Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Tour de France 2015 | 15^ tappa: Mende - Valence
#1
Montagna 
La presentazione della 15^ tappa del Tour de France 2015: percorso con altimetria e planimetria, i dettagli degli ultimi chilometri; risultati con ordine d'arrivo e classifiche; video televisivo e fotografie; commenti, pronostici e scommesse.


domenica 19 luglio 2015
Mende > Valence
15^ tappa - 183 km



Percorso
Presentazione

Proviamo a immaginarla, questa frazione interlocutoria ma domenicale, quindi con pubblico moltiplicato (e di conseguenza moltiplicata voglia di far bene da parte di tanti, se non di tutti). Magari va la fuga all'inizio e la rivedono dopo la fine, e amen. Ma chi lo sa. Il percorso è incerto, incastonato tra le salitelle del giorno prima e quelle del giorno dopo, e - più ad ampio raggio - tra i Pirenei e le Alpi... le chance per i velocisti nella Boucle sono poche, questa potrebbe esserlo, epilogo allo sprint e di nuovo amen... Però non si riesce a non immaginare le prime due ore di gara a ritmo sostenutissimo, tutti che vogliono andare all'attacco, magari lanciandosi già sulla Côte de Badaroux (5 km al 5%, non male) in avvio; dopo 70 km, due rampette segnate da traguardo Gpm (Col du Bez e Col de la Croix de Bauzon) sono seguite da quasi 20 km di discesa che promettono di rimescolare tutto. Qui la fuga - se sarà in atto - potrebbe vedere ulteriori rientri, qualcuno potrebbe addirittura tentare l'imboscata, e comunque il gruppo risulterà matematicamente frazionato tra uno strappata e l'altra: perdere contatto, trovare un buco, è un attimo. Le pendenze non sono elevate, siamo tra il 4 e il 6%, ci vorrà potenza; ma ci vorrà occhio e capacità di guidare, perché le curve (soprattutto nella prima metà della picchiata) sono tantissime. E una volta arrivati in fondo? Quanto ci vorrà perché la situazione di gara ritrovi una sua linearità? Ce la si farà nel giro di un venti-trenta chilometri a ricompattare tutto? Ce lo chiediamo perché poi, appunto dopo circa 25 km di fondovalle, l'altimetria trova un nuovo dentone, il Col de l'Escrinet. E si tratta di 8 km al 6% scarso, comunque molto regolari. Se ci si arriva col plotone diviso in gruppetti, può venirne un inseguimento entusiasmante. La successiva discesa verso Privas, dolcissima, a tratti quasi da doppia fila malgrado qualche curva cieca, misura 15 km e termina a 45 dalla conclusione. E quindi, in ogni caso, lo spazio per ripianare ogni debito, in questo finale, c'è eccome. L'eventualità che tutto si risolva in un nulla di fatto, dopo una fase iniziale-centrale scoppiettante, è alta. Ma quel che è certo è che le energie saranno spese, e tante. E anche questo peserà, in avvio di terza e decisiva settimana del Tour.

a cura di cicloweb.it


Gran Premi della Montagna:

Km Salita cat. note
9,5 Côte de Badaroux 3^ 4,6 km al 5,1%
69,5 Col du Bez 4^ 2,6 km al 4,4%
73,5 Col de la Croix de Bauzon 4^ 1,3 km al 6,2%
126,5 Col de l'Escrinet 2^ 7,9 km al 5,8%

Cronotabella: download
Libro di Corsa: download



Risultati
ORDINE D'ARRIVO
1. André Greipel (Lotto Soudal) 3h56'35''
2. John Degenkolb (Giant-Alpecin)
3. Alexander Kristoff (Katusha)
4. Peter Sagan (Tinkoff-Saxo)
5. Edvald Boasson Hagen (MTN)
6. Ramunas Navardauskas (Cannondale-Garmin)
7. Christophe Laporte (Cofidis)
8. Michael Matthews (Orica-GreenEdge)
9. Davide Cimolai (Lampre-Merida)
10. Florian Vachon (Bretagne-Séché)

Ordine d'arrivo completo
CLASSIFICA GENERALE
1. Christopher Froome (Team Sky) 56h02'19''
2. Nairo Quintana (Movistar) +3'10''
3. Tejay Van Garderen (BMC) +3'32''
4. Alejandro Valverde (Movistar) +4'02''
5. Alberto Contador (Tinkoff-Saxo) +4'23''
6. Geraint Thomas (Team Sky) +4'54''
7. Robert Gesink (LottoNL-Jumbo) +6'23''
8. Vincenzo Nibali (Astana) +8'17''
9. Tony Gallopin (Lotto Soudal) +8'23''
10. Bauke Mollema (Trek) +8'53''

Resoconto classifiche completo



Highlights




Link


Articoli correlati:





 
Rispondi
#2
Qualcuno mi spieghi il senso di questa tappa.
 
Rispondi
#3
Trapassare il paese gaelico da ovest ad est, in modo tale da congiungere, non solo simbolicamente, ma anche fisicamente due realtà diverse, ma con molte similitudini. Dai Pirenei, con le loro valli calde e ricche di acqua termale, si passa all'alpino dominio, tanto bello quanto terribile per i nostri eroi sulle due ruote.

Comunque ci stanno queste frazioni dai, non si possono mettere montagne su montagne ogni giorno.
 
Rispondi


[+] A 4 utenti piace il post di lordkelvin
#4
queste tappe sono messe per dare un'occasione di vittoria a Sagan, ma lui non vuole proprio vincerla sta tappa
 
Rispondi
#5
(17-07-2015, 08:50 PM)DUILIO Ha scritto: Qualcuno mi spieghi il senso di questa tappa.

Più che altro metterla di domenica... Sgrat
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di SarriTheBest
#6
Al Tour non è mai fregato tanto mettere le tappe più interessanti nel weekend, quella è più una tradizione italiana.
 
Rispondi
#7
Chi farà vincere a 'sto giro Sagan...?! :D

Finale non proprio semplice semplice comunque, con quella rotonda negli ultimi 400-500 metri che potrebbe rompere un po' le scatole. Sese
 
Rispondi
#8
io punto sulla fuga
 
Rispondi
#9
Vedendo come si sono comportati a Rodez direi che la Giant può aver voglia di tener chiusa la corsa, anche perchè il terreno per farlo c'è, Cav e Greipel possono essere staccati lungo il percorso e Sagan arriva sempre secondo...

La Tinkoff non so come si comporterà, potrebbe darsi che Sagan si sia giocato il jolly della sua squadra l'altroieri e non lo aiuteranno più fino a Parigi. Poi forse Peter avrebbe la convenienza a far andare la fuga per non rischiare nulla in ottica maglia verde.
 
Rispondi
#10
27 corridori avanti,ma la squadra di Kristoff non lascia spazio per il momento!!
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)