Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
14^ tappa: Limoux - Foix
#1
Domenica 15 Luglio 2012

14a Tappa
Limoux - Foix
(192 km)



Presentazione

in arrivo


Planimetria



Altimetria



Risultati
Ordine d'arrivo - Le classifiche dopo la tappa


Foto
Galleria di immagini


Highlights



Dichiarazioni
Le dichiarazioni del dopogara
 
Rispondi
#2
Tour, si lascia il mare per le montagne e un muro
Dopo un breve assaggio di mare, e senza neppure il tempo di goderselo, la carovana del Tour de France continuando la sua corsa verso ovest approccia i Pirenei con la classica tappa di media montagna.
Montagna perchè ci sono due colli di prima e uno di seconda categoria, media perchè l'ultima vetta, e la più difficile, è posta a poco meno di 40 km dal traguardo.
Si parte da Limoux, la città in cui il carnevale dura tre mesi l'anno, e dopo aver attraversato tutta l'Ariege, si arriva a Foix, tristemente nota nel mondo del ciclismo per essere stata teatro dell'esclusione, con tanto di notte in gattabuia, di Riccardo Riccò nel 2008.
Le salite sono tanto interessanti quanto distanti dal traguardo: la prima, il Port de Lers, è lunga 11.4 km e ha una pendenza media del 7%, ma dista la bellezza di 65 km dal traguardo.
Il Mur de Peguere termina invece, e lo dice la parola, con un vero e proprio muro: gli ultimi tre chilometri sono al 12% con un picco al 18%. In totale è lunga poco più di 9 km e, considerando un inizio molto blando, ha una pendenza media del 7.9%.
Sarebbe il trampolino di lancio ideale per chi vuole smuovere la classica, considerando anche il fatto che fino a mercoledì non ci saranno più occasioni, ma dal termine della discesa piuttosto tecnica mancheranno ancora più di 20 km all'arrivo.
La fuga della prima ora è prevedibile, l'atteggiamento dei big meno. Vincenzo Nibali e Cadel Evans sono gli unici due, oltre alla coppia Sky, che possono ancora sperare di vincere il Tour: se lo fanno davvero, devono provare a scalfire come minimo il senso di superiorità della corazzata inglese.
Se poi riuscissero anche a guadagnare secondi, allora comincerebbe davvero tutto un altro Tour.

da Limoux Francesco Cerruti per tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#3
Se BMC e Liquigas riescono a mandare qualcuno in fuga, che a sua volta riesce a superare quelle 2 salite prima del gruppo possono risultare un buon trampolino per Evans e Nibali ri fare qualcosa, altrimenti mi sa che tenteranno qualcosa in salita, poi discesa a tutta, ma se in pianura sono soli è difficile guadagnare poi.
 
Rispondi
#4
Dopo 28 km ancora non c'è la fuga giusta, sono già sulla prima salita di giornata, e il primo che ci prova è Taaramae, ma ancora il gruppo non lascia andare nessuno, mentre iniziano a perdere contatto già alcuni corridori, tra cui Farrar
 
Rispondi
#5
passaggio sul Col du Portel:

1. Voeckler (EUC) 5pts

2. Kessiakoff (AST) 3pts

3. Martinez (EUS) 2pts

4. Vande Velde (GRS) 1pt
 
Rispondi
#6
qualcosa provano sicuro oggi.
 
Rispondi
#7
Coppel, F. Schleck, Kloden, Vanendert ed altri corridori sono rimasti attardati, non so come mai quei primi 3, se per qualche problema meccanico o per stanchezza, per ora hanno 30" di ritardo, e visto che ancora davanti non c'è la fuga, possono sia rientrare se si fermano un pò davanti, sia avere problemi a rientrare se davanti vanno a tutta per far partire la fuga giusta

Per ora ci sono davanti Sagan, Kruiswijk e Paulinho che si sono avvantaggiati sul gruppo in discesa, il gruppo è a soli 8", però quelli dietro rimasti attardati hanno ora 50" di ritardo.

Questi i 14 corridori rimasti attardati: KLÖDEN Andréas, SCHLECK Frank, COPPEL Jérôme, VANENDERT Jelle , CHAVANEL Sylvain , VANOTTI Alessandro , BERNAUDEAU Giovanni , SPRICK Matthieu , LANCASTER Brett, EISEL Bernhard , CAVENDISH Mark , URTASUN PEREZ Pablo , ENGOULVENT Jimmy , FARRAR Tyler. Ora distacco salito a 1'22" di questi 14 sul gruppo, mi sa che oggi quei 3 nei primi 15 perdono parecchio se il gruppo davanti non si ferma
 
Rispondi
#8
ci provano ad andare in fuga Kruijswik, Sagan e Paulinho
gruppo dietro con Schleck, Vanendert,Coppel ad 1'22'' dal gruppo maglia gialla
 
Rispondi
#9
certo che Sagan non riesce proprio a stare fermo, vabbè che c'è il traguardo volante e può allungare ancora su Greipel e Goss, però se dietro orica e lotto tirano lui si stanca di più
 
Rispondi
#10
Ammazza ma cosa combina Schleck? Confuso
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)