Il Nuovo Ciclismo
Martinelli: Zoncolan e Gardeccia le salite chiave del Giro - Versione stampabile

+- Il Nuovo Ciclismo (http://www.ilnuovociclismo.com/forum)
+-- Forum: Archivio (http://www.ilnuovociclismo.com/forum/Forum-Archivio)
+--- Forum: Archivio (http://www.ilnuovociclismo.com/forum/Forum-Archivio--60)
+---- Forum: Stagione 2011 (http://www.ilnuovociclismo.com/forum/Forum-Stagione-2011)
+----- Forum: Giro d'Italia 2011 (http://www.ilnuovociclismo.com/forum/Forum-Giro-d-Italia-2011)
+----- Discussione: Martinelli: Zoncolan e Gardeccia le salite chiave del Giro (/Thread-Martinelli-Zoncolan-e-Gardeccia-le-salite-chiave-del-Giro)



Martinelli: Zoncolan e Gardeccia le salite chiave del Giro - SarriTheBest - 04-05-2011

Martinelli: Zoncolan e Gardeccia le salite chiave del Giro
Beppe Martinelli, team manager della Astana, ha studiato bene il percorso del Giro 2011 e alla vigilia della partenza dice la sua sulla corsa rosa.

Quali saranno le tappe chiave?
«Secondo me ve ne sono due. Prima la tappa del Monte Zoncolan e poi quella della Val di Fassa: saranno due tappe durissime, con tante salite e due traguardi che faranno sicuramente la differenza».

Che tappe avete provato con Kreuziger?
«Siamo stati sull'Etna, poi sul Crostis e lo Zoncolan, quindi su Marmolada e e Gardeccia. Con noi c'erano anche Gorazd Stangelj e Paolo Tiralongo. Di mio ci metto l'esperienza: conosco bene le strade che affronteremo e spero di poter dare a Roman i consigli migliori».

Significa che la terza settimana non sarà quella decisiva?
«La terza settimana sarà effettivamente molto dura, ma già nella prima parte ci saranno tappe impegnative come quella di Montevergine: i corridori dovranno essere molto attenti sin dalle prime giornate di corsa. Ci sarà tanta fatica da fare, quindi la terza settimana per forza di cose risulterà decisiva».

Un Giro che partirà con una cronosquadre: cosa spera per la sua Astana?
«Ci saranno molte formazioni che punteranno a vincerla: speriamo di essere competitivi, ma l'obiettivo principale sarà quello di non perdere terreno rispetto ai nostri avversari principali».

Astana.lu
traduzione tratta da tuttobiciweb.it