Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Vuelta a España 2017 | 14^ tappa: Écija - Sierra de La Pandera
#1
Arrivo in salita 
La presentazione della 14^ tappa della Vuelta a España 2017: il percorso con altimetria e planimetria della tappa, i dettagli degli ultimi chilometri; risultati con ordine d'arrivo e classifiche; video televisivo/Youtube e fotografie; infine commenti, pronostici e dritte per le scommesse.


sabato 2 settembre 2017
Écija > Sierra de La Pandera
14^ tappa - 175 km



Percorso
Presentazione

Montaña. El calor acompañará al pelotón durante una jornada ‘rompepiernas' con una subida final a La Pandera (Esp.). El cansancio acumulado y las altas temperaturas endurecerán una etapa que puede ser propicia para un triunfo de la escapada dependiendo de los intereses que haya de cara a la general.

Gran Premi della Montagna:
Km Salita cat. note
85,5 Puerto El Mojón 3^ 8,8 km al 3,7%
153,1 Alto Valdepeñas de Jaén 2^ 8,5 km al 4,8%
175,0 Sierra de la Pandera HC 12 km al 7,3% (max. 13%)

Cronotabella: download
Libro di Corsa: download



Risultati
ORDINE D'ARRIVO
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

Ordine d'arrivo completo
CLASSIFICA GENERALE
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

Resoconto classifiche completo



Highlights






Link

Articoli correlati: -





 
Rispondi
#2
Nel 2009 vinse Cunego ma era in fuga...tra gli uomini di classifica Valverde arrivò davanti ad un giovane Gesink un pò più indietro Evans e Basso.


 
Rispondi
#3
Valverde ci può fare un manuale su come fare 'sta salita.

2003, 2006, 2009 sempre la stessa cosa, si stacca a inizio tratto duro e poi pian piano accelera e riprende corridori su corridori.

Salita più da Froome che da Nibali imho.

Chi la interpreta male paga. Spero in un'altra grande prestazione di Kelderman, ci sto prendendo gusto.
 
Rispondi
#4
Si sembra adatta a Froome...
 
Rispondi
#5
spero non perda (troppo) terreno Nibali domani...
 
Rispondi
#6
Tappa paragonabile a quella del Blockhaus,più costante nei tratti duri la salita italiana ma ci può stare come paragone.
 
Rispondi
#7
Si.. la salita è molto simile a quella del Blockhaus; la differenza, però, è che quella del Giro d'Italia era la 9° tappa e non avevano ancora affrontato salite importanti (Etna??); questa viene già più in là nella corsa e i corridori hanno affrontato già molte salite (considerando anche quelle della prima settimana); per questo motivo, credo che, anche se questa ascesa, per caratteristiche, è molto più adatta a Froome e alla sua squadra, un Nibali possa tenere molto meglio rispetto alla tappa del Blockhaus.. almeno lo spero!
 
Rispondi
#8
Poi bisogna anche vedere, effettivamente, come ha scritto Hiko nell'altra discussione, se il Keniano risentirà dei postumi della caduta (anche solo, giustamente, nella posizione in sella)..
 
Rispondi
#9
C'è anche da dire che quel Quintana in salita aveva qualcosina in più rispetto questo Froome.

Non mi sorprenderei se Froome domani facesse il suo classico elastico. Fossi in Nibali lo imiterei, domani c'è da pensare solo all'inglese e non mollare mai la sua ruota.

Poi domenica c'è lo spazio per fargli male, se ne ha.
 
Rispondi
#10
Se Nibali vuole vincere la vuelta non può perdere altro terreno prima della crono
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)