Il Nuovo Ciclismo
Giro d'Italia, sorpresa Foliforov sull'Alpe di Siusi. Nibali venticinquesimo, Kruijswijk consolida la rosa - Versione stampabile

+- Il Nuovo Ciclismo (http://www.ilnuovociclismo.com/forum)
+-- Forum: Archivio (http://www.ilnuovociclismo.com/forum/Forum-Archivio)
+--- Forum: Archivio (http://www.ilnuovociclismo.com/forum/Forum-Archivio--60)
+---- Forum: Stagione 2016 (http://www.ilnuovociclismo.com/forum/Forum-Stagione-2016)
+---- Discussione: Giro d'Italia, sorpresa Foliforov sull'Alpe di Siusi. Nibali venticinquesimo, Kruijswijk consolida la rosa (/Thread-Giro-d-Italia-sorpresa-Foliforov-sull-Alpe-di-Siusi-Nibali-venticinquesimo-Kruijswijk-consolida-la-rosa)



Giro d'Italia, sorpresa Foliforov sull'Alpe di Siusi. Nibali venticinquesimo, Kruijswijk consolida la rosa - SarriTheBest - 22-05-2016

Giro d'Italia, sorpresa Alexander Foliforov sull'Alpe di Siusi. Steven Kruijswijk consolida la maglia rosa, Nibali rompe il cambio e perde due minuti

<center><img src="http://www.bettiniphoto.net/image/2_0249077_1_thumb2.jpg" width="550px" alt="La gioia Foliforov sul podio - © BettiniPhoto" />
La gioia Foliforov sul podio - © BettiniPhoto</center>

Il nome che non ti aspetti. Un passaggio di testimone. Sull'Alpe di Siusi gli occhi di tutti erano puntati sul duello tra i big, sulla maglia rosa Kruijswijk, sul talentuoso Chaves e sulla rabbia di Nibali. Ma la scena, alla fine, è stata rubata da Alexander Foliforov (Gazprom-Rusvelo), un 24enne russo sconosciuto ai più prima di questo Giro d'Italia. E magari di questa tappa del Giro d'Italia. Foliforov, che già aveva dimostrato di essere uno dei corridori più attivi della tanto preventivamente criticata Gazprom-Rusvelo, ha raccolto il testimone dal connazionale Denis Menchov, ultimo a vincere sull'Alpe nel lontano 2009.

Punto di svolta della prestazione di Foliforov è stata la seconda parte di cronometro, dove le pendenze si facevano più arcinge. In quella fase il russo ha recuperato ben 39 secondi alla maglia rosa Steven Kruijswijk, battuto al traguardo per una questione di centesimi. Da sottolineare però il fatto che, nei punti scoperti del percorso, Foliforov ha trovato leggero vento favorevole, mentre i big si sono imbattutti in forti folate contrarie alla loro marcia. Anche per questo motivo molte prove sono andate peggiorando nel finale di gara, e di conseguenza tanti nomi sorprendenti sono entrati tra i primi venti di tappa.

Alle spalle di Foliforov e Kruijswijk però si è piazzato un resuscitato Alejandro Valverde (Movistar Team), con 23 secondi di distacco. Quarto un altro russo, Sergey Firsanov (Gazprom-Rusvelo), compagno e capitano di Foliforov; seguito dal brillante Michele Scarponi (Astana Pro Team). Sesto, a 40 secondi, Esteban Chaves (Orica-GreenEdge), abile nel mantenere il distacco dalla maglia rosa nella seconda parte di gara: al primo intermedio infatti il colombiano pagava già 43 secondi di ritardo da Steven Kruijswijk. Settimo un altro uomo di classifica, Ilnur Zakarin (Team Katusha), a 47 secondi. Chiudono la top ten di giornata Joe Dombrovski (Cannondale Pro Team), Bob Jungels (Etixx-Quick Step) e Rafal Majka (Tinkoff Team), a poco più di un minuto.

Lontanissimo dai vertici dell'ordine d'arrivo invece è Vincenzo Nibali (Astana Pro Team): infatti la sua prova all'Alpe di Siusi si è conclusa al 25° posto, con 2'10'' di ritardo dal rivale Kruijswijk. Il tempo così alto è stato influenzato dalla rottura del cambio a circa metà percorso, che ha penalizzato il siciliano di una trentina di secondi e soprattutto lo ha profondamente innervosito. Nibali, alla fine, è riuscito a difendere il podio della generale: adesso però Kruijswijk è distante quasi tre minuti, mentre Chaves lo ha scavalcato e può contare su 39 secondi di vantaggio.

Negative anche le prove di Domenico Pozzovivo (Ag2r La Mondiale) ed Andrey Amador (Movistar Team), rispettivamente 26° e 27°, entrambi con 2'12'' di ritardo da Foliforov. Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) è solamente 29°, mentre Rigoberto Uran continua nella sua involuzione a cronometro: il suo è il peggior tempo tra gli uomini di classifica, facendo segnare un ritardo superiore ai 3 minuti (53°, +3'18'').



Gli highlights della 15^ tappa del Giro d'Italia 2016

a cura di Gilberto Cominetti