Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Tour de France 2016 | 2^ tappa: Saint Lô - Cherbourg en Cotentin
#1
Arrivo in salita 
La presentazione della 2^ tappa del Tour de France 2016: percorso con altimetria e planimetria, i dettagli degli ultimi chilometri; risultati con ordine d'arrivo e classifiche; video televisivo e fotografie; commenti, pronostici e scommesse.


domenica 3 luglio 2016
Saint Lô > Cherbourg en Cotentin
2^ tappa - 183 km



Percorso
Presentazione

Se l’apertura è stata disegnata per le ruote veloci non altrettanto si può dire per la seconda frazione, anch’essa interamente compresa nel dipartimento della Manica, con la partenza posta nel capoluogo Saint Lô. Anche in questa giornata allerta massima per il pericolo ventagli ma, a differenza di sabato, qui si pedala respirando a pieni polmoni l’aria marina ininterrottamente dal km 90 al km 145. Nel primo terzo di gara tre semplici gpm: nell’ordine saranno affrontati la Côte de Torigny les Villes (km 10), la Côte de Montabot (km 23) e la Côte de Montpinchon (km 52). Decisamente diverso rispetto alle 24 ore precedenti il finale: ai meno 3 km dal termine inizia la prima ascesa di terza categoria del Tour, la Côte de La Glacerie. Lungo neppure 2 km questo stappo presenta pendenze esigenti nel tratto centrale, con punte del 14% per una pendenza media del 6.5%. Da qui mancano solamente 1500 metri alla conclusione: praticamente pianeggianti i primi 800 metri, al 5.7% medio i rimanenti 700 metri. Frazione adatta ai puncheur o per gente come Sagan e Van Avermaet; gli uomini di classifica dovranno correre in maniera attenta, restando nelle primissime posizioni per evitare improvvisi buchi e inutili perdite di secondi.

a cura di cicloweb.it


Gran Premi della Montagna:
Km Salita cat. note
10,0 Côte de Torigny-les-Villes 4^ 1,4 km al 5,7%
23,0 Côte de Montabot (D28-D98) 4^ 1,9 km al 5%
52,0 Côte de Montpinchon 4^ 1,2 km al 5,9%
181,5 Côte de La Glacerie 3^ 1,9 km al 6,5%

Cronotabella: download
Libro di Corsa: download



Risultati
ORDINE D'ARRIVO
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

Ordine d'arrivo completo
CLASSIFICA GENERALE
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

Resoconto classifiche completo



Highlights






Link

Articoli correlati: -





 
Rispondi
#2
Se già Sagan partiva con il favore dei pronostici, le cadute di oggi di Boasson e Matthews potrebbero/dovrebbero spianargli la strada. Sese
 
Rispondi
#3
Però esiste l'incognita degli uomini di classifica...alla Rai hanno intervistato Zanini(Astana) che parlava di un tracciato molto vallonato oltre alle due asperità finali,e ha fatto intendere che la squadra può provare qualcosa.
 
Rispondi
#4
Mah, il Tour è lungo, starei piuttosto attento a non sciupare energie. 
La cote a 8 km dal traguardo è poco più di un cavalcavia, con pendenze modeste, qualcuno proverà ma mi sembra impossibile andare all'arrivo. 
Una fuga qualificata a partire dalla fase più vallonata, diciamo ultimi 50 km. , in cui lanciare un Fuglsang ad esempio, non è facile venga lasciata andare con la maglia gialla a portata di mano per diversi corridori. Probabile ci sia già una fuga davanti, tenuta sotto controllo dal gruppo. 
Finale per velocisti con gambe da cote e corridori esplosivi, facile invece perdere dei secondi, in casa Astana cercherei piuttosto di non perderne molti, soprattutto dagli altri uomini da generale. 
Poi, ovviamente, in corsa può accadere di tutto  Sisi
 
Rispondi
#5
(02-07-2016, 06:58 PM)SarriTheBest Ha scritto: Se già Sagan partiva con il favore dei pronostici, le cadute di oggi di Boasson e Matthews potrebbero/dovrebbero spianargli la strada. Sese

Beh ma la kryptonite di Sagan si chiama Greg Van Avermaet.
 
Rispondi
#6
La tappa odierna assomiglia tanto a quella di Boulogne Sur Mer del Tour 2012, quando Sagan vinse e umiliò Boasson Hagen beffeggiandolo sul traguardo.
 
Rispondi
#7
Partenza forse sotto la pioggia,ma in miglioramento....vento laterale.
 
Rispondi
#8
(02-07-2016, 07:02 PM)Italbici Ha scritto: Però esiste l'incognita degli uomini di classifica...alla Rai hanno intervistato Zanini(Astana) che parlava di un tracciato molto vallonato oltre alle due asperità finali,e ha fatto intendere che la squadra può provare qualcosa.

Mah... rimane terreno molto adatto a Sagan.
Anche se i big si muovessero, ci rimarrei male se lui si staccasse: insomma, è uno strappettino giusto per le sue caratteristiche, siamo ad inizio Tour e le gambe dei big c'hanno sempre da fare il rodaggio.

L'Astana temo possa avere un po' paura di questo finale, visto che Aru non è proprio un fenomeno sugli strappettini. Nibali tutto da vedere. Non so quanto possa convenire muoversi oggi.
Uguale per gli altri big.
Contador bisogna vedere se e come si è ripreso.

Vediamo come butta il tempo. Ma se tutto fila liscio, mi pare strano che i big possano infastidire gli uomini da classiche Sese
 
Rispondi
#9
Ultimi 10km...secondo me ci saranno piccoli distacchi,proprio per la tortuosità del percorso.
[Immagine: CmbltLzXEAEu8fB.jpg:large]
 
Rispondi
#10
Benedetti, Voss, Stuyven e Breen in fuga con quasi 3 minuti sul gruppo.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)