Il Nuovo Ciclismo
GP Liberazione WE - Versione stampabile

+- Il Nuovo Ciclismo (http://www.ilnuovociclismo.com/forum)
+-- Forum: Altre Categorie (http://www.ilnuovociclismo.com/forum/Forum-Altre-Categorie)
+--- Forum: Ciclismo Femminile (http://www.ilnuovociclismo.com/forum/Forum-Ciclismo-Femminile)
+--- Discussione: GP Liberazione WE (/Thread-GP-Liberazione-WE)



GP Liberazione WE - BidoneJack - 27-04-2012

GP Liberazione WE 2012: Gara da sprinter? Cantele dice no - A Crema Noemi vince in fuga, 3a Confalonieri

Il Gran Premio Liberazione di Crema è sempre stata tradizionalmente una corsa adatta alle velociste e anche quest'anno tutti gli occhi erano puntati sulla campionessa del mondo Giorgia Bronzini, a caccia del quarto successo su questo traguardo ed il secondo consecutivo con la maglia iridata: il ciclismo, però, riesce spesso ad essere imprevedibile e può succedere di tutto anche in un circuito pianeggiante da ripetere 12 volte.

La vittoria di questa 27a edizione della classica del 25 aprile è andata a Noemi Cantele che ha onorato al meglio la maglia tricolore: dopo i due successi in El Salvador la varesina della BePink ha confermato una volta di più di aver iniziato questo 2012 con il piede giusto, tanto che in passato mai era riuscita ad ottenere tre vittorie internazionale entro il mese di aprile.

Oggi non era facile anche solo pensare a qualcosa per cercare di anticipare le velociste ma stavolta, forse, le ragazze che non volevano arrivare con il gruppo compatto assieme a Bronzini, Baccaille e Gilmore erano molto più numerose rispetto al solito. Attorno a metà gara, infatti, s'è formato un gruppetto di fuggitive comprendente ben 19 atlete: BePink e Diadora erano presenti con tre ragazze, la Faren con due ma anche tutte le altre formazioni principali aveva almeno una delle loro portacolori tra le battistrada.

Solitamente quando si creano situazioni simili, con fughe molto numerose, o l'azione svanisce nel giro di poche pedalate oppure, se davanti si trova subito un buon accordo, per il gruppo diventa praticamente impossibile recuperare: ieri a Crema solo il Vaiano ha provato per un paio di giri a tirare dietro per chiudere il buco ma appena le "stelline" della squadra toscana non ce l'hanno più fatta a fare tutto da sole il distacco si è impannato fino a superare molto rapidamente i tre minuti: alla fine al traguardo è stato di 4'13".

Quando le battistrada hanno capito che la prima parte della loro missione, il fare fuori il gruppo con le velociste più forti, era ormai stata compiuta sono iniziati i giochi per vincere la corsa con scatti e controscatti: quello giusto è arrivato durante il penultimo giro a circa 20 chilometri dall'arrivo con Noemi Cantele, Inga Cilvinaite e Maria Giulia Confalonieri che sono riuscite a fare il vuoto alle spalle sfruttando anche la presenza di diverse compagne di squadra che potevano rompere i cambi tra le inseguitrici. Questo terzetto è riuscito a guadagnare una trentina di secondi che sono stati comunque più che sufficienti per arrivare ad uno sprint ristretto nelle ultime centinaia di metri.

In volata Noemi Cantele ha fatto valere soprattutto la sua maggior esperienza e la sua buona condizione: la varesina è partita lunga ed è riuscita abbastanza agevolmente a contenere la rimonta della generosa lituana Cilvinaite (Diadora) che ha chiuso al secondo posto. Terzo posto per la portacolori della Faren-Honda, la 19enne lombarda Maria Giulia Confalonieri: un risultato davvero importante per un giovanissimo talento che s'è già messo in bella mostra nella categoria juniores sia su strada che, soprattutto, su pista.

Con quest'altro ottimo risultato delle ragazze italiane in corse di categoria UCI si avvicina sempre di più la qualificazione ai Giochi Olimpici con quattro atlete, una in più di quanto eravano riusciti a fare a Pechino: in questi mesi l'Italia ha totalizzato uno splendido bottino di punti e nel ranking UCI è passata dal 5° posto di gennaio in lotta con Russia e Usa (solo le prime cinque nazioni qualificano quattro atlete per Londra) al 3° posto attuale con un vantaggio importante e di sicurezza sulla sesta, la Svezia, in vista della data finale del 31 maggio.

cicloweb.it

ORDINE D'ARRIVO
1. CANTELE Noemi 02:56:47
2. CILVINAITE Inga 00:00:00
3. CONFALONIERI Maria Giulia 00:00:00
4. ANDRUK Olena 00:00:24
5. FRAPPORTI Simona 00:00:24
6. GUARISCHI Barbara 00:00:24
7. KOZONCHUK Oxana 00:00:24
8. VANNI Chiara 00:00:24
9. CORAZZA Martina 00:00:24
10. ITURRIAGAECHEVARRIA MAZAGA Eneritz 00:00:24