Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
L'incredibile universo dei video in rete
#21
È un discorso che c'entra poco con Mozart che era di un'epoca successiva, ma lo voglio fare lo stesso, perché è interessante secondo me.

Nel periodo barocco (ad esempio in un Vivaldi) tutte le musiche dovevano essere modificate dall'esecutore (infatti era presente sempre in ritornello per esaltare il virtuosismo e l'improvvisazione).
Solo con l'avvento dell'Illuminismo questa moda scomparve.
Ma ancora oggi chi suona musica barocca con strumenti barocchi nel ritornello aggiunge/modifica sempre qualcosa rispetto all'idea originale, perché è ciò che il compositore voleva venisse fatto.
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di cigolains
#22
Tra i miei non pochi torti, quello di essere un assoluto ignorante in fatto di musica. Il pc mi porta tutto o quasi sotto il naso e a volte, passeggiando, scopro interi universi a me ignoti. 
Qui ho a che fare con molti alieni, dato che non posso appartenere alla stessa specie di chi ha ideato, costruito e via via migliorato gli strumenti a tastiera, né tanto meno posso albergare nello stesso universo di Chopin, non parliamo poi dei marziani che oggi fanno rivivere e reinterpretano la sua musica. 
"Winter Wind" è soltanto uno studio, di grandissima difficoltà, a quanto leggo uno dei brani più difficili da eseguire, quasi ideato proprio per questa difficoltà. Eppure, il modo in cui il freddo vento dell'inverno prende vita e diventa musica nella mente di Chopin è stupefacente. Quasi due melodie che si intersecano, e mentre la vita si ripara a fatica dal freddo il vento, privo di mente, spazza ogni angolo, indugia e riparte, tornando alle sue raffiche, cieche e spietate. Quando infine il vento ha un ultimo sussulto prima di svanire la sensazione è che non resti più nulla. 
Due interpretazioni, da quanto leggo di altissimo livello. Nella prima prevale la mano destra, la furia del vento, nella seconda si avverte di più la melodia condotta dalla mano sinistra, forse con una sensazione ancora più disperata. 







 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di OldGibi
#23
Omaggio degli All Blacks a Maradona. Da brividi. 



 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di OldGibi
#24
Non so dove scriverlo. Ieri è scomparso Gino Strada, un grande uomo. La morte di un personaggio pubblico può colpirci in varia misura, normalmente in termini moderati. In alcuni casi può toccarci un po' più profondamente, come per me è stato per Gigi Proietti. La scomparsa del fondatore di Emergency mi intristisce molto, mi tocca il cuore. Se la vita fosse un'opera teatrale credo che questa uscita di scena non verrebbe accompagnata solo da un applauso fragoroso ma anche da lacrime, per il dolore della fine un'opera che avrebbe dovuto essere infinita. L'infinito non appartiene agli uomini, l'immensità è caratteristica di pochi, credo che tra questi ci sia a pieno titolo GINO STRADA. 



 
Rispondi


[+] A 3 utenti piace il post di OldGibi
#25
Non ho mai avuto istinti omicidi, ma forse è la volta buona  Asd Asd Asd 




 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Lambohbk
#26
ELI TI SENTO OVATTATAH
 
Rispondi
#27


 
Rispondi
#28


 
Rispondi
#29


 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)