Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Tour de France 2017 | 3^ tappa: Verviers - Longwy
#1
Montagna 
La presentazione della 3^ tappa del Tour de France 2017: percorso con altimetria e planimetria, i dettagli degli ultimi chilometri; risultati con ordine d'arrivo e classifiche; video televisivo e fotografie; commenti, pronostici e scommesse.


lunedì 3 luglio 2017
Verviers > Longwy
3^ tappa - 212,5 km



Percorso
Presentazione

Si parte da Verviers, si taglia longitudinalmente tutto il Lussemburgo e si approda in Francia a Longwy, di nuovo attraverso più di 200 km di tappa. E il finale si presta a lotta tra finisseur. Vediamo come: il percorso è misto, ci sono salitelle (alcune – tre – marcate da traguardo Gpm) nella prima metà, poi a 100 km dalla fine il tutto diventa più scorrevole. Sia come sia, poca rilevanza, visto lo spazio che manca all’arrivo. Gli ultimi venti chilometri offrono spunti: la Côte de Villers-la-Montagne, quarto Gpm di giornata, è piazzata ai -15, ma è talmente breve (un chilometro) che è azzardato ipotizzare che qualcuno possa staccarsi. Però le strade si fanno strette, tutti vorranno prendere la salita davanti, ci sarà grande tensione. Dopo la cosiddetta vetta, gran volatona fino alla rampa d’arrivo, preceduta da una discesina (dai -6 ai -4), come dire: altro nervosismo. La rampa, dicevamo: un chilometro e mezzo in totale, primi 500 metri all’8%, secondi al 6, terzi al 4… un Poggio in mini-mini-miniatura. Volata in salita, diciamo, col rischio (per i vari Sagan, Van Avermaet, Gilbert) di ritrovarsi ancora tra i piedi un velocista puro in giornata di grazia, e in grado di superare bene, di potenza, la prima metà di strappetto; anche perché ai 600 metri un tornante secco farà calare l’andatura, ci saranno riappallamenti, qualcuno da dietro potrebbe clamorosamente rientrare in gioco. Si chiama Côte des Religieuses, ma non ci sarà tempo di pregare.

a cura di cicloweb.it


Gran Premi della Montagna:
Km Salita cat. note
18,0 Côte de Sart 4^ 2,8 km al 5,1%
105,5 Côte de Wiltz 4^ 3,1 km al 4,8%
120,5 Côte d'Eschdorf 3^ 2,3 km al 9,3%
197,0 Côte de Villers-la-Montagne 4^ 1,1 km al 5,2%
212,5 Longwy 3^ 1,6 km al 5,8%

Cronotabella: download
Libro di Corsa: download



Risultati
ORDINE D'ARRIVO
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

Ordine d'arrivo completo
CLASSIFICA GENERALE
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

Resoconto classifiche completo



Highlights






Link

Articoli correlati: -





 
Rispondi
#2
Finale con strada stretta,sarà una lotta feroce per le prime posizioni.
2km all'arrivo...
[Immagine: DDzEFtNXgAAcph4.jpg]
 
Rispondi
#3
Uh, davvero stretta. Finale molto molto interessante allora: ci vuole niente a rimanere attardato, se non hai la squadra forte. Mi sarebbe piaciuto anche Colbrelli, ma dopo aver visto questa foto mi vengono tanti dubbi sul suo nome...
 
Rispondi
#4
In fin dei conti il tracciato è mosso...chi tiene la corsa cucita oltre la Bora?la Quick step una tappa l'ha già vinta,nonostante abbia 2-3 frecce potrebbe anche non tirare....la Sunweb può dare una mano alla Bora,mentre la Bmc dubito che spenda energie...
 
Rispondi
#5
La Quick Step può entrare in ballo anche per il discorso maglia gialla con Trentin (e farlo praticamente in Belgio sarebbe super Sbav ); la Sunweb deve collaborare per forza, visto che per Matthews è un traguardo ottimo (e già ieri ha perso un po' di punti in ottica maglia verde).
Pure la Dimension Data potrebbe essere interessata, visto che Boasson ha dimostrato buona gamba nella cronometro: tanto loro hanno da pensare solo alle tappe. Sese

Comunque, sì: una fuga giusta, ma anche un finale "antipatico" tra rotonde, stradine ecc, potrebbe cambiare ogni pronostico.
Mmm
 
Rispondi
#6
Pure l'Orica con Albasini e Chaves.

Poi in genere loro tirano anche quando non dovrebbero.
 
Rispondi
#7
Sì, sarebbe da Orica tirare oggi... Asd
 
Rispondi
#8
6 in fuga:Hansen, Politt, Sicard, Brown, Hardy e Backaert.
 
Rispondi
#9
Oggi per quanto riguarda i velocisti, la mano sul fuoco la metterei solo per Matthews e Sagan. Gli altri sono molto più dubbioso resistano, anche se Demare e Colbrelli ce la possono fare.
 
Rispondi
#10
1'40" il vantaggio quando mancano 160km.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)