Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Tour de France 2021 | 7^ tappa: Vierzon - Le Creusot
#1
Categoria World Tour 
[Immagine: 3c82e]
 
Rispondi
#2
Nel commento a questa tappa Prudhomme scrive che il Tour ha il piacere di offrire la tappa più lunga degli ultimi 21 anni... Motivo di vanto o di vergogna fate voi! 
Certo, nel panorama di tappette e tappine questa frazione brilla come un gioiello, con i suoi 249 km. e i suoi 3.000 metri di dislivello. 
Tra l'altro, nella situazione di distacchi significativi creatasi tra cadute e le sberle distribuite da Pogacar nella crono, tappa che si presta ad attacchi e a mettere alla prova la UAE. 
Al di là della fuga di giornata, che potrebbe anche arrivare, ci sta una occhiata alle ultime tre cote: 

[Immagine: tour-de-france-2021-stage-7-climb-n3-4eeba3ba2a.jpg]

[Immagine: tour-de-france-2021-stage-7-climb-n4-cd24265bf5.jpg]

[Immagine: tour-de-france-2021-stage-7-climb-n5-9ae40531ba.jpg]


Tappa decisamente da seguire! 
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di OldGibi
#3
Pogacar e van der Poel vanno via insieme nel finale e buonanotte a tutti.

Magari potrebbero aggiungersi Alaphilippe o un Roglic in via di guarigione.
 
Rispondi
#4
Beh, se gli altri vogliono attaccare non possono certo aspettare la parte in doppia cifra del Signal d'Uchon, dove pochi potrebbero restare con Pogacar... 15 km. al traguardo, tra discese e l'ultima cote, non li prenderebbero più... 
Tastare il polso alla UAE ci starebbe, che poi ci provino è altro discorso. 
 
Rispondi
#5
Gli ultimi 1700 del Signal d'Uchon sono duri duri. Perfetti per Pogacar Alaf e Roglic più che è per MvdP, che però è un fenomeno e non si sa mai, magari potrebbe anche anticipare.
 
Rispondi
#6
Non credo che i muri di Castelfidardo fossero particolarmente meno duri.
 
Rispondi
#7
Vero, anche la salita della prima tappa che ha vinto allo Svizzera era simile. Forse la mia è più una percezione che la realtà, data dal fatto che ha un fisico completamente diverso dagli altri che ho citato e che non avendo davvero mai puntato Liegi e Freccia ho meno riferimenti per le sue prestazioni su quel tipo di salite.
Però che lui parta ai -50 senza senso ci spero sempre Asd
 
Rispondi
#8
Senza fare grossi giri di parole...

Dio ti prego..... Castelfidardo 2.0
 
Rispondi
#9
@VincenzoNibali Cool
 
Rispondi
#10
Ecche è successo per disegnare una tappa del genere ? Blink
 
Rispondi
#11
Da non escludere che qualche corridore che non fa paura possa prendere la maglia gialla dalla fuga domani.

La Alpecin immagino lascerà andare, tanto la perderebbe lo stesso il giorno dopo.
 
Rispondi
#12
Anche io pensavo alla fuga, magari con maglia Gialla di passaggio, ma a riguardare tappa e situazione comincio a dubitarne. 
Per MvdP potrebbe trattarsi non solo del tenere la Gialla ma anche di una bella occasione di vincere una seconda tappa. Idem per Alaphilippe. Non mi stupirei se Alpecin e DQS gestissero la fuga. 
Se così fosse, non ci sarebbe lo spazio per attacchi di "seconde linee" sulla cote precedente (quindi, senza tastare il polso alla UAE), tutto andrebbe verso attacchi dei big sulla parte dura della Signal d'Uchon. 
 
Rispondi
#13
Il fatto è che gestire una fuga per 250 km è molto difficile, e penso si possa creare una fuga anche di 10 uomini.

La DQS ha già tirato quasi tutte queste tappe, già oggi aveva mandato in fuga Asgreen per evitare di tirare. Li vedo più attaccanti che inseguitori domani.

La Alpecin non so quanto davvero ci tenga a tirare tutta la tappa, però vediamo...
 
Rispondi
#14
Si penso anch'io alla fuga.

Spero però almeno ci siano due corse in una e non come capitava al Giro che il gruppo andava a spasso, si fermava al bar, ecc
 
Rispondi
#15
che il gruppo vada a spasso ci credo poco,molto probabile che MVDP voglia provare a vincere in maglia gialla e che Alaphilippe invece voglia provare a vincere un'altra tappa,quindi tutto dipende da quanti e da chi provera' la fuga,se partono uomini forti sara' dura controllare comunque
 
Rispondi
#16
Che bella questa alleanza Wout-Mathieu!

Onore anche ai vecchi campioni Cavendish, Nibali e Gilbert
 
Rispondi
#17
3'15" qua si può fare la storia secondo me
 
Rispondi
#18
Vincenzo Nibali, Toms Skujins e Jasper Stuyven (Trek-Segafredo), Philippe Gilbert, Harry Sweeny e Brent Van Moer (Lotto Soudal), Mathieu van der Poel e Xandro Muerisse (Alpecin-Fenix), Wout van Aert e Mike Teunissen (Jumbo-Visma), Kasper Asgreen e Mark Cavendish (Deceuninck-QuickStep), Imanol Erviti e Ivan Cortina (Movistar), Magnus Cort e Ruben Guerreiro (EF-Nippo), Jan Bakelants e Danny Van Poppel (Intermarché-Wanty-Gobert), Simon Yates (Team BikeExchange), Dylan van Baarle (Ineos Grenadiers), Patrick Konrad (Bora-Hansgrohe), Christophe Laporte (Cofidis), Victor Campenaerts (Qhubeka NextHash), Soren Kragh Andersen (Team DSM), Matej Mohoric (Bahrain Victorious), Hugo Houle (Astana-Premier Tech), Dorion Godon (AG2R Citroën) e Franck Bonnamour (B&B Hotels)

3' e 30" di vantaggio adesso. 
 
Rispondi
#19
Ma contando che Cavendish è in fuga e la fuga è corposa.
Per quale motivo la Bora non tira ? Hanno gia mollato per la maglia verde ?
 
Rispondi
#20
Aggiornate
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)