Il Nuovo Ciclismo

Versione completa: Wout Van Aert
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2 3 4 5 6
Quello là è un fenomeno, ma anche lui non scherza mica!
Il suo problema è proprio l'essere accostato a uno a cui non è accostabile.

Come accostare Neymar a CR7.

Comunque il ciclismo delle frazioni delle corse a tappe gli strizza l'occhio molto di più di quello delle classiche.
(12-06-2019, 11:13 PM)Albi Ha scritto: [ -> ]Tra avere doti sul passo e fare grandi cose a cronometro c'è una bella differenza.

Occorrono la predisposizione mentale all'esercizio, la voglia e il tempo di provare la bici da crono (2 settimane di allenamenti in Sierra Nevada), una squadra e dei materiali di primo livello.

Non sarà stato difficile da pronosticare ma neanche così scontato. Nell'unico precedente in crono > 20 km era saltato male nella seconda parte di gara.

Per me era scontato 
guarda le potenze che sviluppava nel cross (e tu ne sai molto più di me) e strada
Erano settori ma molto indicativi
in più la predisposizione a stare al vento 
e una ottima posizione i bici
lui stesso in una intervista in francese diceva puntarci moltissimo
io anni fa quando l ho visto su una salitella del ciclocross con quella potenza (mvdp sale in modo diverso)
mi ha ricordato cancellara

sorpresona per me è la vittoria di oggi
Sulla posizione, Campenaerts, interpellato sulla crono di ieri in ottica campionato belga, ha detto che quella di WvA è migliorata molto grazie al lavoro con Heijboer della Jumbo (lui che c'è passato lo sa

Eh per te era scontato perché mastichi, per chi non segue il cross e non è così immediata l'associazione WvA-crono.

WvA è in fiducia e comunque non è fermo in volata, anzi, ha addirittura battuto VdP in un paio di occasioni nel cross e su strada.
Visto che se ne parlava, è come il secondo Cancellara, quello che vince il Roubaix e il Fiandre allo sprint.

Va detto anche che il finale di oggi, con tutte quelle curve, era molto particolare e Bennett e Alan*, per motivi diversi, non hanno fatto una bella volata.

*Alan gambe pesanti
Ala è in preparazione
però con suo cugino han qualche dubbio sui prossimi passi..
I tifosi di Van Aert sono una cosa allucinante.

Due vittorie al Delfinato e si riempiono la bocca col duello con VdP.

Quando gli scontri diretti, nelle ultime due stagioni, parlano di un bagno di sangue totale.

L'altro, al momento, sta stracciando uno dei più forti biker di sempre. Ma vuoi mettere con una vittoria in volata contro Alaphilippe che a momenti perde pure da Mühlberger.

Questo senza nulla togliere a WVA che è fortissimo. Ma con VdP (e Remco) c'entra poco. Lui è Paul Pierce, gli altri due Kobe e Lebron.

Comunque in gruppo si muove con una regalità notevole.
È l'aggettivo fenomeno che è esagerato. Va bene per Vdp con la lettera maiuscola... Van Aert è tutt'al più solo un C/campione.. Che non è poco Asd
In questo momento si gioca con Roglic la palma di cronoman più forte del mondo. 

Dumo è in malattia, Dennis da un lato gioca a fare lo scalatore e dall'altro è orfano della Timemachine e Campenaerts è a un passo dal crollo psico-fisico. 

Vorrei ripensasse al mondiale, anche per la curiosità di vedere dove si posiziona con tutti i più forti tirati a lucido.
Concordo
speriamo
(13-06-2019, 04:50 PM)Luciano Pagliarini Ha scritto: [ -> ]Il suo problema è proprio l'essere accostato a uno a cui non è accostabile.

Come accostare Neymar a CR7.

Comunque il ciclismo delle frazioni delle corse a tappe gli strizza l'occhio molto di più di quello delle classiche.

Un mese dopo confermo.

WVA è un campione. Un eccellenza nelle gare che definirei a "ritmo unico". Come la Gand, come la Sanremo, come le crono, come le tappe delle corse a tappe. Quando, insomma, non bisogna rilanciare continuamente l'andatura, come succede, invece, al Fiandre. Non a caso, anche nel cross, di recente si è trovato meglio nei percorsi più semplici, ove la differenza tra lui e VdP è dettata, soprattutto, dalle maggiori capacità tecniche e coordinative di quest'ultimo.

Impressionante la volata di oggi tanto quanto la tirata che ha fatto l'altro giorno nella tappa vinta da Groenewegen.

Resta no sense continuare a paragonarlo a uno con cui, da settembre 2017, ha un aggregate strada-cross di 47-8 a suo sfavore. La rivalità c'è stata quando Van Aert aveva completato lo sviluppo fisico e Van der Poel no. Quando anche VdP è maturato la rivalità è finita.
https://www.veldritkrant.be/nieuws/2019-...in-veldrit

Niente prove statunitensi di CDM per WVA.

A 'sto punto Aerts ha la strada spianata verso il bis.

Con buona pace dell'UCI la CDM è ampiamente il circuito numero tre del cross, attualmente.


Trovo non abbia molto senso parlare della sua prova o di come ha fatto a cadere. 
Auguri di pronta guarigione!
La prognosi è di 2 mesi senza bici, ma, ottimisticamente, può accorciare i tempi.

I suoi programmi invernali non dovrebbero cambiare poi molto, in quanto l'obiettivo, anche prima dell'infortunio, era di entrare in forma col mese di gennaio.
https://www.teamjumbovisma.com/article/n...all-steps/

Due mesi di stop prima di cominciare la riabilitazione.

Il suo allenatore ha dichiarato che potrebbe saltare l'intera stagione del cross Triste
Ha dovuto fare anche un nuovo intervento questa settimana
Ieri, dopo l'infortunio, ha fatto il suo primo allenamento fuori strada con una bicicletta da ciclocross
[Immagine: EIox_BhWoAUy3li?format=jpg&name=large]

Ma quel doppio mento?

Comunque ha vinto quel premio davanti a Remco e Gilbert. Ora, WVA, finché c'è stato, ha ampiamente fatto il suo, ma quei due sono stati autori di stagioni decisamente migliori, quantomeno nei picchi.


Comunque quando si ritira questo diventa come Albert e Wellens.

Stavo riguardando alcune gare del 2016-2017 messe da CC nell'altro topic (quelle in cui non vince lui ndr.) ed era molto più "fino" di come lo abbiamo visto negli ultimi tempi pre infortunio.

Non a caso si è anche abbastanza trasformato come atleta nell'ultimo periodo.
Quindi di campionati del mondo ne devo cercare pochi di link?


https://youtu.be/bcYppAs6ZdI
Tabor e Bogense molto belli Sisi

In generale, da tifoso di Nys e VdP, ogni tanto tendo a dimenticarmi che esistano i Campionati del Mondo.
Pagine: 1 2 3 4 5 6