Fantini (Ita); Rusvelo (Rus); Southeast (Ita); Novo Nordisk (Usa).

(comunicato stampa RCS Sport)
 
Rispondi
#3
PERCORSO MASCHILE
10 segmenti di strade bianche (50 km) con tratti di difficoltà a “5 stelle”



Percorso molto mosso e ondulato, sia sul piano planimetrico che altimetrico, privo di lunghe salite, ma costellato di strappi più o meno ripidi. Caratteristica peculiare è la presenza di circa 50 km di strade sterrate divise in 10 segmenti con fondo ben tenuto, ben battuto, privo di incursioni erbose e con scarso brecciolino sulla superficie.

Partenza da San Gimignano, primi 33 km ondulati su asfalto (si sfiora lo splendido abitato medievale di Monteriggioni) per raggiungere il primo segmento sterrato (2,2 km, difficoltà 2 stelle). Ancora 13 km in asfalto per affrontare il secondo segmento, forse il più facile della corsa (2,1 km, diff. 1 stella), perfettamente rettilineo sempre in leggerissima discesa. Solo 5 km separano a questo punto dal terzo segmento (5,9 km, diff. 4 stelle) che rappresenta la prima vera difficoltà della corsa, con un breve tratto in leggera discesa e un lungo tratto in salita a volte con pendenze attorno al 10%. Si raggiunge quindi Radi, dove si incontra il quarto segmento (4,4 km, diff. 2 stelle) e subito dopo il quinto (5,5 km, diff. 1 stella) all'interno del bosco, altimetricamente meno impegnativo.

Superato Buonconvento di affronta la salita di Montalcino, unica asperità di giornata (4 km – 5%). Scesa da Montalcino la corsa si immette nella ss.2 Cassia (rifornimento fisso km 105-108) per portarsi a San Quirico d’Orcia e quindi sfiorare Pienza per raggiungere il sesto segmento. Questo tratto di 36 km è il più lungo tratto asfaltato della corsa. Il sesto segmento (9,5 km, diff. 3 stelle) inizia in salita con un fondo piuttosto ruvido per portarsi a Lucignano d’Asso, fino a ritrovare l’asfalto in direzione Asciano. A Ponte del Garbo (Asciano) al km 147 inizia il settimo segmento sterrato di 11,5 km (quello più impegnativo della corsa, 5 stelle), prevalentemente in salita e caratterizzato da notevoli saliscendi tra i quali vanno citati quelli in prossimità di Monte Sante Marie che raggiungono bruscamente sia in salita che in discesa pendenze molto elevate (su brevi distanze).

Dopo Castelnuovo Berardenga si incontra un brevissimo sterrato di 300 m in piano prima di affrontare, dopo Monteaperti, l’ottavo settore di soli 800 m, ma con uno strappo sterrato con pendenze a doppia cifra prima di ritrovare l’asfalto a Vico d’Arbia e superare sempre su asfalto Pieve a Bozzone. Si affronta quindi il penultimo settore (di 2,4 km, 4 stelle) sulla strada in salita di Colle Pinzuto (pendenze fino al 15%). Al km 183,8 si incontra l’ultimo tratto sterrato (di 1,1 km, 3 stelle) con una sequenza di discesa secca seguita dal una ripida risalita (max 18%) che si conclude alle Tolfe. Al termine restano poco più di 12 km all’arrivo a Siena nel Campo.

Impegnativi anche gli ultimi chilometri, con pendenze fino al 16%. Si snodano per la prima parte all’esterno dell’abitato di Siena su strade larghe e lunghi rettifili collegati tra loro da ampie curve, prima in discesa e poi in leggera salita fino ai 2 km dall’arrivo, dove viene imboccata la via Esterna di Fontebranda con pendenze fino al 9%. A 900 m dall’arrivo si supera la Porta di Fontebranda e inizia la pavimentazione lastricata. La pendenza supera il 10% fino a raggiungere attorno ai 500 m dall’arrivo, in via Santa Caterina, punte del 16%. Segue una svolta decisa a destra nella via delle Terme e l’immissione in via Banchi di Sotto. Dai 300 m la strada è sempre in leggera discesa. Ai 150 m svolta a destra in via Rinaldini. Ai 70 m si entra nel Campo, ultimi 30 in discesa al 7%, traguardo pianeggiante.

(comunicato stampa RCS Sport)
 
Rispondi
#4
Al via anche la nazionale italiana con Marco Aurelio Fontana
 
Rispondi
#5
Cassani: confermo, Fontana farà la Strade Bianche
«Il terreno è adatto a lui, sarà utile per i compagni»

È atterrato a Dubai anche il commissario tecnico della Nazionale italiana Davide Cassani, venuto a seguire i molti azzurri presenti al Tour.
Prima del via, il ct regala subito una conferma: «Marco Aurelio Fontana correrà le Strade Bianche in maglia azzurra. Gli ho chiesto se fosse disposto a venire a disputare una corsa con noi, lui ha subito accettato con entusiasmo, ha valutato il calendario in base ai suoi impegni con la Cannondale Factory Racing e alla fine ha scelto le Strade Bianche, anche perché il terreno è sicuramente ideale per quelle che sono le sue caratteristiche di biker. Sono sicuro che i suoi consigli e la sua esperienza sullo sterrato potranno rivelarsi molto utili per quelli che saranno i suoi compagni di squadra».

da Dubai, Giulia De Maio per tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#6
Peter Sagan, alla ricerca del primo successo stagionale, capitanerà la Tinkoff-Saxo anche alla prossima Strade Bianche: loslovacco sarà sostenuto da una squadra molto competitiva e di grande esperienza, vista la presenza di uomini come Daniele Bennati, Roman Kreuziger, Maciej Bodnar e Matteo Tosatto. Completano il team di Bjarne Rijs Manuele Boaro, Christopher Juul-Jensen e Juraj Sagan.
 
Rispondi
#7
Cassani ha convocato Fontana, Canola, Lizde, Velasco, Braidot e Pettinà. Gli ultimi due sono biker. Ora sinceramente non capisco bene il senso, non vorrei che fosse solo una specie di spot del c.t. tipo "Guardate quanto siamo multidisciplinari". A proposito, multidisciplinarietà va benissimo, però fino a una certa età, portare su strada gente che fa la stagione intera di mountain bike e in inverno fa pure ciclocross, magari di trent'anni, non ha alcun obiettivo sportivo, solo promozionale (ma promozionale per il commissario tecnico e la federazione o per il ciclismo? La seconda mi va anche bene, la prima mica tanto). 
Se queste partecipazioni della nazionale alle gare normali servono a portare i biker su strada o a far fare qualche gara tra i professionisti ai dilettanti senza alcuna continuità, per me ne possiamo anche fare a meno. Non danneggiano nessuno, per carità, ma non credo che servano a niente.
 
Rispondi
#8
Sì, per adesso sembra più che altro un progetto promozionale, da vedere anche come "premio" per qualche corridore che si è distinto in altri ambiti. Però è praticamente il primo anno che viene fatta una roba del genere: Bettini ci aveva provato, ma era riuscito a fare non più di 5 gare in una stagione (e di solito tutte a ridosso dei mondiali). Con Cassani sembra aver più continuità. Vediamo come si sviluppa... Boh
 
Rispondi
#9
Qualcuno conosce gli orari della eventuale replica su Raisport?
 
Rispondi
#10
credo che queste cose non le sappiano neanche in Rai
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)