Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Bahrain Merida Pro Cycling Team 2017
#1
Presentazione del Bahrain Merida Pro Cycling Team per la stagione 2017: i corridori che andranno a comporre l'organico della squadra; la composizione dello staff tecnico; l'abbigliamento tecnico (maglia, completo) e il materiale tecnico (biciclette, componentistica); il calendario delle corse.

Bahrain Merida Pro Cycling Team
Bahrain



Informazioni
Sigla UCI: -
Licenza: -
Affiliazione: Bahrain

Indirizzo:
-
divisa





Organico




Staff tecnico
Team Manager: -

Direttori Sportivi: -

Biciclette: -






 
Rispondi
#2
Il Bahrain Cycling Team sta diventando realtà: svelato sito internet e kit formale
Finora erano stati solo rumors, ora qualcosa di concreto si sta muovendo dal Bahrain: è il principe Nasser bin Hamad Al Khalifa il fautore del progetto Bahrain Cycling Team. Uomo sportivo, col pallino dell’equitazione (nel 2006 è stato argento ai giochi Asiatici nella prova a squadre), nei giorni scorsi ha presentato su Instagram il kit da riposo del team, sostenendo che il “Bahrain team ispirerà corsa dura, e sembrerà elegante”. Ma la novità principale è la creazione di un sito internet, al link www.bahraincyclingteam.com, che a quanto pare presto verrà sviluppato. Insomma, pare proprio che il progetto si concretizzerà a breve, mancano solo i corridori. E il principe su Instagram ha fatto anche i complimenti a Vincenzo Nibali…



cicloweb.it
 
Rispondi
#3
C'è puzza di Fernando Alonso cycling team...
 
Rispondi
#4
Con la differenza però che questo i vaini ce li ha, e non ha bisogno d'anda' a cercarli Asd
 
Rispondi
#5
Alonso non è mai arrivato a sto punto
 
Rispondi
#6
Vabbè, dai: un dominio internet e una polo personalizzata me la posso permettere pure io. Figuriamoci un principe. Asd

Alonso comunque aveva fatto firmare degli impegni ad una decina di corridori, anche di primo piano. Però, alla fine, lì son mancati i veri capitali. Qui, a regola, questo pericolo dovrebbe essere scongiurato a prescindere...
 
Rispondi
#7
Diritti Umani: «Non date la licenza al Team del Bahrein»
Lettera all'Uci firmata dal BIRD e dalla ECCHR

L'Istituto del Bahrain per i diritti e la democrazia (BIRD) e il Centro europeo per i diritti umani e costituzionali (ECCHR) hanno inviato il 6 giugno scorso una lettera congiunta al’Unione Ciclistica Internazionale per chiedere che non sia concessa la licenza WorldTour al Cycling Team Bahrain. A rivelarle la notizia è il sito Cycling Weekly.

BIRD e ECCHR hanno posto al centro della questione i diritti umani nel Bahrain e il comportamento del principe Nasser bin Hamad Al Khalifa, accusato di tortura a vario titolo.
I due istituti chiedono all’Uci l’applicazione del Codice etico, che è una delle condizioni che ogni team deve soddisfare, e quindi la bocciatura della richiesta di una licenza per entrare a far parte della serie A del ciclismo.

Per leggere l’intero artciolo di Cycling Weekly CLICCA QUI

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#8
Bahrain, Copeland sarà il team manager
La formazione di Nibali prende forma

Vincenzo Nibali è salito ieri al Passo San Pellegrino, tra Moena e Falcade, per riprendere a lavorare in vista del Tor de France, ma soprattutto dei Giochi Olimpici di Rio.

Intanto - come scrive oggi La Gazzetta dello Sport in un articolo firmato da Luca Gialanella e Ciro Scognamiglio - comincia a delinearsi meglio il futuro del siciliano. Il team del Bahrain, voluto dallo sceicco Nasser bin Hamad Al Khalifa, ha scelto il suo team manager: sarà Brent Copeland, sudafricano, attuale team manager della Lampre Merida.

La squadra si chiamerà sicuramente Bahrain, avrà licenza sportiva nello stato asiatico con società di gestione direttamente controllata da un amministratore di fiducia dello sceicco Nasser. In campo scenderà un’altra società, questa volta italiana, per la gestione dell’attività europea e i rapporti con i fornitori (dalla maglia Sportful a casco, scarpe, occhiali, etc). L’altro partner forte del nuovo team è la taiwanese Merida, colosso delle bici, che potrebbe entrare con un investimento molto importante.

Ma non ci sarà - così pare - la fusione con la Lampre, che proseguirà la sua attività e si terrà ben stretta la sua licenza WorldTour.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#9
Senza i soldi di Merida la Lampre la vedo maluccio.
 
Rispondi
#10
Ufficiale la nascita del team...1 agosto ulteriori dettagli
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)