Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Sport Invernali 2021/2022 (Biathlon, Sci Alpino, Salto con gli Sci, Sci di Fondo, Combinata Nordica, altri)
#1
 

 
Rispondi
#2
Non sapevo che il padre di sepp kuss fosse una leggenda degli sport invernali americani

https://goskyhawks.com/honors/hall-of-fa...0in%201972.

Allenatore della nazionale di fondo usa a innsbruck 64
E della combinata nordica a quelle del 72
 
Rispondi
#3
In questo weekend s'è gareggiato a Wisla nella prima tappa del Summer Grand Prix in due competizioni individuali, sia uomini che donne.

Il Summer Grand Prix del salto con gli sci è un evento molto sottovalutato, ma che da sempre grandi indicazioni sul livello di alcuni atleti ed alcune squadre in vista dell'inverno, pertanto sono anni che ritengo questa competizione la regina degli sport invernali in estate. E' una sorta di coppa del mondo estiva, con nome diverso, alcune assenze, ma pure sempre una competizione importante per ritrovare gli automatismi in gara dopo una primavera passata solamente ad allenarsi. Come il Summer Grand Prix anche le competizioni di secondo e terzo livello sono altresì importanti, tanto che in alcune stagioni ci siamo ritrovati ai nastri di partenza della stagione invernale con atleti che hanno fatto faville in Coppa Continentale estiva, fare la differenza anche su neve. Mi viene in mentre il Freitag del Dicembre 2017, oppure il Tande nel Novembre 2015 quando da semi sconosciuto prima vinse una gara di continentale ad Ottobre a Klingenthal, e poi sempre a Klingenthal vinse l'opener di coppa del mondo. Ah, a proposito di Tande, ha rilasciato un'intervista in cui ha detto che gli è stato riferito che, dopo la caduta a Planica a Marzo, il suo cuore s'è addirittura fermato per due o tre minuti in un susseguirsi di eventi che ha ricordato quello che è successo ad Eriksen, anche se le cause sono state differenti. Tra l'altro ha auspicato di poter ritornare a saltare già entro fine Luglio ed in più è stato inserito nella squadra A Norvegese.

Torniamo alle gare di Wisla. Dopo la qualificazione di Venerdì, tutti si aspettavano che Kamil Stoch potesse dominare le due gare, tuttavia ieri mattina s'è svegliato con la caviglia gonfia (caviglia che due mesi fa s'è operato) ed ha preferito non gareggiare.

Pertanto ecco i risultati delle gare maschili:

https://medias1.fis-ski.com/pdf/2022/JP/...3723RL.pdf
https://medias4.fis-ski.com/pdf/2022/JP/...3725RL.pdf

Ieri successo sul filo di lana di un Wolny in palla davanti a Jan Hoerl che, in assenza degli infortunati Kraft e Hayboeck, si dimostra il più in forma della squadra Austriaca, forma consolidata anche nella gara di oggi quando conclude ancora una volta secondo, battuto dal solito Kubacki, ma dove dimostra margine rispetto agli avversari. Austria che posiziona Schiffner quarto in entrambe le gare.
In casa Slovena è ancora una volta Anze Lanisek il trascinatore del movimento in questo periodo storico, mentre in Germania il duo Eisenbichler-Geiger fa quinto e sesto in gara 1, mentre Geiger buca gara 2. Tuttavia buone sensazioni da Wellinger e soprattutto da Constantin Schmid. Da segnalare anche il rientro di Stephan Leyhe.

Per completezza ecco i risultati delle gare femminili:

https://medias2.fis-ski.com/pdf/2022/JP/...3724RL.pdf
https://medias3.fis-ski.com/pdf/2022/JP/...3726RL.pdf

Bogataj e Takanashi per ora una spanna sopra le altre.
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di Manuel The Volder
#4
Questo il calendario provvisorio del Grand Prix Uomini

17-18 Luglio Wisla
7 Agosto Courchevel
4-5 Settembre Shchuchinsk (Kazakistan, in dubbio)
11 Settembre Chaikovsky (?)
18-19 Settembre Rasnov (?)
25 Settembre Hinzenbach
2 Ottobre Klingenthal

Donne

17-18 Luglio Wisla
6 Agosto Courchevel
15 Agosto Frenstat
11 Settembre Chaikovsky (?)
2 Ottobre Klingenthal

Abbastanza dubbioso sulle date in Kazakistan, Russia e Romania vista la situazione Covid, spero che qualora saltino si possano recuperare le gare nelle più rodate e vicine Hinzenbach e Klingenthal.
 
Rispondi
#5
Si ritorna a saltare per il Summer Grand Prix ed il successo odierno, nella ciclisticamente famosa Courchevel, va a Stefan Kraft che mette le cose in chiaro riguardo alcune speculazioni sui suoi problemi fisici, ormai atavici, che potevano compromettere la stagione olimpica ormai alle porte. Vittoria in gara ventosa e, come spesso succede, con tante assenze come i Polacchi di primo livello (il solo Wolny ha partecipato, ma non è propriamente al pari di Stoch, Kubacki e Zyla), Geiger ed Eisenbichler, i Giapponesi che si stanno scannando nel circuito interno e i big Norvegesi.
Successo di Kraft davanti a Deschwanden, al primo podio, a 30 anni, in una gara di primo livello, seppure estiva, e al redivivo Simon Ammann, fresco quarantenne ma col solito spirito da ragazzino che ha contraddistino il suo post-prime e che continua a dargli soddisfazioni tra alti e bassi.
Slovenia, apparte il solito Lanisek, molto male.

https://medias2.fis-ski.com/pdf/2022/JP/...3748RL.pdf

Tra le donne secondo successo in tre gare di Ursa Bogataj, in contumacia di Sara Takanashi che non ha preso parte alla competizione per problemi alla gamba sorti dopo un salto nella scorsa competizione di SGP a Wisla.

https://medias2.fis-ski.com/pdf/2022/JP/...3746RL.pdf
 
Rispondi
#6
Io quest’anno dentro allo stadio di anterselva( era la prima volta che ci andavo) ho visto la nazionale bielorussa di biathlon che si allenava
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di Gerro
#7
Si ritira ufficialmente a 31 anni Gregor Schlierenzauer, recordman di vittorie in Coppa del Mondo e massimo esponente del salto con gli sci a cavallo tra gli anni '00 e gli anni '10, nonchè del fantastico Wundertean Austriaco di quel periodo.
Il suo palmares:
- 2 sfere di cristallo (2009 e 2013);
- 2 Tournèe dei Quattro Trampolini (2012 e 2013);
- 53 vittorie in Coppa del Mondo (tra il 2006 e il 2014);
- 1 titolo mondiale individuale nel 2011 e 1 mondiale di volo nel 2008;
- 2 bronzi olimpici nel 2010;
A cui vanno aggiunte tutte le gare e i titoli vinti con la squadra.
 
Rispondi
#8
È cominciata nel weekend la stagione mainstream degli sport invernali con la classica amichevole prestagionale (Slalom Gigante) di Sölden valida per la Coppa del Mondo di Sci Albi no no no non ti buttare giù dalla pista di Cortina che non sai sciare, no no noooooooo e niente ha fatto un ruzzolone che manco Fantozzi a Courmayeur.

Ah, tra le donne successo di Shiffrin su Gut con la vincitrice dell'ultima sfera di cristallo Vlhova terza ad 1"30.
Nella meno titolata gara maschile vince Odermatt per 7 centesimi davanti a Leitinger (primo podio in Gigante a 30 anni) e Kranjec.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Manuel The Volder
#9
Con lo scioglimento dei ghiacciai tra 50 anni le stazioni sciistiche spariranno e non si potrà più praticare lo sci.
 
Rispondi
#10
Bene, in attesa che arrivi il momento dello scioglimento dei ghiacciai, la stagione 2021-22 è ormai alle porte.
Sarà una stagione particolare dato che a Febbraio si dovrebbero svolgere le olimpiadi in Cina. Dico si dovrebbero perchè quelli son capaci pure di annullare tutto per via di un contagio.

Nel Biathlon è stata un estate tranquilla in cui si è potuto lavorare con più tranquillità rispetto all'anno scorso. Wierer ha fatto delle ottime prestazioni nelle kermesse estive ed è pronta per quella che dovrebbe l'ultima stagione della sua carriera. Dorothea che è stata al centro di polemiche stile beautiful lanciate dai soliti atleti nordici, il solito Samuelsson in particolare, rea di usare l'elicottero alimentando l'inquinamento che sta portando al riscaldamento globale. Probabilmente gli Svedesi per andare alle gare si muovono a piedi. Boh
Apparte le polemiche infantili, risulta difficile ora fare un pronostico sulla stagione in quanto il (misero) circuito estivo del Biathlon non da mai indicazioni. C'è solo grande curiosità nel vedere se la compagine Norvegese tornerà dominante come l'anno passato quando Eckhoff ha dominato nel settore femminile, raggiungendo a 30 anni il perfetto pacchetto sci/tiro.
Tra gli uomini invece sarà interessante vedere come proseguirà l'esplosione di Sturla Holm Laegreid, che a 24 anni, all'esordio in coppa del mondo, ha rischiato seriamente di vincerla mettendo in mostra un efficienza al tiro con pochi eguali nella storia. Poi la Coppa è andata a Johannes Boe perchè è semplicemente più forte sugli sci.
Basta un dato per chiarire la superiorità sugli sci di Johannes:
- Johannes Boe: 85,2 % al tiro e 29,4 secondi come media rilascio colpi;
- Sturla Holm Laegreid: 92,6 % al tiro e 26,5 secondi come media rilascio colpi;
Laegreid ha vinto più gare, ma Johannes è stato costantemente sul podio perchè con quella superiorità sugli sci, anche se spari male, rimani comunque a galla, ed è riuscito a portare a casa la terza sfera di cristallo di fila sul filo di lana. Quest'anno si va per la quarta, solo Fourcade ne ha vinte quattro di fila nella storia del Biathlon.

Altri spunti di interesse:
- la nazionale Francese, piena di ottimi atleti ma senza la star che era Fourcade;
- Lukas Hofer e i ragazzi del 2000 Italiani;
- Marketa Davidova sarà riuscita a migliorare la sua cronica inefficienza al poligono per la quale non è ancora esplosa nell'arco di una stagione intera ? L'anno scorso c'è stato un miglioramente in velocità e precisione, ma se spari con l'83 % vai poco lontano pure nel settore femminile; (ovviamente è arrivato un titolo mondiale, ma rimane una gara singola, un Biathleta lo si giudica dal coraggio, dall'altruismo, dalla fantasia e dalle prestazioni nel corso di tutti i tre mesi di stagione)
- Vittozzi;
- Vittozzi ancora;
- la fiducia al tiro di Vittozzi;
- Vittozzi, Vittozzi, ancora Vittozzi !
- la Germania al maschile senza più Peiffer come perform....ma chissene, Vittozzi !!!
- nella passata stagione ci son state gare in cui Lisa Hauser pareva Terminator, riuscirà a portare avanti quella forma per tutta la stagione ? O sarà Vittozzi a farne le veci ?
 
Rispondi


[+] A 4 utenti piace il post di Manuel The Volder
#11
Quasi dimenticavo che questo weekend si comincia ad entrar nel vivo per quanto riguarda le discipline nordiche.
In programma la prima tappa di Coppa del Mondo di Salto con gli Sci maschile. Quest'anno non ci sarà il prologo a Wisla, bensì si viaggia subito nel cuore della Russia, a Nizhny Tagil per la precisione, dove nel weekend successivo esordirà anche la Coppa del Mondo femminile e la Coppa Continentale di Combinata Nordica, il cui circuito di Coppa del Mondo comincerà come da tradizione a Kuusamo. A proposito di Combinata Nordica, si spera che il circuito femminile di Coppa del Mondo prenda finalmente il volo dopo la falsa partenza della scorsa stagione causa Covid. Più avanti semmai faccio una mini-preview, ma non ho molto tempo in questo periodo.

Calendario Salto con gli Sci maschile

[Immagine: Immagine.png]

Calendario Salto con gli Sci femminile

[Immagine: Immagine3.png]

Calendario Combinata Nordica maschile

[Immagine: Immagine2.png]

Calendario Combinata Nordica femminile

[Immagine: Immagine4.png]
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Manuel The Volder
#12
Tra l'altro è di oggi la notizia che Hirvonen salterà la prima parte di stagione (già compromessa perchè non può allenarsi sul trampolino per due settimane). Spiace perchè ormai è perso, troppi infortuni per uno che riusciva a battagliare per i podi tra il 2017 e il 2019 e sembrava quello forte in casa Combinata Nordica Finlandese.
 
Rispondi
#13
Grazie al canale twitter Saut a Ski France per aver elencato i favoriti della Coppa del Mondo. Si comincia oggi con la qualificazione.


Che dire, speriamo che ci azzecchi su Kobayashi, ha fatto una bella estate.
 
Rispondi
#14
Gara 1 della prima tappa di cdm di salto maschile è andata agli archivi.

Si ricomincia da dove abbiamo finito, primo Geiger e secondo Kobayashi. Vittoria convincente, in gara ventosa, di un Karl Geiger che dimostra di avere ad ora il miglior pacchetto e che raggiunge una "milestone" importante, la decima vittoria in Coppa del Mondo che, non sembrerà un traguardo incredibile, ma è solo il trentunesimo saltatore a raggiungere questa quota di vittorie in 43 stagioni e più di mille gare, sicuramente uno dei più inaspettati, perchè chi avesse pronosticato questo traguardo solo tre anni fa, probabilmente l'avrebbero rinchiuso in manicomio.
Bene Kobayashi, sfortunato col vento nella prima serie, ma che nella seconda ha legittimato la piazza d'onore scavalcando un Granerud in forma. Dietro a questi tre il vuoto, con Nakamura che coglie un quarto posto grazie a due serie in cui ha trovato vento di favore, uno Stoch quinto e sfortunato nella prima serie.
La sconfitta di giornata è sicuramente l'Austria, con Kraft non qualificato e il vecchio Fettner il migliore, ma solo dodicesimo.

Oggi gara 2.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Manuel The Volder
#15
Gara 2 è andata a Granerud su Geiger e il rivitalizzato Kraft che raggiunge quota 76 podi, come un grande del passato, Jens Weißflog.
Kobayashi squalificato in qualificazione, ma questo zero è poco pesante perchè Granerud e Geiger rimangono nel break di 100 punti.
Geiger 180
Granerud 160
Koba 80

Settimana prossima due gare a Kuusamo dove comincerà anche la stagione di fondo e combinata nordica, mentre il biathlon avrà il suo tradizionale opening ad Ostersund.
 
Rispondi
#16

Fun fact: l'aereo che trasportava i combinatisti Sloveni a Ruka era pilotato da Jason Lamy Chappuis, uno dei più grandi combinatisti di sempre.
 
Rispondi
#17
Domani comincia la stagione di Coppa del Mondo di Combinata Nordica, una stagione nella quale se Riiber farà il Riiber, potrebbe raggiungere record e titoli che lo potrebbero definitivamente eleggere GOAT della disciplina.
Con 36 vittorie è a caccia del record di 48 successi di Manninen, mentre a Febbraio avrà l'opportunità di aggiungere un oro olimpico individuale al suo palmares e, dulcis in fundo, è alla caccia della quarta sfera di cristallo di fila, impresa riuscita ai soli Manninen e Frenzel.
In estate ha avuto problemi post-vaccino. Sul trampolino sta bene, vediamo come sta sugli sci.
Avversari: Johannes Lamparter, 20enne, che dopo l'oro mondiale di Febbraio ha subito un operazione di appendicectomia e che va rivisto sugli sci stretti.
Poi vabbè, i soliti Geiger e Watabe, un Herola ben quadrato su trampolini poco imponenti, in tal caso Kuusamo non è un contesto a lui favorevole, un rivitalizzato Rydzek e un Frenzel tornato in grande spolvero sul trampolino, nonche un Jens Luraas Oftebro scavalcato da Lamparter nella scorsa stagione fra le giovani promesse.
 
Rispondi
#18
https://medias4.fis-ski.com/pdf/2022/NK/...149ROF.pdf

Nel gelo di Kuusamo ricomincia la caccia alla sfera di cristallo, ma la caccia pare già finita perchè Riiber ha vinto agevolmente anche questa gara, dimostrando ancora una volta superiorità sia sul trampolino che sugli sci stretti.
Gara comunque povera di contenuti perchè su 5 km, competizione immagino figlia dei manager 2.0 che pensano di recare prestigio allo sport.
Lamparter è secondo, autore di un gran finale in cui è riuscito a battere un'atleta molto forte sugli sci stretti come Oftebro, che non andava sul podio in Coppa del Mondo da esattamente un anno, anche se agli scorsi mondiali ha colto una medaglia di bronzo.

Domani si ripete, ma stavolta la gara di fondo sarà sui 10 km e avremo ancora più indicazioni circa il livello degli atleti. Bisogna anche dire che il trampolino di Kuusamo è un trampolino che fa enormi distacchi ed è fortemente a favore di chi sul trampolino costruisce le proprie fortune.
 
Rispondi
#19
Intanto notizia clamorosa dalla qualificazione di gara 1 di salto. Granerud non si qualifica. :o
 
Rispondi
#20
Riiber squalificato per tuta irregolare dalla gara di oggi. Oh, che belle le squalifiche politiche di inizio stagione che falsano le gare. Sweat
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 3 Ospite(i)