Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Treni persi
#21
Kreuziger in Liquigas era valorizzato, partiva sempre per far classifica al Tour altro che tappa buchi, poi faticava ad entrare nei 10 (quando ci si aspettava la top 5 se non di piu) ma per tre anni di fila ha fatto il Tour come capitano (poi di fatto) unico. Farrar si è involuto, effetivamente non c'entra col topic.
Un'altro che mi sentirei di dire è Cobo. Dopo la Vuelta si pensava potesse fare bene nei GT ma non l'ha piu visto nessuno. Anche Arroyo si pensava potesse fare bene dopo il secondo posto al Giro anche se bisogna dire che lui si è trovato sul podio, forse non è propio un treno perso.
Mi verrebbe da dire Guardini, ma si sapeva che all'Astana poteva non essere piu al top, forse il suo treno mancato è stato che poteva sfruttare il momento per una squadra che puntasse alle volate.
 
Rispondi
#22
Kreuziger sia alla Liquigas che all'Astana lo mandavano dove non volevano andare gli altri capitani, al Tour ci andava senza un minimo di squadra attorno dato che gli uomini buoni erano tutti per Basso...

Guardini rischia di averlo perso il treno, Cobo l'ha preso alla grande invece, dopo che nel 2010 non aveva concluso una corsa è stato fortunato a trovare una squadra che lo mettesse sotto contratto e con quella ci ha vinto una Vuelta...

Arroyo anche il treno l'ha preso, il corridore più scarso ad arrivare sul podio al Giro dai tempi di Caucchioli...

Lovkvist ci sta a meraviglia invece in questo topic...
 
Rispondi
#23
Fabio Duarte. Fenomeno tra gli under con quel Mondiale e talento cristallino. (Ri)passa pro in Europa con la Geox ma non esplode (anche se con Gianetti è una cosa da mettere in conto), si salva che apre il progetto nazionale perchè in Colombia è idolatrato come Quintana, altrimenti sarebbe già finito nel dimenticatoio...

Guardini possiamo tranquillamente metterlo tra un anno. Ha avuto l'occasione di andare in una delle più grandi squadre nel Mondo, ma non ha dimostrato nulla purtroppo.
 
Rispondi
#24
Vabbè ma Duarte con il podio sulel tre cime può rilanciarsi,
Kreuziger si nota alla grande che non stava bene alla Liquigas quando nella tappa di Morzine, primo arrivo in salita, scatta lui assieme a Andy,Basso va in difficoltà e lo fanno fermarsi per non staccarlo del tutto dal quel gruppetto
Kruiscoso ha perso il treno, dopo il buon Giro 2011 non s'è più visto
 
Rispondi
#25
Per me, e mi duole tanto, Matti Breschel. Elemento fondamentale per Cancellara, ottimo anche ai mondiali (Varese e Geelong). Passa in Rabobank per affrontare il pavé da capitano e scompare. Un vero peccato perché il talento per diventare il nuovo Boonen l'aveva.

Sempre in tema classiche del nord, Haussler? Anche lui treno perso?
 
Rispondi
#26
Anche Gesink ne ha persi di treni...
 
Rispondi
#27
Haussler di treno ha perso quello di Devolder sull'Eikenmolen al Fiandre 2009. Non l'avesse così tanto sottovalutato, avrebbe vinto lui quel Fiandre, e la carriera sarebbe stata molto diversa...
 
Rispondi
#28
Boasson Hagen non sta mostrando cose all'altezza di quanto ci si aspettasse, non la scelta migliore la Sky, fosse continuata l'avventura dell'HTC staremmo probabilmente parlando di altro...

Appollonio è un altro che l'ha proprio perso il treno. Anche Duarte potrebbe fare molto di più.

Visconti pare rilanciato, Coppel è un altro smarritosi, lo stesso Geniez prometteva di più a mia vista.
 
Rispondi
#29
Gesink non ha perso il treno, la Belkin continua a dargli fiducia ogni anno, al contrario a Kruiscoso non l'hanno più data dopo il 2011...
 
Rispondi
#30
Secondo me ci sta bene Peter Velits, campione del mondo Under 23 e 2° alla Vuelta, poi il nulla
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)