Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Wilco Kelderman
#1
Era ancora senza topic, strano.

Comunque dopo due anni negativi (2015 in particolare) pare che lo abbiamo ritrovato.

7° al Romandia, 4° al Polonia e una Vuelta per ora ottima, dove peraltro cresce giorno dopo giorno.

Ha comunque 26 anni e il potenziale è notevole, va forte a crono e in salita di tanto in tanto sforna prestazioni di livello assoluto come quella di ieri(per voi è già avantieri Asd ) o quella di Val Martello dove staccò tutti.

Il suo punto debole è sempre stata la continuità, per fare il salto di qualità definitivo in questa Vuelta dovrebbe evitare di avere una giornata storta tipo quella patita a Solden al Giro di Svizzera dell'anno scorso.

Se ci riesce è da podio.
 
Rispondi
#2
Appena passato pro e dopo i primi due anni me lo immaginavo un serio competitor per le corse a tappe future, poi dopo gli ultimi due anni totalmente anonimi avevo perso un po' le speranze.
Tra l'altro dei primi due anni me era piaciuta la costanza, al primo giro in carriera aveva chiuso sedicesimo, in quello successivo settimo, raggiungendo questo risultato appunto con la costanza nelle tappe, senza particolari guizzi ma senza nemmeno tonfi particolari.
Da quando ha deciso di puntare al Tour si è proprio dissolto, a parte qualche piazzamento in Svizzera e all'Eneco, felice di rivederlo ad un livello che gli compete
 
Rispondi
#3
In Olanda dicono che il suo problema è che non riesce a gestire la pressione e tende a crollare mentalmente quando ne ha troppa. Come al Tour de Suisse l'anno scorso quando aveva la maglia di leader.

Per ora in salita non ha mai avuto mezzo passaggio a vuoto, è andato come Froome e Nibali. La crono sarà la prova del nove, se va come sa non esce dai primi tre.

Peraltro leggevo che Dumoulin ha dichiarato che ai tempi della Rabo continental i tecnici della squadra gli dissero che non sarebbe mai arrivato ai livelli di Kelderman e che al Giro Wilco sarebbe andato forte più o meno come lui.
 
Rispondi
#4
Comunque il suo stile in bicicletta è poesia pura.

Non si muove di un millimetro.

Eleganza senza eguali.
 
Rispondi
#5
(03-09-2017, 07:03 PM)Luciano Pagliarini Ha scritto: Peraltro leggevo che Dumoulin ha dichiarato che ai tempi della Rabo continental i tecnici della squadra gli dissero che non sarebbe mai arrivato ai livelli di Kelderman e che al Giro Wilco sarebbe andato forte più o meno come lui.

Alla partenza di ALghero ho chiacchierato con Ten Dam e alla domanda sulle ambizioni di classifica di Keldermann e Dum mi ha risposto che Keldermann andava forte, ma che loro puntavano senza esitazioni su Dumoulin che era di una altra categoria (come d'altronde si è poi visto durante il Giro). Mi ha un pò stupito perchè spesso se domandi tendono a non sbilanciarsi
 
Rispondi
#6
Scopro ora che il Giro è la sua corsa preferita.

Sa come farsi amare Wilcone Wub
 
Rispondi
#7
Podio perso tra la foratura che gli è costata 20" e Sierra Nevada dove non ha seguito lo scatto di Zakarin pur avendone.

Peccato, ma è una Vuelta di cui fare tesoro(e ha comunque ottenuto il miglior risultato in carriera nei GT).

Non va come Dum a crono, ma per ora ha dimostrato una solidità maggiore rispetto al connanzionale.

Alla fine in questa Vuelta ha patito solo le pendenze in sopra il 15%, Giro e Tour sono più adatti a lui.
 
Rispondi
#8
“Vediamo se farò il Giro o il Tour, ma penso che Dumoluin farà il Tour. Io quindi potrei fare prima il Giro e poi il Tour per aiutarlo, ma non sono ancora certo. Abbiamo appena iniziato a parlare con i direttori sportivi. Io vorrei partecipare nuovamente al Giro per puntare alla classifica“

“È stato un grande anno. È stato un nuovo inizio per me. Le sensazioni sono state buone fin da inizio anno. Sono finalmente tornato a fare il ciclista mentre nelle ultime stagioni pensavo più ai dettagli, come il materiale, l’esercizio fisico o l’alimentazione. Ho deciso quest’anno di godermi di più il ciclismo e pensare di meno a queste cose”

Alcuni atleti pensano talmente tanto ai particolari che arrivano spompati in gara,meno male che Kelderman ha capito il problema...
 
Rispondi
#9
Spunto interessante. Ma sono pippe metali che ti fai quando non performi. Se i rksultati arrivano e' anche facile parlare cosi
 
Rispondi
#10
SUNWEB. KELDERMAN PROLUNGA FINO AL 2020
L'olandese sarà il capitano alla prossima Vuelta

La presentazione ufficiale del Team Sunweb., in programma a Berlino, si è aperta con un annuncio importante: Wilco Kelderman ha infatti prolungato di altri due anni il suo contratto e vestirà la maglia bianonera del team tedesco fino al 2020. 
Ricordiamo che l'olandese per la stagione 2018 ha messo gli occhi in particolare sulla Vuelta di Spagna, dove sarà il capitano.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#11
Non si sente pronto ad affrontare la classifica generale al Tour.

Il suo programma prevede Tour per le tappe e Vuelta da capitano
 
Rispondi
#12
Wilco ritorna finalmente alle corse al prossimo Giro di Svizzera dopo l'infortunio alla clavicola patito alla Tirreno Adriatico, quindi ben 3 mesi fa. Il suo rientro era stato programmato più volte ma poi sempre posticipato a causa di un coinvolgimento dei nervi del braccio infortunato che non gli consentivano di riprendere l'attività.
 
Rispondi
#13
Brutta bestia le lesioni nervose.
 
Rispondi
#14
Kelderman salta il Tour
 
Rispondi
#15
Peccato, mi spiace tantissimo.. credo che si fosse preparato bene; la caduta ai Campionati non ci voleva proprio!
 
Rispondi
#16
Un Tour che avrebbe corso senza sapere bene cosa fare.

Sempre meglio esserci al Tour, però, se questo problema non gli dà troppe noie, avrà modo di presentarsi alla Vuelta molto più fresco di tutti i rivali.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Luciano Pagliarini
#17
Per una bella Vuelta firmerei subito, sarebbe un peccato che un così bel talento non riuscisse ad esprimere il suo potenziale.
 
Rispondi
#18
Due giorni in controllo totale, mentre gente che in carriera ha raccolto molto più di lui prendeva paccheri da tutte le parti.

E' ora di fare quel salto di qualità a livello mentale che possa permettergli di ottenere dei risultati degni della sua classe.
 
Rispondi
#19
Oggi tutto sommato bene, buona idea andare in fuga.

Penso che la top-10 sia roba fatta, però in salita è lontano parente di quello visto un paio d'anni fa.
 
Rispondi
#20
Dopo i problemi fisici dell'ultimo biennio a crono non va neanche la metà rispetto a prima.

In salita il suo lo fa anche, ma se manca quello che dovrebbe essere il suo punto di forza..........

Rispetto al Tour, comunque, ha fatto dei bei passi avanti. Per il terzo anno di fila arriverà nei 10 alla Vuelta, anche se la prestazione del 2017 è un lontano ricordo.

L'anno prossimo avrà carta bianca e spero proprio che torni al "suo" Giro d'Italia. Vedendo, una volta tanto, di evitare di farsi male.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)