Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Giro d'Italia 2015 | 19^ tappa: Gravellona Toce - Cervinia
#1
Arrivo in salita 
Giro d'Italia 2015, 19^ tappa: presentazione, percorso, altimetria, planimetria, dettagli ultimi chilometri, ordine d'arrivo, risultati, classifiche, video, fotografie, commenti, pronostici, scommesse, tv, pagelle, ritirati, twitter, facebook.


venerdì 29 maggio 2015
Gravellona Toce > Cervinia
19^ tappa - 236 km



Percorso
Presentazione

Tappone alpino. Propone quasi 4.800 m di dislivello quasi interamente concentrati negli ultimi 100 km dove si scalano 3 salite di quasi 20 km ciascuna. Lungo avvicinamento lungo le prealpi piemontesi attraverso le zone di Borgomanero e Biella per poi entrare nella Valle d’Aosta dove sono posti gli ultimi 150 km della tappa che conta 236 km. Si scalano il St.Barthélemy (20 km al 5,6%), il più duro St.Pantaléon (16,5 km al 7.2%) e, infine, la salita di Cervinia: 19 km al 5%.

Tutti in ascesa. Il tratto più ripido si affronta poco prima e durante l’attraversamento del capoluogo comunale di Valtournenche. Ai 3 km la salita comincia a addolcirsi e dopo i 2.000 m la pendenza media è del 1.4%. Rettilineo di arrivo di 450 m, largo 7 m al 4% su asfalto. Da segnalare negli ultimi 6 km la presenza di due gallerie illuminate.

Gran Premi della Montagna:
Km Salita cat. note
85,9 Croce Serra 3^ 6,9 km al 3,8% (max. 9%)
167,6 Saint-Barthélemy 1^ 16,5 km al 6,7% (max. 13%)
207,9 Col Saint-Pantaléon 1^ 16,5 km al 7,2% (max. 12%)
236,0 Cervinia 1^ 19,2 km al 5,0% (max. 12%)

Cronotabella: download
Libro di Corsa: download



Risultati
ORDINE D'ARRIVO
1 Fabio ARU ITA AST 6:24:13
2 Ryder HESJEDAL CAN TCG 28
3 Rigoberto URAN URAN COL EQS +1:10
4 Tanel KANGERT EST AST +1:18
5 Steven KRUIJSWIJK NED TLJ +1:18
6 Alberto CONTADOR VELASCO ESP TCS +1:18
7 Mikel LANDA MEANA ESP AST +1:18
8 Leopold KONIG CZE SKY +1:21
9 Mikel NIEVE ITURALDE ESP SKY +1:24
10 Alexandre GENIEZ FRA FDJ +2:24

Ordine d'arrivo completo
CLASSIFICA GENERALE
1 Alberto CONTADOR VELASCO ESP TCS 78:48:40
2 Fabio ARU ITA AST +4:37
3 Mikel LANDA MEANA ESP AST +5:15
4 Andrey AMADOR BAKKAZAKOVA CRC MOV +8:10
5 Leopold KONIG CZE SKY +10:47
6 Yury TROFIMOV RUS KAT +11:11
7 Ryder HESJEDAL CAN TCG +12:05
8 Damiano CARUSO ITA BMC +12:14
9 Steven KRUIJSWIJK NED TLJ +12:53
10 Alexandre GENIEZ FRA FDJ +15:07

Resoconto classifiche completo



Highlights




Link

Articoli correlati: -





 
Rispondi
#2
Mado', speriamo che Aru non mi vada al naufragio :-/
Meno male che il pezzo più difficile della salita finale è abbastanza lontano dall'arrivo, quindi c'è spazio per recuperare: ma chissà come ci arriverà lì... Confuso
 
Rispondi
#3
Aru sembra in difficoltà soprattutto su salite con pendenze arcigne. Dunque il Col de Saint-Pantaleon dovrebbe essere il momento maggiormente critico per il sardo.
(Insieme al Colle delle Finestre, domani. )
 
Rispondi
#4
Voi pensate che la Movistar e la Katusha lo possano attaccare?
Strategicamente,la Astana dovrebbe correre per conservare i due gradini del podio ed eventualmente per vincere la tappa.
Le due cose,potrebbero andare in antitesi.

D'altro canto,chi sta dietro il Sardo,oramai palesemente "vuoto",dovrà pur provare qualcosa.
 
Rispondi
#5
Mah, fossi in Amador o Trofimov - se davvero volessi il 3° posto - non mi ridurrei al testa a testa sulla salita finale: Aru è in difficoltà, però è pur sempre un fior fior di corridore da corse a tappe. Rischiano comunque di rimanere con un pugno di mosche in mano, visto poi che il sardo ha dimostrato di saper reagire molto bene caratterialmente alle difficoltà del suo fisico.

Se volessero davvero rischiarla, sarebbe da provare l'azione dall'ultimo tratto della penultima e scavarsi un buon margine in discesa, visto che sia Amador che Trofimov se la sanno cavare bene. Certo, un'azione del genere deve essere ben coordinata con i compagni di squadra (quindi mettendo anche qualcuno in fuga) o con alleanze trasversali (Hesjedal, Kruijs, senza contare i fuggitivi di giornata), perché la salita di Cervinia poi è davvero troppo lunga...
Non è semplice però questa prospettiva, anche perché stiam parlando di Amador e Trofimov: gente che si venderebbe l'anima per una top 5 al Giro, e quindi che potrebbe avere difficoltà a trovare quel coraggio/incoscienza di fare una roba del genere.

Per me l'Astana comunque correrà principalmente per il podio: se poi arriva anche la tappa, meglio. Ma ne hanno già vinte tre: può bastare. Sese Oggi mi sa che è il giorno di Contador, a meno che non abbia da rendere un favore a qualcuno... Boh Asd Asd
 
Rispondi
#6
oggi Aru dovrebbe perdere il podio. Ci sono le condizioni per staccarlo nettamente.

Chiaro che non avendo dietro dei fenomeni.. non si può mai dire, però potrebbe/dovrebbe accadere.
Spero i big si giochino anche la tappa.
 
Rispondi
#7
Come da copione,Bananito mi perculeggia e va in fuga oggi:

Betancur e Montaguti (Ag2r)
Rutkiewicz (CCC)
Ulissi (Lampre)
Visconti (Movistar)
Chaves (Orica),
Kochetkov (Katusha)
Van der Lijke (Lotto NL)
Kiryienka (Sky)

1'10" dopo 46km.

50,300 nella prima ora.
Ci saranno i cadaveri a fine giornata.
 
Rispondi
#8
inizieranno la prima salita seria di giornata non prima delle 14 (probabilmente). A dopo.
 
Rispondi
#9
Kirienka se va in fuga arriva
 
Rispondi
#10
L'Astana ingorda tiene lì la fuga, vuole la quarta vittoria di tappa con Landa. Peccato perchè gli uomini in fuga per arrivare c'erano ma con il gruppo che controlla le chance sono minime.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)