Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
GVA Trofee
#1
 
Rispondi
#2
Il solito uomo solo al comando - Stybar si aggiudica la prima a Namur
Dopo un mese di corse fra Europa Centrale e Stati Uniti, la prova di Namur segna l'inizio della stagione crossistica di alto livello. L'esordio del GvA Trofee, la prestigiosa challenge che prende il nome dalla Gazzetta di Anversa che la organizza, è anche la più importante gara a disputarsi in territorio vallone, fatto curioso per una disciplina che nelle Fiandre è religione.

Assente Niels Albert per un problema al ginocchio che dovrebbe tenerlo lontano dalle competizioni ancora alcune settimane, la sfida al vertice sembrava doversi dunque ridurre alle due restanti superstar della specialità, il ceco Zdenek Stybar e il fiammingo Sven Nys. Ma il campione nazionale belga ha dimostrato subito di non essere in giornata: partito malissimo per un inconveniente a un pedale, al passaggio del primo giro navigava intorno alla ventesima posizione. E se la prima metà della gara lo ha riportato comunque nella top ten, si è però notato un campione spento e in difficoltà che non riusciva ad avvicinarsi non solo ai primissimi, ma nemmeno ai loro più immediati inseguitori. La causa della giornata no di Nys è probabilmente attribuibile alla temperatura primaverile che ha fatto segnare più di venti gradi, cosa certo non usuale in questa stagione e a queste latitudini. Il cannibale di Baal, sempre più in difficoltà col passare dei giri, nel finale ha preferito addirittura ritirarsi. E se la scelta pare incomprensibile in virtù della classifica generale del GvA (pochi punti conquistati sarebbero stati in ogni caso meglio di nessuno) che appare già compromessa dopo la prima prova, questo sottolinea quanto fosse assoluta la crisi del campione belga.

Del resto il percorso di Namur, affascinante e spettacolare ma al contempo durissimo (probabilmente il più impegnativo di tutto il circuito internazionale), di certo non aiuta chi non è in giornata. Anche oggi infatti la selezione è stata praticamente immediata, con l'iridato Stybar, il vicecampione del mondo Klaas Vantornout e Kevin Pauwels ad avvantaggiarsi sul resto del gruppo già nei primi due giri. Alle loro spalle faceva da elastico, almeno per la prima metà della gara, Bart Aernouts, prima di cedere definitivamente al ritmo imposto dai tre, che andavano di comune accordo fino a giocarsi la corsa nel finale.

Intanto si mostrava pimpante Bart Wellens che, dopo una partenza non felicissima, risaliva posizioni raggiungendo e staccando chi lo precedeva (fra cui un buon Enrico Franzoi che per tutta l'ora ha viaggiato intorno alla sesta-settima posizione), fino a saltare con apparente facilità anche Aernouts. Si era intorno a metà gara e il due volte campione del mondo andava talmente forte da dare l'impressione di poter rientrare a breve sul trio di testa, da cui a un certo punto era distante appena una manciata di secondi. Ma lo sforzo della rimonta si è rivelato evidentemente eccessivo, e la fatica ha presentato il conto anche a un Wellens che, negli ultimi giri, è stato costretto a correre di conserva per non perdere posizioni.

Davanti intanto, fra pesanti tratti a piedi e discese da equilibristi, Stybar, Vantornout e Pauwels proseguivano regolari. Come a volte gli accade, non sappiamo se per scelta tattica o reale difficoltà, era proprio il campione del mondo quello che, in alcuni passaggi, appariva meno brillante, mentre il suo compagno di squadra Pauwels provava più volte a fare il forcing. Ma era proprio il giovane belga a pagare la sua esuberanza alla fine del terzultimo giro, staccandosi in seguito a un affondo di Vantornout, che non sarà un fenomeno ma quando attacca fa comunque male. Per Pauwels la gara in pratica finiva lì, costretto ad amministrare le forze residue per salvare il podio dal ritorno di Aernouts.

Vantornout riprovava l'allungo pure alla penultima tornata ma, pur soffrendo, Stybar riusciva a mantenerne la ruota. Al suono della campana era chiaro come la vittoria fosse ormai un discorso a due, col ceco potenzialmente avvantaggiato anche dal suo sprint spesso micidiale. Ma Stybar evidentemente aveva voglia di un successo più netto, e così orchestrava un perfetto attacco finale fatto di tecnica e forza: lanciatosi senza timori e con perfetta padronanza del mezzo nella discesa più pericolosa, riusciva a guadagnare in questo modo un paio di metri al rivale, che però gli restava vicinissimo. Ma mettendo in campo tutta la sua notevole potenza era poi in grado, pedalata dopo pedalata, di costringere alla resa Vantornout. Così Stybar poteva tagliare il traguardo a braccia alzate e in relativa tranquillità.

Per Vantornout, a 8", l'ennesimo piazzamento di prestigio, ma la vittoria continua a sfuggirgli. Come detto Pauwels completava il podio a 31", precedendo Aernouts a 42". Discreto quinto Wellens a 1'06", di poco avanti a Franzoi, capace di concludere al sesto posto, staccato di 1'14", una gara senza acuti ma comunque regolare. Molto più distanti, Dieter Vanthourenhout, Francis Mourey, Gerben de Knegt e Philipp Walsleben completavano la top ten. La classifica generale del GvA per forza di cosa rispecchia l'ordine d'arrivo odierno, mentre il prossimo appuntamento della challenge fiamminga è per il primo novembre a Oudenaarde.

Ordine d'arrivo
1 Zdenek Stybar (Cze) 59:31:00
2 Klaas Vantornout (Bel) 0:00:08
3 Kevin Pauwels (Bel) 0:00:31
4 Bart Aernouts (Bel) 0:00:42
5 Bart Wellens (Bel) 0:01:06
6 Enrico Franzoi (Ita) 0:01:14
7 Dieter Vanthourenhout (Bel) 0:02:50
8 Francis Mourey (Fra) 0:02:57
9 Gerben De Knegt (Ned) 0:03:10
10 Philipp Walsleben (Ger) 0:03:23
11 Rob Peeters (Bel) 0:03:31
12 Robert Gavenda (Svk) 0:03:37
13 Ian Field (GBr) 0:03:55
14 Jan Denuwelaere (Bel)
15 Sven Vanthourenhout (Bel)
16 Tom Van Den Bosch (Bel) 0:04:25
17 Mariusz Gil (Pol) 0:04:51
18 Kenneth Van Compernolle (Bel) 0:05:05
19 Ben Berden (Bel) 0:05:19
20 Patrick Van Leeuwen (Ned) 0:05:22
21 Patrick Gaudy (Bel) 0:05:46
22 Marcel Wildhaber (Swi) 0:06:03
23 Jonathan Page (USA) 0:06:27
24 Egoitz Murgoitio Rekalde (Spa) 0:06:47
25 Jan Verstraeten (Bel) 0:06:54
26 Thijs Van Amerongen (Ned) 0:07:01
27 Martin Zlamalik (Cze) 0:07:22
28 Romain Villa (Fra) 0:07:32
-1lap Stijn Huys (Bel)
-1lap Mike Thielemans (Bel)
-1lap Kevin Cant (Bel)
-2laps Bart Verschueren (Bel)
-3laps Ludovic Mottet (Bel)

Classifica
1 Zdenek Štybar (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 28 pts
2 Klaas Vantornout (Bel) Sunweb-Revor 23
3 Kevin Pauwels (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 21
4 Bart Aernouts (Bel) Rabobank - Giant Offroad Team 17
5 Bart Wellens (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 16
6 Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus 15
7 Dieter Vanthourenhout (Bel) BKCP-Powerplus 14
8 Francis Mourey (Fra) Française Des Jeux 13
9 Gerben De Knegt (Ned) Rabobank-Giant Off-Road Team 12
10 Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus 11
11 Rob Peeters (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 10
12 Robert Gavenda (Svk) Telenet-Fidea Cycling Team 9
13 Ian Field (GBr) 8
14 Jan Denuwelaere (Bel) Rendement Hypo Cycling Team 7
15 Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb-Revor 6
16 Tom van den Bosch (Bel) AA Drink Cycling Team 5
17 Mariusz Gil (Pol) Baboco - Revor Cycling Team 4
18 Kenneth van Compernolle (Bel) Sunweb Revor 3
19 Ben Berden (Bel) Qin Cycling Team 2
20 Patrick van Leeuwen (Ned) 1

cicloweb.it
 
Rispondi
#3
Stybar è semplicemente imbarazzante, poi fa anche sembrare tutto facile, anche qui, è stato in controllo per tutta la gara, poi su una gobba ha fatto il vuoto, sembrando comunque in controllo, è il nuovo E. De Vlaeminck [Immagine: sisi.gif]
No, aspetterei, visto che anche Boom sembrava che lo fosse, poi ora non si vede più [Immagine: asd.gif]
 
Rispondi
#4
eh boom non capisco perche si sia dato a tempo pieno alla strada, pochi anni fa era tutti dietro lui..
 
Rispondi
#5
Koppenberg feudo di Nys - Sven trionfa ancora in casa: e sono 8!
L'arrivo del fango ripropone la classe innata di Sven Nys, che vince per l'ottava volta, la settima consecutiva, il Koppenberg Cross di Oudenaarde, seconda prova del Trofeo Gazet Van Antwerpen.

La pioggia caduta nei giorni precedenti la corsa ha reso ancor più impegnativo il percorso, uno dei più esigenti dell'intero calendario internazionale con la scalata del Koppenberg (non fino alla vetta, si svolta a destra verso la metà della celebre ascesa del Giro delle Fiandre), una discesa su prato, una ripida salita erbosa (bici in spalla per tutti) e una difficile e scivolosissima picchiata a tornanti verso la zona arrivo.

Alla partenza il medesimo cast del giorno prima con l'aggiunta di Steve Chainel (comunque impalpabile per tutta la corsa conclusa con un mesto ritiro). Jonathan Page è scattato molto bene dalla seconda fila, ma il protagonista dei primi metri è stato Marco Bianco che ha allungato con decisione iniziando la prima scalata al Koppenberg in testa con qualche metro di vantaggio sul gruppo, nel quale apparivano intruppati nella seconda metà Niels Albert e Bart Wellens.

Esaurita l'azione di Bianco, Sven Nys ha preso in mano le redini della corsa imponendo un grande ritmo sulla salita erbosa, con a ruota il solo Stybar. La coppia ha guadagnato rapidamente terreno nella discesa, ai piedi della quale il vantaggio su Klaas Vantornout era già di 6 secondi. Seguivano Gerben De Knegt e Niels Albert. Più indietro Aernouts, Pauwels e Wellens. Nys ha proseguito col suo indiavolato forcing ed in un tratto particolarmente fangoso dopo il box anche Stybar è stato costretto a mollare le ruote. Il campione nazionale belga, ormai solo, ha continuato a mantenere alto il ritmo anche nella seconda tornata che al contrario è costata cara al suo rivale Stybar, caduto in discesa e raggiunto e superato da Albert, Vantornout, De Knegt e Pauwels.

Niels Albert ha salutato la compagnia lanciandosi all'inseguimento solitario di Nys, e risultando staccato, al termine del secondo giro, di 12 secondi. L'inseguimento è apparso fin da subito vano e nella tornata successiva il vantaggio del campione belga è lievitato a 25 secondi. Alle spalle di Albert il gruppetto di Stybar, Pauwels, De Knegt e Vantornout rimaneva più o meno compatto, con le posizioni in continua variazione a causa degli errori di guida dei concorrenti, messi a dura prova dalle condizioni del percorso.

Giro dopo giro il vantaggio di Nys è cresciuto costantemente, mentre la pedalata degli inseguitori si faceva via via più legnosa. Unica eccezione Pauwels, che ha staccato i compagni di avventura e si è tuffato all'inseguimento di Albert. Il campione del mondo di Hoogerheide 2009 però dopo una fase di calo ha mantenuto la concentrazione e non ha mai concesso a Pauwels la possibilità di riaccodarsi. Zdenek Stybar è stato costretto, a due giri dalla fine, a mollare anche la scia di Klaas Vantornout. L'iridato è apparso stranamente impacciato nei tratti più tecnici, risentendo forse delle fatiche del giorno prima a Zonhoven e anche della batosta psicologica di vedersi staccato da Nys fin dal primo giro.

Il fango mieteva impietosamente vittime nelle posizioni di rincalzo costringendo al ritiro, oltre al già citato Chainel, anche Philipp Walsleben (autore di una buona partenza prima di incappare in un incidente meccanico) e il campione europeo under 23 uscente Robert Gavenda .

Neppure una foratura nell'ultimo giro (appena dopo il box) ha fermato Nys che, forte di un vantaggio superiore al minuto, ha potuto gestire con la massima tranquillità l'inconveniente, badando a non commettere errori nel tragitto verso la postazione di cambio bici successiva. Per Nys è arrivata la terza vittoria stagionale dopo quelle nelle gare inaugurali di Erpe-Mere e Neerpelt, la prima nelle gare "che contano". Albert, scivolato senza conseguenze nell'ultima discesa, ha chiuso al secondo posto. Kevin Pauwels ha chiuso il podio, prolungando la positiva striscia di piazzamenti che confermano la crescita continua del ventiseienne di Kalmthout.

Zdenek Stybar, approfittando anche di una caduta di Vantornout, è riuscito a recuperare il quarto posto finale, dopo aver navigato in posizione peggiore per gran parte della corsa. Sesto posto per De Knegt mentre Wellens, Aernouts, Franzoi (in rimonta dopo una partenza infelice) e Meeusen hanno chiuso la top 10. Stybar mantiene il comando della classifica del Trofeo GVA con cinque punti di vantaggio su Pauwels e Vantornout mentre Nys, penalizzato dallo 0 ottenuto col ritiro a Namur nella prima prova, è solo sesto a 17 punti dal leader.

Nella gara under 23 ritorno al successo per Joeri Adams, campione del mondo fra gli juniores ad Hooglede nel 2007 poi dedicatosi maggiormente alla strada ma ritornato da pochi mesi a tempo pieno al primo amore. Sul podio anche il belga Vinnie Braet e l'olandese Lars Van Der Haar.

Nella gara femminile vittoria di Helen Wyman, davanti a Sanne Cant e Sanne Van Paassen.

Vittoria olandese negli juniores grazie al figlio d'arte Danny Van Poppel che ha battuto i fiamminghi Jens Vandekinderen e Matthias Van De Velde.

Prossimo appuntamento col trofeo GVA ad Hasselt il 20 novembre.
cicloweb.it

Ordine d'arrivo:
1 Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet 1:00:00
2 Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus 0:01:07
3 Kevin Pauwels (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 0:01:28
4 Zdenek Štybar (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 0:02:08
5 Klaas Vantornout (Bel) Sunweb-Revor 0:02:24
6 Gerben De Knegt (Ned) Rabobank-Giant Off Road Team 0:02:46
7 Bart Wellens (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 0:03:40
8 Bart Aernouts (Bel) Rabobank-Giant Off Road Team 0:04:02
9 Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus 0:04:10
10 Tom Meeusen (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 0:04:26
11 Rob Peeters (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 0:04:46
12 Tom van den Bosch (Bel) AA Drink Cycling Team 0:04:56
13 Jan Denuwelaere (Bel) Rendement Hypo Cycling Team 0:05:08
14 Mariusz Gil (Pol) Baboco - Revor Cycling Team 0:05:17
15 Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb-Revor 0:05:35
16 Christian Heule (Swi) Champion System LBS 0:06:00
17 Petr Dlask (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 0:06:15
18 Thijs van Amerongen (Ned) AA Drink Cycling Team 0:06:53
19 Romain Villa (Fra) 0:07:12
20 Marco Bianco (Ita) 0:07:19
21 Ian Field (GBr) Hargrove Cycles 0:07:26
22 Radomir Simunek Jr. (Cze) BKCP-Powerplus 0:07:44
23 Kenneth van Compernolle (Bel) Sunweb-Revor 0:07:47
24 Jan Verstraeten (Bel) KDL-Trans 0:08:03
25 Jonathan Page (USA) Planet Bike 0:08:52
26 Thijs Al (Ned) AA Drink Cycling Team 0:09:04
27 Patrick van Leeuwen (Ned) a 2 giri
28 Patrick Gaudy (Bel)
29 Marek Cichosz (Pol)
30 Ben Berden (Bel) Qin Cycling Team
31 Eddy van Ijzendoorn (Ned) AA Drink Cycling Team
32 Martin Zlámalík (Cze) Sunweb - Revor
33 Mitchell Huenders (Ned) BKCP-Powerplus
34 Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus
35 Wilant van Gils (Ned) CX Nederland
36 Stijn Huys (Bel)
37 Tim Van Nuffel (Bel) Van Goethem - Prorace a 3 giri
38 Kevin Cant (Bel)
39 Robert Gavenda (Svk) Telenet-Fidea Cycling Team
40 Alberto Candelas Caballero (Spa)

Classifica Generale GVA Trofée:
1 Zdenek Štybar (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 45 pts
2 Klaas Vantornout (Bel) Sunweb-Revor 40
3 Kevin Pauwels (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 40
4 Bart Aernouts (Bel) Rabobank-Giant Off Road Team 30
5 Bart Wellens (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 30
6 Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet 28
7 Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus 27
8 Gerben De Knegt (Ned) Rabobank-Giant Off Road Team 27
9 Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus 24
10 Rob Peeters (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 20
11 Jan Denuwelaere (Bel) Rendement Hypo Cycling Team 15
12 Dieter Vanthourenhout (Bel) BKCP-Powerplus 14
13 Tom van den Bosch (Bel) AA Drink Cycling Team 14
14 Francis Mourey (Fra) FDJ 13
15 Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb-Revor 12
16 Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus 11
17 Mariusz Gil (Pol) Baboco - Revor Cycling Team 11
18 Tom Meeusen (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 11
19 Robert Gavenda (Svk) Telenet-Fidea Cycling Team 9
20 Ian Field (GBr) Hargrove Cycles 8
21 Christian Heule (Swi) Champion System LBS 5
22 Petr Dlask (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 4
23 Kenneth van Compernolle (Bel) Sunweb-Revor 3
24 Thijs van Amerongen (Ned) AA Drink Cycling Team 3
25 Ben Berden (Bel) Qin Cycling Team 2
26 Romain Villa (Fra) 2
27 Patrick van Leeuwen (Ned) 1
28 Marco Bianco (Ita) 1
 
Rispondi
#6
Tra i due litiganti, il terzo gode
Ritorna il GVA Trofée, organizzato dal giornale Gazet Van Antwerp, e dopo qualche gara all'insegna di pioggia e fango, si torna a correre sotto il pallido sole belga. Al via ci sono tutti i migliori, come sempre, guidati dal campione del mondo Zdenek Stybar, che subito al primo giro impone il suo classico stile di corsa, accelerando l'andatura e sgranando subito il gruppo, seguito a ruota dai i due rivali Niels Albert e Sven Nys, che trovandosi nelle prime posizioni, riescono a non avere problemi, mentre dietro ci sono alcune cadute, come quella del corridore della Sunweb-Revor Klaas Vantornout, che prendendo male una curva cade e batte violentemente in gomito sull'asfalto, e si vede costretto al ritiro.

Al secondo giro, i quattro di testa si alternano al comando, il ceco lascia la prima posizione per mandare gli altri davanti a tirare, e ai quattro si aggiunge Rodomir Simunek, della BKCP. Nys, pur non essendo sul fango in cui la fa da padrone, sembra ancora essere in giornata e forza l'andatura, tirando come un forsennato, ma le buone condizioni del fondo, non creano particolari problemi agli inseguitori, che non li perdono di vista.

Nel terzo giro, a farla da padrone è il belga Pauwels, che viene lasciato davanti dagli altri, mettendosi in mostra la sua forma fisica. Ma a metà del quarto giro, sul settore di sterrato, Nys e Stybar riprendono la testa, forzando nuovamente l'andatura, nel percorso stretto di Hasselt, in cui spesso i corridori sfiorano i cartelloni e le transenne laterali al tracciato. Al quinto giro, il gruppetto di testa abbassa un po' il ritmo, tanto che il giro più veloce lo fanno segnare i corridori ormai tagliati fuori dalla vittoria. Il sesto vede sempre i migliori davanti, con un Stybar in vena di scherzi: un iridato che esegue dei trick al ponte artificiale non si vede ad ogni gara.

Il circuito crea pochissima selezione e nonostante il conto dei giri salga e si è arrivati a metà gara, il decimo ciclista è staccato dal primo di circa una trentina di secondi. Stybar sembra definitivamente ristabilito dall'infortunio che lo aveva attardato nell'ultima prova del Superprestige, e al settimo giro, a tre tornate dalla fine, impone il ritmo, seguito dall'inossidabile Nys, da Albert, Wellens e da un Pauwels in ottima forma. Al passaggio sotto il traguardo: i cinque, a cui si è aggiunto un Aernouts in gran spolvero, sembrano aver staccato i diretti inseguitori, che transitano a circa 10 secondi di ritardo. Nel penultimo giro la gara è ancora apertissima, eccezion fatta per Albert che in tutta la gara non è mai stato davanti.

Dopo il grande lavoro e qualche difficoltà riscontrata nelle ultime prove, i meccanici oggi si concedono una giornata di relax, la totale assenza di fango, ha fatto sì che i battistrada non abbiano cambiato mai il mezzo, eccezion fatta per pochi casi, in cui si è registrata qualche caduta.

Ultimo giro, davanti al box dei meccanici, il ceco in maglia iridata riprende la testa della corsa, seguito da Nys a breve distanza e da un ottimo Pauwels, che a sprazzi si porta in testa a tirare. Grande bagarre, il belga della Fidea sembra avere una marcia in più persino del capitano Stybar e prende dieci metri di vantaggio, sperando di evitare l'arrivo in volata. Si ritorna sull'asfalto e dopo il tornante, il gregario del campione del mondo alza le braccia al cielo, rafforzando la sua seconda posizione in classifica generale, dietro al ceco, mentre Nys, che aveva saltato la gara iniziale per un problema fisico, rimane staccato di 21 punti dal leader.

Ordine d'arrivo:
1. Kevin Pauwels (Bel) Telenet Fidea Cycling Team in 1h01'22"
2. Zdenek Stybar (Cze) Telenet Fidea Cycling Team a 3"
3. Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet a 5"
4. Bart Wellens (Bel) Telenet Fidea Cycling Team a 7"
5. Bart Aernouts (Bel) Rabo - Giant Offroad Team a 7"
6. Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus a 20"
7. Tom Meeusen (Bel) Telenet Fidea Cycling Team a 25"
8. Radomir Simunek (Cze) BKCP-Powerplus a 29"
9. Rob Peeters (Bel) Telenet Fidea Cycling Team a 29"
10. Dieter Vanthourenhout (Bel) BKCP-Powerplus a 29"
11. Thijs Van Amerongen (Ned) AA Drink Cycling Team a 41"
12. Gerben De Knegt (Ned) Rabo - Giant Offroad Team a 45"
13. Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus a 47"
14. Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus a 49"
15. Eddy Van IJzendoorn (Ned) AA Drink Cycling Team a 51"
16. Jan Denuwelaere (Bel) Style & Concept Cycling Team a 1'35"
17. Mariusz Gil (Pol) Baboco - Revor Cycling Team a 1'47"
18. Tom Van Den Bosch (Bel) AA Drink Cycling Team a 1'47"
19. Jonathan Page (Usa) Planet Bike a 1'47"
20. Christian Heule (Svi) Champion System LBS Team a 1'51"
21. Ben Berden (Bel) Qin Cycling Team a 2'32"
22. Sacha Weber (Ger) Stevens Racing Team a 2'32"
23. Jan Verstraeten (Bel) KDL-Trans a 2'32"
24. Patrick van Leeuwen (Ned) TWC De Kempe a 2'32"
25. Tom Vannoppen (Bel) Team Mooserwirth Ridley Bikes a 2'32"
26. Marco Bianco (Ita) L' Arcobaleno - Carraro Team a 2'32"
27. Thijs Al (Ned) AA Drink Cycling Team a 2'32"
28. Stijn Huys (Bel) Palmans - Cras a 3'46"
29. Petr Dlask (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team a 3'51"
30. Kevin Cant (Bel) AVB Cycling Team a 4'03"
31. Tim Van Nuffel (Bel) Van Goethem - Prorace a 4'13"
32. Patrick Gaudy (Bel) a 4'20"
33. Jo Pirotte (Bel) a 4'55"
34. Rene Birkenfeld (Ger) Harvesterhude Rv a 4'55"
35. Daan Bongers (Ned) a 4'55"
36. Rob Vangenechten (Bel) a 4'55"
37. Jorge Cantalicio (Spa) a 4'55"
38. Alberto Candelas Caballero (Spa) a 4'55"
39. Niels Vaes (Bel) a 4'55"

Classifica generale GVA Trofée:
1. Zdenek Stybar (Cze) Telenet Fidea Cycling Team 70 punti
2. Kevin Pauwels (Bel) Telenet Fidea Cycling Team 66
3. Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet 49
4. Bart Wellens (Bel) Telenet Fidea Cycling Team 47
5. Bart Aernouts (Bel) Rabo - Giant Offroad Team. 46
6. Klaas Vantornout (Bel) Sunweb Revor 40
7. Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus 39
8. Gerben De Knegt (Ned) Rabo - Giant Offroad Team. 36
9. Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus 35
10. Rob Peeters (Bel) Telenet Fidea Cycling Team 32
11. Dieter Vanthourenhout (Bel) BKCP-Powerplus 25
12. Tom Meeusen (Bel) Telenet Fidea Cycling Team 25
13. Jan Denuwelaere (Bel) Style & Concept Cycling Team 20
14. Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus 18
15. Tom Van Den Bosch (Bel) AA Drink Cycling Team 17
16. Mariusz Gil (Pol) Baboco - Revor Cycling Team 15
17. Francis Mourey (Fra) Francaise des Jeux 13
18. Thijs Van Amerongen (Ned) AA Drink Cycling Team 13
19. Radomir Simunek (Cze) BKCP-Powerplus 13
20. Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb Revor 12
21. Robert Gavenda (Svk) Telenet Fidea Cycling Team 9
22. Ian Field (Gbr) Hargroves Cycles 8
23. Eddy Van IJzendoorn (Ned) AA Drink Cycling Team 6
24. Christian Heule (Swi) Champion System LBS Team 6
25. Petr Dlask (Cze) Telenet Fidea Cycling Team 4
26. Kenneth Van Compernolle (Bel) Sunweb Revor 3
27. Ben Berden (Bel) Qin Cycling Team 2
28. Romain Villa (Fra) Hargroves Cycles 2
29. Jonathan Page (Usa) Planet Bike 2
30. Patrick Van Leeuwen (Ned) Sunweb - Revor 1
31. Marco Bianco (Ita) L'Arcobaleno Carraro Team 1

Il Nuovo Ciclismo - Rozzu
 
Rispondi
#7
Tanto Rouwmoer per nulla - Albert fora all'ultimo, vince Nys
Non si può dire che sia stata una corsa noiosa, quella che si è vista oggi a Rouwmoer, con tanto di colpo di scena finale. A vincere è Sven Nys, davanti a Vantornout e Pauwels, con Niels Albert che ha da recriminare per la foratura patita all'ultimo giro che gli ha negato la possibilità di giungere tutto solo al traguardo dopo la decisa accelerazione sferrata a metà percorso.

E così l'esperto Sven, ben piazzato alle spalle del più giovane e pimpante collega, s'è andato a prendere questo successo dopo una gara condotta con lucidità e con un solo breve assolo nella parte iniziale di gara (dal 2° al 3° giro), rintuzzato dal rientro di Pauwels e Wellens, con quest'ultimo che di lì a breve si sarebbe spento (così come Peeters, protagonista assoluto del primo giro).

Al terzo giro alle spalle del terzetto di testa si forma un quintetto formato da Albert, Vantornout, Sven Vanthorenhout, De Knegt e Aernouts, con Albert decisamente il più attivo nel tentativo - riuscito in una tornata e mezza - di riportarsi in testa alla gara.
È stato poi l'altro Sven (Vanthorenhout) ad allungare al 5° giro, senza che Aernouts e Nys riescano a segurine le ruote.

La sfuriata di Vanthorenhout dura un giro, giusto il tempo di ammirare la straordinaria potenza-mista-ad-agilità di Niels Albert, che decide di fare sul serio a due giri dalla conclusione e trascina con sé - in un vortice di fango e fatica (con quella salita-discesa-salinata da fare spesso a piedi che fa male alle ginocchia solo a vederla) - Nys e Pauwels, con quest'ultimo che deve alzare bandiera bianca prima del suono della campana.

Mentre sulla gara scorrono i titoli di testa, con Albert che ci mette un nanosecondo a cambiare di nuovo bici (l'aveva fatto anche il giro precedente insieme a Nys, stavolta da solo), il giovane campione belga fora e deve dire addio ai sogni di gloria.
Sven Nys esulta soltanto perché una vittoria è una vittoria e perché in fondo è giusto così.

Nella classifica del GvA è Pauwels il leader con 85 punti, ben undici in più di Nys e quindici di Stybar (a 74 e 70), col ceco che - per forza di cose - deve assistere da casa a queste sfide dicembrine.

Ordine d'arrivo
1 Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet 1:00:21
2 Klaas Vantornout (Bel) Sunweb-Revor 0:00:05
3 Kevin Pauwels (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 0:00:08
4 Bart Wellens (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 0:00:28
5 Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus 0:00:42
6 Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb-Revor 0:00:50
7 Bart Aernouts (Bel) Rabobank-Giant Off Road Team 0:01:23
8 Gerben De Knegt (Ned) Rabobank-Giant Off Road Team
9 Rob Peeters (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 0:01:24
10 Thijs van Amerongen (Ned) AA Drink Cycling Team
11 Tom Meeusen (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 0:01:58
12 Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus 0:02:00
13 Eddy van Ijzendoorn (Ned) AA Drink Cycling Team 0:02:04
14 Dieter Vanthourenhout (Bel) BKCP-Powerplus 0:02:18
15 Thijs Al (Ned) AA Drink Cycling Team 0:02:21
16 Christian Heule (Swi) Champion System LBS 0:02:29
17 Petr Dlask (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 0:02:46
18 Radomir Simunek Jr. (Cze) BKCP-Powerplus 0:02:49
19 Tom van den Bosch (Bel) AA Drink Cycling Team 0:03:18
20 Ben Berden (Bel) Qin Cycling Team
21 Marco Bianco (Ita) 0:03:44
22 Kevin Cant (Bel) 0:04:07
23 Mariusz Gil (Pol) Baboco - Revor Cycling Team 0:04:17
24 Bart Hofman (Bel) 0:05:37
25 Stijn Huys (Bel) 0:06:12
26 Tim Van Nuffel (Bel) Van Goethem - Prorace 0:06:42
-2laps Magnus Darvell (Swe)
-5laps Candelas Caballero (Spa)
-5laps Martin Zlámalík (Cze) Sunweb - Revor
-5laps Jan Denuwelaere (Bel) Rendement Hypo Cycling Team
-5laps Jonathan Page (USA) Planet Bike
-5laps Jan Verstraeten (Bel) KDL-Trans
-5laps Mitchell Huenders (Ned) BKCP-Powerplus
-5laps Rikke Dijkxhoorn (Ned) Van Vliet EBH Elshof
-5laps Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus

Classifica generale
1 Kevin Pauwels (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 87 pts
2 Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet 77
3 Zdenek Štybar (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 70
4 Bart Wellens (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 65
5 Klaas Vantornout (Bel) Sunweb-Revor 62
6 Bart Aernouts (Bel) Rabobank-Giant Off Road Team 60
7 Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus 55
8 Gerben De Knegt (Ned) Rabobank-Giant Off Road Team 49
9 Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus 44
9 Rob Peeters (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 44
11 Tom Meeusen (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 35
12 Dieter Vanthourenhout (Bel) BKCP-Powerplus 32
13 Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb-Revor 27
14 Thijs van Amerongen (Ned) AA Drink Cycling Team 24
15 Jan Denuwelaere (Bel) Rendement Hypo Cycling Team 20
16 Tom van den Bosch (Bel) AA Drink Cycling Team 19
17 Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus 18
18 Radomir Simunek Jr. (Cze) BKCP-Powerplus 16
19 Mariusz Gil (Pol) Baboco - Revor Cycling Team 15
20 Eddy van Ijzendoorn (Ned) AA Drink Cycling Team 14
21 Francis Mourey (Fra) FDJ 13
22 Christian Heule (Swi) Champion System LBS 11
23 Robert Gavenda (Svk) Telenet-Fidea Cycling Team 9
24 Ian Field (GBr) Hargroves Cycles 8
24 Petr Dlask (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 8
26 Thijs Al (Ned) AA Drink Cycling Team 6
27 Kenneth van Compernolle (Bel) Sunweb-Revor 3
27 Ben Berden (Bel) Qin Cycling Team 3
29 Romain Villa (Fra) 2
29 Jonathan Page (USA) Planet Bike 2
31 Patrick van Leeuwen (Ned) 1
31 Marco Bianco (Ita) 1

cicloweb.it
 
Rispondi
#8
La gara di oggi

















 
Rispondi
#9
La maledizione dell'ultimo giro - Nys cade, successo ad Albert
Gli organizzatori dell'Azencross di Loenhout hanno sicuramente scelto il nome giusto per la loro manifestazione dal momento che Azencross si può tradurre in "Cross degli assi". Per ritrovare un cast di partenti comparabile con quello odierno bisogna tornare indietro di almeno due stagioni, visto che con abilità e anche un pizzico di fortuna (il rientro di Stybar dal problema al ginocchio) la macchina organizzativa è riuscita a portare nel paesino non lontano da Anversa, al confine con l'Olanda, per la prima volta dal febbraio 2009 al via della stessa gara i quattro atleti più titolati degli ultimi anni cioè Stybar, Nys, Albert e Boom. Se all'elenco iscritti aggiungiamo anche tutti i principali protagonisti della stagione europea ad eccezione di Francis Mourey ecco spiegato il motivo per il quale la corsa di Loenhout, valevole come tradizione per il trofeo GVA, ha trovato ampio spazio nei giorni scorsi su tutti i quotidiani e notiziari del Belgio. L'innalzamento delle temperature nei due giorni precedenti la corsa ha favorito lo scioglimento di buona parte della neve caduta in abbondanza la scorsa settimana ed il ghiaccio ha lasciato il posto al fango. Il tracciato di gara, rimasto invariato rispetto alle scorse edizioni, è divisibile in due parti dalle caratteristiche diverse. Il fango, accentuato dai passaggi delle gare precedenti (vinte per la cronaca da Danny Van Poppel negli junior, Wietse Bosmans negli under e Marianne Vos nelle donne) caratterizzava la prima parte del percorso mentre la seconda si sviluppava su un terreno più compatto e decisamente veloce, interrotto soltanto da una breve scalinata.

Stybar, come due giorni prima a Diegem, si è messo in testa fin dalle prime pedalate (una caduta dopo pochi metri ha escluso dalla corsa De Knegt, Zlamalik e Van Ijzendoorn) ma Nys lo ha sopravanzato verso la metà del primo giro, col duplice intento di selezionare il gruppo e di porre le basi per aggiudicarsi il traguardo volante che assegna punti per il trofeo GVA posto al termine del secondo giro di gara (alla partenza Nys si trovava in seconda posizione della classifica generale del trofeo, staccato dal leader Pauwels di dieci punti). Pauwels non è partito molto bene ma è riuscito a limitare i danni senza perdere contatto col primo gruppo inseguitore del fuggitivo Nys, avvantaggiatosi di circa cinque secondi nel primo giro. Chi ha fatto decisamente peggio di Pauwels è stato Albert, protagonista di una delle sue partenze al rallentatore che lo ha collocato, al termine del primo giro, fuori dai primi 20. Nel secondo giro Nys ha proseguito con la sua tattica offensiva, riuscendo ad aggiudicarsi i tre punti del traguardo volante davanti a Pauwels (autore di un giro particolarmente incisivo che gli ha permesso di recuperare diverse posizioni ) e Wellens.

Dopo il traguardo volante, l'azione di Nys si è calmata permettendo al gruppetto trainato da Pauwels e comprendente anche Stybar, Wellens e un pimpante Walsleben di riavvicinarsi. Niels Albert, a suon di giri veloci, ha recuperato velocemente posizioni saltando di gruppetto in gruppetto fin sui diretti inseguitori di Nys. Meno brillante l'azione di Lars Boom, apparso in difficoltà sul fango. Il campione olandese non è riuscito a restare agganciato al rimontante Albert e si è mantenuto nel secondo gruppo assieme a Meeusen, Aernouts, Page ed Heule (per poi staccarsi anche da loro nel finale e chiudere solo undicesimo).

Una bella tirata di Walsleben alla fine del quarto giro (cioè a metà corsa) ha permesso a Stybar, Albert e Pauwels di riaccodarsi a Nys (nel frattempo Wellens era stato rallentato da una foratura e raggiunto dal gruppo di Boom). Senza troppi tatticismi Albert ha preso subito la testa seguito da Nys staccando tutti gli altri e riducendo di fatto la lotta per la vittoria a due nomi. A tre giri dalla fine una scivolata di Albert in un tratto fangoso ha dato la possibilità a Nys di guadagnare qualche secondo ma Albert non si è perso d'animo e nel volgere di una tornata (aiutato anche da un errore di Nys nello stesso punto) la coppia al comando si è riformata. L'ultimo giro ha riproposto il duello già andato in scena 48 ore prima sul ghiaccio di Diegem. Nys ha attaccato il rivale nel tratto fangoso del percorso, guadagnando qualche metro. Albert, pur barcollando, non ha mollato la presa recuperando con grande grinta la scia del campione belga. Quando ormai tutto lasciava pensare alla volata, ecco il colpo di scena che mischia le carte: Nys entra al box per sostituire la bici con una più pulita ma nella concitata operazione il suo meccanico afferra il manubrio con un attimo di anticipo proprio mentre Nys sta scendendo di bici. Il risultato è catastrofico e Nys cade rovinosamente a terra. Albert ne approfitta per guadagnare quella manciata di metri che si riveleranno decisivi nonostante la rabbiosa reazione di Nys. Per Albert è la quarta vittoria stagionale, per Nys la quarta puntata della "maledizione dell'ultimo giro" che quest'anno lo ha già colpito con la rottura del pedale nella volata di Gieten e nei salti di catena di Anversa e Diegem. Stybar ottiene la terza posizione precedendo Pauwels e Walsleben (altra ottima gara per il tedesco dopo il sesto posto di Diegem). Bart Wellens chiude sesto davanti a Vantornout, Meeusen, Page ed Aernouts.

Nella classifica del GVA Nys rosicchia 6 punti a Pauwels, che ora ne deve difendere solo 4 quando restano da disputare ancora ben 3 prove. Più staccato Stybar, terzo della classifica staccato di 17 punti da Pauwels. La prossima prova si disputerà il 1° gennaio a Baal, paese natale di Sven Nys.

Ordine d'arrivo
1 Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus 0:56:22
2 Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet 0:00:11
3 Zdenek Štybar (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 0:00:47
4 Kevin Pauwels (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 0:00:52
5 Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus 0:00:59
6 Bart Wellens (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 0:01:12
7 Klaas Vantornout (Bel) Sunweb-Revor 0:01:21
8 Tom Meeusen (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 0:01:27
9 Jonathan Page (USA) Planet Bike 0:01:28
10 Bart Aernouts (Bel) Rabobank-Giant Off Road Team 0:01:29
11 Lars Boom (Ned) Rabobank 0:01:45
12 Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb-Revor 0:02:23
13 Christian Heule (Swi) Champion System LBS 0:02:25
14 Nicolas Bazin (Fra) Auber 93 0:02:28
15 Petr Dlask (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 0:02:33
16 Marco Bianco (Ita) 0:02:41
17 Kenneth van Compernolle (Bel) Sunweb-Revor 0:02:47
18 Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus
19 Marcel Wildhaber (Swi) Scott-Swisspower MTB-Racing 0:02:48
20 Mariusz Gil (Pol) Baboco - Revor Cycling Team 0:03:09
21 Gerben De Knegt (Ned) Rabobank-Giant Off Road Team 0:03:13
22 Dieter Vanthourenhout (Bel) BKCP-Powerplus 0:03:24
23 Eddy van Ijzendoorn (Ned) AA Drink Cycling Team 0:03:33
24 Egoitz Murgoitio (Spa) 0:03:39
25 Thijs van Amerongen (Ned) AA Drink Cycling Team 0:03:43
26 Jan Verstraeten (Bel) KDL-Trans 0:03:44
27 Ben Berden (Bel) Qin Cycling Team 0:03:50
28 Thijs Al (Ned) AA Drink Cycling Team 0:04:03
29 Patrick van Leeuwen (Ned) 0:04:27
30 Wilant van Gils (Ned) CX Nederland 0:04:29
31 Kevin Cant (Bel) Van Goethem Prorace Cycling Team 0:04:34
32 Ian Field (GBr) Hargroves Cycles 0:04:40
33 Patrick Gaudy (Bel) 0:05:33
34 Rob Peeters (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team
35 Tom van den Bosch (Bel) AA Drink Cycling Team 0:05:36
36 Rene Birkenfeld (Ger) Harvesterhude Rv 0:05:42
37 Robert Gavenda (Svk) Telenet-Fidea Cycling Team 0:06:06
38 Marek Cichosz (Pol) Legia-Felt 0:06:10
39 Mitchell Huenders (Ned) BKCP-Powerplus
40 Keiichi Tsujiura (Jpn) 0:06:22
41 Rikke Dijkxhoorn (Ned) Van Vliet EBH Elshof -1lap
42 Stijn Huys (Bel)
43 Isaac Suarez (Spa)
44 Bart Verschueren (Bel) Champion System LBS Team
45 Brian Matter (USA) Gear Grinder
46 Martin Zlámalík (Cze) Sunweb - Revor -2laps
47 Jody Crawforth (GBr) Hargroves Cycles/Trant/Next/Scott/GSI
48 Tom De Kort (Bel) APB Cycling Team
49 Yu Takenouchi (Jpn)
50 Sebastien Le Naour (Fra)
51 Florian Le Corré (Fra) Flers Cyclisme 61
52 Mitchell Hoke (USA) Clif Bar Development Team
53 Tim Van Nuffel (Bel) Van Goethem - Prorace
54 Craig Richey (Can) Cyclocrossracing.Com p/b Blue -3laps
55 Mark Lalonde (USA) Cal Giant-Specialized
56 Ryan Iddings (USA) Redline
57 Sean Babcock (USA) Kona
58 Fernandez Suarez (Spa)
59 Gianni Denolf (Bel) Baboco - Revor Cycling Team
60 Jimmy Tielens (Bel) Team Saeco Heist O/D Berg -4laps
61 Ryan Knapp (USA) BikeReg.com
62 Hikaru Kosaka (Jpn)
63 Davy Yeater (USA) River City Bicycles-Cannondale
64 Shaun Adamson (Can) Cycle-Smart
65 Gareth Whittall (GBr) -5laps
66 David Andrew Quist (USA) Team Clif Bar Cycling

Classifica generale
1 Kevin Pauwels (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 106 pts
2 Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet 102
3 Zdenek Štybar (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 89
4 Bart Wellens (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 81
5 Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus 80
6 Klaas Vantornout (Bel) Sunweb-Revor 76
7 Bart Aernouts (Bel) Rabobank-Giant Off Road Team 71
8 Gerben De Knegt (Ned) Rabobank-Giant Off Road Team 49
9 Tom Meeusen (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 48
10 Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus 47
11 Rob Peeters (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 44
12 Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb-Revor 36
13 Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus 34
14 Dieter Vanthourenhout (Bel) BKCP-Powerplus 32
15 Thijs van Amerongen (Ned) AA Drink Cycling Team 24
16 Jan Denuwelaere (Bel) Rendement Hypo Cycling Team 20
17 Tom van den Bosch (Bel) AA Drink Cycling Team 19
18 Christian Heule (Swi) Champion System LBS 19
19 Radomir Simunek Jr. (Cze) BKCP-Powerplus 16
20 Mariusz Gil (Pol) Baboco - Revor Cycling Team 16
21 Eddy van Ijzendoorn (Ned) AA Drink Cycling Team 14
22 Petr Dlask (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 14
23 Jonathan Page (USA) Planet Bike 14
24 Francis Mourey (Fra) FDJ 13
25 Lars Boom (Ned) Rabobank 10
26 Robert Gavenda (Svk) Telenet-Fidea Cycling Team 9
27 Ian Field (GBr) Hargroves Cycles 8
28 Kenneth van Compernolle (Bel) Sunweb-Revor 7
29 Nicolas Bazin (Fra) Auber 93 7
30 Thijs Al (Ned) AA Drink Cycling Team 6
31 Marco Bianco (Ita) 6
32 Ben Berden (Bel) Qin Cycling Team 3
33 Romain Villa (Fra) 2
34 Marcel Wildhaber (Swi) Scott-Swisspower MTB-Racing 2
35 Patrick van Leeuwen (Ned) 1

cicloweb.it
 
Rispondi
#10
Nys si scrolla di dosso Stybar e vince il Grote Prijs Sven Nys
Sven Nys (Landbouwkrediet) ha vinto il GP Sven Nys, corsa che si svolge nella sua città natale Baal, per la decima volta, battendo il Campione del Mondo Zdenek Stybar (Telenet-Fidea) in un emozionante duello. Dopo sei prove Nys diventa anche il nuovo leader della classifica generale del Gva Trofee scalzando dal primo posto Kevin Pauwels (Telenet-Fidea).

"È stato davvero grande perchè non è stato un piacere correre la fuori con quel freddo. Ho dovuto spingere al limite per vincere oggi, non è stato facile".

"Tecnicamente Stybar è molto bravo e ho dovuto giocare tutte le mie carte per superarlo. Oggi ho vinto grazie alla mia forza ed esperienza. Sono felice, anche per le persone che sono venute a supportarmi oggi" ha detto Nys a Sportza TV.

Le condizioni a Baal erano dure, con acqua gelida che copriva gran parte del circuito di 2750 metri. Durante il primo giro Lars Boom (Rabobank) si porta in testa, ma il campione olandese è stato costretto al ritiro dopo una caduta durante una veloce discesa.

Stybar e Pauwels prendono la testa mentre Nys è fuori dalla top 10. Nys ha risalito posizioni durante il secondo giro ed è riuscito ad agguantare i tre punti di bonus davanti a Stybar (2) e Pauwels (1).

"Se non ci fossero stato i tre punti in paio avrei preso più tempo per risalire il gruppo. Questi sono giorni pieni di gare, ed inizio a sentirli nelle gambe", ha detto Nys.

Il duo Nys e Stybar ha proseguito insieme per evitare il ritorno di Albert, che ha avuto bisogno di più tempo rispetto a Nys per avanzare nel gruppo.

"Ho iniziato a fare errori. Non avevo le gambe per iniziare un duello con Nys. Sarebbe stato inutile persistere", ha detto Albert.

"Ci sono state altre gare in cui ho sofferto di più il freddo, oggi è andata meglio", continua Albert.

Nonostante le numerose accelerazioni Nys e Stybar hanno proseguito insieme fino all'ultimo giro, finchè il ceco è stato in grado di prendere la testa prima di affrontare la salita. "Volevo essere sicuro di stare davanti sulla salita, ma Stybar non me l'ha permesso", ha detto Nys.

Stybar ha concluso in testa la discesa e sembrava avere la posizione migliore per iniziare lo sprint. All'improvviso però Nys ha passato Stybar prima di affrontare una curva di 180°. "Stavo correndo in un cattivo tracciato. Sono rimasto scioccato quando ho visto Nys passarmi. Questo probabilmente perchè ho fatto un piccolo errore nella curva", ha detto Stybar.

Nys era felicissimo della sua decima vittoria a Baal, mentre Stybar è sembrato soddisfatto della sua prestazione. Albert ha completato il podio a oltre un minuto da Nys.

Ordine d'arrivo
1 Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet 0:57:01
2 Zdenek Štybar (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 0:00:10
3 Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus 0:01:21
4 Klaas Vantornout (Bel) Sunweb-Revor 0:01:33
5 Bart Wellens (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 0:01:46
6 Martin Zlámalík (Cze) Sunweb - Revor 0:01:58
7 Kevin Pauwels (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 0:02:02
8 Tom Meeusen (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 0:02:04
9 Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus 0:02:15
10 Jan Denuwelaere (Bel) Rendement Hypo Cycling Team 0:02:32
11 Rob Peeters (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 0:02:40
12 Christian Heule (Swi) Champion System LBS 0:02:43
13 Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus 0:02:52
14 Jonathan Page (USA) Planet Bike 0:03:03
15 Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb-Revor 0:03:33
16 Kenneth van Compernolle (Bel) Sunweb-Revor 0:03:50
17 Davy Commeyne (Bel) 0:04:02
18 Petr Dlask (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 0:04:23
19 Thijs Al (Ned) AA Drink Cycling Team 0:04:46
20 Tom van den Bosch (Bel) AA Drink Cycling Team 0:05:09
21 Egoitz Murgoitio (Spa)
22 Patrick Gaudy (Bel) 0:05:50
23 Stijn Huys (Bel) 0:06:13
24 Kevin Cant (Bel) 0:06:30
25 Ben Berden (Bel) Qin Cycling Team 0:06:38
26 Jan Verstraete (Bel) 0:06:42
27 Tim Van Nuffel (Bel) Van Goethem - Prorace 0:06:59
28 Robert Gavenda (Svk) Telenet-Fidea Cycling Team 0:07:05
29 Bram Schmitz (Ned) Van Vliet EBH Elshof 0:07:18
30 (-1 lap) Bart Hofman (Bel)
31 (-2 laps) Irasola Garcia (Spa)
32 Brian Matter (USA) Gear Grinder
33 Mark Lalonde (USA) Specialized
34 (-3 laps) Kristof Zegers (Bel)

Classifica generale
1 Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet 130 pts
2 Kevin Pauwels (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 121
3 Zdenek Štybar (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 113
4 Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus 99
5 Bart Wellens (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 97
6 Klaas Vantornout (Bel) Sunweb-Revor 93
7 Bart Aernouts (Bel) Rabobank-Giant Off Road Team 71
8 Tom Meeusen (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 61
9 Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus 59
10 Rob Peeters (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 54
11 Gerben De Knegt (Ned) Rabobank-Giant Off Road Team 49
12 Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus 42
13 Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb-Revor 42
14 Dieter Vanthourenhout (Bel) BKCP-Powerplus 32
15 Jan Denuwelaere (Bel) Rendement Hypo Cycling Team 31
16 Christian Heule (Swi) Champion System LBS 28
17 Thijs van Amerongen (Ned) AA Drink Cycling Team 24
18 Jonathan Page (USA) Planet Bike 21
19 Tom van den Bosch (Bel) AA Drink Cycling Team 20
20 Petr Dlask (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 17
21 Radomír Šimunek Ml (Cze) 16
22 Mariusz Gil (Pol) Baboco - Revor Cycling Team 16
23 Martin Zlámalík (Cze) Sunweb - Revor 15
24 Eddy van Ijzendoorn (Ned) AA Drink Cycling Team 14
25 Francis Mourey (Fra) FDJ 13
26 Kenneth van Compernolle (Bel) Sunweb-Revor 12
27 Lars Boom (Ned) 10
28 Robert Gavenda (Svk) Telenet-Fidea Cycling Team 9
29 Ian Field (GBr) Hargroves Cycles 8
30 Thijs Al (Ned) AA Drink Cycling Team 8
31 Nicolas Bazin (Fra) Auber 93 7
32 Marco Bianco (Ita) 6
33 Davy Commeyne (Bel) 4
34 Ben Berden (Bel) Qin Cycling Team 3
35 Romain Villa (Fra) 2
36 Marcel Wildhaber (Swi) Scott-Swisspower MTB-Racing 2
37 Patrick van Leeuwen (Ned) 1

cyclingnews.com
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)