Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Vuelta a España 2015 | 17^ tappa: Burgos - Burgos
#1
Cronometro 
La presentazione della 17^ tappa della Vuelta a España 2015: percorso con altimetria e planimetria, i dettagli degli ultimi chilometri; risultati con ordine d'arrivo e classifiche; video televisivo e fotografie; commenti, pronostici e scommesse.


mercoledì 9 settembre 2015
Burgos > Burgos
17^ tappa - 38,7 km Crono



Percorso
Presentazione

Quasi 40 km di crono per mettere il sigillo alla classifica, o per riaprirla, chissà. Di sicuro uno snodo fondamentale, quello di Burgos, considerando che non ci saranno, dopo questa tappa, troppe giornate da battaglie memorabili. Subito successiva al secondo giorno di riposo (anche questo, come il primo, di martedì), con annesso solito immancabile trasferimento, ha un percorso che col suo andamento completamente pianeggiante strizza l'occhio ai migliori specialisti. Il quid che manca a livello di asperità è presente in forma di arzigogoli della planimetria: soprattutto gli ultimi 10 km sono tutto un susseguirsi di curve, alcune anche molto ostiche, il che significa che bisognerà scegliere un assetto di gara ai limiti della perfezione: una "macchina" che vada bene sui lunghi rettilinei che pure non mancano, e che sia prestante nel tortuoso rientro a Burgos dopo il giro in senso orario che caratterizza la tappa. Siamo a fine Vuelta, e a fine crono: tenere accesa la lucidità non sarà facile per tutti, e se dovesse piovere, con un finale del genere, potremmo assistere anche a qualche colpo di scena. Ma anche in caso di clima sereno, su quelle curve del finale voleranno bei secondi.

Gran Premi della Montagna:
Km Salita cat. note
- - - -

Cronotabella: download
Libro di Corsa: download



Risultati
ORDINE D'ARRIVO
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

Ordine d'arrivo completo
CLASSIFICA GENERALE
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

Resoconto classifiche completo



Highlights






Link

Articoli correlati: -





 
Rispondi
#2
Diciamola tutta, se Purito e Aru vogliono vincere la Vuelta devono perdere massimo 2'30" dall'olandese.
Perché 1' nelle tappe che mancano non lo recuperi in condizioni normali.
Aru ha qualche possibilità in più di Purito, per diversi motivi, di farcela.
 
Rispondi
#3
Il finale è cittadino, abbastanza tortuoso: 10 km non sono pochi, e, con la giusta guida e voglia di rischiare, si dovrebbero riuscire a limitare i danni.

Purito dovrebbe trovare una giornata veramente pazzesca: non credo però che la maglia roja dia anche i superpoteri. Boh
 
Rispondi
#4
Alcuni confronti sulla crono, per quanto possano valere come riferimento.

Dumoulin vs Rodriguez:
-Tour de France 2015, tappa 1, Utrecht (13,8 km): Rodriguez arriva 1'18" dopo Dumoulin.
-Vuelta al Pais Vasco 2015, tappa 6, Aia (18,3 km): Rodriguez arriva a 4" da Dumoulin, ma il percorso gli era ampiamente favorevole.
-Tour de France 2014, tappa 20, Bergerac-Perigueux (54 km): Rodriguez perde 7'51" da Dumoulin.
-Tour de France 2013, tappa 17, Embrun-Chorges (32 km): Rodriguez fa meglio di Doumulin di 4'42", anche qui il percorso gli era più adatto.
-Tour de France 2013, tappa 11, Avranches-Mt. Saint Michel (33 km): Rodriguez arriva 1'44" dopo Dumoulin (questa crono altimetricamente si avvicina a quella di domani, varia solo nel kilometraggio, ovviamente Tom è più forte ora che nel 2013).
-Tirreno-Adriatico 2013, tappa 7, San Benedetto del Tronto (9,2 km): Dumoulin da 21" a Rodriguez.

Dumoulin vs Aru:
-Parigi-Nizza 2015, prologo, Mauperas (6,7 km): Dumoulin da 20" ad Aru (unico riferimento utile fra i due).

Aru vs Rodriguez:
-Vuelta 2014, tappa 10, Borja (34,5 km): Rodriguez da 14" ad Aru.
-Vuelta 2014, tappa 21, Santiago de Compostela (9,7 km): Rodriguez da 33" ad Aru.
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di Young Signorino
#5
Stavo guardando la stessa cosa. Nella crono forse più utile come raffronto, l'11° tappa del tour 2013, Dumoulin diede 1'44" a Purito più o meno sullo stesso percorso di domani.
Dumoulin, se non ricordo male, fece parecchio peggio di Martin e gli altri cronomen...cosa che oggi non accadrebbe. Insomma, il suo 51 di media oggi forse è almeno un 52
 
Rispondi
#6
Si esatto, in due anni è cresciuto tantissimo, però come riferimento di base quello è il migliore Sisi Il problema è che a quella crono ci arrivava probabilmente più fresco di come ci arriva domani (anche se c'è il giorno di riposo in mezzo per recuperare al meglio).
 
Rispondi
#7
Indubbiamente ci arriva anche con una diversa maturità fisica. Se ha retto le salite di ieri, con quelle pendenze e all'inizio della terza settimana, direi proprio che domani andrà forte senza problemi di recupero
 
Rispondi
#8
Confronti utili e significativi, ma può cambiare tutto perché i corridori si evolvono. Dumoulin è in formissima ma ci arriva dopo una Vuelta fatta tutti i giorni davanti, che è una novità assoluta per lui. Rodriguez è vecchio ma da tempo non andava così forte. Aru di crono del genere ne ha fatte poche, ma immagino che avendo Giro e Vuelta nel mirino da tempo abbia lavorato sulle cronometro conoscendo i percorsi
 
Rispondi
#9
Ma davvero vi sembra che Purito vada tanto forte? Fino a 2 anni fa i suoi scatti all'ultimo km facevano differenza netta, almeno 15-20 secondi, oggi ne guadagna al massimo 5...
 
Rispondi
#10
Comunque è in cima alla classifica e siamo nella terza settimana, era da tanto che non era così competitivo, l'anno scorso rimase lontanissimo dai migliori anche se andava comunque abbastanza forte. Ok non ci sono Froome e Contador, ma è troppo semplicistico valutare un grande giro guardando chi manca. Devi vedere perché mancano, devi guardare il percorso, devi considerare che i corridori crescono o peggiorano col passare degli anni e anche che un corridore in 3 settimane si muove anche in base ai suoi avversari. Contador non scattava in salita contro Schleck, gli bastava tenerlo e lo distruggeva tranquillamente a cronometro. Significa che non poteva staccarlo? No o comunque non possiamo saperlo. Ci fosse stato Contador, Aru e Rodriguez si sarebbero mossi esattamente nello stesso modo? Se avessero pensato che Dumoulin sarebbe stato così forte anche in questo weekend si sarebbero mossi nello stesso modo ad Andorra? Dumoulin è una variabile completamente inaspettata in questa Vuelta, all'inizio lo lasciavano andare quando scattava (come Horner, non so se vi ricordate), ora pagano quell'atteggiamento ma non è detto che era sbagliato
(Questo per rispondere anche a tanti altre considerazioni fatte nei giorni scorsi sul livello della Vuelta e sul valore delle prestazioni di Aru e Rodriguez)
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)