Il Nuovo Ciclismo
Giro d'Italia, il padrone di casa Dumoulin è la prima maglia rosa. Battuto Roglic per un centesimo. - Versione stampabile

+- Il Nuovo Ciclismo (http://www.ilnuovociclismo.com/forum)
+-- Forum: Archivio (http://www.ilnuovociclismo.com/forum/Forum-Archivio)
+--- Forum: Archivio (http://www.ilnuovociclismo.com/forum/Forum-Archivio--60)
+---- Forum: Stagione 2016 (http://www.ilnuovociclismo.com/forum/Forum-Stagione-2016)
+---- Discussione: Giro d'Italia, il padrone di casa Dumoulin è la prima maglia rosa. Battuto Roglic per un centesimo. (/Thread-Giro-d-Italia-il-padrone-di-casa-Dumoulin-%C3%A8-la-prima-maglia-rosa-Battuto-Roglic-per-un-centesimo)



Giro d'Italia, il padrone di casa Dumoulin è la prima maglia rosa. Battuto Roglic per un centesimo. - SarriTheBest - 06-05-2016

Giro d'Italia, il padrone di casa Tom Dumoulin è la prima maglia rosa nella cronometro di Apeldoorn. Battuto Roglic per un centesimo. Vincenzo Nibali, 16°, il migliore tra i big.

<center><img src="http://www.bettiniphoto.net/image/2_0245056_1_thumb2.jpg" width="550px" alt="Dumoulin brinda alla sua maglia rosa - © BettiniPhoto" />
Dumoulin brinda alla sua maglia rosa - © BettiniPhoto</center>

Da Giro a Giro. Dal Giro d'Italia under 27, allora conosciuto come GiroBio, al Giro d'Italia dei grandi. E' questo il percorso seguito da Tom Domoulin (Giant-Alpecin), che nel 2010 si aggiudicava la cronometro del GiroBio e, 6 anni dopo, tornava sul gradino più alto del podio in una corsa italiana, per di più davanti al suo pubblico. La corsa rosa di quest'anno è scattata infatti con una prova contro il tempo di 10 chilometri che si sviluppava all'interno dell'abitato di Apeldoorn, capoluogo della provincia di Gheldria.

Una vittoria resa più semplice dalle cadute del connazionale Jos Van Emden (LottoNL-Jumbo) e del promettente Stefan Kung (BMC Racing Team), entrambi scivolati nella stessa curva, e dal virus intestinale che ha debilitato Fabian Cancellara (Trek-Segafredo) proprio alla vigilia del Giro d'Italia. Ma non da Primoz Roglic. Approdato solo quest'anno nel World Tour, nella squadra olandese della LottoNL-Jumbo, lo sloveno è stato sopravanzato da Dumoulin per un solo centesimo: 11'03''21 contro 11'03''22. Terzo invece un sorprendente Andrey Amador (Movistar Team), a 6 secondi, mentre Moreno Moser (Cannondale Pro Team) è il primo degli italiani grazie al suo 6° posto a 12 secondi di distacco.

In ottica classifica generale, Tom Dumoulin - che ha dichiarato di non puntare alla vittoria finale - ha già messo dai 20 secondi in su dai principali rivali. Ottima la prova di Vincenzo Nibali (Astana Pro Team), 16° e primo dei big a 19 secondi di distacco. Seguono Steven Kruijswik (LottoNL-Jumbo) a 22, Alejandro Valverde (Movistar Team) a 24, Esteban Chaves (Orica-GreenEdge) a 30, Ilnur Zakarin (Katusha) a 32, Rigoberto Uran (Cannondale Pro Team) a 33, Rafal Majka (Tinkoff) a 38 ed infine Mikel Landa (Team Sky) a 40 secondi.

a cura di Gilberto Cominetti