Il Nuovo Ciclismo

Versione completa: Tiesj Benoot
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
23 anni. quinto al fiandre a 21, ora coi big nei tapponi di montagna. che razza di corridore sara'? un bugno?

alla roubaix non ha combinato niente, ha fatto 4* a ponferrada tra gli under nel 2014. Forse un mezzo kwiatkoski, chissa'..
Non ha neanche lontanamente la classe di Bugno Asd

Forse un Thomas più alto Mmm

Alla Roubaix sempre fuori dai primi cento, mi sa che è perché è un po' leggerino.

Non ha neanche grandi risultati a crono peraltro.
Benoot-Bugno, Dumoulin-Indurain, Aru-Pantani, i paragoni ci stanno sfuggendo di mano.

Il fu Gershwin lo paragonava a Gilbert.
Il fu Gerhswin lo paragonava a Boonen lol.
No erano altri che dopo il quinto posto al Fiandre lo paragonavano a Boonen e lui diceva che è completamente diverso e assomiglia più a Gilbert.
Io mi ricordo che su Whatsapp sosteneva che Benoot fosse il nuovo Boonen e Teuns il nuovo Gilbert.
Ah questo non lo so. Mi ricordo che sul forum lo paragonava a Gilbert.
Basta che capisca in fretta che corridore può diventare perchè ne ho visti a bizzeffe di corridori così non combinare nulla quando c'è da cambiare marcia...
Sicuramente dai suoi dati hanno rilevato altro e lo hanno fatto allenare molto in salita...
dai.. non prendetemi in giro Asd dicevo cosi a caso.
anche io ho pensato a Thomas.

comunque wiki da 1.90 x 72 kg. Strano a crono vada male, la struttura fisica sembra esserci, magari ha molti margini di miglioramento. Cmq e' quel tipo di corridore che davvero deve stare attento a non fare la fine di thomas che a 31 anni e' stimatissmo da noi nerd del ciclismo perche dove lo trovi uno che ti vince harelbeke, che ti puo vincere fiandre e roubaix e che poi magari ti ritrovi a lottare per la maglia gialla o rosa.

peccato che se continua cosi alla fine si ritirera; con un pugno di mosche in mano
Forse in questo primo scorcio di stagione stiamo assistendo alla definitiva esplosione di Tiesj, tra Strade Bianche dominata e un bel quarto posto finale alla Tirreno.

Il punto è che mi sembra che il terreno in cui si esprime peggio e che peggio si adatta alle sue caratteristiche sia paradossalmente il pavè, su cui ha incentrato tutta la prima parte della sua carriera. Niente di grave se così fosse perchè è ancora giovane, però sarebbe molto singolare come cosa.
Con l'evoluzione che sta avendo negli ultimi tempi mi sembra molto più adatto per classiche altimetricamente dure (Ardenne e Lombardia e simili) e corse a tappe di una settimana, stante il suo spunto non proprio velocissimo e una poca abilità a crono (ieri si sono visti dei miglioramenti in questo senso).
Snobba con sdegno la Sanremo. Con la forma attuale è una discreta stupidaggine secondo me.
Chiunque snobbi con sdegno la Sanremo fa bene a prescindere.
Col percorso (ridicolo) che c'è avrà le sue ragioni.
Salta la Roubaix per preparare al meglio la settimana delle Ardenne.
Mi sembra sempre più avviato ad una carriera da piazzato, uno di quei nomi da tenere d'occhio ma che fondamentalmente non fanno paura a nessuno. E' ancora giovane e ha tempo per smentirmi ma dubito che possa crescere se non in esperienza.

A meno di eventi imponderabili comunque non si abbandonano mai i propri carri e io continuerò a fare il tifo per lui Rockeggio
Mi piace la Lotto Soudal che mette la squadra in blocco in testa al gruppo per corridori come lui, Wellens e Keukeleire.

Sono gli stessi che pensano che De Buyst col treno possa competere con Groenewegen, in fondo.

Questi corridori possono vincere solo attaccando da lontano, finché non lo faranno, non vinceranno.