Il Nuovo Ciclismo

Versione completa: Tour de France 2015 | 16^ tappa: Bourg de Peage - Gap
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2 3 4 5 6
La presentazione della 16^ tappa del Tour de France 2015: percorso con altimetria e planimetria, i dettagli degli ultimi chilometri; risultati con ordine d'arrivo e classifiche; video televisivo e fotografie; commenti, pronostici e scommesse.


lunedì 20 luglio 2015
Bourg de Peage > Gap
16^ tappa - 201 km



Percorso
Presentazione

Seconda e ultima tappa dal chilometraggio superiore ai 200 km (e quanto questo dato la dice lunga sul ciclismo contemporaneo!), la frazione di Gap è una riedizione (perlomeno nel suo finale) di una tappa vinta due anni fa da Rui Costa. Non una tappa di quelle che "faranno" il Tour, ma occhio: mai sottovalutare. I primi 105 km, diretti a sud e poi verso est, sono praticamente tutto un falsopiano a salire fino a Luc-en-Dios, dove la strada si fa altimetricamente più irregolare, preannunciando la prima salita di giornata: il Col de Cabre, 9 km di ascesa al 4.6%, appena più impegnativo nella parte centrale. L'aspetto interessate di questa scalata è quello che viene dopo il Gpm; come dire, la discesa. Una picchiata di 5 km fino a La Beaume, primi 2 km abbastanza lisci, poi la strada si fa più pendente e tortuosa per un paio di chilometri, e si "rilassa" nuovamente a fine discesa. Da qui mancano poco più di 65 km al traguardo, una decina sono di assestamento (più o meno come quelli precedenti il Col de Cabre), poi riprende il falsopiano a salire, per altri 30 km circa, fino alle porte di Gap; una fase di tappa che se da un lato bagnerà le polveri degli attaccanti mettendo il vento in poppa al gruppo, dall'altro finirà con l'imballare qualche motore. Una breve discesa sulla città sede d'arrivo precede un giro orario di 23 km che porterà il gruppo ad affrontare il Col de Manse, salita che caratterizza il finale: la scalata, lunga 9 km, non fa in sé tremare i polsi, con la sua pendenza media di poco superiore al 5.5% (più difficile la prima metà di ascesa); ma il riposo piazzato l'indomani farà venire voglia d'azzardo a qualche uomo di classifica, specie chi si trovasse a dover recuperare qualche minuto lasciato sui Pirenei. Come per il Cabre, più che alla salita (il Gpm è posto a 12 km dal traguardo) ci sarà da fare attenzione alla successiva picchiata di 7 km: non tanto per i primi 2, quanto per i successivi 5, che saranno più accentuati come pendenza (si va sul 7-8%) e più insidiosi come caratteristiche tecniche. Gli ultimi 4 km sono praticamente pianeggianti, e qui gli eventuali attaccanti dovranno difendere coi denti il margine guadagnato sul gruppo.

a cura di cicloweb.it


Gran Premi della Montagna:
Km Salita cat. note
130,0 Col de Cabre 2^ 9,1 km al 4,6%
189,0 Col de Manse 2^ 8,9 km al 5,6%

Cronotabella: download
Libro di Corsa: download



Risultati
ORDINE D'ARRIVO
1. Ruben Plaza Molina (Lampre-Merida) 4h30'10''
2. Peter Sagan (Tinkoff-Saxo) +30''
3. Jarlinson Pantano (IAM Cycling) +36''
4. Simon Geschke (Giant-Alpecin) +40''
5. Bob Jungels (Trek)
6. Christophe Riblon (AG2R)
7. Daniel Teklehaimanot (MTN) +53''
8. Thomas De Gendt (Lotto Soudal) +1'00''
9. Luis Angel Mate (Cofidis) +1'22''
10. Thomas Voeckler (Europcar)

Ordine d'arrivo completo
CLASSIFICA GENERALE
1. Christopher Froome (Team Sky) 64h47'16''
2. Nairo Quintana (Movistar) +3'10''
3. Tejay Van Garderen (BMC) +3'32''
4. Alejandro Valverde (Movistar) +4'02''
5. Alberto Contador (Tinkoff-Saxo) +4'23''
6. Geraint Thomas (Team Sky) +5'32''
7. Robert Gesink (LottoNL-Jumbo) +6'23''
8. Vincenzo Nibali (Astana) +7'49''
9. Bauke Mollema (Trek) +8'53''
10. Warren Barguil (Giant-Alpecin) +11'03''

Resoconto classifiche completo



Highlights




Link


Articoli correlati:





Per la gioia di Akr... domani vince Nibali! :D
(19-07-2015, 10:12 PM)SarriTheBest Ha scritto: [ -> ]Per la gioia di Akr... domani vince Nibali! :D

deve fare quello che ha fatto oggi la Katuscha,altrimenti arriva la fuga...
La mia ovviamente era una battuta, visto che ogni volta che c'era una discesa vicino al traguardo qualcuno usciva sempre con "domani vince Nibali"... Asd (finché Akr non sbottò :D)

Per me l'Astana non ci proverà nemmeno a rincorrere: troppo dispendioso. In pochi poi potrebbero dare una mano: magari qualche squadra rimasta fuori dalla fuga, obbligata dal ds a lavorare tutto il giorno come sorta di punizione. Sese Fossi in loro manderei qualcuno in fuga, e amen. Sisi
(20-07-2015, 12:43 AM)SarriTheBest Ha scritto: [ -> ]La mia ovviamente era una battuta, visto che ogni volta che c'era una discesa vicino al traguardo qualcuno usciva sempre con "domani vince Nibali"... Asd (finché Akr non sbottò :D)

Per me l'Astana non ci proverà nemmeno a rincorrere: troppo dispendioso. In pochi poi potrebbero dare una mano: magari qualche squadra rimasta fuori dalla fuga, obbligata dal ds a lavorare tutto il giorno come sorta di punizione. Sese Fossi in loro manderei qualcuno in fuga, e amen. Sisi

però domani c'è il riposo,tutto sommato si potrebbe andare a tutta oggi Sese
se lo fanno a tutta come nel 2011,qualche distacco si può fare...gli Schleck scollinarono con una ventina di secondi di ritardo da Contador-Evans
Andy poi in discesa perse ulteriormente e arrivo con più di un minuto di ritardo da Evans..anche se la discesa era bagnata
Nel 2011 la differenza la fece la pioggia però che mandò in crisi Andy, con il sole difficile possa succedere qualcosa.
Pur non essendo difficilissimo, in questo finale c'è sempre stato qualche rimescolamento. Nel 2013 non successe molto ma rimasero solo una decina davanti...

Anche se questa tappa rimarrà per sempre questo per me:
[Immagine: lance2_1950184a.jpg]
Ma arriva la fuga?

Domani riposo,vuoi che anche oggi venga servito tutto su un piatto agli Sky?

Io capisco che Froome sia quasi imbattibile in un arrivo in salita,ma in tappe come questa gli si potrebbero tendere agguati da più parti.

Speriamo non venga fuori un altra giornata da greggismo spinto.
VanAvermaet lascia il Tour...sta per nascere il figlio!!
Felicitazioni
Tanti auguri a lui ed alla moglie Ellen
da suo Tweet sembrava abbandonare,ma non risulta ritirato...
Ora Sagan sbotta perché non è nato una settimana prima. Se sua moglie gliel'avesse data una settimana prima... Asd
Sagan in fuga anche oggi, un pazzo! Woot 

Tra gli italiani Pozzato, Trentin e Scarponi
Ci sono due gruppi in fuga...il primo non c'è nessun italiano..nel secondo Trentin e Scarponi
questa dovrebbe essere la situazione:

Fuggitivi: Serge Pauwels (MTN-Qhubeka), Peter Sagan (Tinkoff-Saxo), Simon Geschke (Giant-Alpecin), Bob Jungels (Trek), Andriy Grivko (Astana), Nelson Oliveira e Ruben Plaza (Lampre-Merida), Daniel Navarro (Cofidis), Pierrick Fedrigo (Bretagne-Séché), Christophe Riblon (Ag2r La Mondiale), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Marco Haller (Katusha)

Inseguitori: Adam Hansen (Lotto Soudal), Jarlinson Pantano (IAM), Luis Angel Mate (Cofidis), Thomas Voeckler (Europcar), Edvald Boasson Hagen e Daniel Teklehaimanot (MTN-Qhubeka), , Michal Golas e Matteo Trentin (Etixx-QuickStep), Pier-Luc Perichon (Bretagne-Séché), Markel Irizar e Laurent Didier (Trek), Imanol Erviti (Movistar) a 55"

Jan Barta a 1'10"
Gruppo Maglia Gialla a 2'25"


anche se dal gruppo inseguitori alcuni si sono già staccati e sono stati ripresi dal gruppo, in primis Gallopin
Anche Scarponi si è rialzato
Kennaugh ritirato
gruppo tirato da Etixx e Astana, non capisco l'azione degli Etixx perchè nel gruppo inseguitori Trentin e Golas stanno collaborando dalle prime immagini che vedo, certo non sono nel gruppo di testa, ma allora dovevano rialzarsi e andare a tirare il gruppo per recuperare sui primi fuggitivi se vogliono provare la vittoria di tappa con Kwiatkowski o con Stybar
Bellina la presenza di Sagan in fuga: nelle salite vere è migliorato molto negli ultimi tempi (l'altro giorno ha fatto quinto, ma sorprendente fu anche la sua prova sul Mount Baldy), e le sue doti di discesista le conosciamo tutti...
Pagine: 1 2 3 4 5 6