Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Paolo Bettini
#1
Paolo Bettini

[Immagine: 0805_bettini_bacio_g.gif]

Paolo Bettini (Cecina, 1º aprile 1974) è un ex ciclista professionista italiano e attuale ct della nazionale italiana. Campione olimpico su strada ai Giochi di Atene 2004 e campione del mondo della specialità nel 2006 e nel 2007.

Paolo Bettini, cresciuto a La California, vicino a Cecina, ha ereditato la grande passione per il ciclismo dal padre Giuliano. Professionista dal 1993, sposato con Monica Orlandini, Bettini ha una figlia, Veronica, nata pochi giorni prima della gara che lo ha visto entrare nel novero dei campioni olimpici. Bettini vive con la moglie e la figlia a Riparbella, a pochi km da Cecina. È alto 1.69 m per circa 58 chili. Bettini aveva un fratello, Sauro, maggiore di dieci anni, che è stato anch'egli ciclista (morto il 3 ottobre 2006 in un incidente stradale).

Dotato di un eccellente spunto veloce e capace di rifilare attacchi a ripetizione, è considerato come uno dei migliori specialisti di classiche del mondo, ma non c'è da meravigliarsi quando riesce a vincere volate di gruppo. Probabilmente per queste particolari abilità e per la sua inesauribile grinta, in carriera ha vinto per tre volte consecutive la Coppa del Mondo di ciclismo (2002-2003-2004), unico ciclista ad esserci riuscito. Il suo anno migliore finora è stato il 2003, anno nel quale ha vinto la Milano-Sanremo, il Giro del Mediterraneo, la Hew-Cyclassics Cup e la Clasica de San Sebastian.

Strenuo ammiratore di Gianni Bugno (campione ciclistico degli anni Ottanta-Novanta, da cui ha ricevuto preziosi consigli fin dai tempi in cui era ancora corridore dilettante), Bettini è soprannominato Paolino o il grillo, nickname che usa anche in Internet.

Dal 2003 corre per la squadra belga della QuickStep dove ha come direttori sportivi Patrick Lefevre e Serge Parsani.

Ha vinto il 14 agosto 2004 la medaglia d'oro alle Olimpiadi di Atene aggiudicandosi la prova individuale su strada, prova per la quale si era preparato durante l'intera stagione facendo il vuoto in salita e battendo allo sprint l'unico che era riuscito a tenergli la ruota, il sorprendente portoghese Sergio Paulinho.

Nel 2006, dopo la conquista della maglia ciclamino nel Giro e del titolo tricolore, il 24 settembre il Grillo di La California conquista il Campionato del Mondo su strada a Salisburgo (nel 2001 aveva vinto l'argento), 4 anni dopo l'ultimo italiano, Mario Cipollini. La stagione è coronata dalla netta vittoria al Giro di Lombardia in maglia iridata, dedicata al fratello Sauro, deceduto qualche giorno prima.

Nel 2007, da campione del mondo in carica, partecipa a febbraio al Giro della California, del quale fa sua una frazione vinta in volata. Dopo questo successo non riesce più a conquistare alcuna vittoria, a causa anche di una malasorte che lo perseguita durante tutto l'arco della stagione. Riesce a piazzarsi quarto alla Liegi-Bastogne-Liegi e secondo in varie tappe del Giro. Finalmente a settembre, nel corso della Vuelta, trova la seconda vittoria stagionale nella terza tappa, battendo Oscar Freire in volata. Il 30 settembre si presenta in piena forma sulle strade di Stoccarda dove bissa il successo dell'anno precedente riconquistando, con una splendida volata sul russo Kolobnev, la maglia iridata di Campione del Mondo su strada.

Nel 2008 a Pechino tenta di difendere l'oro olimpico conquistato 4 anni prima ad Atene, ma all'ultimo giro un allungo di vari ciclisti (tra cui il vincitore Sanchez e il secondo classificato Rebellin), gli impediscono sia per giochi di squadra, sia per la stretta marcatura con Valverde, di potersi giocare la vittoria finale; al traguardo si classificherà al diciottesimo posto. Dopo le olimpiadi, in preparazione dei mondiali di Varese, partecipa alla Vuelta a España 2008 dove vince due tappe. Singolare l'esultanza della seconda vittoria, coprendo lo sponsor della squadra, visto che questa gli ha preferito Stefan Schumacher non rinnovandogli il contratto.
Il 27 settembre 2008, alla vigilia della prova individuale maschile del Campionato del Mondo su strada a Varese, annuncia il suo ritiro dalle corse. "Domani è l'ultimo numero che attacco e sarà il numero uno" dichiara in conferenza stampa, riferendosi al rito della punzonatura e al tentativo di difendere il titolo mondiale. Difesa non riuscita, ma campione del mondo si è laureato il compagno di nazionale Alessandro Ballan.

(tratto da wikipedia.org)


Squadre

* 1997: MG-Technogym
* 1998: Asics
* 1999: Mapei
* 2000: Mapei
* 2001: Mapei
* 2002: Mapei
* 2003: Quick Step - Davitamon
* 2004: Quick Step - Davitamon
* 2005: Quick Step - Innergetic
* 2006: Quick Step - Innergetic
* 2007: Quick Step - Innergetic
* 2008: Team Quick Step


Palmares

Principali vittorie
* 2 Campionati del Mondo su strada (2006, 2007)
* 1 Medaglia d'Oro olimpica, Corsa in linea su strada (2004)
* 3 Coppe del Mondo di ciclismo (2002, 2003, 2004)
* 1 Milano-Sanremo (2003)
* 2 Liegi-Bastogne-Liegi (2000, 2002)
* 2 Giri di Lombardia (2005, 2006)
* 1 Tirreno-Adriatico (2004)
* 1 Clasica de San Sebastian (2003)
* 1 Hew-Cyclassics Cup (2003)
* 2 Campionati di Zurigo (2001, 2005)
* 2 Campionati italiani su strada (2003, 2006)
* 1 tappa al Tour de France
* 2 tappe al Giro d'Italia
* 5 tappe alla Vuelta a España
* 2 Classifiche a punti al Giro d'Italia (2005, 2006)

Principali secondi posti
* Milano-Torino (1999)
* Campionato del Mondo di ciclismo su strada (2001)
* Campionato di Zurigo di ciclismo (2002)
* Clasica de San Sebastian (2004)
* Hew-Cyclassics Cup (2004)
* Campionato di Zurigo di ciclismo (2004)
* Liegi-Bastogne-Liegi (2006)

Principali terzi posti
* Omloop Het Volk (2003)
* Campionato di Zurigo di ciclismo (2003)
* Amstel Gold Race (2004)
* Giro della Vallonia (2008)

Palmares Completo

1998 (1)
* 4^ tappa Giro di Romandia

1999 (4)
* Giro della Provincia di Lucca
* 1^ tappa Giro della Provincia di Lucca
* 4^ tappa Tirreno-Adriatico
* Classifica GPM alla Ruta del Sol

2000 (7)
* Liegi-Bastogne-Liegi
* 9^ tappa Tour de France
* Settimana ciclistica internazionale - Memorial Cecchi Gori
* 2^ tappa Settimana ciclistica internazionale - Memorial Cecchi Gori
* 4^ tappa Settimana ciclistica internazionale - Memorial Cecchi Gori
* Trofeo Soller
* Classifica a punti alla Ruta del Sol

2001 (5)
* Campionato di Zurigo
* Coppa Placci
* 3^ tappa Tour de Langkawi
* 11^ tappa Tour de Langkawi
* Classifica a punti del Tour de Langkawi

2002 (13)
* Coppa del Mondo di ciclismo
* Liegi-Bastogne-Liegi
* Giro del Lazio
* Coppa Sabatini
* Gp Bavikhove
* Giro della Riviera Ligure di Ponente
* 3^ tappa Giro della Riviera Ligure di Ponente
* 4^ tappa Giro della Riviera Ligure di Ponente
* Tour de la Region Wallonne
* 1^ tappa Tour de la Region Wallonne
* Classifica a punti del Tour de la Region Wallonne
* 2^ tappa Tirreno-Adriatico
* 3^ tappa Giro della Provincia di Lucca

2003 (7)
* Coppa del Mondo di ciclismo
* Campionato nazionale italiano in linea
* Clasica de San Sebastian
* Milano-Sanremo
* Hew-Cyclassics Cup
* Giro del Mediterraneo
* Classifica a punti alla Tirreno-Adriatico

2004 (11)
* Coppa del Mondo di ciclismo
* Prova individuale su strada alle Olimpiadi di Atene
* Tirreno-Adriatico
* 2^ tappa Tirreno-Adriatico
* 6^ tappa Tirreno-Adriatico
* 8^ tappa Giro di Svizzera
* Gp di Camaiore
* Gp di Calais
* Profronde van Almelo
* 1^ tappa Circuit Franco-Belge
* 2^ tappa Giro del Mediterraneo

2005 (6)
* Campionato di Zurigo
* Giro di Lombardia
* 2^ tappa Giro d'Italia
* Classifica a punti del Giro d'Italia
* (Quattro giorni in maglia rosa)
* 16^ tappa alla Vuelta a Espana

2006 (10)
* Campionato Italiano su strada
* Campionato del mondo su strada a Salisburgo
* Giro di Lombardia
* Gp. di Lugano
* Trofeo Soller
* 15^ tappa Giro d'Italia
* Classifica a punti del Giro d'Italia
* 2^ tappa Vuelta a Espana
* 1^ tappa Tirreno-Adriatico
* 2^ tappa Tirreno-Adriatico

2007 (3)
* Campionato del mondo su strada a Stoccarda
* 4^ tappa Tour of California
* 3^ tappa Vuelta a Espana

2008 (5)
* 1^ tappa Giro d'Austria
* Trofeo Matteotti
* 2^ tappa Giro della Vallonia
* 6^ tappa Vuelta a Espana
* 12^ tappa Vuelta a Espana


Foto

Link

* Sito Ufficiale - nessuno
* Fan Club Ufficiale - www.clubpaolobettini.it
* Paolo Bettini nuovo Ct della Nazionale (16/06/2010)


Onorificenze

[Immagine: 80px-Commendatore_OMRI_BAR.svg.png] Commendatore - 27 settembre 2004
 
Rispondi
#2
Bettini c.t. fino a Londra 2012
Paolo Bettini sarà il c.t. della Nazionale Italiana sino ai Giochi di Londra 2012. A confermarlo, alla vigilia dell'appuntamento iridato, è il Presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Renato Di Rocco. Viene così premiato il grande lavoro svolto sino ad ora da Paolo Bettini, a prescindere dal risultato di domani. Il Commissario Tecnico ha dichiarato: «Fino ad ora è stata una grande esperienza, ­ la mia priorità è correre il Mondiale di domani».

cicloweb.it
 
Rispondi
#3
Paolo Bettini è tornato a scuola per incontrare i più piccoli
Questa mattina al Teatro dei Coraggiosi di Pomarance, dove una settimana fa è stato presentato il 16° Gran Premio Costa degli Etruschi-Trofeo TMC Transformers-Memorial Sauro Bettini, in programma sabato prossimo, si è tenuto con un grande successo l’incontro tra i ragazzi delle scuole medie ed il commissario tecnico della nazionale azzurra di ciclismo Paolo Bettini, con la presenza anche di un esperto di nutrizione.

Un evento dal titolo “Oltre la corsa; sport & scuola Mens sana in corpore sano…” nell’ambito delle iniziative collaterali in occasione della corsa professionisti alla quale sono iscritti 15 team per complessivi 142 corridori e che partirà da Pomarance e Larderello. L’incontro finalizzato alla promozione della cultura della bicicletta e del legame tra lo sport e una corretta alimentazione è stato voluto oltrechè dagli organizzatori dell’ASD Costa degli Etruschi con il presidente Gerardo Carpentieri e Italo Barsacchi, dall’Amministrazione comunale con il sindaco Loris Martignoni, ed ha trovato piena risposta nel mondo della scuola. Grande entusiasmo naturalmente, curiosità e tanto interesse da parte degli studenti, ne erano convenuti un centinaio a gremire il bel Teatro dei Coraggiosi, che hanno posto varie domande al c.t. Bettini. Agli studenti intervenuti alla riuscita iniziativa è stato consegnato un gadget in omaggio.

Domani mercoledì si replica a Donoratico, la località sede di arrivo della corsa di sabato prossimo con l’apporto e la collaborazione in questo caso del Comune di Castagneto Carducci. Anche qui con inizio alle ore 9,30 incontro con gli studenti presso il Cinema Ariston e c’è da giurare che il successo sarà ancora notevole.

ciclismoweb.net
 
Rispondi
#4
FISCO. Bettini verso il patteggiamento

Il commissario tecnico della Nazionale di ciclismo Paolo Bettini ha partecipato in tribunale a Livorno all'udienza preliminare del processo che lo vede imputato per evasione fiscale. ''Sono tranquillo - ha detto parlando con i giornalisti - abbiamo deciso di fare la scelta di non difendersi e di andare al patteggiamento''.
L'ex campione delle due ruote, originario di Bibbona (Livorno), e' accusato di non aver pagato tasse per milioni di euro grazie a una residenza a Montecarlo.
Al gup, comunque, non e' stata ancora avanzata alcuna richiesta di riti alternativi da parte della difesa di Bettini che, invece, avrebbe raggiunto un'intesa con l'Agenzia delle Entrate di Pisa per le imposte non pagate. Gli accertamenti della guardia di finanza riguardano il periodo 2003-2008 quando, secondo gli inquirenti, Bettini aveva stabilito la residenza nel Principato di Monaco, abitando in realta' a Riparbella (Pisa).
Quella di oggi e' stata un'udienza interlocutoria; e' stata rinviata all'11 luglio.
(TUTTOBICIWEB.it)
 
Rispondi
#5
Bettini deluso da Cunego

E' Cunego la delusione del Campionato italiano di Aci Catena, secondo il Comissario Tecnico Paolo Bettini. Il livornese, che di titoli tricolori ne ha vinti due, ha parlato della corsa, del ritiro in Sicilia dei suoi azzurri, del futuro della nazionale. "Era un percorso difficile, duro per le gambe, e anche per la testa - ha affermato, rivedendo il film del Campionato Italiano di ciclismo che ha visto vincere Giovanni Visconti - E quel disguido iniziale (partenza ritardata e cancellazione di un giro, ndr) non ha cambiato poi la sostanza della corsa: con qualche chilometro in più, l'esito non sarebbe stato granché diverso. L'attesa del pubblico alla partenza, comunque, è stata ampiamente ripagato dalla vittoria di Visconti, un siciliano".

Soddisfazioni e delusioni dagli azzurri in gara, per il commissario tecnico: "Mi aspettavo qualcosa in più da Damiano Cunego - ha rivelato Bettini - Specie dopo il grande giro di Svizzera cui ha dato vita. Ma la gara di oggi era un impegno faticoso, dopo un giro difficile come quello elvetico, e in vista del Tour de France, una giornata no ci può anche stare. Anche Nibali avrebbe potuto fare di più, il circuito era nelle sue corde, ma a volte se l'atleta non sente la gamba girare come vuole lui, anche i percorsi cambiano faccia. Se da Cunego mi aspettavo un acuto, da Nibali, che dopo un Giro ad alti livelli era stato sovraccarico di impegni, una prestazione un po' al ribasso ci poteva anche stare. Vincenzo lo aspettiamo su qualche traguardo serio, qualche grande classica. Le sorprese positive sono stati i tanti giovani che hanno battagliato nelle prime posizioni, da Ulissi a Santambrogio a Santaromita. Quando i giovani vanno forte è sempre una notizia positiva, una bella prospettiva per il futuro".

"Ringrazio la Sicilia per come ci ha accolti - prosegue Paolo Bettini - Siamo stati in ritiro qui con gli azzurri, e questo ha aiutato i ragazzi anche a rilassarsi un po'. Vincere alla fine di un ritiro fa sempre bene. La Sicilia ha zone complicate, ma ci sono belle strade per andare in bici e per allenarsi. Sull'Etna si sta bene quasi come alle Baleari, non vedo perché non si posa riproporre quanto fatto in questi giorni".

Dalla sala si azzarda un paragone: Visconti al terzo titolo come Moser, come Moser vince ad Aci Catena: "E' un paragone difficile, ma si può azzardare, per un ragazzo che ha vinto in pochi anni tre titoli nazionali " ha commentato Bettini. Poi l'analisi si sposta sul futuro, sulla nazionale che il commissario tecnico sta pian piano costruendo: "Ma non chiamatela nazionale sperimentale - sbotta - siamo una nazionale vera che giocherà per delle medaglie vere. Sono fiudcioso: so che avremo di fronte tanti avversari e tutti agguerriti, ma li abbiamo visti all'opera nelle loro squadre di club. In nazionale le dinamiche sono diverse: noi stiamo costruendo un buon gruppo, e credo che non saremo inferiori a nessuno. Vedremo come gli atleti che sulla carta sono più forti di noi saranno gestiti all'interno delle loro squadre nazionali". Anche sulle eventuali convocazioni, Bettini non si sbilancia: "Il ciclismo non è come il calcio, gli atleti si devono scegliere anche in base al tracciato di gara e alle sue caratteristiche - osserva - A volte restano fuori atleti forti perché quel determinato circuito non è nelle loro corde".

Infine, Bettini, che non dimentica il suo passato da vincente sulle strade, guardando un po' a quelle che erano le sue caratteristiche, vede in Visconti un suo possibile erede: "Visconti l'ho voluto in squadra con me perché mi ricordava molto il mio modo di correre - conclude - Sa esaltarsi su percorsi impegnativi, sa vincere nelle volate. Vorrei vederlo vincere qualche grande classica. Oltre a essere bravo con le gambe, oggi è stato bravo anche con la testa, ha saputo leggere bene il finale...Insomma, ha fatto ha fatto una gara alla...Bettini. Un altro che mi somiglia è Diego Ulissi".
Cyclingforall.net
 
Rispondi
#6
FISCO. Bettini si accorda: pagherà due milioni di euro

Ha deciso di pagare, accordandosi con l'Agenzia delle Entrate di Pisa, circa 2 milioni di euro Paolo Bettini, commissario tecnico della Nazionale di ciclismo, accusato di evasione fiscale in un processo a Livorno. Il legale dell'ex campione delle due ruote, in tribunale ha chiesto un rinvio dell'udienza preliminare proprio per saldare il conto con l'erario: finora, spiega l'avvocato Claudio Salvagni, ha pagato circa metà della cifra.
Bettini, originario della California (la frazione di Bibbona, in provincia di Livorno), è accusato di non aver dichiarato, tra il 2003 e il 2008, redditi per oltre 10 milioni di euro ed aver evaso tasse per circa 4 milioni e mezzo di euro.
Secondo l'inchiesta della Guardia di Finanza per i periodi d'imposta 2004, 2006, 2007 e 2008 avrebbe dichiarato cifre inferiori alla realtà, mentre nel 2003 e nel 2005 non avrebbe presentato la dichiarazione. Secondo l'accusa avrebbe anche stabilito la residenza nel Principato di Monaco, abitando in realtà a Riparbella (Pisa).
Il pagamento dei 2 milioni di euro peserà, sotto il profilo penale, come attenuante; l'udienza è stata aggiornata all'11 ottobre. La richiesta dell'avvocato è stata accolta dal gup Antonio Pirato così come la richiesta del pubblico ministero di “congelarè la prescrizione”.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#7
Grande campione ma un po' birichino...
 
Rispondi
#8
Il Premio "Alfredo Binda" a Paolo Bettini
L’ottava edizione del Premio Alfredo Binda – Provincia di Varese è stata assegnata a Paolo Bettini. La cerimonia di premiazione si terrà venerdì 15 luglio ( alle ore 21) presso Villa Recalcati a Varese ( sede della Provincia) nel corso della presentazione della 91^ Tre Valli Varesine, corsa per professionisti in programma martedì 16 agosto. Il riconoscimento voluto dalla Provincia di Varese e dalla Società Ciclistica Alfredo Binda ogni anno vuole gratificare un grande personaggio del ciclismo internazionale. In quest’occasione sono numerose le affinità che legano l’ex professionista toscano e il campionissimo di Cittilgio, entrambi hanno vinto più volte il titolo di Campione del Mondo su strada tra i professionisti ed entrambi sono poi divenuti Commissario Tecnico della Nazionale Italiana. In precedenza hanno ricevuto il riconoscimento Auro Bulbarelli, lo scorso anno, Ivan Basso, premiato nel 2009, Mario Cipollini, Damiano Cunego , Danilo Di Luca, il giornalista varesino Pier Bergonzi e l’indimenticato Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Franco Ballerini.

ciclismo-online.it
 
Rispondi
#9
Premio Binda: la festa per il ct Paolo Bettini
Serata all’insegna del ciclismo a Villa Recalcati a Varese (sede della Provincia) per la presentazione varesina della 91^ Tre Valli Varesine e la consegna del Premio Provincia di Varese – Alfredo Binda. Il pubblico delle grandi occasioni ha reso omaggio alla serata ciclistica bosina che ha visto protagonista sul palcoscenico il Commissario Tecnico della Nazionale Italiana dei professionisti Paolo Bettini. L’ex professionista toscano ha ricevuto dall’assessore allo sport della Provincia di Varese, Giuseppe De Bernardi Martignoni, e dal presidente della Società Ciclistica Alfredo Binda Renzo Oldfani l’ottava edizione del riconoscimento che porta il nome del Campionissimo di Cittiglio : “ A Varese ho tanti amici. Purtroppo alla Tre Valli Varesine non sono mai riuscito a conquistare il successo, ma questa città rimane un luogo di cui conservo splendidi ricordi – ha affermato Bettini - ricevere un premio è sempre gratificante , ma quando è intitolato a un campionissimo come Binda fa ancora più piacere. Io ho vinto un mondiale in meno di lui e avrei voluto pareggiare i conti proprio nel 2008 a Varese. Non è andata come volevo, ma sono contento lo stesso perché a vincere è stato un altro italiano: Alessandro Ballan”. La Tre Valli Varesine del prossimo 16 agosto si disputerà su 195 chilometri tra Besozzo e Campione d’Italia, un percorso non difficile, ma spettacolare che come tradizione delle gare della “Binda” abbinerà all’aspetto sportivo la promozione del territorio: “Mi fa piacere che gli organizzatori siano venuti incontro alle mie esigenze di selezionatore. Io non ho chiesto nulla ai dirigenti della Binda, ma siccome sono uomini di ciclismo sanno benissimo che qui inizierà il mio lavoro di avvicinamento al mondiale e quindi hanno proposto un tracciato non difficilissimo, senza snaturare la corsa”. Al fianco di Paolo Bettini sotto le luci della ribalta è salito anche il giovane varesino Davide Debenedetti, portacolori della Società Ciclistica Orinese, terzo classificato al recente Campionato Italiano su strada della categoria Allievi portando sulla maglia i simboli della “Binda” e della Provincia di Varese.

[Immagine: showimg.php?cod=40797&tp=n]

comunicato stampa
 
Rispondi
#10
Il ct Bettini espone tutti i suoi trofei a Marina di Bibbona
Dal 1° al 7 Agosto 2011 saranno esposti presso l’Hotel Marinetta di Marina di Bibbona (LI) i trofei del Campione del Mondo di ciclismo su strada, nonché Oro Olimpico 2004 Paolo Bettini. Si tratta di un evento organizzato dal Club Paolo Bettini de La California (LI), luogo d’origine del Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di Ciclismo. il Club Paolo Bettini vuole dimostrare, ancora una volta, con questa importante iniziativa il legame d’affetto che unisce il territorio di questa parte della Provincia di Livorno al “Grillo”.
Anche la Direzione dell’Hotel Marinetta di Marina di Bibbona (LI) ha accolto con immediato entusiasmo l’iniziativa. “Questa proposta che ci ha fatto il Club Paolo Bettini ha trovato subito in noi una risposta entusiastica – ha affermato Federico Ficcanterri, Amministratore Unico dell’Hotel Marinetta – in questo modo riusciamo a dare una continuità evidente ad un percorso che aveva visto la nostra struttura alberghiera già fortemente impegnata su questo fronte, quando, nel marzo scorso, Paolo Bettini scelse Marina di Bibbona ed il nostro Hotel per il primo ritiro della Nazionale Italiana di Ciclismo”.
Un legame d’affetto, come si vede, che Paolo Bettini ha ricambiato pienamente non dimenticando il territorio in cui è cresciuto ed in cui ha mosso le prime pedalate. “Si tratta di un territorio straordinario, ideale per tutti coloro che vogliono praticare il ciclismo come attività sportiva che consente di osservare a pieno le sue bellezze paesaggistiche – ha affermato Paolo Pacini, Assessore al Turismo della Provincia di Livorno – la presenza di Paolo Bettini ci onora sempre e rinsalda un legame forte tra questa terra ed uno dei suoi figli più fortunati”.
Questi i trofei di Paolo Bettini che saranno esposti presso l’Hotel Marinetta: tre Coppe del Mondo, una Liegi-Bastogne-Liegi, una Milano-Sanremo, un GP di Zurigo, due Giri della Lombardia, una Classica di San Sebastian, due Campionati Italiani, una Tirreno-Adriatico, numerose tappe del Giro d’Italia, della Vuelta de Espana e del Tour de France… e numerosi altri riconoscimenti. L’ingresso è libero, tutti possono partecipare.
Con questa iniziativa l’Hotel Marinetta si conferma una albergo attento allo sport in generale ed al ciclismo in particolare, e si propone come una struttura ricettiva attrezzata per intercettare il turismo sportivo, nicchia di mercato sempre più importante e con esigenze sempre maggiori.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)