Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Il Giro d'Italia "perfetto" del Forum!
#1
L’inverno incombe e gli argomenti ciclistici si riducono. Mi sembra un buon momento per una chiacchierata, quasi da “bar” ma pur sempre ciclistica, che vorrei proporvi in merito al percorso di un grande giro. 
Focalizzando in particolare il Giro d’Italia, mi piacerebbe che ci esprimessimo sulle varie caratteristiche che vorremmo, che ci farebbero esclamare “Cavolo, davvero un gran bel Giro”! 

Il Giro reale deve tenere conto di tanti fattori economici e logistici. Se possibile li terremo presenti, ma qui siamo liberi di pensare prima di tutto alla corsa. Come potrebbe essere il nostro “Giro perfetto”, il Giro d’Italia che il Forum vorrebbe vedere?

Per farlo vi propongo una serie di tipologie di tappa, in cui spero che molti di voi si esprimano sulle caratteristiche dell’intera corsa, di fatto un questionario. Naturalmente, se vi sembra opportuno, possiamo inserire altri dettagli e opzioni.
Tireremmo poi le somme di tutti i riscontri, cercando di fare una media per individuare il Giro del Forum. Infine potrei disegnare un Giro d’Italia aderente alle indicazioni, e se qualche altro utente della Flamme Rouge (o di altri editor) volesse collaborare sarebbe un piacere!
Terremmo ovviamente presenti i limiti di chilometraggio (intorno ai 3.500 chilometri) e il riferimento ormai standard delle 21 tappe.
 
Il “questionario”:
 
Tappe che possono incidere sulla classifica generale
 
Tapponi: tappe lunghe, vicine o superiori ai 200 km. , con diverse salite e un elevato dislivello (più di 4000 m. delle sole salite), mettendo in risalto le doti di fondo. Quanti? (0, 1, 2, 3… ecc.)
 
Tappe di montagna: tappe più brevi ma con salite importanti, per la quota / lunghezza delle salite (meno di 4000 m. di dislivello delle sole salite). Quante?
 
Tappe con singola salita: di solito con arrivo in salita, o con lo scollinamento vicino all’arrivo, che vedono ascese più “esplosive”. Quante?
 
Tappe tipo “classica”: tappe collinari lunghe, vicine o superiori ai 200 km. , con molti saliscendi, in cui contano molto anche doti da passista e di fondo. Quante?
 
Cronometro da passisti: senza difficoltà altimetriche. Quanti chilometri e in quante tappe?
 
Cronometro miste o cronoscalate: con difficoltà altimetriche. Quanti chilometri?
 
Tappe che di norma non incidono sulla classifica generale
 
Tappe da fuga: tappe collinari meno difficili di quelle tipo “classica” ma che non rendono facile l’arrivo dei velocisti. Quante?
 
Tappe mosse da velocisti: con difficoltà che presumibilmente non impedirebbero ai velocisti di giocarsi la tappa. Quante?
 
Tappe piatte. Quante?
 
Inoltre:

Quanti arrivi in salita pedalabili?
 
Quanti arrivi in salita impegnativi?
 
Una cronosquadre: sì o no?
 
Partenza o passaggi dall’Estero: sì o no? (e se sì, dove? Una provocazione: una tappa pirenaica al Giro? O su altre montagne mai percorse?) 
 
Schema che si preferirebbe (esempio):
1 Tappa piatta di circa km…
2 Tappa da fuga di circa km…
3 Tappa con singola salita, arrivo in salita pedalabile, di circa km…
4 Tappa mossa da velocisti di circa km…
5 Cronometro con difficoltà altimetriche di circa km…
6 Tappa piatta di circa km…
Giorno di riposo
7 eccetera eccetera
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
 
Potete aggiungere ogni altro dettaglio che vi sembri rilevante, come grandi salite “immancabili”, o fare riferimento ad un Giro dal percorso eccellente, o con una tappa con tratti sterrati, o quello che volete. 
Un lavoraccio  Menare ma si fa presto a dire che Vegni ha disegnato un brutto Giro... Dimostriamolo!
 
Rispondi
#2
Oltre 100 km a crono, con una crono di oltre 60 km al penultimo giorno.

Un paio di tapponi over 220 km e 5000 metri di dislivello nel cuore di Alpi e Dolomiti.

Massimo un arrivo su salita lunga al sud. In compenso tornare agli arrivi in centro città, tipo: Reggio Calabria, Cosenza, Potenza, L'Aquila ecc...

E direi massimo 5/6 tappe per sprinter, di cui almeno 3/4 non banali comunque.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Luciano Pagliarini
#3
(03-11-2017, 09:05 PM)Luciano Pagliarini Ha scritto: Oltre 100 km a crono, con una crono di oltre 60 km al penultimo giorno.

Un paio di tapponi over 220 km e 5000 metri di dislivello nel cuore di Alpi e Dolomiti.

Massimo un arrivo su salita lunga al sud. In compenso tornare agli arrivi in centro città, tipo: Reggio Calabria, Cosenza, Potenza, L'Aquila ecc...

E direi massimo 5/6 tappe per sprinter, di cui almeno 3/4 non banali comunque.

Bene, già molte indicazioni, ma non puoi cavartela con così poco! Quando trovi il tempo, ma cerca di rispondere a tutto il questionario, o più o meno. 
Più indicazioni e più dettagli, conseguentemente più chiacchiere su pro e contro!
 
Rispondi
#4
Una tappa appenninica bastarda ci vorrebbe, ma non come quella di un anno fa con salite pedalabili; piuttosto una bella tappa di muri marchigiani
 
Rispondi
#5
1) Partenza da Barcellona con 40 km di cronometro.
2) Tappa da velocisti in Spagna di 215 km.
3) Tappa da velocisti con arrivo a Madrid di 100 km.
RIPOSO
4) Tappa da fughe in Sicilia di 180 km in Sicilia.
5) Tappa mossa in Sicilia di 160 km.
6) Tappa con primo arrivo in salita sul Macrocilo (5 km al 12%) passando subito per il Passo della Limina (salita del giro della provincia di RC) di 230 km in Calabria.
7) Tappa da fughe di 110 km tra Calabria, Basilicata e Puglia.
8) Tappa per velocisti di 170 km tra Puglia e Campania.
9) Tappa per velocisti di 220 km da Napoli a Roma.
10) Tappa di 140 km con secondo arrivo in salita sul Blockhaus (Abruzzo).
RIPOSO
11) Tappa mossa di 160 km tra Abruzzo e Umbria.
12) Cronometro di 40 km in Umbria.
13) Tappa per velocisti di 240 km tra Umbria, Toscana ed Emilia Romagna.
14) Tappa da fughe di 170 km con GPM a 10 km dalla fine e arrivo in discesa al Nord.
15) Tappa per velocisti di 130 km al Nord.
RIPOSO
16) Cronoscalata in Francia sul Col du Galibier di 18 km.
17) Tappa da fughe tra Lombardia e Piemonte di 100 km.
18) Tappone alpino di 250 km con arrivo dopo la discesa.
19) Tappone alpino di 190 km con terzo arrivo in salita.
20) Tappone alpino di 230 km con quarto arrivo in salita.
21) Passerella finale di 70 km in Sardegna con arrivo a Cagliari.
Olè.
 
Rispondi
#6
1 Inizio con doppia semitappa uguale a quella del Giro 2005, prima prologo in Reggio Calabria e poi arrivo a Tropea dove vinse Bettini
2 Arrivo per finisseur a Cosenza
3 Arrivo per finisseur a Potenza
4 Tappa per sprinter con arrivo a Napoli
5 Tappa per sprinter tra Campania e Lazio
6 Arrivo in centro ad Assisi
7 Tappa tra i muri marchigiani con arrivo a Porto Sant'Elpidio simile a quella della Tirreno 2013
8 Tappa piatta con arrivo in Romagna
9 Tappa di trasferimento per sprinter, si passa l'Emilia e si arriva in Toscana
10 San Pellegrino in Alpe + Abetone, tappa sui 200 km
Giorno di riposo
11 Crono di 40 km tra Toscana e Liguria
12 Tappa mossa ligure con arrivo a La Spezia
13 Tappa per sprinter tra Piemonte e Liguria
14 Percorso classico della Liegi delle Alpi in Valle d'Aosta
15 Mortirolo + Santa Cristina, arrivo ad Aprica, tappa sui 230 km
Giorno di riposo
16 Gavia con arrivo sul Tonale
17 Tappa di trasferimento tra Trentino e Veneto, si passano i luoghi della grande guerra, arrivo a Vittorio Veneto, Conegliano o dove volete.
18 250 km di tappone con: Pordoi, San Pellegrino, Giau, Falzarego e arrivo sul Fedaia
19 Arrivo sulla mitica Punta Veleno.
20 Crono di 65 km tra Veneto e Friuli.
21 Arrivo davanti a Piazza Unità a Trieste.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Luciano Pagliarini
#7
allora intanto metto giù una risposta al questionario, poi settimana prossima faccio tappa per tappa.

Tapponi: tappe lunghe, vicine o superiori ai 200 km. , con diverse salite e un elevato dislivello (più di 4000 m. delle sole salite), mettendo in risalto le doti di fondo. Quanti? (0, 1, 2, 3… ecc.)
ne metto tre. 650 km

Tappe di montagna: tappe più brevi ma con salite importanti, per la quota / lunghezza delle salite (meno di 4000 m. di dislivello delle sole salite). Quante?
ne metto tre. 550 km


Tappe con singola salita: di solito con arrivo in salita, o con lo scollinamento vicino all’arrivo, che vedono ascese più “esplosive”. Quante?
ne metto zero.

Tappe tipo “classica”: tappe collinari lunghe, vicine o superiori ai 200 km. , con molti saliscendi, in cui contano molto anche doti da passista e di fondo. Quante?
direi che ce ne stanno bene quattro. 850 km

Cronometro da passisti: senza difficoltà altimetriche. Quanti chilometri e in quante tappe?
ne metterei una, o alla prima tappa, o a metà della prima settimana, o a metà della seconda. numero km direi una 50ina

Cronometro miste o cronoscalate: con difficoltà altimetriche. Quanti chilometri?
una da fare o a metà della seconda settimana, o il primo giorno della terza. numero km direi tra i 15 e i 25. 

Tappe che di norma non incidono sulla classifica generale
 
Tappe da fuga: tappe collinari meno difficili di quelle tipo “classica” ma che non rendono facile l’arrivo dei velocisti. Quante?
direi che ce ne stanno tre. 550 km

Tappe mosse da velocisti: con difficoltà che presumibilmente non impedirebbero ai velocisti di giocarsi la tappa. Quante?
ne metto tre. 550 km


Tappe piatte. Quante?
ne metto tre. 550 km

in realtà vado vicino ai  3800 km, però le mie sono approssimazioni.
 
Rispondi
#8
Bene, stiamo lavorando! 
Va da sé che gli Amministratori devono dare il buon esempio. Sig. Sarri? Sig. Bidone? 

I miei due centesimi…
 
Il “questionario”:
 
Tappe che possono incidere sulla classifica generale
 
Tapponi: 2
 
Tappe di montagna: 4
 
Tappe con singola salita: 2
 
Tappe tipo “classica”: 2
 
Cronometro da passisti: una, di 50 / 60 km, preferibilmente nervosa
 
Cronometro miste o cronoscalate: una, di 20 / 30 km., su e giù piuttosto che solo cronoscalata
 
Tappe che di norma non incidono sulla classifica generale
 
Tappe da fuga: 4
 
Tappe mosse da velocisti: 3
 
Tappe piatte: 2
 
Inoltre:
 
Quanti arrivi in salita pedalabili? 3
 
Quanti arrivi in salita impegnativi? 3
 
Una cronosquadre: sì o no? NO
 
Partenza o passaggi dall’Estero: sì o no? NO, tutta Italia!
 
Schema:
1 S Tappa piatta di circa km. 190
2 D Tappa con singola salita di circa km. 180 – Arrivo in salita pedalabile
3 L Tappa mossa da velocisti di circa km. 170
4 M Tappa tipo classica di km. 230
5 M Tappa da fuga di circa km. 170
6 G Tappa mossa da velocisti di circa km. 170
7 V Tappa da fuga di circa km. 170
8 S Tappa tipo classica di km. 230
9 D Tappa di montagna di circa km. 170 – Arrivo in salita impegnativo
L Giorno di riposo
10 M Tappa da fuga di circa km. 180
11 M Cronometro da passisti di circa 55 km.
12 G Tappa da fuga di circa km. 190
13 V Tappa con singola salita di circa km. 180 – Arrivo in salita impegnativo
14 S Tappa di montagna di circa km. 150 - Arrivo in salita pedalabile
15 D Tappone di circa 220 Km. – Arrivo in discesa
16 L Tappa piatta di circa km. 190
M Giorno di riposo
17 M Tappa mossa da velocisti di circa km. 160
18 G Tappa di montagna di circa km. 150 - Arrivo in salita pedalabile
19 V Tappa di montagna di circa km. 150 – Arrivo in discesa
20 S Tappone di circa 230 Km. – Arrivo in salita impegnativo
21 D Cronometro con salita e discesa di km. 30
3565 km.
 
Rispondi
#9
Quattro contributi finora, pochini per una ragionevole sintesi  Triste
 
Rispondi
#10
Direi che serva anche una cronosquadre da 90-100 km al quarto giorno.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)