Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Vittorio Brumotti
#1
in arrivo
 
Rispondi
#2
Permesso revocato, l'Everest di Brumotti resta un sogno
La bandiera ligure che avrebbe dovuto svettare sulla cima più alta del mondo dovra’ restare in valigia, le autorità Nepalesi hanno revocato i permessi per la scalata a Vittorio Brumotti e al suo compagno di avventura Simone Moro. Il boissanese e l’alpinista di fama internazionale Simone Moro erano già a Kathmandu, quando hanno scoperto che, a causa di uno scandalo internazionale, è stato revocato il permesso di salire in bici fino alla cima dell’Everest .

L’inviato di striscia deve quindi abbandonare, per il momento, l’impresa e si prepara a tornare in Italia. Per la prima volta il governo nepalese aveva autorizzato la scalata in bicicletta della cima più alta del mondo, Brumotti voleva con la sua impresa rilanciare l’economia locale aprendo ad un nuovo tipo di “alpinismo”.

La doccia gelata e’ arrivata venerdi’30 marzo, nel corso di un briefing presso la “Mountaineering Section” del Ministero del Turismo nepalese, qui alla coppia e’ stata comunicata la revoca del permesso di portare la bicicletta in vetta, la causa sarebbe uno scandalo internazionale: un’azienda americana avrebbe messo in vendita degli orologi con incastonati nel quadrante alcuni pezzi di pietre trafugate sulla cima dell’Everest.

Proprio a seguito dello scandalo sono state revocati tutti i permessi a per scalate non rigorosamente “alpinistiche”. Simone Moro, alpinista capo spedizione dell’impresa di Brumotti, ha dichiarato: “Sono stati giorni concitati, caratterizzati da trasferimenti, sdoganamenti di materiale, preparazione delle attrezzature con le relative prime riprese video. Come un macigno ci è piombata addosso questa brutta sorpresa, inaspettata, imprevedibile. Al regolare e classico permesso di raggiungere la cima dell’Everest a piedi è stata allegata una specifica appendice per la bicicletta con il limite però di 7.900 metri di quota, che rappresenta il colle sud, l’ultimo campo alto prima del balzo finale verso la cima. A Brumotti sarebbe dunque stato permesso di salire l’Everest portandosi ed utilizzando parzialmente la sua bici ma solo fino a quella quota. Da lì avrebbe potuto continuare esclusivamente a piedi senza il trasporto o l’impiego del mezzo a due ruote. Nessuna azione di convincimento e trattative serrate hanno portato al cambiamento della decisione delle autorità nepalesi”.

A Brumotti e Simone Moro non e’ rimasto che accettare la decisione delle autorità’ e fare quindi ritorno in Italia, dove sono attesi nelle prossime ore.

da ivg.it
 
Rispondi
#3
CICLISMO EXTREMO. 3 mila scalini da scalare per Brumotti
Si chiama Burj Khalifa l'ultima sfida di Vittorio Brumotti e della sua bici Bianchi. Il biker estremo e testimonial Bianchi è pronto a scalare in sella al suo modello MTB-trial in carbonio Bianchi gli oltre 3mila scalini della torre più alta del mondo (828 metri) a Dubai, negli Emirati Arabi.

Sarà possibile assistere al tentativo di record durante la trasmissione TV Striscia la notizia, dalle 20.35 di questa sera su Canale 5. Per gli appassionati di Bianchi e delle sfide da guinness, un appuntamento da non perdere.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#4
Record-Brumotti: scala 3700 scalini ma c'è chi ha fatto meglio
E' di lunedì la notizia dell'ottavo Guinnes World Record conquistato da Vittorio Brumotti in sella alla sua bici da trial: il ciclista-acrobata, infatti, ha scalato il Burj Khalifa, la torre più alta del mondo. 3700 scalini in 2h20' per un dislivello totale di 828 metri.

[Immagine: brumotti.jpg]

In realtà, in passato, c'è chi ha fatto meglio dello showman di Striscia la Notizia e subito si è scatenata la guerra sulle cifre.

Nel 1999, infatti, un altro specialista delle acrobazie sulla bici da trial, il veronese Alberto Limatore aveva scalato, sempre in bicicletta, senza mai mettere il piede a terra, la Cala del Sasso di Valstagna (Vi), la scalinata più lunga del mondo, composta da ben 4444 gradini per un dislivello totale di 651 metri.

Il tempo di Limatore, certificato dai giudici che assegnarono a Limatore il Guinnes World Record, fu di 5h16'.

Mentre già si è innescata la polemica per la possibile "bufala" trasmessa anche da Striscia la Notizia, la "patata bollente" passa ora al collegio del Guinnes World Record che potrebbe districarsi dal groviglio di numeri confermando a Limatore la scalata del maggior numero di gradini in bicicletta e specificando che Brumotti detiene, per ora, solo il record sul dislivello totale scalato su gradini in bicicletta.

Un compromesso che, però, non potrebbe di certo accontentare nessuno dei due cacciatori di record.

Guerra di numeri e primati in vista, quindi, per due dei più celebri acrobati sulle due ruote.

Il modo migliore per risolvere la questione? Portare entrambi a Valstagna, per una sfida a cronometro lungo i 4444 gradini della Cala del Sasso: tifosi e giudici del Guinnes dei primati, senza dubbio, ringrazierebbero.

Andrea Fin - ciclismoweb.net
 
Rispondi
#5
Guarda il Brumotti Road Bike Freestyle Film
Il campione italiano di trial omaggia Martyn Ashton

L’ex campione del mondo di Bike Trial e detentore di 10 Guinnes World Record Vittorio Brumotti oggi ha svelato il suo ultimissimo video Brumotti Road Bike Freestyle dedicato all’inglese Martyn Ashton protagonista di Road Bike Party e del sequel Road Bike Party 2. Nel corto messo online da GCN Global Cycling Network Brumotti in sella a una Montante compie uno spettacolare viaggio dalla cava al mare, mostrando tutte le sue abilità tra cingoli, scogliere, parapetti, corrimano e chi più ne ha più ne metta.




tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#6
Brumotti: la mia nuova sfida
«Voglio dimostrare quello che si può fare con la bici da strada»

Vittorio Brumotti è tra i protagonisti a margine del Dubi Tour e ci racconta la sua esperienza e la sua sfida: «Non sono più il Brumotti impegnato solo nel bike trial, visto che ora sono concentrato soprattutto sul road bike freestyle. Mi ci sono dedicato dopo aver visto un amico inglese, per dimostrare che non sono solo un volto televisivo. Purtroppo Martin Ashton, che ha lanciato questa disciplina, ha avuto un incidente che lo costringe sulla sedia a rotelle, quando è accaduto il triste evento sono volato da lui, gli ho chiesto di seguirmi e adesso pedalo anche per lui. Cosa voglio fare? Dimostrare che con la bici da strada si possono fare cose incredibili. Ho alzato tanto il livello, mi sto impegnando con una intensità incredibile. E corro anche per l'Italia. Per ottenere risultati sempre più importanti. Mi devo allenare, ho bisogno di lavorare e il ritiro con la Tinkoff Saxo è stata una scuola perfetta. Mi hanno accolto benissimo, mi hanno affiancato, ci siamo scambiati tanti consigli. Chi tifo per la vittoria del Dubai Tour? Gli amici Tosatto e Boaro, ma non solo...».

Giulia De Maio per tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#7
100& Brumotti, una nuova sfida
Realizzata con i corridori della Tinkoff Saxo

Il famoso ciclista acrobatico Vittorio Brumotti unisce le forze con Tinkoff Saxo e GCN per un nuovo fantastico video

Global Cycling Network presenta 100% Brumotti Road Bike Freestyle 2 - un nuovo, splendido video con il famoso ciclista acrobatico Vittorio Brumotti ed il team Tinkoff Saxo - tra cui i favoriti alla maglia gialla e verde del Tour de France: Alberto Contador e Peter Sagan.

Il video mostra diverse acrobazie veramente impressionanti da parte dell'ex Campione del Mondo di Bike Trial e detentore di multipli record mondiale nel Guinness dei Primati, tra cui il giro lungo la ringhiera di sicurezza della Pacific Coast Highway, un enorme strapiombo senza margini d'errore.
Prima delle riprese, Brumotti ha avuto accesso esclusivo ai corridori della Tinkoff Saxo al training camp di Gran Canaria. Il filmato inizia con Brumotti al fianco di Contador, Sagan ed il loro compagno di squadra Ivan Basso in riscaldamento sui rulli alla Tirreno-Adriatico, prima di eseguire acrobazie mozzafiato nella splendida cornice delle Alpi.




tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#8
Questo profilo va in Altre figure del circo, non in Altre figure del ciclismo
 
Rispondi
#9
Brumotti potrà anche stare sulle palle , ma quello che fa lo fa bene.
 
Rispondi
#10
Se potessi tornare indietro nel tempo una sola volta e impedire la nascita di un personaggio, Brumotti è secondo nella mia top 3 dietro l'amico degli animali e davanti a Hitler
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di Gershwin
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)