Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Tour de France 2020 | 8a tappa: Cazères-sur-Garonne > Loudenvielle
#41
(05-09-2020, 06:23 PM)Luciano Pagliarini Ha scritto: Sconfitto mi pare una parola forte.

Probabilmente ho usato un termine non totalmente appropriato però credo che la Jumbo stia giocando un pò troppo con il fuoco. Roglic da l'impressione di essere superiore a tutti (se facessimo un sondaggio credo che tutti lo indicherebbero come favorito), a mio avviso dovrebbe cominciare a raccogliere qualche frutto, allontanando quei corridori pericolosi che al momento paiono un poco sotto tono come Bernal; non necessariamente i valori potrebbero rimanere questi per tutte le tre settimane. Intanto hanno bruciayo Dumoulin, per ottenere cosa?
 
Rispondi
#42
Dumo più che bruciato non ne aveva proprio per la generale, già lo aveva capito l'altro giorno
 
Rispondi
#43
(05-09-2020, 06:29 PM)jwill Ha scritto:
(05-09-2020, 06:23 PM)Luciano Pagliarini Ha scritto: Sconfitto mi pare una parola forte.

Probabilmente ho usato un termine non totalmente appropriato però credo che la Jumbo stia giocando un pò troppo con il fuoco. Roglic da l'impressione di essere superiore a tutti (se facessimo un sondaggio credo che tutti lo indicherebbero come favorito), a mio avviso dovrebbe cominciare a raccogliere qualche frutto, allontanando quei corridori pericolosi che al momento paiono un poco sotto tono come Bernal; non necessariamente i valori potrebbero rimanere questi per tutte le tre settimane. Intanto hanno bruciayo Dumoulin, per ottenere cosa?

Sono d'accordo con la prima parte, meno con la seconda. Dumoulin s'è bruciato da solo, faceva fatica già sul Balès.

Oltre al fatto che per me non poteva esserci miglior notizia per Roglic.

Comunque bisogna considerare che ci sono anche gli altri.

Oggi Bernal ha fatto una tiratona per non dare il tempo al trio Roglic, Quintana, Pogacar di trovare l'accordo.

Lo stesso Quintana in salita va forte, fortissimo. E, a ragione o torto non lo so, ha deciso di non voler collaborare con Roglic.

Per me a Nairo conveniva andarsene con gli sloveni, mettere un minuto su quelli dietro e dire: "Da domani ce la giochiamo tra di noi". Ma, purtroppo per Roglic, io non sono Nairo.
 
Rispondi
#44
(05-09-2020, 06:36 PM)Luciano Pagliarini Ha scritto:
(05-09-2020, 06:29 PM)jwill Ha scritto:
(05-09-2020, 06:23 PM)Luciano Pagliarini Ha scritto: Sconfitto mi pare una parola forte.

Probabilmente ho usato un termine non totalmente appropriato però credo che la Jumbo stia giocando un pò troppo con il fuoco. Roglic da l'impressione di essere superiore a tutti (se facessimo un sondaggio credo che tutti lo indicherebbero come favorito), a mio avviso dovrebbe cominciare a raccogliere qualche frutto, allontanando quei corridori pericolosi che al momento paiono un poco sotto tono come Bernal; non necessariamente i valori potrebbero rimanere questi per tutte le tre settimane. Intanto hanno bruciayo Dumoulin, per ottenere cosa?

Sono d'accordo con la prima parte, meno con la seconda. Dumoulin s'è bruciato da solo, faceva fatica già sul Balès.

Oltre al fatto che per me non poteva esserci miglior notizia per Roglic.

Comunque bisogna considerare che ci sono anche gli altri.

Oggi Bernal ha fatto una tiratona per non dare il tempo al trio Roglic, Quintana, Pogacar di trovare l'accordo.

Lo stesso Quintana in salita va forte, fortissimo. E, a ragione o torto non lo so, ha deciso di non voler collaborare con Roglic.

Per me a Nairo conveniva andarsene con gli sloveni, mettere un minuto su quelli dietro e dire: "Da domani ce la giochiamo tra di noi". Ma, purtroppo per Roglic, io non sono Nairo.

Scusa allora probabilmente mi sono perso il momento in cui Quintana non ha accettato di collaborare, credevo che anche Roglic avesse deciso di far abortire l'azione di sua volontà, in tal caso le responsabilità della Jumbo si affievoliscono. Comunque mi pare che Nairo più volte in carriera abbia manifestato questa scarsa propensione a prendere iniziative preferendo correre di conserva.
 
Rispondi
#45
Giornata di solito incomprensibile attendismo, illuminata dal talento abbagliante di Pogacar.
Il giovane sloveno mi pare proprio di un altro livello, una facilità di pedalata che nessuno ha. Il contrattempo di ieri pesa, ma ad oggi mi sembra con il connazionale il favorito di questo Tour.

Giornata brutta per la Jumbo, ma con anche qualche nota lieta. Innanzitutto il solito maestoso che WVA che fa proprio il cazzo che vuole. E poi l'aver definito le gerarchie in casa è una manna per Roglic, in più abbiamo visto che Dumoulin come gregario può essere devastante.
Ok che non vuole prendere la maglia, però Roglic secondo me sta sbagliando; quell'attacco a 3 lui e Nairo dovevano portarlo avanti per far fuori (o almeno prendere vantaggio) Bernal e tanti altri, che potrebbero diventare pericolosi col passare dei giorni. Lui ha sempre accumulato vantaggio nei primi giorni, lasciare la classifica così corta è un rischio ENORME.

Bernal bravo a salvarsi ma non ha una buona gamba. E' uomo da terza settimana, ma questa situazione mi sembra la classica in cui è più facile calare che crescere di tono.

Contento per nonno Nans Peters. Un corridore che mi era piaciuto già lo scorso Giro, spero di vederlo in battaglia per la pois.
 
Rispondi
#46
Comunque il Bales l'han fatto forte e il Peyresourdre l'hanno preso di petto, ma alla fine, a parte Pogacar, sono arrivati una ventina assieme.
La distanza della tappa non permette grandi distacchi e appiattisce i valori.
In più trovo vergognoso che siano stati dati 10 minuti in 100 km alla fuga.
 
Rispondi
#47
Pogi dovrebbe aver fatto il tempo sul Peyresourde..

Ma le stime sul wattaggio credo saranno sballate dal forte vento a favore
 
Rispondi
#48
attimo perché Pogi ha i dati pubblicati su strava

24'08 a 428 watt
segmento Peyresourde depuis Bales 9,53 km 688 metri di dislivello 23,7 kmh 1711 di vam.. se pesa fra i 66 e i 64 kg sono fra i 6,69 e i 6,5 wkg... non i 6,8 wkg stimati. non male ma comunque uno sforzo di 24 minuti non di più
 
Rispondi
#49
La tappa di oggi, anche se può apparire superfluo, ha ulteriormente mostrato quel semi-fuoriclasse che risponde al nome Wout e all'agnomen Van Aert; un probabile campione da GT, ovvero Tadej Pogacar e un corridore forte che rischia di perdere parte del proprio smalto, per eccesso d'attendismo, Primoz Roglic. Il resto, nello squallido panorama del sonnifero Tour de France, ha mostrato un Bernal che ha doti notevoli, potremmo dire da campione, ma è nella squadra che non doveva MAI scegliere. I suoi ritardi, infatti, come quelli di altri del resto, hanno una genesi che sta fra i santoni della cosiddetta preparazione: una stagione strana nelle date e nelle composizioni, rappresenta il massimo della resistenza nella legge di Ohm di quegli spesso tristi figuri. Sarà, ma quel team che ha fatto fruttare esageratamente delle poco più che ciofeche, avendo fra le mani un vero talento, potrebbe........rovinarlo. Mi dispiace! Spero di sbagliarmi, ma solo ed unicamente per lui, perché quel team, per il bene del ciclismo, con o senza il vincitore uscente del Tour, dovrebbe chiudere.
In ogni caso, la crisi delle corse a tappe, da quando s'è levata l'orgia anglosassone, è lapalissiana, ed il gap col talentuoso ciclismo delle classiche e delle prove di un giorno, è aumentato alla potenza.
 
Rispondi
#50
Cmq sarà più forte ora con anche un Tour in saccoccia ma a me Bernal gasava di più l'ultimo anno in Androni/primo in Sky cioè prima che potessero mettere le mani su di lui
 
Rispondi
#51
Comunque un eventuale Quintana su questi livelli per tutto il Tour sarebbe un bruttissimo cliente per Bernal.

Perché il Col de la Loze, che è chiaramente la salita di Egan, è anche perfetto per Quintana.
 
Rispondi
#52
Asd

ho usato un modem per decriptare in tempo reale i computerini dei corridori al Tour e ho scoperto nei dati di Pogacar che

i suoi 2 migliori 20' all'interno della tappa sono stati rispettivamente 432 w sul Peyresourde e 404 w in tratto del Bales (che poi sul Bales ha fatto 30' addirittura a 404 watt). Allora non so se valga lo stesso per i pro ma la media fa 418 watt (soglia) che diviso 64 sforerebbe la tabella di Coggan & Allen mentre diviso 66 fa 6.3 periodico. Sarebbe tanta roba

non immaginavo avessero fatto anche il Bales così forte

sempre analizzando questi dati che ho rubato ai corridori tramite questi mezzi tecnologici non mi torna qualcosa sul Bales

stesso tempo, 30'

Kamna 356
Tejada 378
Pogacar 404 Mmm

Pogacar che dovrebbe essere stato più al coperto degli altri due dovrebbe pesare tanto di più di Kamna e Tejada che vengono dati su google a 65 e 63 kg. Probabile che pesi davvero sui 66 kg Pogacar forse anche più ma anche probabile che il suo misuratore sovrastimi un attimo.

Allora forse per questo ha messo in pubblico i dati così da far spaventare gli altri che studiando le curve di potenze domani dalle ammiraglie daranno l'ordine ai corridori di andare più piano per paura di Pogacar

Asd
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Tommeke23
#53
Dumoulin va piano anche perché gli altri vanno forte.

Peccato che questo Tour non sia degno teatro per una lotta tra gente come Roglic, Pogacar, Bernal e Quintana.
 
Rispondi
#54
 
Rispondi
#55
Con il senno di poi, è stato un grossissimo errore per Roglic regalare* 40" a Pogi. A conti fatti avrebbe perso il Tour per 19", ma da un punto di vista mentale Tadej non avrebbe avuto quella convinzione e Primoz si sarebbe gestito meglio. Un conto è iniziare la salita sapendo di avere solo 10/20" di margine,  un conto è avere ancora 1'20" da gestire su 5 Km di salita. E la testa fa la differenza. 

Ovviamente si fa pour parler

*Con regalare non intendo sminuire l'azione di forza di Pogi, ma per quanto fatto vedere credo che Primoz non avrebbe avuto problemi a seguire il connazionale.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)