Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Vuelta a España 2016 | I Ritirati
#1
Information 
L'elenco, tappa per tappa, dei corridori che hanno abbandonato il Tour de France 2016 e i motivi che ne hanno causato il loro ritiro.
 
Rispondi
#2
Brutta stagione per Warren Barguil (Giant-Alpecin): dopo l'incidente di inizio anno ed un Tour pieno di ombre, il francese è costretto a ritirarsi dalla Vuelta dopo appena tre tappe. La causa: una sinusite di cui soffriva da giorni.
 
Rispondi
#3
La Lampre-Merida aveva dovuto registrare durante la tappa il ritiro di Federico Zurlo, fortemente debilitato da un attacco febbrile occorso durante la notte. (comunicato stampa)
 
Rispondi
#4
Ritirato, durante la tappa, il brasiliano Murilo Fischer, apripista di Manzin.

Non partito invece Lluis Mas, caduto ieri mentre tornava al bus della squadra.
 
Rispondi
#5
ritiro per Krujiswjik
 
Rispondi
#6
oggi non è partito Kiserlovski
 
Rispondi
#7
Dopo Krujis, che già non si era ritirato ieri grazie alla regola dei 3 chilometri, salta un altro uomo di classifica della vigilia: non ha terminato la 6^ tappa il colombiano Miguel Angel Lopez.
 
Rispondi
#8
Ritirato Kwiatkowski... vittoria di Harelbeke a parte stagione negativa finora per lui
Ritiro per Taaramäe e Bonifazio
 
Rispondi
#9
Rein Taaramäe investito da un’ammiraglia e ritirato dalla Vuelta: le reazioni
Oggi nel corso della sesta tappa della Vuelta a España, Rein Taaramäe è stato costretto al ritiro dalla corsa dopo essere stato urtato dall’ammiraglia della Cofidis: il corridore estone della Katusha non ha riportato gravi conseguenze fisiche ma la sua bicicletta è stata distrutta in più parte a causa dell’impatto. Questo il commento del corridore: «Non sono sicuro di cosa sia successo di preciso. Oggi ero in difficoltà, ero staccato dal gruppo e stavo pedalando da solo: in un attimo mi sono trovato a terra e ho capito che una macchina mi aveva colpito da dietro. Penso di essere fortunato a non essermi rotto nulla, la mia bicicletta era distrutta in sei pezzi. Quando l’ho vista ho capito di essere stato davvero fortunato. Più tardi il direttore sportivo è venuto a parlare con me e ha detto che era stata colpa sua, ma anche lui non sapeva bene cosa fosse successo. Era molto dispiaciuto».

Anche José Azevedo, direttore sportivo del Team Katusha, ha voluto provare a spiegare quanto accaduto: «Rein si è staccato in salita e le macchine lo stavano superando, era lì in mezzo e probabilmente non ha visto l’ammiraglia della Cofidis. A volte capita che guardi da un lato e non vedi nulla, penso che la macchina sia arrivata e che lui non abbia potuto fare nulla per evitarla ed è stato colpito da dietro. È stato sbalzato sul ciglio destro della carreggiata ed è stato fortunato, ma la macchina ha distrutto completamente la sua bicicletta. Ovviamente non è stato fatto apposta, è qualcosa che può capitare. Rein ha solo piccole ferite, ma era impossibile continuare per lui: inizialmente era un po’ in stato di shock e negli ultimi giorni aveva problemi di stomaco, oggi stava soffrendo per arrivare al traguardo ma con questa caduta era davvero finita per lui».

cicloweb.it
 
Rispondi
#10
per come è messa la bici dalle foto che ho visto su face direi che è stato fortunato, poteva avere gravi conseguenze
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)