Il Nuovo Ciclismo

Versione completa: Bob Jungels
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2

Bob Jungels




Nome completoBob Jungels
Soprannome
Data di nascita22 settembre 1992
Luogo di nascitaLussemburgo (Lussemburgo)
Altezza e Peso189 cm x 72 kg
CaratteristicheAll-rounder/Classiche
Professionista dal2013

SquadraTrek Factory Racing
Stipendio- €
Scadenza contratto2015


Biografia
Bob Jungels (Lussemburgo, 22 settembre 1992) è un ciclista su strada lussemburghese che corre per il team Trek Factory Racing. È professionista dal 2013.

Da Under-23 ha ottenuto diversi successi, tra cui la prestigiosa Paris-Roubaix Espoirs nel 2012. Passato professionista nel 2013 con il team RadioShack-Leopard, ha ottenuto già a inizio stagione la prima vittoria, nella semiclassica italiana Gran Premio Nobili Rubinetterie, al termine di una lunga fuga.

(tratto da it.wikipedia.org)



Squadre


Palmares
  • 2011
    • Grand Prix Faber
    • Giochi dei piccoli stati d'Europa, Prova in linea
    • Giochi dei piccoli stati d'Europa, Prova a cronometro
    • Campionati lussemburghesi, Prova a cronometro Under-23
    • Campionati lussemburghesi, Prova in linea Under-23


  • 2012
    • Classifica generale Triptyque des Monts et Châteaux
    • 4ª tappa Flèche du Sud (Tétange > Rumelange, cronometro)
    • Classifica generale Flèche du Sud
    • Paris-Roubaix Espoirs
    • Campionati lussemburghesi, Prova a cronometro Elite
    • 4ª tappa Giro della Valle d'Aosta (Antey-Saint-André > Antey-Saint-André)
    • Classifica a punti Triptyque des Monts et Châteaux
    • Classifica scalatori Triptyque des Monts et Châteaux


  • 2013
    • Gran Premio Nobili Rubinetterie
    • 4ª tappa Giro del Lussemburgo (Mersch > Lussemburgo)
    • Campionati lussemburghesi, Prova a cronometro
    • Campionati lussemburghesi, Prova in linea




Hanno partecipato alla realizzazione di questa scheda: lordkelvin
Son curiosissimo di vederlo al Tour: fortunatamente corre in una squadra dove i capitani sono uno peggio dell'altro, e quindi avrà la possibilità di indirizzare la sua corsa verso l'obiettivo che meglio crede (e che meglio credono i suoi tecnici) Sese
Oggi leggevo invece l'intervista post crono. Sembra voglia provare a fare classifica alla Vuelta!
No, me la sono persa. Che diceva? Niente Tour allora?!
“Of course, I've waited for long in the position of a potential winner so I'm a little bit disappointed to not keep the lead at the very end. But it's a bit of a surprise to make the top three with Chris Froome and Alberto Contador and it's a nice surprise. I felt good but I was in the unknown as this is my come-back race after a break. For now, I'm up there with the best riders on GC. I'll try to stay with them as long as I can. But I also have to be realistic. Those guys are here to gear up for winning the Tour de France. We'll see how it goes but my main goal of the year is later on with the Vuelta a Espana.”

Fa comunque in Tour credo..
Due GT in un anno, per un '92 che è praticamente al secondo anno tra i prof, non è un po' esagerato...? Tra l'altro non mi pare n'abbia mai corso uno... :-/
Bob Jungels: I want to be a legend !
“I hope maybe in a few years to compete in the Grand Tours. That's my goal, my dream."

http://www.cyclingquotes.com/news/bob_ju...a_legend_/

Rockeggio
[Immagine: 2_0247390_1_thumb2.jpg]

Adorazione Adorazione Adorazione Adorazione Adorazione
io lo sapevo che anche per la bianca se la giocava
Le montagne devono ancora arrivare: non cominciamo a tirar gufate, su. Prega Prega
Jungels vince il giro
Che maglia rosa Wub Wub

Come si fa a non amare questo corridore Sese
E Zelk è tornato a tifare Jungels da buon tifoso occasionale quale è...
perché ho mai tifato Jungels Blink
Zelk non è mica Dan97 eh :-/
Bob si appresta a tornare alle corse per i prossimi campionati nazionali lussemburghesi; a seguire il Tour de Pologne, quest'anno in concomitanza con il Tour de France.

Non vorrebbe partecipare alle Olimpiadi, perché non si sente in grado di confrontarsi con corridori che escono dal Tour.

Il grande obiettivo per la seconda parte di stagione è il campionato del mondo a cronometro.

http://www.cyclingquotes.com/news/jungel..._olympics/
Obiettivo Tour per Bob
A quanto pare, nel 2019, farà anche qualche classica del nord.
In questa primavera mi sta piacendo tantissimo.

Con le pietre ha subito trovato un buon feeling e corre sempre all'attacco.

Senza di lui, al momento, la Quick-Step perde tantissimo.
L'efficienza dei Deceuninck scende al 50% senza di lui, anche perché, oltre ad essere il grimaldello utile a spaccare le corse, con i suoi attacchi a lunga gittata esalta le caratteristiche di Stybar, bravo invece a correre sulle ruote.

Le loro possibilità di vittoria del Fiandre si giocano sull'asse Jungels-Stybar.

Se non lo avessero portato al nord il wolfpack avrebbe preso sberle a destra e a manca.
Pagine: 1 2