Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Imola 2020 | prova in linea Uomini Elite
#61
Raccontano male perchè fino a che non s'è messa la Francia con Pacher e Peters a fare il ritmo, i tratti in salita li facevano con la testa del gruppo schierata a mo' di parata.
 
Rispondi
#62
Anche i danesi forse avrebbero potuto provare a mandare via qualcuno. Valgren?
 
Rispondi
#63
Si anche i tedeschi, oltre agli spagnoli.

Hanno deciso di subire la corsa e così non si sfuggiva da Alaphilippe o Van Aert.
 
Rispondi
#64
Anche se i tedeschi avevano solo geschke da mandare in fuga per creare un minimo di preoccupazione e i danesi solo valgrene forse hansen. Noi avevamo masnada ulissi caruso visconti bagioli e gli spagnoli sanchez bilbao herrada landa
 
Rispondi
#65
(27-09-2020, 05:40 PM)Manuel The Volder Ha scritto: Comunque la tendenza che se non piove, qualunque sia il percorso, viene fuori un mondiale ciofeca è abbastanza preoccupante.
In ogni circuito ci sono quei tot km di pianura che sono ormai una mazzata per chi vuole tentare qualcosa.

Secondo me c’è poco da criticare a questo percorso, pianura ce n’era poca ed era difficile condurre un inseguimento efficace. Il problema sono appunto le altre nazionali, se con Pogacar ci fosse stato Caruso e Landa e qualche altra seconda linea sarebbe stato interessante, invece aspettando tutti l’ultima salita non si usciva da Ala-WVA. 
L’Italia mi è piaciuta proprio poco, poi forse mancavano le gambe ma con una corsa lineare come poi è stata è già tanto aver raccolto una top10.
 
Rispondi
#66
Il percorso non era male con pochissima pianura, ma è stata interpretato malissimo dall'Italia e dalla Spagna che erano le uniche due nazioni che potevano provare qualcosa...
anzi a dir la verità c'e' una terza nazione che non mi è piaciuta per niente ed è la Slovenia....forse Roglic non ne aveva ma Pogi un'azione del genere in solitaria se la doveva tenera per l'ultimo giro...così non ha avuto senso...
complimenti al più forte che ha vinto
 
Rispondi
#67
Certo che a mente fredda è stato un Mondiale proprio insipido, di quelli che non ti lasciano alcuno spunto di discussione.

Un Valkenburg 2012.
 
Rispondi
#68
e' mancata la fuga degli outsider e dei compagni di squadra delle prima linee una volta ripresa la fuga del mattino. a quel punto con la trenata francese e poi il belgio a controllare sono passati quei km di troppo. Peraltro secondo me nessuno poteva seguire Pogacar tra i comprimari, partito forte nel tratto duro.. le fughe con le seconde linee non necessariamente vanno via di forza


anche il giro, lungo per ovvi motivi, rendeva il penultimo passaggio sulla salita dura un po' troppo lontano dal traguardo, come si e' visto con Pogacar
 
Rispondi
#69
(27-09-2020, 07:19 PM)OBNAYUZ Ha scritto: Il percorso non era male con pochissima pianura, ma è stata interpretato malissimo dall'Italia e dalla Spagna che erano le uniche due nazioni che potevano provare qualcosa...
anzi a dir la verità c'e' una terza nazione che non mi è piaciuta per niente ed è la Slovenia....forse Roglic non ne aveva ma Pogi un'azione del genere in solitaria se la doveva tenera per l'ultimo giro...così non ha avuto senso...
complimenti al più forte che ha vinto

Proprio la Slovenia è una di quelle che ha corso meglio , hanno diviso i due capitani con strategie diverse. Se poi nessuno aveva le gambe per seguire pogacar non possiamo farci nulla.
Roglic è arrivato con il gruppetto che si è giocato il secondo posto mi sembra esagerato dire che non ne aveva.
 
Rispondi
#70
Secondo me Pogacar poteva essere speso in altro modo. Ovviamente penso che la loro intenzione fosse quella di portar via un gruppetto. Così da solo ha sì fatto consumare un paio di uomini a Van Aert, ma niente di più, non ha messo particolare tossine nelle gambe dei capitani.
Forse a scremare il gruppo nell'ultimo giro o su Mazzolano o fin dai piedi della Gallistera sarebbe stato più utile, per preparare un attacco di Roglic. Per intenderci come fece Scarponi per Nibali a Firenze...
Poi bisogna vedere se Primoz ne aveva per fare la differenza, probabilmente no.

Detto che i due sloveni rimangono fortissimi e in condizioni super, però secondo me nella gara di entrambi si sono viste le scorie lasciate dal Tour.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)