Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Tour de France 2015 | 12^ tappa: Lannemezan - Plateau de Beille
#1
Arrivo in salita 
La presentazione della 12^ tappa del Tour de France 2015: percorso con altimetria e planimetria, i dettagli degli ultimi chilometri; risultati con ordine d'arrivo e classifiche; video televisivo e fotografie; commenti, pronostici e scommesse.


giovedì 16 luglio 2015
Lannemezan > Plateau de Beille
12^ tappa - 195 km



Percorso
Presentazione

La terza tappa pirenaica raggiunge il dislivello e la distanza di una tappa di montagna vecchio stile. Quattro colli di lunghezza importante dislocati con regolarità lungo tutta la tappa e intervallati da altrettanti tratti di fondovalle. La traversata presente ripercorre le rotte ormai appartenenti alla memoria e alla tradizione di questa corsa. Ma, se Portet d'Aspet, La Core e il difficile arrivo a Plateu de Beille sono assai note a tutto il gruppo, il passaggio al Port de Lers ha un sapore leggermente più esotico. La località è assolutamente selvaggia, spersa tra i pascoli di montagna, piuttosto brutto l'asfalto e seguito da una discesa stretta che s'incunea nella silvestre vallata di Vicdessos. La strada, dopo Vicdessos, si fa più larga e confortevole, ma sempre in sostanziale discesa fino a Tarascon. Da lì, vallata dell'Ariège, in meno di 10 chilometri pianeggianti, meno di 20 complessivi da pedalare alla fine della discesa, si arriva all'inizio dell'erta di Plateau de Beille. Altro arrivo di salita lunga, assai simile nel chilometraggio e dislivello complessivo alla Pierre-Saint-Martin di due giorni prima, ma più regolare nella distribuzione dei suoi 1230 metri di dislivello lungo i 16 chilometri di ascesa. Un pizzico in più rispetto alla decima tappa: stesso tipo di sforzo, ma da profondere in capo ad una frazione assai più dura e variegata. Ci sono dunque: un arrivo in salita lungo e irregolare, in tappa senza altre ascese; un arrivo in salita facile in una tappa con tanto dislivello; un arrivo in salita lungo in una tappa ancora altimetricamente importante. Tre generi di tappa complementari, un crescendo rossiniano già più volte visto nei trittici montuosi della Grande Boucle. Assai probabile che gli arrivi in salita suggeriscano le ormai prevedibilissime strategie conservative, da battaglia relegata, pressoché confinata, agli ultimi chilometri. Chissà che le molte insidie nascoste tra le pieghe del percorso nei primi 9 giorni non costringano qualcuno dei molti attesi protagonisti a tentare la puntata forte già qui.

a cura di cicloweb.it


Gran Premi della Montagna:
Km Salita cat. note
57,5 Col de Portet-d'Aspet 2^ 4,3 km al 9,7%
93,0 Col de la Core 1^ 14,1 km al 5,7%
144,0 Port de Lers 1^ 12,9 km al 6%
195,0 Plateau de Beille HC 15,8 km al 7,9%

Cronotabella: download
Libro di Corsa: download



Risultati
ORDINE D'ARRIVO
1. Joaquim Rodriguez (Katusha) 5h40'14''
2. Jakob Fuglsang (Astana) +1'12''
3. Romain Bardet (AG2R) +1'49''
4. Gorka Izagirre (Movistar) +4'34''
5. Louis Meintjes (MTN) +4'38''
6. Jan Barta (Bora-Argon 18) +5'47''
7. Romain Sicard (Europcar) +6'03''
8. Mikael Cherel (AG2R) +6'28''
9. Alejandro Valverde (Movistar) +6'46''
10. Christopher Froome (Team Sky) +6'47''

Ordine d'arrivo completo
CLASSIFICA GENERALE
1. Christopher Froome (Team Sky) 46h50'32''
2. Tejay Van Garderen (BMC) +2'52''
3. Nairo Quintana (Movistar) +3'09''
4. Alejandro Valverde (Movistar) +3'58''
5. Geraint Thomas (Team Sky) +4'03''
6. Alberto Contador (Tinkoff-Saxo) +4'04''
7. Robert Gesink (LottoNL-Jumbo) +5'32''
8. Tony Gallopin (Lotto Soudal) +7'32''
9. Vincenzo Nibali (Astana) +7'47''
10. Bauke Mollema (Trek) +8'02''

Resoconto classifiche completo



Highlights




Link


Articoli correlati:





 
Rispondi
#2
Piccola curiosità:tutti i tempi di scalata a Plateau de Beille.
[Immagine: CJ91OXfW8AAfdCy.png:large]
 
Rispondi
#3
Andrebbe specificato il tipo di tappa.
Ad esempio nel 2007 se non sbaglio ci fu una salita all'inizio e basta, da qui il tempo di Contador, mentre nel 2011 era il tappone come nel '98.
 
Rispondi
#4
Certo che vedere Vanendert insieme agli altri tre :-/
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Luciano Pagliarini
#5
Comunque se Movistar vuole vincere questo Tour, domani sarà l'occasione principale per iniziare a farlo.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Cannondale
#6
La Sky si può assolutamente attaccare, secondo me non ha ancora espresso tutto il suo potenziale. Ok, Thomas e Porte sono fortissimi ma (questo soprattutto per chi straparla di doping) Kennaugh, Poels, Roche e Konig per ora stanno deludendo...
 
Rispondi
#7
Che devono fare, il treno fino al traguardo?
 
Rispondi
#8
Chi vince a Plateau de Beille vince il Tour: Pantani, Armstrong, Contador, Vanendert Asd
 
Rispondi
#9
Domani giornata più calda del Tour...
 
Rispondi
#10
domani speriamo nello spettacolo almeno, oggi mi sono addormentato addirittura appena iniziato il tourmalet, Majka potrebbe pure riprovarci per prendere punti nei gpm se punta anche quest'anno alla maglia a pois, magari ci riprova anche D. Martin che nei primi gpm di giornata duelleva con Voeckler
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)