Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Sergio Henao
#1
in arrivo
 
Rispondi
#2
Sergio Henao, una delle rivelazioni della passata stagione, ha rivelato che nel 2013 riproverà il double Giro-Vuelta già assaggiato (e con ottimi risultati, grazie - rispettivamente - al 9° e al 14° posto ottenuti nella classifica finale) nella sua prima stagione in Europa. Alla corsa rosa dovrebbe - almeno sulla carta - far da gregario al suo capitano Wiggins, mentre alla Vuelta potrà giocare tutte le sue carte in ottica generale.

Il suo debutto avverrà al Tour of Qatar.

http://www.biciciclismo.com/cas/site/not...p?id=58200
 
Rispondi
#3
Sergio Henao ha rinnovato il contratto con la Sky per altre 3 stagioni, con scadenza così fissata al 2016.
 
Rispondi
#4
Henao: pronto per un grande Tour con Froome
«Sarà la mia prima volta in Francia»

Sergio Luis Henao prepara il debutto al Tour de France ed è pronto a dare tutto per Chris Froome.
«Comincerò la mia stagione a Mallorca e poi andrò in Oman, disputerò la Tirreno-Adriatico, la Vuelta al País Vasco e le classiche delle Ardenne. A questo punto staccherò per rifinire poi al Delfinato la preparazione per il Tour».
E aggiunge: «Dopo aver corso Giro e Vuelta, ho voglia di scoprire il Tour. È la corsa più importante del mondo e voglio dar eil massimo per Froome. Sappiamo che la pressione pesa su di noi, ma in questa squadra ci siamo abituati. Avrò la possibilità di giocare le mie carte in corse come i Paesi Baschi, ma al Tour avrò il compito di affiancare Froome: avere la fiducia della squadra per me è una grande motivazione. Nel 2013 non sono riuscito ad esprimermi ad altissimo livello, ma la squadra mi è sempre stata molto vicino e mi ha sempre aiutato. Ora tocca a me ripagare, magari già alla Liegi, che è la classica che mi piace di più e che mi si adatta alla perfezione».

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#5
Sky: fermato Henao, parte un'inchiesta indipendente
Valori anomali, parte un'indagine sugli effetti dell'altura

Il Team Sky ha reso nota attraverso un comunicato stampa la decisione di fermare il corridore Sergio Luis Henao, «per almeno otto settimane», durante le quali saranno condotte analisi su una serie di valori anomali che sono stati evidenziati da controlli mensili eseguiti dal team stesso.

Brailsford mette in relazione questi valori con la lunga permanenza di Henao in altura a Rionegro, dove è nato e vive, nell’inverno scorso e ha confermato che l’analisi dei valori verrà affidata ad una commissione indipendente di esperti che dovranno pronunciarsi circa gli effetti della lunga permanenza in altura, dopo aver trascorso un periodo altrettanto lungo a livello del mare, in individui che, come Sergio Henao, sono nati in paesi di alta montagna.
«Con la collaborazione di corridori e tecnici, noi del Team Sky teniamo sempre alta la guardia sui valori dei loro esami - spiega Brailsford - ed ora vogliamo capire meglio alcuni valori di Sergio Henao, evidenziati dagli esami cui si è sottoposto quando era in altura. Ci siamo subito messi in contatto con le autorità competenti - vale a dire la UCI e la CADF - segnalando i valori che abbiamo registrato, per l’origine dei quali al momento non abbiamo alcuna idea. Abbiamo fermato Sergio in attesa di capire meglio. Vogliamo essere corretti e giusti nei suoi confronti e chiediamo a tutti di non trarre conclusioni affrettate».

Dave Brailsford aggiunge: «Sergio è nato in montagna, quest’inverno si è allenato lì, ma è un ragazzo che si allena e pedala a divesre altitudini nel corso della sua carriera: ci mancano dati scientifici per analizzare compiutamente i suoi valori, non ci sono studi su coloro che sono nati in altura. Per questo abbiamo incaricato una commissione indipendente di studiare effetti e conseguenze di una lunga permanenza in altura e a differenti livelli di altezza sul livello del mare. Gli esperti hanno già chiesto di poter utilizzare i laboratori accreditati dalla Wada e il Team Sky si impegna a fornire i risultati della sua indagine a tutti gli organismi competenti».

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#6
Stagione quasi andata purtroppo Sergio Facepalm
 
Rispondi
#7
Sa tanto di positività insabbiata e stop dalle corse forzato dall'alto, non solo dal Team Sky. Poi otto settimane sono veramente tante, non credo che gli inglesi rinuncino a un elemento così importante solo per qualche valore marginale strano e per ricerca scientifica. Questa prassi è comune - o almeno si dice sia così - in tanti altri sport...

Altrimenti il passaporto biologico si rivelerebbe inutile: possibile che questi valori vengano fuori da un controllo medico interno senza l'intervento dell'agenzia antidoping?
 
Rispondi
#8
Situazione bizzarra, comunque Ardenne andate ma il Tour potrebbe correrlo se si risolveranno i problemi, speriamo.
 
Rispondi
#9
(19-03-2014, 07:22 PM)Hiko Ha scritto: Sa tanto di positività insabbiata e stop dalle corse forzato dall'alto, non solo dal Team Sky. Poi otto settimane sono veramente tante, non credo che gli inglesi rinuncino a un elemento così importante solo per qualche valore marginale strano e per ricerca scientifica. Questa prassi è comune - o almeno si dice sia così - in tanti altri sport...

Altrimenti il passaporto biologico si rivelerebbe inutile: possibile che questi valori vengano fuori da un controllo medico interno senza l'intervento dell'agenzia antidoping?
Parole sacrosante. E diciamolo, non è nè il primo sospetto in casa Sky nè il primo corridore "fermato"... Hanno un peso politico molto grande e per questo hanno evitato ogni squalifica, inutile aggiungere altro.

Aspetto con ansia il prossimo intervento di Froome per spiegare quanto siano lindi e pinti lui e i suoi compagni :D
 
Rispondi
#10
Sergio Luis Henao: «Sono tranquillo e non ho nulla da nascondere. Rispetto la decisione Sky»

Il colombiano Sergio Luis Henao è tornato a parlare dopo la decisione del Team Sky di sospenderlo dalle corse per effettuare analisi approfondite visto che un controllo antidoping aveva dato valori ematici anomali: Henao ha rilasciato un'intervista al giornale colombiano El Tiempo e ha inviato un nota personale ad alcune testate ciclistiche. Henao ha spiegato che il controllo incriminato è stato effettuato lo scorso 14 febbraio e che il problema è interno alla squadra tanto che l'UCI e la WADA non avrebbero segnalato nulla di anomalo: «Io sono tranquillo - le parole di Henao - e non ha nulla da nascondere. La squadra vuole analizzare a fondo e lo rispetto: non mi tirerò indietro su ciò che voglio esaminare, sarò sempre a disposizione della squadra. Spero che si trovi presto una soluzione a tutto ciò perché mi sono perso grandi corse in Europa e questa la cosa più dura».

cicloweb.it
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)