Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Tour de France, diciotto italiani al via della Grande Boucle
#1
Tour de France, diciotto italiani al via della Grande Boucle
Moser il più giovane, Tosatto il più esperto

Saranno 18, se non interverranno sorprese dell’ultima ora, i corridori italiani al via del Tour de France. Nessun pretendente dichiarato alla vittoria finale o ad un posto sul podio, molti possibili cacciatori di tappe e diversi uomini di fiducia che affiancheranno il loro capitani. Vediamoli nel dettaglio squadra per squadra:

La Astana schiera Enrico Gasparotto e Francesco Gavazzi: puntano entrambi a vittorie di tappa.

Manuel Quinziato farà parte della Bmc nella quale è uno degli uomini più fidati di Cadel Evans.

La Cannondale presenta 4 italiani vale a dire Moreno Moser, Alessandro De Marchi, Alan Marangoni e Fabio Sabatini. La stella del team è Peter Sagan e tutti lavoreranno per lui, anche se Moser avrà sicuramente un ruolo da battitore libero.

La Lampre Merida fa la parte del leone e ne schiera ben sette: Damiano Cunego, Matteo Bono, Davide Cimolai, Elia Favilli, Roberto Ferrari, Adriano Malori, Manuele Mori. Cunego curerà tappe e classifica, Ferrai è il velocista, Malori il cronoman, Favilli la possibile sorpresa.

Matteo Trentin sarà in forza alla Omega Quick Step nel treno di Mark Cavendish. il fresco campione di Gran Bretagna lo considera ormai elemento imprescindibile del suo treno.

Il bellunese Davide Malacarne sarà al via con la Europcar, squadra che ruoterà attorno a Rolland e Voeckler ma che sicuramente offrirà spazi per azioni importanti.

Nella Saxo Tinkoff al fianco di Alberto Contador correranno Matteo Tosatto e Daniele Bennati. mentre l'aretino andrà a caccia di punti e di piazzamenti importanti, il trevigiano si conferma, a 39 anni compiuti, come prezioso uomo di fiducia dello spagnolo.

Tosatto, nato il 14 maggio del 1974, è il più vecchio tra i nostri rappresentanti, mentre il più giovane è Moreno Moser, nato il 25 dicembre 1990.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#2
Pochi e neanche particolarmente buoni, ma un successo di tappa ci può scappare
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Gershwin
#3
Solo Gasparotto può vincere una tappa... però siete in tanti, quindi qualcosa potete portare a casa
 
Rispondi
#4
Malacarne potrà fare bene per me, se devo dire una "sorpresa" italiana
 
Rispondi
#5
Che schifo. La cosa più bella che può succedere è Damiano che vince la maglia a pois, ed è tutto tranne che facile.
 
Rispondi
#6
Se c'è un italiano che può vincere la maglia a pois è De Marchi
 
Rispondi
#7
Mah, De Marchi la vedo quasi impossibile, Cunego se rinuncia alla classifica e sta bene potrebbe avere qualche chances in più(poche). Ma tanto secondo me proverà a fare classifica,cosa imposibile vista la concorrenza quest anno. Vedremo.
 
Rispondi
#8
Cunego farà un Tour penoso perché passerà due settimane e mezzo a risparmiarsi per la tappa dell'Alpe d'Huez, dove riuscirà ad andare in fuga ma perderà contatto dagli altri 14 fuggitivi (tra cui Lagutin) all'inizio della salita finale
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Gershwin
#9
Ci pensa Davide CimolaiOcchiolino
 
Rispondi
#10
Cimolai è uno che troverà sempre in una squadra World Tour finché vorrà correre, ma per adesso non mi sembra in grado di vincere una tappa, anche perché con tutti i velocisti che ci sono, nelle tappe piatte le fughe non arriveranno
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)