Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Trofeo Alfredo Binda
#1
 
Rispondi
#2
Donne. Cittiglio, contro alla rovescia per il 27 marzo
Dopo due successi consecutivi di Marianne Vos tra gli sportivi e appassionati di ciclismo di tutta la provincia di Varese comincia in questi giorni il gioco del pronostico sulla prossima vincitrice del trofeo Alfredo Binda - prima prova di Coppa del Mondo UCI in programma domenica 27 marzo. L'interrogativo principale è legato soprattutto all'olandese volante che domina ormai la scena di Cittiglio; chi tra le atlete più attese al primo importante appuntamento internazionale del ciclismo femminile potrà opporsi alla forza disarmante della Vos? Chissà, forse proprio una delle protagoniste del video promozionale appena realizzato da Roberto Minervino e Davide Bardelli per il sito http://www.trofeobinda.com che vede in azione, oltre alla Vos, anche le azzurre Tatiana Gudenzo e Noemi Cantele, poi Nicole Cooke, Emma Pooley, Judith Arndt e Emma Johansson.
Nel video, caricato nell'apposita sezione del sito internet, si vedono le immagini della splendida Valcuvia, culla del ciclismo storico in provincia di Varese e più in generale di un territorio che regala sempre forti emozioni tra gli appassionati a cominciare proprio dal Trofeo Binda - Coppa del Mondo donne, immagini che in questi giorni sono proiettate anche su tre maxischermi posizionati a Busto Arsizio e Varese: "Grazie a Maurizio Gandini e alla sua agenzia di comunicazione le immagini del ciclismo femminile e della Coppa del Mondo sono visibili anche su tre grandi maxischermi posizionati sul territorio della provincia di Varese - ha sottolineato Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion - si tratta solo della prima iniziativa promozionale della gara che continua a conquistare molte simpatie; l'edizione 2011 sarà caratterizzata dall'entusiasmo delle scuole, dalle elementari all'università che, a vario titolo, contribuiranno al successo della manifestazione".
Manifestazione che si distingue per la cura dei particolari. Particolari, molto particolari, anche nelle immagini speciali tratte dall'archivio 2010 del fotografo Roberto Bettini.
Non mancate di gustare l'emozionante video promozionale alla Coppa del Mondo donne 2011. LIVING THE CUP:

http://www.trofeobinda.com/index.php?opt...&Itemid=80

oppure:

http://www.youtube.com/watch?v=nkej9Qn65...r_embedded

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#3
IL TROFEO BINDA COSTITUIRA' LO SCENARIO PER IL PREZIOSO LAVORO DEGLI STUDENTI DEL LABORATORIO MULTIMEDIALE DELL'UNIVERSITA' DELL'INSUBRIA
Si arricchisce di una nuova, importante e prestigiosa collaborazione lo scenario organizzativo del tredicesimo trofeo Alfredo Binda,Prima Prova di Coppa del Mondo donne, in programma a Cittiglio (VA) domenica 27 marzo. Dopo aver registrato l’entusiasmo dei ragazzi delle scuole primarie e secondarie del territorio ora anche il mondo universitario si impegna a portare il proprio prezioso contributo all’evento, organizzato dalla Cycling Sport Promotion, società ciclistica presieduta da Mario Minervino: “Con l’Università dell’Insubria la collaborazione è iniziata l’anno scorso, in occasione del Congresso internazionale del ciclismo femminile che abbiamo organizzato a Varese alla vigilia della Coppa del Mondo – ha spiegato Minervino – così ci è sembrato naturale proseguire il rapporto con i ragazzi del laboratorio multimediale"Sotto il coordinamento della dott.ssa Marta Ferrari, responsabile del progetto Sviluppo Rete Informatica dell’Università degli Studi dell’Insubria, gli studenti realizzeranno due filmati; il primo in occasione di Bici&Mimosa, il tradizionale convegno con il ciclismo del passato e del presente che si svolgerà il prossimo 5 marzo, il secondo il 26 e 27 marzo, cioè prima e durante la gara. Gli studenti cureranno sia le riprese che le interviste e poi monteranno il filmato di 10 minuti che sarà presentato a maggio."Ringrazio la dott.ssa Ferrari ed il Rettore dell’Università dell’Insubria e do il benvenuto ai ragazzi che si impegneranno in questo progetto; il ciclismo si dimostra sempre un’occasione molto invitante anche per chi non pratica questo sport”.

comunicato stampa - trofeobinda.com
 
Rispondi
#4
Cittiglio, il Trofeo Binda e la Coppa presentati ai ragazzi
Quasi duecento ragazzi delle scuole elementari e medie di Cittiglio: questo il pubblico al quale è stata svelata l’edizione 2011 del Trofeo Alfredo Binda, che il prossimo 27 marzo aprirà la Coppa del Mondo femminile di ciclismo. La scelta di questa platea inedita, ospitata nel salone dell’oratorio del paese, non è casuale: «Nel presentare le loro iniziative - ha spiegato Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion - tutti si rivolgono alle autorità, alla stampa, agli addetti ai lavori, nessuno parla mai ai ragazzi. Per me questo è un sogno che si realizza: coinvolgere i più giovani in un evento di portata internazionale, non come contorno anonimo ma come protagonisti in primo piano».
Sì, perché quest’anno, tra le iniziative collaterali, spicca il progetto “Pedala pedala... in sicurezza”, rivolto proprio ai ragazzi e finalizzato all’educazione stradale dei principali fruitori della bicicletta. Obiettivo da raggiungere attraverso attività ludiche: un gioco a quiz e una serie di lezioni pratiche in bici, gestite dalla Polizia Locale sul percorso che sarà allestito nell’intero fine settimana di Coppa all’interno del parco accanto alla stazione di Cittiglio. «Per gli studenti si tratta di un aspetto dell’educazione civica», ha sottolineato la dirigente scolastica Carmen Vanetti. E si è creato un simpatico feeling con gli organizzatori del Giro d’Italia: Giusi Virelli, di Rcs Sport, ha presentato al baby uditorio il programma “Biciscuola” varato dalla rosea per il prossimo Giro D'Italia.
Il momento più atteso, però, era l’apertura del sipario sul tracciato della gara di domenica 27 marzo, definito con la consulenza d’eccezione della campionessa di casa, Noemi Cantele. Madrina della cerimonia Elisabetta Maffeis, tricolore su strada nel 1966, pioniera del pedale rosa italiano: «Ho cominciato prendendo “in prestito” la bici di mio fratello, che ne era gelosissimo al punto di nascondermela. A quei tempi gareggiare sui pedali non era tanto una “cosa da ragazze”», ha raccontato. Le atlete percorreranno 121 chilometri, su un itinerario che presenta diverse novità rispetto alle ultime edizioni. Dopo la tradizionale partenza dal Museo Binda, nel tratto in linea di 52 chilometri il gruppo toccherà Luino, costeggiando il lago Maggiore, tornerà in Valcuvia, svolterà verso la prima salita della giornata, la Grantola (Gpm a Cunardo, quota 432) e quindi, attraverso i saliscendi di Bedero e Brinzio, piomberà sul traguardo. Qui cominceranno i quattro giri dell’anello di 17,3 chilometri su cui esploderà la corsa: gli attacchi alla salita di Orino determineranno la selezione decisiva.
Sul Trofeo Binda, vinto nelle ultime due edizioni dalla fuoriclasse olandese Marianne Vos, saranno accesi i riflettori di RaiSport: proprio per agevolare la trasmissione televisiva della gara il via è stato fissato alle ore 13. In questi 50 giorni fioccheranno le iniziative di contorno, in un crescendo che culminerà con la grande giornata del 27 marzo. Quella che Luisa Cortese, responsabile per le Pari opportunità della Provincia di Varese, ha definito «la più bella sfida al femminile». Quindi il sindaco di Cittiglio, Giuseppe Galliani, il consigliere della Provincia di Varese, Roberto Morselli, e Luigi Resnati, presidente della FCI Lombardia a suggellare una giornata meravigliosa finita... a "pane e Nutella" per tutti i duecento, festosi e felici ragazzi di Cittiglio.

IL Programma

SABATO 26 MARZO 2011
14.00 – 17.00 Accrediti per organizzazione, giornalisti e seguito ufficiale; Apertura della sala stampa ai giornalisti accreditati
14.00 – 16.30 Verifica licenze per gruppi sportivi e distribuzione numeri dorsali
17.00 - Riunione riservata ai direttori sportivi delle squadre

DOMENICA 27 MARZO 2011
7.00 – 18.00 - Apertura permanence – segreteria di gara
8.00 – 19.00 - Apertura sala stampa ai giornalisti accreditati
12.30 – 13.20 - Presentazione squadre e firma foglio di partenza
13.30 - Partenza ufficiale
16.45 circa Arrivo, cerimonia protocollare
17.30 - Conferenza stampa della vincitrice presso Sala Stampa

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#5
TMC TRANSFORMERS AL TROFEO BINDA, PRIMA PROVA DI COPPA DEL MONDO DONNE
"Due regine” si incontrano e decidono di raggiungere insieme traguardi sempre più prestigiosi; è questa la sintesi dell'accordo appena raggiunto fra gli organizzatori del Trofeo Alfredo Binda di Cittiglio (VA) - Prima Prova di Coppa del Mondo donne 2011 e TMC Transformers, leader nella progettazione e realizzazione di trasformatori elettrici con avvolgimenti inglobati in resina.

TMC Transformers è un gruppo presente in tutto il mondo attraverso le diverse sedi produttive e commerciali situate in posizioni strategiche per i diversi mercati; dunque un'azienda regina nel proprio settore industriale.“Per noi è motivo di grande soddisfazione essere al fianco di questo evento importante che si svolge proprio sulla porta di casa, in Valcuvia, in Provincia di Varese, a pochi passi dalla sede di TMC Transformers Italia di Busto Arsizio – spiega il Presidente di TMC Transformers Andrea Colombo -. Crediamo molto nel ciclismo che per noi, oltre ad essere una passione vera, rappresenta un’ importante passerella mediatica in grado di garantire ampia visibilità in tutto il mondo al nostro marchio. TMC Transformers ha intrapreso, tappa dopo tappa, un percorso di crescita in questo sport, dalla presenza al fianco del Team Fuji-Servetto nel 2009, passando per la partnership con la Federazione Italiana di Ciclismo al mondiale di Melbourne 2010 fino all’impegno con il nuovo nato Team GEOX-TMC, in qualità di title sponsor. Senza dimenticare appunto la presenza in eventi importanti legati al territorio come appunto questa prova della coppa del mondo femminile e il Gran Premio Costa degli Etruschi-Trofeo TMC Transformers, la corsa pro andata in scena il 5 febbraio a Donoratico (LI)”. Il Trofeo Alfredo Binda inaugura la Coppa del Mondo donne, alla quale partecipano le migliori squadre nazionali e di club al mondo, evento premiato lo scorso anno dall'UCI quale gara di CDM in assoluto; dunque “una regina” tra le competizioni di ciclismo femminile. Ciclismo femminile che nel recente passato ha già regalato grandi soddisfazioni a TMC Transformers grazie alla bella vittoria di Giorgia Bronzini in Australia, ai Campionati del Mondo di Melbourne 2010.Il Trofeo Binda e TMC Transformers, “due regine” quindi che quest'anno pedaleranno in tandem nella splendida Valcuvia, nel territorio della Provincia di Varese, che farà da sfondo a questo prestigioso evento e a questa nuova importante partnership che vede ancora una volta TMC Transformers protagonista nel monde delle due ruote.

comunicato stampa - trofeobinda.com
 
Rispondi
#6
LA COPPA DEL MONDO DONNE E VOLANDIA; UN'IMPORTANTE PARTNERSHIP FRA DUE ECCELLENZE DELLA PROVINCIA DI VARESE
A pedalar forte si finisce per prendere il volo! No, non che sia stata inventata la bicicletta con le ali; si tratta invece dell'ultimo importante accordo raggiunto da Mario Minervino con una delle più importanti e prestigiose realtà del territorio della provincia di Varese. Volandia, il parco e museo del volo che ha sede a Somma Lombardo, è appena entrato a far parte del numeroso gruppo di sostenitori del trofeo Alfredo Binda, prima prova di Coppa del Mondo donne di ciclismo femminile, in programma a Cittiglio (VA) domenica 27 marzo: "La nostra manifestazione e Volandia sono due delle molte eccellenze della provincia di Varese che hanno concordato di pedalare assieme - ha spiegato Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion - ora stiamo studiando il modo migliore per promuovere al meglio questa partnership, che consente alla nostra gara di accrescere il proprio appeal nel territorio"

VOLANDIA: BENVENUTI A BORDO!
Entrare in un gigantesco elicottero CH47; ammirare storici aerei che hanno fatto la storia dell’aviazione italiana; toccare con mano l’ultimo gioiello di casa AgustaWestland, il convertiplano BA 609; imparare a pilotare gli aerei delle frecce tricolori, salire sul simulatore in scala 1 a 1 di un elicottero o saltare sui gonfiabili a tema volocon le mascotte Heli e Avio: queste sono solo alcune delle cose che si possono fare a Volandia, il Parco e Museo del Volo che sorge accanto all’aeroporto di Milano Malpensa. Nato dalla passione e dalla celebre tradizione aeronautica della Provincia con le Ali, Volandia occupa 60.000 metri quadrati di superficie (coperti e scoperti) allestiti nei vecchi hangar delle Officine Aeronautiche Caproni fondate nel 1910 e conta cinque sezioni tematiche, oltre 30 velivoli ed un migliaio di modellini in esposizione. Obiettivo: proiettare e guidare il visitatore nell’affascinante mondo dell’aviazione mondiale, con un focus particolare sulle aziende che hanno segnato la storia aeronautica varesina e mondiale. La collezione ospita infatti aerei ed elicotteri rappresentativi di tutta la storia, dal ‘900 ad oggi, di aziende come la Caproni, la SIAI Marchetti, la Macchi o l’Agusta. Con allestimenti scenografici ed emozionanti, le cinque aree del percorso museale – le forme del volo, l’ala fissa, l’ala rotante, l’area modellismo e la sezione il futuro del volo – raccontano la grande storia del volo in tutte le sue forme: dai voli pionieristici in mongolfiera ed in deltaplano, ai primi velivoli di inizio XIX secolo come i Caproni Ca.1 e Ca.18, passando per un autocostruito e l’autogyro, fino a giungere al futuro dell’aeronautica con l’Alenia Aermacchi M-346 Master (aereo da addestramento militare transonico) ed il prototipo del convertiplano di AgustaWestland, perfetta fusione tra volo verticale ed orizzontale. Pezzi forti della collezione sono il Caproni Ca.1, unico esemplare simbolo del volo pionieristico italiano; la Collezione Piazzai, la più grande raccolta italiana di aeromodelli, con 1200 pezzi e il prototipo del convertiplano BA609, Volandia è l’unico museo al mondo infatti a possedere il mock up di un convertiplano con sezione dedicata. Inoltre il Parco e Museo del Volo è dotato di ampie zone coperte e scoperte dedicate ai bambini, con attrazione per ogni fascia d’età: pista di decollo con aerei cavalcabili, giochi interattivi, sala Lego ed aree attrezzate per attività ludiche e didattiche. Per i più grandi, invece, la zona simulatori regala l’emozione di riprodurre un volo acrobatico nella cabina di un 339 delle Frecce Tricolore o di salire a bordo e pilotare un mock up di un elicottero AW139 in scala 1:1. All’interno del Museo anche il Volandia Store e il bar caffetteria Flight Cafè.

Indirizzo:
Volandia Parco e Museo del Volo - Area ex Officine Aeronautiche Caproni
Via per Tornavento, 15 Case Nuove
21019 Somma Lombardo (VA)

Contatti:
INFOLINE 0331.230007 - e-mail: info@volandia.itIndirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Sito internet: http://www.volandia.it

Orari di apertura:
Da novembre a marzo: da mercoledì a domenica, dalle ore 10.00 alle ore 18.00. Da aprile a ottobre: da martedì a venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 18.00; sabato, domenica e festivi chiusura dalle ore 10.00 alle ore 19.00

Entrata: ticket intero 8,00 Euro; riduzioni gruppi minimo 20 persone: adulti 6,00 euro bambini 4,00 Euro; 0-2 anni ingresso gratuito; 3-12 anni Euro 4,00; over 65 Euro 6,00; visita guidata Euro 2,00 (contributo all’Associazione Amici di Volandia, ex lavoratori delle aziende aeronautiche lombarde accompagneranno gli ospiti lungo il percorso – durata prevista indicativa: 2 ore) .

E’ obbligatoria la prenotazione della visita guidata per gruppi e scuole, che sarà sempre soggetta a riconferma.

Come raggiungere Volandia
IN AUTO/MOTO/BUS: Autostrada A8 Milano-Varese, uscita Busto Arsizio. Percorrere Superstrada SS336 direzione Aeroporto Malpensa. Uscita Somma Lombardo - Case Nuove. Alla rotonda seguire indicazioni Vizzola Ticino e Volandia e percorrere la SP52 sino all’area Ex Officine Caproni.

IN TRENO/AEREO: da Malpensa-Terminal 1: dalla stazione del Malpensa Express entrare in aerostazione, prendere ascensore per piano partenze e check-in, uscire a destra e raggiungere l’uscita n.17. Percorrere il camminamento esterno dell’aeroporto fino alla rampa pedonale di accesso al museo.

PARCHEGGIO GRATUITO

comunicato stampa - trofeobinda.com
 
Rispondi
#7
Il cast mondiale del trofeo Alfredo Binda 2011
Senza Marianne Vos, impegnata in pista, la sfida al trono diventa incandescente

Si va definendo il cast delle stelle del pedale rosa mondiale che domenica 27 marzo si contenderanno il 13° Trofeo Binda, prima prova di Coppa del Mondo 2011. È Davide Bardelli della Cycling Sport Promotion a snocciolare i dati: sono ben 28 le squadre iscritte, di cui 20 team (tutti ai vertici della classifica Uci) e 8 nazionali. In totale fanno 165 pretendenti all’eredità di Marianne Vos, vincitrice delle ultime due edizioni: la cannibale olandese stavolta non ci sarà, perché impegnata (da favorita, ça va sans dire) nei Mondiali su pista di Apeldoorn, cioè sotto casa. Per lo stesso motivo è in forte dubbio l’iridata di Melbourne Giorgia Bronzini, amica di Cittiglio, visto che proprio qui ha indossato per la prima volta in Italia la maglia arcobaleno.

Poco male: le altre big ci sono tutte, star di prima grandezza, outsider e giovani in rampa di lancio. L’assenza della Vos è uno stimolo in più: se c’è, la fuoriclasse arancione blocca fatalmente la corsa attorno alla sua figura; stavolta davvero il pronostico è aperto a ogni soluzione.

È presto per parlare di favorite. Perché la stagione è appena iniziata, quindi non ci sono indicazioni precise sulla condizione della atlete di grido. E poi perché il nuovo percorso - Grantola e Orino i colli decisivi - imporrà una lettura tattica inedita, viste anche le molte novità nella composizione delle squadre. Per esempio, da tempo la beniamina dei varesini Noemi Cantele mira alla corsa di casa: stavolta avrà un’avversaria pericolosa in meno, perché è nello stesso team dell’inglesina Emma Pooley. Noemi è l’atleta più continua e talentuosa del panorama italiano. Nel 2011 compirà trent’anni, quindi è nel pieno della maturità agonistica: punta finalmente a scrivere il suo nome negli albi d’oro più prestigiosi (Binda, classiche del Nord, prove estive di Coppa, Mondiale), sbirciando con la coda dell’occhio le Olimpiadi di Londra, traguardo dichiarato e possibile capolinea della carriera.

Le sue avversarie saranno le “solite” Arndt e Johansson. Poi Stevens (ex compagna di Noemi), Blaak, Worrack, le ultime due vincitrici del Giro Häusler e Abbott, Zabelinskaya (grande protagonista del Binda dello scorso anno), Cooke, Guderzo, Bastianelli, Baccaille (tutte della corazzata MCipollini), Gilmore, Bras, Gunnewijk, Bubnenkova, Verbeke. L’altra punta della Garmin sarà la Pooley, che conquistò Cittiglio nel 2008 e fu artefice di una lunga fuga l’anno seguente. Infine due baby talenti pronti a esplodere: l’azzurra Rossella Callovi (classe ’91) e la francese Pauline Ferrand-Prevot (’92), che stanno facendo le prime pedalate nell’Olimpo, ma alimentano i sogni dei rispettivi tifosi alla luce del sontuoso curriculum scritto nelle categorie giovanili. A due settimane dalla corsa, la sfida è lanciata.

comunicato stampa - trofeobinda.com
 
Rispondi
#8
Orari tv:
http://www.ilnuovociclismo.it/forum/show...=232#donne
 
Rispondi
#9
HTC HIGH ROAD: OCCHI PUNTATI SUL TROFEO BINDA
Roma – Parte la Coppa del Mondo sulle strade italiane ed una delle squadre faro del movimento internazionale femminile è pronta ad essere protagonista sin dall’avvio. Il Team Htc Gigh Road, già a segno nelle prime uscite stagionali e sempre nelle mani del tecnico Ronny Lauke, scenderà in corsa sulle strade varesine con un quintetto d’attacco. Judith Arndt, Emilia Fahlin, Evelyn Stevens, Ina Yoko Teutenberg ed Adrie Visser saranno infatti le cinque ragazze che saranno pronte a correre per aggiudicarsi il primo traguardo di World Cup di stagione.

Alberto Rigamonti - photodecola.it
 
Rispondi
#10
IL VELO CLUB VAIANO TEPSO SOLARISTECH PRONTO PER IL TROFEO BINDA
“Saranno Valentina Bastianelli, Irene Falorni, Rasa Leleivyte, Katazina Sosna, Eleonora Spaliviero e Chiara Vanni le sei stelline che prenderanno il via nel 13° Trofeo Alfredo Binda, valido come prima prova di Coppa del Mondo, che si disputerà domenica 27 marzo sulle strade di Cittiglio (Varese). Le Under Francesca Anichini, Alessia Martini, Silvia Moroni e la Juniores Laura Mati parteciperanno invece nella stessa giornata al 3° Trofeo Rada del Saraceno di Vada (Livorno)”

Varese - La DS del Team Vaiano Tepso Solaristech Elisa Maggini ha convocato le atlete Valentina Bastianelli, Irene Falorni, Rasa Leleivyte, Katazina Sosna, Eleonora Spaliviero e Chiara Vanni per il 13° Trofeo Alfredo Binda, valido come prima prova di Coppa del Mondo, che si svolgerà domenica 27 marzo a Cittiglio (Varese). Le stelline del presidente Stefano Giugni arriveranno nel Varesotto già nella serata di venerdì 25 marzo per provare il giorno successivo il percorso di gara e partecipare alle tante iniziative organizzate con la consueta perfezione dalla Cycling Sport Promotion di Mario Minervino, prima fra tutte la suggestiva cena di gala seguita dalla presentazione al pubblico delle squadre che si terrà sabato sera alle ore 19,00 nel rinnovato Pala Trofeo Binda sito nel Parco San Giulio di Cittiglio. La prova in sé prenderà poi il via domenica 27 marzo alle ore 13,00 da via Marconi e si svolgerà lungo i 121,40 Km di gara sulle impegnative strade della Valcuvia prima dell’arrivo previsto a Cittiglio per le ore 16,15 circa.

Il percorso si svilupperà su una prima parte in linea attraverso i centri di Brenta, Casalzuigno, Cuveglio, Rancio Valcuvia, Cassano Valcuvia, Mesenzana, Voldomino, Luino, Germignaga, Brissago Valtravaglia, Grantola (GPM), Cunardo, Bedero Valcuvia, Brinzio, Castel Cabiaglio, Orino, Azzio, Gemonio e Cittiglio, quindi si entrerà nel classico circuito finale con la salita di Orino a farla da padrone da ripetersi per le consuete quattro tornate. Si tratterà di una gara dagli alti contenuti tecnici, a cui parteciperanno le migliori atlete al mondo, ma dove le nostre ragazze non vorranno certo sfigurare. Ricordiamo inoltre ai nostri tifosi che potrete seguire l’evolversi della corsa minuto per minuto grazie alla diretta web sul sito http://www.trofeobinda.com curata dal nostro Ufficio Stampa in collaborazione con la Cycling Sport Promotion.

Il resto del Team composto dalle Under Francesca Anichini, Alessia Martini, Silvia Moroni e dalla Juniores Laura Mati parteciperanno sempre domenica 27 marzo sulle strade di Vada (Livorno) al 3° Trofeo Rada del Saraceno, organizzato dal GS Arena del Popolo. La prova prenderà il via alle ore 14,30 dall’ex Circolo Nautico di Vada e si svilupperà su un primo circuito cittadino da ripetersi cinque volte, quindi si affronterà un giro più ampio fino al territorio di Rosignano Solvay, per poi far ritorno a Vada dopo 73,00 Km di corsa. L’arrivo adatto alle ruote veloci è previsto in Via Aurelia verso le ore 16,45. Urte Juodvalkyte e Simona Martini continueranno invece la preparazione atletica per preparare al meglio il resto della stagione.

Matteo Ferrari – Ufficio Stampa
http://www.vcvaiano.com
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)