Il Nuovo Ciclismo

Versione completa: Giro d'Italia, Nibali: «E' il Giro più difficile, voglio il podio»
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Nibali: «E' il Giro più difficile, voglio il podio»
«Bisognerà essere regolari, l'ultima settimana è terribile»

[Immagine: showimg.php?cod=100659&resize=10&tp=n]
 
Vincenzo Nibali incontra la stampa ad Alghero, dopo un bell'allenamento e i tradizionali esami fisici che caratterizzano la vigilia di ogni Grande Giro.

«Non ho nessuna intenzione di nascondermi, tutti sanno che sono qui per puntare al podio. Non sarà semplice ma il lavoro che abbiamo svolto in qquesti mesi è stato quello che andava fatto. Vincere il Giro? È  molto difficile, e poi sono scaramantico... Ma soprattutto ci sono avversari di grandissimo valore, il primo è Quintana, poi Landa che è imprevedibile, Thomas e molti altri. Quest'anno poi Vegni ci ha messo quel pizzico di imprevedibilità in più. Il percorso di questo Giro a mio parere è leggermente più difficile rispetto a quello degli anni precedenti».

Nibali è anche pronto ad un Giro di emozioni forti. «Arrivare a Messina è qualcosa che mi rende felice, ed è lo stesso per la città, i tifosi e i miei genitori. Sarà una tappa dal sapore speciale, probabilmente irripetibile. La tappa dell’Etna? Il Giro è lungo, ci sono tante tappe difficili, ma quello sarà il primo scontro diretto, l’occasione ideale per valutare la condizione mia e degli altri. Secondo me bisognerà essere regolari in questo Giro, perché l’ultima settimana è terribile».

Inevitabile che il discorso cada su Michele  Scarponi. «Pensiamo a Michele in ogni momento, soprattutto quando andiamo in bici. A volte proviamo a credere che sia tutto frutto di una notizia falsa, uno scherzo. E purtroppo non lo è. Stiamo cercando di elaborare questa situazione, ma è difficile anche parlarne. Di sicuro, noi tutti pensiamo alla famiglia di Michele e cerchiamo di essere vicini a loro».

Infine, ecco le sue condizioni: «Sto bene, oggi abbiamo fatto un allenamento di circa tre ore, il clima è eccezionale, non vediamo l'ora di cominciare. Per noi italiani è davvero la corsa più bella del mondo nel posto più bello del mondo».

Il suo amore per il giro, Nibali lo esprimerà anche attraverso i fregi che sulla sua bici richiameranno il Trofeo Senza Fine e indossando, come tutti i suoi compagni di squadra, una speciale maglia con 100 piccole stelle d'oro per celebrare i 100 Giri.

Photogallery

[Immagine: showimg.php?cod=20447&tp=fgn&resize=11&pos=] [Immagine: showimg.php?cod=20448&tp=fgn&resize=11&pos=] [Immagine: showimg.php?cod=20449&tp=fgn&resize=11&pos=] [Immagine: showimg.php?cod=20450&tp=fgn&resize=11&pos=] [Immagine: showimg.php?cod=20451&tp=fgn&resize=11&pos=] [Immagine: showimg.php?cod=20452&tp=fgn&resize=11&pos=]
 
tuttobiciweb.it