Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Caso Mosquera - Mosquera squalificato fino a Novembre 2013
#1
Per approfondire:
http://ilnuovociclismo.forumfree.it/?t=51120934
 
Rispondi
#2
WADA: Mosquera non coprì nessuna sostanza dopante
Secondo quanto riporta Marca.com la WADA avrebbe comunicato a Ezequiel Mosquera (positivo all'amido idrossietilico all'ultima Vuelta) di non aver riscontrato alcuna sostanza dopante nei suoi campioni di sangue analizzati al laboratorio di Colonia. L'amido idrossietilico, infatti, non è una sostanza dopante di per sé, ma potrebbe essere usata per coprire gli effetti di altri composti. La lista delle sostanze proibite redatta annualmente dall'Agenzia Mondiale Antidoping punisce l'uso dell'amido idrossietilico solo se iniettato per via endovenosa, al pari di albumina, destrano e mannitolo.
A questo punto toccherà al ciclista galiziano, per evitare la squalifica, dimostrare di aver assunto la sostanza - che può essere presente in vari farmaci o alimenti - per via orale e non per via endovenosa.

cicloweb.it
 
Rispondi
#3
Doping. L'Uci conferma: ci sono problemi sul caso Mosquera
Assolto - per il momento - Contador, resta sul piatto il caso di Ezequiel Mosquera, approdato alla Vacansoleil e mai giudicato per la positività all'Hydroxyetile riscontratagli alla Vuelta. Sul caso, l'UCI ha ammesso l'insorgere di alcuni problemi per bocca del suo portavoce, Enrico Carpani.
«Confermo che ci sono dei problemi, ma questo non significa lo stop della procedura in corso - ha spiegato Carpani a Cyclingnews -. Bisognerebbe effettuare una nuova analisi che per il momento non è possibile fare, perché sta al corridore chiedere la contronalisi e Mosquera non lo ha fatto. Comunque l'UCI ha la possibilità di chiedere alla Federazione di appartenenza del corridore l'apertura di un procedimento disciplinare sulla base del solo campione A».
Ricordiamo che l'Hydroxyetile non è considerato un prodotto dopante bensì una "maschera" per l'assunzione di Epo o per il ricorso a doping ematico.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#4
Mosquera chiede che il suo caso venga finalmente risolto
Ezequiel Mosquera chiede che il suo caso sia esaminato al più presto. Lo spagnolo positive all'hydroxyéthyl - sostanza di per sé non dopante ma considerata "coprente" - è attualmente fuori rosa e non viene schierato alle corse dalla Vacansoleil, in attesa che il caso venga risolto. Fermo da settembre, in attesa che il laboratorio di Colonia si pronunci ufficialmente sulle analisi effettuate, il corridore chiede a gran voce una soluzione. E su questo punto, ha tutte le ragioni del mondo.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#5
Sarebbe ora,fossi nella Vacansoleil lo farei correre,come inizialmente avevano detto.
Però d'altro canto approvo questa decisione,dimostrano comunque serietà
 
Rispondi
#6
Il problema è che poi è uscito il caso Riccò: già son sul filo del rasoio, se si mettono pure a schierare Mosquera (e dunque a "sfidare" l'UCI) è un attimo che li tolgono dal Pro Tour...
 
Rispondi
#7
(29-03-2011, 04:18 AM)SarriTheBest Ha scritto: Il problema è che poi è uscito il caso Riccò: già son sul filo del rasoio, se si mettono pure a schierare Mosquera (e dunque a "sfidare" l'UCI) è un attimo che li tolgono dal Pro Tour...

Infatti.

Però che sfiga la Vac, avevano 2 grandi corridori per i GT e... :-/
 
Rispondi
#8
Quello era sott'inteso,stanno agendo di conseguenza.
Pellizzotti si è messo contro l'Uci e sappiamo tutti cosa gli hanno combinato...

Eh si,una squadra con Mosquerà-Riccò appoggiati da Poels e Carrara sarebbe stata una corazzata per un Gt
 
Rispondi
#9
Corazzata mi pare eccessivo, però una buona squadra sicuro...
 
Rispondi
#10
Mosquera, l'Uci chiede l'apertura di un procedimento
In un comunicato ufficiale, l'Uci conferma di aver chiesto alla Federazione Spagnola l'apertura di un procedimento nei confronti di Ezequeil Mosquera.
«A seguito delle spiegazioni fornite dal corridore - si legge nel comunicato - dopo che gli è stato comunicato il risultato anomalo di una analisi, l'Uci è stata obbligata a portare avanti un'indagine scientifica complementare, promossa con il laboratorio di Clonia, accreditato Wada. Al termine dell'inchiesta, affidata ad esperti qualificati, e visti i risultati in proprio possesso, l'Uci ha applicato il codice antidoping e ha chiesto l'apertura di una procedura nei confronti del corridore».

Mosquera e un caso lontano dalla chiusura
Lo spagnolo Ezequiel Mosquera ha fatto sapere, attraverso un comunicato ufficiale, che dopo sette mesi l'UCI ha girato il suo caso alla Federazione Spagnola per competenza. «Questa decisione non cambia la mia situazione di corridore né sanzionato né sospeso, ma mi concederà finalmente il diritto di difendermi. Continuo ad accettare la sospensione decisa dalla mia squadra (la Vacansoleil, ndr) in attesa di poter vedere finalmente la soluzione del mio caso».
Ricordiamo che Mosquera era risultato positivo ad una sostanza "coprente" nella Vuelta di Spagna dello scorso anno, che aveva chiuso al secondo posto.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)