Il Nuovo Ciclismo

Versione completa: Liège-Bastogne-Liège 2022
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2 3 4
Nel punto perfetto per le sue caratteristiche
Comunque tutta la redoute bocca chiusa..
Comunque c'è stato un momento oggi molto significativo.
Dopo che Vlasov se ne va quelli dietro erano ancora incerti sul da farsi. A un certo punto si fermano, iniziano a voltarsi.
Aspettano Wout e appena rientra lo mettono in testa a tirare.

Ora, io non voglio mancare di rispetto a nessuno ma che schifo. È proprio l'immagine di un certo tipo di ciclismo, che non mi andrà mai giù.
Il capostipite di quel ciclismo, al punto della carriera in cui è e per quello che ancora fa nel punto della carriera in cui è, prende elogi che capisco siano meritati.
Ma appena non lo vedrò più in corsa non mi mancherà di certo.

Lui e tanti altri che hanno ballato solo quando il dj passava uno dei troppi lenti suonati negli ultimi anni.
Già...
Il problema è che le sue vittorie han fatto diventare la Liegi.. la corsa degli attendisti..
Purtroppo si copia sempre l esempio sbagliato
Domanda: dopo la sparata di oggi cosa possiamo concludere sulla tanto chiacchierata esplosività di Remco?
Che Remco ha lo scatto come già si era visto al Lunigiana 2018 Ghgh
scatto da paura e tenuta bestiale sui 30 km. comunque sia rimane negli annali.
Mi sono riguardato il suo scatto per osservare bene la reazione degli avversari.

Inizialmente non guadagna neanche un metro perché ha subito a ruota Powless e Cosnefroy (seguito poi da Caruso, Teuns ecc).

Ben presto Cosne deve desistere, mentre poco dopo deve farlo Powless.

Nel frattempo si è già messo a tirare Haig ma Remco ne ha troppa di più e ha già preso 100 metri.
Il resto è storia.
(11-01-2022, 09:38 PM)Hiko Ha scritto: [ -> ]Secondo me non è una cosa negativa di per sè partecipi alla Vuelta, potrebbe concentrarsi di più nelle classiche nella prima parte di stagione.

(13-04-2022, 07:39 PM)Hiko Ha scritto: [ -> ]Mi sono sempre chiesto perchè in Quick Step a Remco facevano saltare le classiche incaponendosi sulle corse a tappe. 


Ieri è stato il manifesto del Remco campione, del suo potenziale e delle sue caratteristiche. Nella corsa che forse gli si addice di più nell'intero calendario (anche se ce ne sono anche altre eh...).
Si può trovare tutti i se e i ma che si vuole per la sua vittoria, ma ieri ha semplicemente vinto il più forte e lo ha fatto alla sua maniera (che è pure uno spettacolo per gli occhi!). Non ci voleva un genio per capire che sarebbe scattato allo scollinamento della Redoute...
Non capisco però a 'sto punto perchè non c'era nessuno dei capitani più forti alla sua ruota ma Powless. Anche se va detto che in corsa oggi c'era solo uno che in potenza poteva reggere al suo scatto violento su quel terreno (e vedendo come è scivolata via la corsa sono sicuro che nemmeno lui ce l'avrebbe fatta...)

Su Van Aert scrivo le stesse cose che avevo scritto dopo la sua Roubaix: è andato fin troppo bene per quelle che erano le premesse.
Ha fatto un'ottima corsa ma non è riuscito ad incidere attivamente, è stato più che altro un "passeggero" del gruppo. Si è visto che è arrivato stanco al traguardo, da come si è staccato dopo la Roche e dall'aver perso la volata per il secondo posto.

Ottima corsa di Vlasov, uno dei più attivi e uno dei più forti. Mai avrei pensato diventasse un corridore di questo genere. 
Zelk mi ha scritto che era sopravvalutato negli sforzi sopra i 20'. Può essere vero, però nonostante questo non lo vedevo così forte con queste attitudini da "scattista".
Avevo controllato ieri sera.. Non sono dati impressionanti quanto l'impatto visivo
L'impatto visivo è impressionante anche perché una roba del genere alla Liegi non si vedeva da una vita.

Gli stessi Pogacar e Roglic hanno vinto giocando per lo più sulla difensiva sulle cotes.
Ci vorrebbe morris
Ultimo attacco in solitaria dalla redoute?
Bruyere nel 78?
Pagine: 1 2 3 4