Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Politica D'Antan
#1
La politica della prima repubblica, con tutti i suoi partiti (DC, PCI, PLI, PSI, PRI, PSDI, MSI), mi ha sempre affascinato. Apro questo topic per parlarne. Inizio con quest'intervista dell'83 a Giovanni Spadolini che parla di argomenti abbastanza attuali.









 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Luciano Pagliarini
#2
Già solo il piacere di un italiano ben padroneggiato, elegante, con il giusto valore delle parole: "Ho troppo il senso delle parole che il mio amico Moravia mi riconosceva per non sapere che la parola è sacra, e che le parole sono pietre, e guai a usarle in modo sbagliato." 
Certo, parliamo di un uomo di grandissima cultura, uno storico e uno studioso prima ancora che giornalista e poi  politico "non professionista", ma sentire con quanta semplicità e padronanza fluivano paragoni con le legislazioni del passato, o di altri paesi, o connessioni con i momenti storici, o aspetti dell'analisi economica... Una visione ad ampio spettro che sapeva diventare sintesi e proposte, una analisi lucida dei problemi di allora che se fosse diventata azioni... Oggi non saremmo un paese allo sbando colmo di debiti. 
Senza mitizzare, ma basta ascoltare per percepire un italiano di valore, un galantuomo, con una profonda convinzione democratica e di valori. I suoi governi ebbero un consenso dell'opinione pubblica ampiamente superiore al consenso parlamentare, senza un grande partito alle spalle, fase intermedia di punti di equilibrio in un contesto di crisi economica. La gente cominciava a temere il futuro e quel professore dal linguaggio franco che sembrava sapere cosa fare e come farlo ispirava fiducia. Era però una politica bloccata, in cui si misuravano i decimali tra una elezione e la successiva. L'effetto Spadolini si risolse in un 1% in più (o giù di lì) per il PRI. 
Peccato.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di OldGiBi
#3
+1,3% al senato e +2% alla camera. Possiamo dire che ebbe più successo tra i giovani.

Alla camera è il partito che cresce di più (invece, al senato questo ruolo spetta al MSI). Altri tempi, coi media dell'epoca era impossibile vedere gli scossoni a cui assistiamo oggi. Già il crollo della DC, che perde il 5,3% alla camera e quasi il 6% al senato, è qualcosa di incredibile.

Anche io fossi esistito all'epoca credo che avrei votato PRI a quelle elezioni (preferendolo a PLI e Liga Veneta). Un partito centrista come non ce ne sono più, ove certe idee e certi valori non erano degenerati come in quelli che dovrebbero essere i partiti centristi di oggi (ma, passatemi la battuta, sono solo partiti tristi, senza il "cen").

Spadolini uomo di cultura immensa, la sua conoscenza della storia politica italiana mi lascia a bocca aperta.
 
Rispondi
#4
Craxi difende la lotta armata Palestinese in parlamento:



 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Luciano Pagliarini
#5


 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)