Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
WWE 2020
#1
Dopo 17 anni la programmazione televisiva della WWE in Italia passa da Sky a Discovery

https://www.sporteconomy.it/wwe-e-discov...in-italia/
 
Rispondi
#2
Nel 2020 mettere Raw in chiaro con 7 giorni di ritardo dovrebbe essere illegale...

Nessun fan accetterebbe di aspettare, piuttosto se lo guarda da altre parti.

È vero che se fai l'abbonamento a DPlay lo hai in diretta ma in chiaro secondo me entro 3 giorni lo devi mandare
 
Rispondi
#3
Solo Ciccio Valenti e Chris Recalcati possono salvare il wrestling in Italia Sisi
 
Rispondi


[+] A 3 utenti piace il post di Manuel The Volder
#4
Ciao guagliò
 
Rispondi
#5
Non era in differita di una settimana nemmeno quando lo trasmettevano la domenica sera nel 2003.

Comunque il wrestling è un prodotto strafinito.

Il suo punto di forza era l'essere un miscuglio di elementi di cultura pop.

Hulk Hogan, Steve Austin e John Cena, specie il John Cena che ebbe un sacco di successo a metà anni '00, racchiudevano in sé moltissimi elementi della cultura popolare del loro tempo.

Uno come Seth Rollins, che a me annoia anche più di Roman Reigns, cosa mi rappresenta?

La WWE s'è rovinata andando a seguire una nicchia di idioti. A nessuno, esclusi quei quattro bambinoni troppo cresciuti che piangono sul web, interessa vedere il match cinque stelle. Anche perché il 99% dei fan e potenziali fan della WWE nemmeno sanno quali sono i parametri per valutare un match.

Vogliamo vedere mazzate ignoranti, personaggi improbabili e storyline un minimo complesse. Del match cinque stelle tra Sami Zayn e Cesaro, due che hanno il carisma di un sottobicchiere, non ce ne frega nulla.

Dopo dieci anni passati a propinarci Kevin Owens, Dean Ambrose, Seth Rollins e tanti altri personaggi dimenticabilissimi, ci ritroviamo Drew McIntyre, Bobby Lashley, MVP, Miz, Morrison, Jeff Hardy e gli intramontabili Edge, Randy Orton e Rey Mysterio a tirare avanti la baracca.

Cioè vecchie glorie e i nomi che erano in rampa di lancio 10/15 anni fa. E a questi si aggiungono AJ Styles e Daniel Bryan che erano i top-name della seconda e della terza federazione degli anni '00.

L'unico nome nuovo che è riuscito a imporsi un minimo è stato Strowman.

Devo dire, a ogni modo, che, vista anche la situazione delle donne, di recente trovo il baraccone un po' più interessante rispetto al lustro passato. Però è indispensabile, per avere un minimo di ripresa, che il wrestling smetta di prendersi sul serio. E' una trashata e deve essere trattato in quanto tale.

+ Ciccio Valenti e - pseudo esperti che girano sul web.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Luciano Pagliarini
#6
Il wrestling è morto quando si è voluto inseguire il politically correct.
È uno show, mica un dibattito socio-culturale.
 
Rispondi
#7
Stavo pensando a un po' di midcarder dei tempi "the best".
Al Snow, un tipo che va in giro con una testa, Gangrel, un vampiro, The Godfather, un putt****aniere, Val Venis, un pornostar, Hurricane, un supereroe, Rikishi Heart, Goldust, uno che ancora non ho capito cosa fosse e molti altri.
Non dico gente che ha più carisma di tanti main eventer attuali, ma che hanno gimmick molto accattivanti che coprono le lacune a livello di mic skills.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)