Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Le migliori prestazioni sul CAUBERG
#1
[fon‌t=Courier]Le migliori prestazioni sul...[/font]
[Immagine: stelvio_passo_gavia.jpg]

Tanto per dare nuova linfa a questa sezione dimenticata, ogni settimana sceglieremo un arrivo in salita di uno dei tre grandi giri e discuteremo su quelle che per noi sono le migliori cinque prestazioni del 1980 ad oggi(o anche 70 o 90 ditemi voi). Non giudicheremo solo il gesto tecnico, ma anche il contesto, il livello del corridore, l'importanza storica della prestazione ecc...

Ogni settimana io aggiornerò il primo post e sceglierò il nuovo arrivo in salita, non è necessario buttarne giù subito cinque, anzi, così anche chi ha meno conoscenza del passato può partecipare proponendo quelle due/tre prestazioni che più lo hanno impressionato...

MORTIROLO
- Chioccioli 91
- Pantani 94
- Indurain 94
- Tonkov - Gotti 96
- Simoni 2006

STELVIO
- Coppi 1953
- Gaul 1961
- Bertoglio 1975
- Hinault 1980
- De Gendt 2012

MONT VENTOUX
- Merckx 1970
- Eros Poli 1994
- Pantani 1994
- Pantani - Armstrong 2000
- Froome 2013

LUZ ARDIDEN
- Herrera 87
- Pantani 94
- Virenque 94
- Laiseka 2001
- Armstrong 2003

ZONCOLAN
- Simoni 2003
- Simoni & Piepoli 2007
- Andy Schleck 2007
- Basso 2010
- Nibali 2011

GALIBIER
- Coppi 1952
- Ocaña & Fuente 1973
- Pantani 1998
- Soler 2007
- Schleck 2011

ANGLIRU
- Jimenez 1999
- Heras 2000
- Heras 2002
- Cobo 2011
- Horner 2013

PLATEAU DE BEILLE
- Pantani 1998
- Armstrong 2002
- Armstrong - Basso 2004
- Contador - Rasmussen 2007
- Voeckler 2004 & 2011

SESTRIERE
- Coppi 1949
- Coppi 1952
- Chiappucci 1992
- Armstrong 1999
- Rujano 2005

TRE CIME DI LAVAREDO
- Merckx 1968
- Baronchelli 1974
- Battaglin 1981
- Herrera 1989
- Di Luca 2007

LAGOS DE CAVADONGA
- Herrera 1987
- Herrera 1991
- Delgado 1992
- Jalabert 1994
- Marcado 2001

AX3 DOMAINES
- Laiseka 2001
- Ullrich 2003
- Armstrong - Basso 2005
- Riblon 2010
- Froome 2013

AUBISQUE
- Bottecchia 1925
- Buysse 1926
- Coppi 1952
- Merckx 1969
- Rasmussen 2007

ALPE D'HUEZ
- Coppi 1952
- Lemond - Hinault 1986
- Bugno 1990
- Pantani 1994 - 1995 - 1997
- Armstrong 2001
- Sastre 2008

CAUBERG
- Cunego 2008
- Gilbert 2010
- Gilbert 2011
- Gilbert 2012
- Gilbert 2013

*ordine per anno
 
Rispondi
#2
Partirei dal Mortirolo... Le altre due sono praticamente le salite simbolo del Tour e della Vuelta quindi le terrei per dopo
 
Rispondi
#3
Se po' fa, era quello da cui volevo cominciare pure io...

[Immagine: passo_del_mortirolo_3.jpg]
 
Rispondi
#4
Ovviamente non si può non partire da:

MARCO PANTANI 1994
La rivelazione del Giro, vincitore della tappa del giorno precedente, che attacca la maglia rosa Berzin già alle pendici delle salita, riprende il gruppo di Chiappucci e li stacca, nemmeno Indurain, il migliore al mondo dell'epoca riesce a stargli dietro. Scollina da solo, viene ripreso da Miguelon ed un altro in discesa(era Cacaito Rodriguez no?), ma sulla salita successiva se ne va di nuovo, mentre gli altri pagano lo sforzo lui vola verso il trionfo. Quel giorno probabilmente è nato il mito di Pantani.

PAVEL TONKOV 1996
Il russo aveva perso il giorno prima la maglia rosa, passata sulle spalle di Olano, sembrava scarico ormai, ed invece quel giorno volò. Gotti imponeva un ritmo infernale, pian piano tutti si staccavano, dal leader Olano ad Enrico Zaina, ma non Tonkov che rimaneva incollato alla ruota del bergamasco ed in cima al mostro aveva oltre 2'30" di vantaggio sulla maglia rosa. Il russo, da personaggio spontaneo e genuino qual è, esultava già prima dello scollinamento, alla fine lasciò la vittoria di tappa a Gotti, ma si portò a casa il Giro con buona pace di Olano.
 
Rispondi
#5
Marco Pantani 1994
La tappa in cui nacque il mito di Marco Pantani, che aveva già vinto la tappa del giorno precedente con l'arrivo a Merano e che in questa salità stacco il leader Berzin e uno dei grandi interpreti delle corse a tappe del momento, Indurain. Lo spagnolo, un passista-scalatore di 80 kg venne letteralmente umiliato da questo piccolo scalatore che dimostrava già una classe mai vista prima.

Gilberto Simoni 2006
So che in realtà a transitare per primo sul Mortirolo nel 2006 fu Ivan Basso, che poi vincerà la tappa e il Giro ma Simoni quel giorno fu l'unico a rimanere nella scia del dominatore di quel Giro su questa salita. Basso chiese poi la collaborazione di Gibo nel tratto in discesa e, avendo ormai ipotecato il Giro, poteva lasciare la tappa al rivale. Le polemiche del dopo tappa (con Basso che staccò Simoni che lo aveva aiutato nel tratto in discesa) sono storia nota.
 
Rispondi
#6
Ci stavo pensando anche io a Simoni nel 2006, quel giorno face l'impossibile per tenere le ruote di Basso e fu anche l'unica volta che riuscì. Quel che successe poi è storia, Basso come persona mi ha sempre fatto un certo schifo...
 
Rispondi
#7
Il problema del Mortirolo è che non è arrivo di tappa.

Aggiungerei anche Thomas De Gendt (2012) che da outsider assoluto riuscì quasi a ribaltare il Giro e comunque ottenne tappa+podio
 
Rispondi
#8
Alpe d'Huez 1990 e 1991 Cool
 
Rispondi
#9
(25-09-2013, 07:30 PM)Hiko Ha scritto: Il problema del Mortirolo è che non è arrivo di tappa.

Aggiungerei anche Thomas De Gendt (2012) che da outsider assoluto riuscì quasi a ribaltare il Giro e comunque ottenne tappa+podio

De Gendt se non ricordo male partì appena finito il Mortirolo, e comunque la prestazione super la face sullo Stelvio dove non perse praticamente nulla dagli inseguitori...

@Manuel: dell'Alpe ne parliamo in futuro, per ora rimaniamo sul Mortirolo...
 
Rispondi
#10
In quanto moderatore mi prendo questa libertà... Sisi
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)