Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Vuelta a España 2015 | 11^ tappa: Andorra la Vella - Cortals d'Encamp
#1
Arrivo in salita 
La presentazione della 11^ tappa della Vuelta a España 2015: percorso con altimetria e planimetria, i dettagli degli ultimi chilometri; risultati con ordine d'arrivo e classifiche; video televisivo e fotografie; commenti, pronostici e scommesse.


mercoledì 2 settembre 2015
Andorra la Vella > Cortals d'Encamp
11^ tappa - 138,0 km



Percorso
Presentazione

Questa undicesima tappa ha il carattere della completezza. Il rosario sgrana le cinque stelle del Principato di Andorra. Il giro completo delle sue salite, a raggiera, intorno alla capitale. Non inganni la distanza di 138 chilometri. Quasi 5000 metri di dislivello ne fanno comunque una prova di profonda resistenza. Cinque salite con le pendenze più diverse, una dietro l'altra, fino all'arrivo in cima all'unica che non dispone di un secondo versante dal quale scendere. Titolo di etapa reina meritato con buon vantaggio su tutte le altre frazioni, insieme alla cronometro quasi finale e a quella di Ermita de Alba, probabilmente il trittico decisivo di questa Vuelta. La tipologia di tappa si discosta dunque dagli arrivi tutto pepe tipici della corsa iberica, ma distillati in grani sparsi qua e là nei finali di tappa. Qui invece c'è la quantità che serve agli scalatori puri, ma anche ai fuoriclasse a tutto tondo più in generale. C'è, insomma, tutto. Due salite lunghe e regolari, tradizionalissime, il Col d'Ordino (arrivo plurimo del Tour) e la Rabassa, incastonate fra due invece assai bizzose, dure a tratti, di lunghezza minore, ma dove è difficile distribuire razionalmente lo sforzo. Partenza bruciante sulle rampe al 12-13% della Collada de Beixalis, e poi il Coll de la Gallina come quarta, difficile, selettiva e penultima ascesa delle cinque di giornata. L'arrivo di Cortals d'Encamp è un mix delle precedenti, dura nei primi 5 chilometri, gradualmente più pedalabile nella seconda metà, senza tuttavia mai scendere sotto un serio 7-8% che, sul filo dei 4500 metri di dislivello qui raggiunti, potrebbe lasciare ugualmente il segno. Senza dimenticare i 350 metri di dislivello in soli 4 chilometri della Comella, giusto per spezzare il possibile recupero lungo i pochi chilometri di falsopiano tra le ultime due ascese. Tappa difficile anche per i pochi falsipiani tra le salite, dove diventa obbligatorio riuscire a mangiare nelle poche manciate di minuti a disposizione. Di certo, lo snodo fondamentale della tappa sembra il duro Coll de la Gallina proposto come penultima ascesa lunga (non contando la breve Comella), 1000 metri di dislivello su pendenze sempre vicine al 10%. Come sempre la tappa dipende dai corridori, ma questo genere di prove tutta salita e discesa, sempre più rare nei grandi giri di oggi, potrebbe sorprendere molti. Per i corridori meno reattivi sui molti arrivi con salite brevi e secche nei pressi dell'arrivo, una delle pochissime occasioni. Infine, dato da considerare: la tappa viene dopo il giorno di riposo, fatto che in genere causa di per sé non pochi danni.

Gran Premi della Montagna:
Km Salita cat. note
9,8 Collada de Beixalis 1^ 6,5 km al 8,7%
32,3 Coll d'Ordino 1^ 9,9 km al 7%
72,0 Puerto de la Rabassa 1^ 13,8 km al 6,6%
98,7 Collada de la Gallina HC 11,7 km al 8,5%
119,6 Alto de la Comella 2^ 4 km al 9,5%
138,0 Cortals de Encamp 1^ 8,7 km al 9,1%

Cronotabella: download
Libro di Corsa: download



Risultati
ORDINE D'ARRIVO
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

Ordine d'arrivo completo
CLASSIFICA GENERALE
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

Resoconto classifiche completo



Highlights






Link

Articoli correlati: -





 
Rispondi
#2
Questa è una signora tappa.
Potrebbe venire fuori una classifica totalmente ridisegnata... Staremo a vedere... sia l'attuale maglia rossa che la precedente dovrebbero (potrebbero) essere messe in croce. Ma non lo ritengo un fatto scontato. Sese
 
Rispondi
#3
ma si degneranno di trasmetterla integralmente?
 
Rispondi
#4
collada de la gallina? c'erano arrivati pochi anni fa vero? mi ricorda qualcosa ma non ho voglia di cercare che sto andando via..
 
Rispondi
#5
Ci arrivarono nel 2012, vinse Valverde davanti a Rodriguez e Contador.
 
Rispondi
#6
nel 2013 a Cacada della Gallina vinse Daniele Ratto Rockeggio
 
Rispondi
#7
Credo che sia la tappa più dura mai vista in tempi recenti come pendenze e chilometri di salita totali, qua Dumoulin salta e dei 4-5 favoriti almeno un paio si prendono i minuti. Poi è abbastanza corta, però 55 chilometri di salita così significa stare in sella per tanto tempo, quindi viene fuori anche il fondo. Non so se è la tappa di Fabio Aru, al Giro ha dato il meglio nelle salite un po' più abbordabili ma al termine di tappe dure (e comunque ora mi sembra anche più in forma, pesandolo sugli avversari). Ovviamente ci vedo meglio Quintana di Froome, ma non è detto che Chris non dia delle bastonate pesanti a tutti. Da vedere, c'è poco da far pronostici. Spero che Pozzovivo riesca a gestirsi, Majka invece non mi piace in una tappa così
 
Rispondi
#8
Non ci voleva proprio la caduta di Valverde (parlo da tifoso).

Chissà se qualcuno si muoverà prima dell'ultima salita. Azzardo e dico che potrebbe farlo proprio il capo classifica.
 
Rispondi
#9
Mercoledì la Tv spagnola trasmetterà integralmente la tappa...resta da vedere se Eurosport si collegherà prima.
 
Rispondi
#10
Eurosport dalle 13:30.

Tappa da seghe a due mani: impossibile non dar la diretta integralmente. Sese
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di SarriTheBest
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)